Massacra agente con calci in faccia: l'immigrato gli spacca il naso

Durante un intervento nei pressi della stazione di Piacenza, un agente è stato ferito da un maliano in Italia permesso di soggiorno per motivi umanitari. Lo straniero, con precedenti per rapina e lesioni, aveva il divieto di dimora in città

Ha massacrato di botte un agente delle Volanti di Piacenza, provocandogli una frattura del setto nasale che i medici hanno giudicato guaribile in 30 giorni. Il tutto per sfuggire ad un semplice controllo. Per questo, un immigrato maliano di 22 anni, al termine di una violenta colluttazione con le forze dell’ordine è stato arrestato per resistenza e lesioni e Pubblico ufficiale.

Una violenza, folle ed insensata, che si sarebbe potuta evitare. Sul capo dello straniero, con precedenti per rapina e lesioni e in Italia grazie ad un permesso di soggiorno per motivi umanitari, pendeva infatti un divieto di dimora in città.

Nella notte tra martedì e mercoledì, gli agenti erano intervenuti in piazzale Marconi, nei pressi della stazione, dopo la segnalazione di un’aggressione. A chiamare il 113, un senzatetto 43enne originario di Cagliari che aveva denunciato di essere stato molestato dall’immigrato mentre stava dormendo in un sottopasso dello scalo.

Gli agenti giunti sul posto, per far luce su quanto accaduto, hanno fermato i due soggetti coinvolti nella vicenda e li hanno sottoposti ad identificazione.

L’italiano si è mostrato fin da subito collaborativo tanto da fornire agli uomini delle forze dell’ordine i suoi documenti. Discorso ben diverso per l’africano che non ha accettato il controllo ed è andato in escandescenza. Lo straniero si è scagliato con violenza contro i poliziotti riuscendo a centrarne uno con un pugno. Il colpo è stato così forte che l’agente è caduto a terra.

A quel punto, la situazione è precipitata. Il malvivente, in preda ad una incontrollabile rabbia, si è accanito contro il poliziotto colpendolo con dei calci in faccia che gli hanno procurato la frattura del setto nasale.

Solo all'arrivo della seconda volante, l’esagitato è stato bloccato e portato in Questura. A seguito degli accertamenti di rito, il maliano è stato arrestato per resistenza e lesioni e Pubblico ufficiale ed ora sarà processato per direttissima.

Il prefetto di Piacenza, Maurizio Falco, ha sentitamente ringraziato tutti gli agenti “che assicurano sempre la massima professionalità nel loro servizio a favore della comunità piacentina e a garanzia della pacifica convivenza tra tutti i cittadini, riceverà l'assistente capo in prefettura non appena le sue condizioni fisiche lo permetteranno”.

Commenti

cgf

Gio, 25/04/2019 - 12:58

a quando il taser?

ziobeppe1951

Gio, 25/04/2019 - 13:01

sognapippa...adesso che hai un nuovo pallottoliere, prendi nota

Giorgio5819

Gio, 25/04/2019 - 13:03

D O V E T E S P A R A R E !! Questi escrementi devono essere eliminati dalla faccia della terra. E con loro il cancerogeno manipolo di comunisti che li importano e li difendono.

Ritratto di moshe

moshe

Gio, 25/04/2019 - 13:03

... in Italia permesso di soggiorno per motivi umanitari ... ... ... grazie sinistra di m...., grazie papocchio di m.... !!!

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Gio, 25/04/2019 - 13:04

Scimmia.

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Gio, 25/04/2019 - 13:11

Qualcuno puo' fare luce sulla mia ignoranza? Lo ringrazierei. Come funziona la norma che "impedisce" un soggetto di state in una citta', in questo caso Piacenza? Cosa gli faranno al soggetto "umanitario" che non ha seguito tale regola. Sarebbe interessante se Il Giornale potesse dirci se questi soggetti violenti finiscono espulsi, che sarebbe il minimo. A me sapere che il Prefetto parla bene dei poliziotti non basta. Questo tizio non puo' soggiornatre in Italia, PUNTO!

Ritratto di Civis

Civis

Gio, 25/04/2019 - 13:14

Massima professionalità? L'agente che affronta un delinquente deve poterlo controllare e, se del caso, ammanettarlo e portarlo in Questura, anche superando la famosa proporzionalità dell'azione. Il Prefetto di Piacenza reciti il suo mea culpa e si dia da fare, invece di dare encomi postumi a chi soccombe.

Ritratto di akamai66

akamai66

Gio, 25/04/2019 - 13:18

"Esuberanza giovanile,libero subito"..a pensar male si fa peccato ma.....

me.so.rotto....

Gio, 25/04/2019 - 13:19

Il maliano e` ancora vivo? Allora bisogna interessare il PD, perche` facciano manifestazioni per concedere la cittadinanza anche a questo delinquente, ai rom e ai Polli Ruspanti.

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 25/04/2019 - 13:36

Questo ennesimo episodio dimostra,se ce ne fosse ancora bisogno,del gravissimo errore commesso nel dare un permesso di soggiorno per motivi umanitari a soggetti che subito si rivelano autentici criminali incalliti. Senza contare che essendo già pregiudicato per rapina e lesioni,tale permesso andava revocato all'istante e il facinoroso spedito a kalcioni nelle sue terre sabbiose.

Lucmar

Gio, 25/04/2019 - 13:47

... e tu, porgi l'altro naso!

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Gio, 25/04/2019 - 14:03

"...permesso di soggiorno per motivi umanitari...". Benvenuti nel manicomio Italia.

maricap

Gio, 25/04/2019 - 14:13

La richiesta di documenti, fatta a certe persone, deve essere esercitata esclusivamente armi in mano. Sparare al primo accenno di aggressione e seguitare a farlo su chi dovesse poi intervenire in favore del troglodita. Sed ferro recuperanda est patria; ormai solo con quello si possono ristabilire le norme civili di convivenza, senza essere sopraffatti e schiavizzati dagli invasori importati dai comunisti.

baronemanfredri...

Gio, 25/04/2019 - 14:15

DIVIETO DI DIMORA IN CITTA'? MA CHE SCHERZIAMO? DIVIETO DI STARE IN QUESTA NAZIONE DI PULCINELLA E DI GIUFA'

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 25/04/2019 - 14:16

Bisogna solo PRENDERE chi gli ha concesso il permesso umanitario e mandarlo a pelare patate in qualche caserma,per 10 anni!!!!jajajajajaja Ciao Beppe.

baronemanfredri...

Gio, 25/04/2019 - 14:16

CIVIS LEI HA CITATO UNA CATEGORIA CHIAMATA PREFETTO E MI SCUSI TANTO MI HA FATTO VOMITARE.

mariod6

Gio, 25/04/2019 - 14:22

A quando il permesso alla Polizia di spaccare le ossa a questi delinquenti che sono in Italia con un permesso umanitario ??? Oppure dobbiamo aspettare che questi parassiti ammazzino un'altro Poliziotto o un'altro Carabiniere ?? Sig. Prefetto, visto che il Ministro della (in)Giustizia non fa nulla per togliere potere ai magistrati contrari alle espulsioni forzate, faccia lei qualcosa per proteggere i suoi Agenti di Polizia ed i Carabinieri che rischiano ogni giorno la pelle per difenderci da questi maledetti invasori.

Angelo664

Gio, 25/04/2019 - 15:51

Questi fatti semplicemente non devono succedere. Non ci deve essere contatto ravvicinato se non chiesto dal poliziotto e se questo tenta l'avvicinamento gli si spara e basta. Invece siamo qui a contare ancora una volta un poliziotto ferito. Governo : fate in modo che le leggi che proteggono i delinquenti siano abrogate al più' presto in modo che anche il più' sinistrorso dei magistrati non possa far nulla al povero poliziotto nella malaugurata ipotesi che questo usi l'arma in dotazione. Io cittadino onesto voglio che il poliziotto possa agire protetto al massimo dalle leggi.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Gio, 25/04/2019 - 16:59

Ok ^(*@*)^ soonoo tuutii fraateelii e sooreelee Vero NON ancora Santo genitore 1 o genitore 2( Visto che sei così progressista non ti chiameremo più “padre” ma genitore 1 o genitore 2 , vai a sapere, ma anche sul genitore 1 e 2 ci sarebbe da discutere un bel po’

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Gio, 25/04/2019 - 17:36

^(*@*)^ Sarebbe utile il taser anche se sarebbe un taser all’italiana visto che su di esso si scatenerebbe il Magna Magna e la casa costruttrice dovrebbe ungere ruote su ruote ad amici, amici di amici e amici di amici di amici, nel risparmiare il rame sulle bobine dei trasformatori verrebbe partorito un oggetto a bassa tensione che invece di stordire il nonbenvivente riuscirebbe al massimo a fargli un bel massaggio muscolare tonificante, Comunque sempre utile in quanto il nonbenvivente sentendosi tonificato ed appagato potrebbe smetterla di aggredire ma non è detto, Comunque sia sarebbe già un bel passo avanti, Che vuoi !!? siamo in Italia.

Ritratto di C.L.N.

C.L.N.

Gio, 25/04/2019 - 18:02

Se ero io al posto di quell'agente ferito, gli avrei sparato in mezzo agli occhi.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Gio, 25/04/2019 - 19:14

^(*@*)^ Caro maialino, Come ho già scritto più di una volta, ti è andata di lusso che i poliziotti non erano americani altrimenti a quest’ ora ti avrebbero già confezionato un bel paletot di legno con cintura di zinco e decorato con quattro c’eri

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 25/04/2019 - 19:25

Qui in Nicaragua sono poveri e non possono permettersi il TASER, per cui usano il PIOMBO amico cgf !!!!!jajajajajajaja.

baronemanfredri...

Gio, 25/04/2019 - 19:54

MA CHE BELLO PORTARE LA PISTOLA IN DOTAZIONE LA PARABELLUM BERETTA CAL. 9X21 BIFILARE PARABELLUM E MOSTRARLA SOLO NELLE PARATE E NELLA STRADA.

baronemanfredri...

Gio, 25/04/2019 - 19:56

CLCE FACCIAMO UN BEL COMITATO DI LIBERAZIONE NAZIONE DI CLANDESTINI E STRANIERI?

giginonapoli

Gio, 25/04/2019 - 20:00

Ma mangalellate sulla testa di mer..a di questa verme no?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 25/04/2019 - 20:33

Manca poco al disastro finale. Italiani, cominciate a prepararvi, tra poco saranno in gioco le vostre vite. Questi non si fermano, se poi neppure li arrestano...

colomparo

Gio, 25/04/2019 - 20:38

L'agente non doveva mica disturbarlo, tanto un magistrato amichetto degli immigrati delinquenti provvederà sistematicamente a vanificare il faticoso e rischioso lavoro delle forze dell'ordine !!

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Gio, 25/04/2019 - 21:47

E SPACCARGLI LA TESTA CONTRO IL MURO, NO?? O ancora meglio, le ginocchia, che cammini in ginocchio per il resto dei suoi maledetti giorni.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Gio, 25/04/2019 - 21:58

CLN... Non infierire sull'Italiano... Se io ero... avrei... Non "suona" meglio "se io FOSSI"... avrei? Sulla sostanza, invece, pienamente d'accordo, anche se la differenza che farei io sarebbe tra il farlo "d'istinto, per reazione rabbiosa", oppure "con gelida e distaccata premeditazione", un istante prima che il colpo del tizio arrivasse a segno. Certo che, uno che vantasse una simile preparazione finirebbe immediatamente ingabbiato a vita dallo zelante magistrato, per "omicidio premeditato"... E la chiamano giustizia.