Caldo killer: quattro morti per l'afa al mare

Morire per il caldo. Il questa estate torrida può accadere. Una donna di Trento, in vacanza a Bibione pineta, è stata colta da malore ed è deceduta in 10 centimetri dall'acqua

Morire per il caldo. Il questa estate torrida può accadere. Una donna di Trento, in vacanza a Bibione pineta, è stata colta da malore ed è deceduta in 10 centimetri dall'acqua. Inutile il dispiegamento di forze con il personale della Bibione Mare e del 118. Sul posto, antistante il chioschi Shany, la Guardia costiera che non ha potuto fare altro che costatare il decesso della donna. Tre morti anche in Abruzzo. Uno sulla spiaggia di Giulianova (Teramo) questa mattina una donna di 84 anni è deceduta dopo essersi sentita male mentre stava entrando in acqua. Stessa sorte per un settantenne che si trovava in acqua ad una decina di metri dalla battigia a Francavilla a Mare in provincia di Chieti. Inutili i soccorsi. Un altro uomo è invece morto per un malore dovuto al caldo mentre andava in bici insieme ad un amico a Elice.

Intanto l'ondata di caldo in atto sul nostro Paese ha raggiunto il suo apice in questo inizio di settimana al Nord, mentre al Sud - spiegano i meteorologi del Centro Epson Meteo- proseguirà fino a mercoledì intensificandosi. Sulle zone alpine e al Nordovest, il caldo inizierà ad attenuarsi già da domani (martedì) grazie al progressivo avvicinamento di una perturbazione atlantica, che sarà seguita da una massa d'aria nettamente più fresca. Da giovedì le correnti fresche raggiungeranno anche il Sud. Questo cambio di massa d'aria sarà accompagnato anche da rovesci e attività temporalesca, specialmente al Nord nei prossimi due giorni; al Centro le precipitazioni dovrebbero interessare maggiormente zone interne e versante adriatico, mentre al Sud sono attese pochi fenomeni, più probabili sabato