Campania, prete chiede cento euro per la Messa

Bufera ad Avellino dopo che un parrocco ha chiesto cento euro ai fedeli che si erano recati a una funzione di commemorazione per i tre anni dalla scomparsa di una congiunta

Papa Bergoglio aveva avvertito: nella nuova Chiesa di Francesco non c'è più spazio per i "prezziari" dei Sacramenti. Basta alla disdicevole abitudine di esigere un compenso fisso per battesimi, cresime, matrimoni. Era il novembre dello scorso anno, ma la sferzata del Santo Padre al clero, evidentemente, non ha trovato ascolto in tutte le parrocchie. Sicuramente non ad Avellino, dove un parrocco avrebbe preteso la bellezza di cento euro alla fine di una Santa Messa di commemorazione per una fedele defunta.

Una richiesta avanzata ai parenti che stavano uscendo dalla chiesa dove si erano recati per assistere alla funzione fatta celebrare in occasione del trigesimo della propria congiunta. Il religioso, Padre Roberto, non ha smentito la richiesta di denaro, pur respingendo ogni accusa di essersi comportato in maniera indebita. "La somma richiesta non era soltanto per la messa del settimo, ma anche per la celebrazione del rito religioso durante i funerali della donna", ha spiegato al Mattino.

Commenti
Ritratto di Franco_I

Franco_I

Lun, 16/03/2015 - 11:01

Mons. Bagnasco, CEI, questa è MORALE????

pastello

Lun, 16/03/2015 - 14:03

Difendo il prete dei 100 euro Visto che non può permettersi la pensione che percepisce bagnasco. Pagata da noi naturalmente.

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Lun, 16/03/2015 - 15:09

Vecchie abitudini impossibili da estirpare...