La Campania è un rogo: un morto a Giugliano

Un uomo di 53 anni è morto a Giugliano in Campania (Napoli) cadendo dal tetto del suo capannone

Un uomo di 53 anni è morto a Giugliano in Campania (Napoli) cadendo dal tetto del suo capannone dove si trovava per scattare foto che ritraessero lo stato dei luoghi mentre si stava propagando un incendio nelle vicinanze. A quanto ricostruito l'uomo è salito sul tetto insieme al suocero: i due erano preoccupati per le fiamme che avevano già gravemente danneggiato un capannone vicino, nel quale si producono cassette in legno, e che si avvicinavano sempre di più al loro capannone. Volevano scattare alcune foto della scena, quando un lucernario ha ceduto facendo precipitare il titolare: il 53enne ha sbattuto la testa ed è morto sul colpo. Il fatto è avvenuto in via San Francesco a Patria. Sul posto sono intervenuti Vigili del Fuoco, Polizia e sanitari del 118.

Commenti

veronica01

Mar, 18/07/2017 - 08:10

Ma come, gli incendi non erano stati debellati e sotto controllo? Tutti abbiamo visto il video di De Luca che condannava aspramente chi aveva cercato di trovare mezzi e aiuti, dicendo che era tutto a posto e risolto, allora non è così? Ora ci sono anche dei morti.