"La stazione della paura con gli immigrati predatori"

Una stazione diventata il ritrovo per orde di profughi. Durante il giorno si ubriacano, la sera molestano sessulamente le donne che passano per la stazione di Linz

"Sono predatori, questa stazione è diventata il capolinea della paura". Sono le parole di una donna austriaca spaventata dalle orde di immigrati che sopraggiungono in quella che viene definita "terra franca" ma che in realtà è la stazione di Linz, in Austria. Un luogo che è diventato il terreno perfetto dei profughi. È la stessa ragazza, intervistata dal Daily Mail a spiegarne i motivi: "Connessione internet gratuita, fast food, bevande a buon mercato e sale passeggeri riscaldate".

Il "capolinea del paura" è diventanto un punto di ritrovo per gli immigrati che vengono respinti dalla Germania, situata a pochi chilometri di distanza da Linz. Per le donne, come spiega il quotidiano britannico, è una "no-go zone", una zona da evitare. Infatti la mentalità che si è creata è la stessa di colonia: profughi ubriachi che molestano ogni donna. Predatori, alimentati dall'alcol, che cercano di rubare baci, insultano, commentano e molestano sessulmente e in modo osceno ogni passante. La donna che parla al Dail Mail, è spaventata, non vuole nemmeno che vengo citato il nome.

"Come ci si sente? È terribile. Direi vergognoso. Sono predatori, sono ubriachi e sono ovunque. Venire qui di notte? Avrei preferito ordinare un dritto in taxi per l'inferno". Confessioni che, purtroppo, una donna oggigiorno deve giustificare: "Sono una persona per bene, non sono un nazista. Ma non hanno il diritto di comportarsi così nella mia città. O dovunque. Come osano trasformare la mia stazione un luogo di paura". Una vergogna che rimane tale, perché la polizia o qualsiasi altra autorità - spiega l'intervistata - si è rifiutata o di identificare i migranti fastidiosi. Sia la Germania che l'Austria li considerano cittadini di paesi non pericolo. Molti provengono infatti da Algeria, Tunisia e Marocco.

Un padre stanco di veder la figlia terrorizzata ha indirizzato una lettera al governatore locale Josef Puehringer: "Mia figlia ha16 anni ed è terrorizzata quando deve passare attraverso la stazione ferroviaria di Linz, soprattutto di sera".

Commenti
Ritratto di sekhmet

sekhmet

Mer, 24/02/2016 - 10:33

Era la sindachessa di Amburgo a suggerire di tenerli ad un braccio di distanza..? Dimenticava di aggiungere "di mare". Sekhmet.

linoalo1

Mer, 24/02/2016 - 11:14

Provate ad utilizzarli forzatamente per Lavori Utili per tutto il giorno,voglio proprio vedere se,alla sera,avranno ancora le forze per delinqere!!!Che ne dite di utilizzarli come manovali della Protezione Civile???Perlomeno,si ripagherebbero,almeno in parte,il loro mantenimento!!!E poi,perchè loro debbono poltrire tutto il giorno ed invece,noi Europei,dobbiamo lavorare anche per mantenere loro???E,a noi,chi ci mantiene???Renzi???

Fjr

Mer, 24/02/2016 - 11:25

È questo è solo l'inizio, immaginatevi quando tutte le frontiere saranno chiuse a chi toccherà sorbirsi ,queste preziose risorse, prigionieri in casa nostra sempre che qualche giudice non l'abbia regalata a qualche CLANDESTINO!!Chiaro ?Sono clandestini e resteranno clandestini nonostante il tentativo del PD di volerli immatricolare in modo diverso.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 24/02/2016 - 11:55

Ma allora non siamo soli nella corsa al titolo di Eurocoyote di platino!

pagu

Mer, 24/02/2016 - 12:06

portateli qui!!!! queste preziose risorse, mi devono pagare la pensione, sbaldrina dove sei???

aitanhouse

Mer, 24/02/2016 - 12:50

questi europei ...come la fanno difficile! guardate all'italia, tutti dentro senza distinzioni , queste sono risorse ; li vogliono le coop, le onlus, gli albergatori ,il pd, sel,il governo,e infine il papa.

Una-mattina-mi-...

Mer, 24/02/2016 - 13:13

I Fieri Boldriniani Portatori di Diversità Culturale, leggasi Musulmani Alcolizzati e Ladroni, Non hanno Paura dell'ira di Allah l'Onnnipotente?

risorgimento2015

Mer, 24/02/2016 - 17:35

I primitive del terzo mondo sono l'opposto della cultura femminile del tutti uguali del liberal schic . la cultura dei primitive inclusi izingari e quella "del piu forte vince" e di arranfare piu che possono a spese nostre. Percio` attenti PIDINI.