È il capitano Orlandi il pilota dell'Eurofighter precipitato in mare

L'Eurofighter pilotato dal Cap. Orlandi non è riuscito a riprendere quota, impattando violentemente in acqua

È il capitano Gabriele Orlandi il pilota dell'Eurofighter precipitato in mare durante l'air show dell'Aeronautica Militare a Terracina. Lo rende noto il ministero della Difesa.

Classe 1981, originario di Cesena, lavorava al reparto sperimentale volo di Pratica di Mare (Roma). Laureato in scienze aeronautiche all'Università "Federico II" di Napoli, Orlandi dal 2007 era pilota militare dell'Aeronautica e da allora aveva avuto numerose esperienze, tra le quali una negli Stati Uniti proprio come sperimentatore. Aveva anche ottenuto una seconda laurea, in Scienze Politiche.

L'Eurofighter del Reparto Sperimentale Volo dell'Aeronautica Militare era parte del programma dell'Air Show organizzato, come avviene in ogni stagione estiva, a corredo delle spettacolari evoluzioni delle Frecce Tricolori.

Durante l'esibizione, al termine di un loop, l'Eurofighter pilotato dal Cap. Orlandi non è riuscito a riprendere quota, impattando violentemente in acqua. Nonostante gli immediati soccorsi da parte della Capitaneria di Porto, presente sul posto, non c'è stato nulla da fare per il giovane pilota, che è deceduto al momento dell'impatto. La dinamica dell'incidente è ora solito indagine da parte dei preposti organismi dell'Aeronautica Militare. "Il Ministro della Difesa, Senatrice Roberta Pinotti, e il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio Graziano, esprimono il cordoglio della Difesa ai familiari e all'Aeronautica Militare, per la perdita del Capitano Gabriele Orlandi", conclude la nota.

Commenti

Martinico

Dom, 24/09/2017 - 20:14

R.I.P capitano. Che tristezza profonda.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 24/09/2017 - 21:56

Onore a questo servitore di uno stato(volutamente minuscolo) che non si merita questi servitori fedeli. R.I.P. CAPITANO Orlandi. AMEN.

Ritratto di italiota

italiota

Dom, 24/09/2017 - 22:06

fanno i ganassa e poi...

tiromancino

Dom, 24/09/2017 - 22:15

L'aereo super tecnologico?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Dom, 24/09/2017 - 22:40

Sembra strana quella laurea in scienze politiche, da comunisti DOC, inutile per un pilota militare, che invece dovrebbe concentrarsi sull'addestramento tecnico al simulatore. Per cui sembra quasi che l'Orlandi sia un altro Renzi, un Gentiloni o un Bergoglio, che recita una parte del copione, ma del resto non sa fare niente... se non disastri.

Enricolatalpa

Dom, 24/09/2017 - 23:24

Rispetto e silenzio, vi prego!

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Lun, 25/09/2017 - 00:14

R.I.P. CAPITANO ORLANDI

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 25/09/2017 - 01:17

---che possiamo dire---primo)ringraziamo il fatto che il giocattolino sia caduto lontano dagli spettatori---secondo)sembra che il pilota abbia fatto tutto da solo perchè non sono arrivate rivendicazioni di allah al bar-fors'anche perchè oggi molti bar erano chiusi dalle mie parti---terzo)l'aeronautica si attiverà immantinente per il recupero dei 60 milioni di euro di danni fatti--proponendo alla famiglia del de cuius di pagare la cifretta in comode rate mensili fino alla settima generazione---swag

Demy

Lun, 25/09/2017 - 01:32

R.I.P. Capitano.

Luca B.

Lun, 25/09/2017 - 07:14

Italiota....o meglio.....IDIOTA!! Stattene zitto e levati il cappello davanti ad un UOMO morto!! Condoglianze alla famiglia.

Ernestinho

Lun, 25/09/2017 - 08:09

E non è neanche la prima volta che succede. I piloti sono costretti a pavoneggiarsi. Simbolo dell'imbecillità umana!

sakai389

Lun, 25/09/2017 - 08:37

Sentite condoglianze alla Famiglia.

baronemanfredri...

Lun, 25/09/2017 - 09:19

VERAMENTE IL LOOPING NON E' RIUSCITO BISOGNA VEDERE IL MOTIVO. ONORE ONORE AL CAPITANO, MOLTISSIMI LO INVIDIERANNO PER CIO' CHE ERA. PILOTARE UN EFA, F 35 E PARI CLASSE NON E' SCHERZO, VERAMENTE A PARTE LA PERFETTA SALUTE DI OCCHI E ALTRO. ONORE

Valerio49

Lun, 25/09/2017 - 09:27

Riposa in pace. Ogni commento denigratorio è una vigliaccata. Questi fanno il loro dovere, non fanno "ganassate", e la storia dell'arma lo insegna

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 25/09/2017 - 11:31

L'impressione è che il comunismo si sia infiltrato profondamente nella società italiana con effetti dirompenti, per cui qualsiasi PDota, purché raccomandato, in quanto magari fidanzato di riserva di una Pinotti o una Boldrini, sopravanza i commilitoni più meritevoli, che però non si prostituiscono al PD per slealmente affermare se stessi. Poi magari non è assolutamente il caso del defunto cap. Orlandi, ma data la sfiducia verso un governo di usurpatori che imperversa da sei anni, quando la legislatura è di cinque, non si può far a meno di pensare anche all'errore umano dovuto a insufficiente preparazione, per cui il defunto è la prima vittima. Poi magari il comandante del Cap. Orlandi non è un asino che vola, però cuoce benissimo le salamelle come Bersani...

renato1943

Lun, 25/09/2017 - 11:51

Sul lavoro ci sono 3 morti al giorno e nessuno ne parla.ogni tanto in aereonautica qualcuno ci può stare.

cir

Lun, 25/09/2017 - 12:07

e' morto sul lavoro come un qualsiasi muratore che cade da una impalcatura senza che nessuno se ne accorga , per un decimo del suo stipendio.

Ernestinho

Lun, 25/09/2017 - 13:20

"Gianfranco Robe..." Ma che commento sconclusionato il tuo!

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Lun, 25/09/2017 - 14:11

@Gianfranco Robe: veramente un commento sconclusionato il suo e sinceramente poco rispettoso...da chi ogni tanto se ne esce con deliri parareligiosi mi sarei aspettato almeno un po' di pietas cristiana! Il Cap. Orlandi, per essere diventato pilota da caccia prima e collaudatore poi, faceva parte, per preparazione e capacità, di una elite di una elite...il 99,999% della popolazione, me compreso e credo pure lei, invece siamo capaci di fare un incidente a 50kmh su un auto piantata a terra e non di certo volare a 2000kmh ogni giorno, con stress psicofisici altissimi e su mezzi avanzati, ma soggetti a guasti. La seconda laurea in Scienze Politiche, poi, è cosa normale tra gli ufficiali dello Stato Maggiore di ogni arma, che per capacità e meriti di servizio, presumibilmente arriveranno ai vertici della forza armata di appartenenza.

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Lun, 25/09/2017 - 14:29

@Renato1943: ha ragione, ma è lo stesso motivo per il quale ogni giorno ci sono molti più morti in auto sulle varie strade ed autostrade e nessuno ne parla o quasi... però come cade un aereo civile, pur con meno morti in totale, la notizia è su tutti i giornali in prima pagina.

onurb

Lun, 25/09/2017 - 16:12

Gianfranco Robe... Ogni tanto bisogna riflettere prima di aprir bocca. Per arrivare al Reparto Sperimentale di volo bisogna superare una dura selezione e dimostrare di avere le attitudini per fare il tipo di attività che viene svolto da quel reparto. Non è il primo pilota, e nemmeno l'ultimo purtroppo, a morire in un incidente, molto spesso causato da un proprio errore. Nell'iter di carriera di un ufficiale pilota non c'è solo il volo, ma anche qualche altra attività, e ciò spiega le lauree.

onurb

Lun, 25/09/2017 - 16:39

Gianfranco Robe.... Mi dispiace, ma la stai facendo fuori dal vaso. Quelli che sono raccomandati (te lo dico da esperto: ho fatto per 31 anni il pilota militare) fanno carriera, ossia avanzano di grado. Quelli che a 36 anni smenazzano ancora l'aeroplano lo fanno perché hanno la voglia di volare e le sfere per continuare a farlo. In ogni caso Andrea B ti ha già detto tutto.