Cagliari, scontro CasaPound-antifascisti durante assemblea studenti

Sta creando polemica lo scontro avvenuto fra alcuni militanti CasaPound ed un gruppo di antifascisti durante un’assemblea di studenti, in riunione per discutere su nuove manifestazioni in favore dei pastori sardi. Entrambe le parti denunciano di avere subìto un’aggressione

Momenti di tensione nella giornata di ieri a Cagliari, dove si sono registrati scontri fra dei militanti di CasaPound ed un gruppo di antifascisti, durante una riunione tenutasi fra alcuni studenti per organizzare una nuova manifestazione in favore dei pastori sardi.

Stando a quanto raccontato dal responsabile di CasaPound Cagliari Luca Sardara, i membri del partito di destra si erano dati appuntamento con alcuni studenti al “Parco della musica”. Lo scopo dell’incontro era quello di discutere in merito a nuove iniziative da mettere in atto per supportare la protesta dei pastori. Presente al raduno anche Jessica Russo, giovane rappresentante d’istituto della scuola superiore Domenico Alberto Azuni e rappresentante del Blocco Studentesco Sardegna.

La riunione si stava svolgendo in modo del tutto regolare, quando alcuni antifascisti infiltrati nella piccola assemblea hanno cominciato a creare disordini. “Un gruppo di antifascisti, evidentemente infiltratosi all’incontro, ha contestato la nostra presenza dichiarando non gradita CasaPound. A quel punto molti studenti, lamentando la mancanza di democrazia dell’assemblea, hanno abbandonato la riunione che dopo un po’ si è sciolta”, spiega Sardara in un post rilasciato sulla pagina Facebook ufficiale del partito. “Quando, poi, al termine dell’incontro, stavamo andando via, siamo stati aggrediti da un altro gruppo di antifascisti con caschi e volti coperti. Prima ci hanno lanciato contro bottiglie, come si vede dal video che abbiamo girato, e poi ci hanno assalito sotto gli occhi attoniti dei cittadini presenti in zona, che hanno testimoniato in favore dei militanti del Blocco”.

Nel video, in effetti, si percepisce una certa tensione e si ode chiaramente il rumore di alcune bottiglie di vetro che vanno in frantumi, dopo essere state scagliate. Il filmato poi si interrompe bruscamente, quando il ragazzo che sta registrando è costretto a correre per allontanarsi.

Questa mattina, tuttavia, è arrivata anche la versione degli attivisti antifascisti. Stando a quanto riferiscono questi ultimi, sarebbero stati loro a partecipare alla riunione con gli studenti. Assemblea poi interrotta da 7 rappresentanti del Blocco Studentesco, fra i quali la sopra citata Jessica Russo, subito invitati ad andarsene. Il gruppo, affiancato anche da alcuni militanti di CasaPound, non ha però voluto desistere ed un paio di studenti sono stati attaccati. Gli antifascisti sono dunque accorsi per soccorrere i ragazzi in difficoltà.

Comunque siano andate le cose, lo scontro è stato interrotto grazie al provvidenziale intervento di alcune pattuglie della polizia di Stato. Si indaga, adesso, per risalire alle effettive responsabilità.