Calabria, Scopelliti si dimette

Il presidente della Regione si è dimesso in seguito alla condanna a sei anni per abuso d'ufficio e falso

Giuseppe Scopelliti si è dimesso. Il governatore della Calabria ha rassegnato le proprie dimissioni a poche ore dalla notizia della condanna a sei anni per abuso d'ufficio e falso in atto pubblico come ex sindaco di Reggio Calabria: "Sono rispettoso delle sentenze. È necessario fare un passo indietro".

Scopelliti non rinuncia però a dire la sua sulla sentenza: "Le sentenze vanno rispettate sopratutto quando si è uomini delle istituzioni, ma non posso esimermi dal commentare quella che mi riguarda. Una sentenza clamorosa che lancia un messaggio inquietante e pericoloso per tutti gli amministratori del Paese. Abbiamo di fronte a noi una responsabilità grande ed abbiamo dentro di la grande responsabilità di dire che è giunto il momento di rassegnare le dimissioni. Ora lo concorderemo con tutta questa grande squadra che mi ha affiancato in questi anni. La Calabria ha bisogno di un governo legittimato"

Il dimissionario presidente della Calabria inoltre lancia un duro monito al centrosinistra: "Noi siamo perchè vinca sempre la democrazia. Non gioisca il centrosinistra di fronte a queste scelte e a queste sentenze, perché non vince la politica."

"Il legame profondo, l'amore che c'è con la mia gente e la mia terra - aggiunge Scopelliti - continuerà ad essere in cima ai miei pensieri e quindi per chi mi ha insegnato a fare sempre le mie battaglie credo che questa sia una giornata molto importante. Noi continueremo a fare con questa squadra tante altre battaglie e penso anche di poter dire - ha concluso - che da questa partita come sempre esco con la maglietta bagnata e la testa alta.Con la condanna di ieri, a Scopelliti è stata inflitta anche l'interdizione perpetua dai pubblici uffici.

Commenti
Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Ven, 28/03/2014 - 17:15

Io sono credente e ogni giorno che passa credo sempre di più perché chi di spada ferisce di spada perisce. questo Scopelliti è fuggito da Berlusconi quando è stato condannato,e ora i suoi elettori fuggiranno da lui e dal NCD

Raoul Pontalti

Ven, 28/03/2014 - 17:41

Chapeau! Almeno lo stile lo hai dimostrato.