Cancellieri: "Spostare orario delle partite a rischio sicurezza"

Per il ministro dell'Interno Cancellieri i match a rischio sicurezza, come l'ultimo derby di Roma giocato lunedì scorso, non possono essere disputati di sera

Gli scontri avvenuti a Roma lunedì scorso, in occasione del derby Lazio-Roma giocato di sera, continuano a tenere banco. "Bisogna farle in un altro orario. Ci vuole un ripensamento. Occorre anche una presa di coscienza delle tifoserie". Ne è convinta il ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri, interpellata sull'argomento a margine di una conferenza alla Corte Costituzionale. "Non è possibile - ribadisce - che una partita diventi una guerra civile". Frasi di buon senso quelle della responsabile del Viminale. Sicuramente ci sono gli interessi delle tv a pagamento e dei telespettatori da tutelare, ma la prima esigenza di cui le istituzioni devono tener conto è la sicurezza.

"Bisogna farlo in un altro orario - ha insistito il ministro - occorre un ripensamento, ha ragione il prefetto Pecoraro, e soprattutto occorre una maggiore presa di coscienza da parte delle tifoserie. Non è possibile che una partita diventi una guerra civile".

Commenti
Ritratto di mirosky

mirosky

Ven, 12/04/2013 - 17:02

ma come? maroni ci hanno detto più volte che la tessera del tifoso aveva risolto il problema violenza negli stadi!? non sarà che la tdt risulta l'ennesimo buco nell'acqua delle autorità e dimostra che è fatta con i piedi da uno che allo stadio non è nemmeno mai andato?

franco@Trier -DE

Sab, 13/04/2013 - 11:28

sarebbe ora che si desse da fare la culona italiana.