Cara Greta, non ti ho rubato proprio niente

Non sarà Greta a rubarci i meriti e vediamo se i gretini saranno altrettanto capaci. Occhio, che per farlo più che manifestare serve studiare

«Come osate, avete rubato i miei sogni e la mia infanzia, io non vi perdono», ha tuonato ieri l'altro la giovane ecoattivista Greta rivolta ai grandi del mondo, riuniti all' assemblea dell' Onu, perché a suo dire «siamo all'inizio di un'estinzione di massa». In effetti non siamo messi bene, ma tutti gli studi provano che siamo messi molto meglio del passato e che il futuro che ci attende è meglio di quanto si possa pensare.

Qualche esempio. Un milione e ottocentomila bambini muoiono ogni anno nei paesi in via di sviluppo, a causa della diarrea da acqua insalubre e da condizioni igieniche inadeguate. Non è una strage del progresso, è il suo opposto, cioè parliamo di persone ancora non toccate dal progresso, dalle tecnologie, impossibilitate a raggiungere gli ospedali più vicini per mancanza di strade, di auto, di aerei, in sintesi di tutto ciò che Greta vorrebbe mettere all'indice con la sua retorica da professorina.

Ciò nonostante le generazioni che Greta «non perdona» qualcosa hanno fatto. La mortalità infantile in quegli stessi paesi nel 1980 era del 20 per cento, oggi è pressoché dimezzata e la percentuale di persone denutrite dal 1970 a oggi è scesa dal 35 al 15 per cento, prova che è il progresso, con la sua sempre maggiore mobilità di persone e merci che può togliere l'uomo dal degrado ed evitare le catastrofi. Oggi - come documenta una ricerca pubblicata in America da Peter Diamandis - un guerriero masai con un cellulare dispone della stessa connettività con il resto del mondo che il presidente degli Stati Uniti aveva solo pochi anni fa, nel 2005.

Il progresso inquina? Certo, ma le nostre generazioni sono state capaci di passare dal fuoco al carbone ai pannelli solari in cent'anni, dai calessi alle auto a gasolio a quelle elettriche in cinquanta attraverso errori non evitabili. Thomas Edison raccontò di avere inventato la lampadina dopo avere fallito mille volte di fila. E, accusato di questo, rispose: «Io non ho fallito, ho solo scoperto mille modi che non funzionano».

I predecessori di Greta non sono stati - non siamo stati, parlo della mia generazione - «ladri di sogni» ma sognatori che hanno combattuto - e in buona parte sconfitto - la malvagità degli uomini e migliorato il mondo, in una corsa a tappe tuttora in corso. Non sarà Greta a rubarci questi meriti e vediamo se i gretini saranno altrettanto capaci. Occhio, che per farlo più che manifestare serve studiare.

Commenti

agosvac

Mer, 25/09/2019 - 17:35

Egregio direttore, se questa gente, a cominciare dalla piccola greta, studiassero realmente capirebbero che il riscaldamento globale causato dall'uomo è la più grossa balla del millennio!

Papilla47

Mer, 25/09/2019 - 17:36

Attenzione tra qualche lustro verrà il vostro turno e deluderete le masse dei giovanissimi che hanno creduto in questo movimento. Come si dice dalle mie parti da carceriere a carcerato.

vittoria1973

Mer, 25/09/2019 - 17:42

Articolo magistrale. Davvero molto bello.

isolafelice

Mer, 25/09/2019 - 18:04

Vedo in foto delle borracce metalliche e mi viene in mente quel ragazzo di circa venti anni che ho visto acquistare una bottiglietta d'acqua in contenitore plastico e poi travasare il liquido nella sua borraccia in alluminio. Se queste sono le nuove menti che ci salveranno...

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mer, 25/09/2019 - 18:08

Non disperate gente il surplus demografico avrà futuro su Marte ... chiedetelo al miliardo e mezzo di occhi a mandorla e a quello del sub continente indiano a meno che l'Occidente sterilizzato sgomberi spazi utili ai predetti.

Redfrank

Mer, 25/09/2019 - 18:15

complimenti....è veramente un articolo pieno di buon senso e di saggia osservazione della realtà.....la povera gretina è caduta nelle grinzie delle lobby che vogliono pilotare il mondo verso i loro profitti.....e mi fa una grandissima pena perchè non se ne accorge grazia alla sua ingenuità......

Ritratto di akamai66

akamai66

Mer, 25/09/2019 - 18:15

Per galleggiare i tovarish hanno scoperto l'ecologia e si sono diventati anche idolatri di nostra signora dei social,sacerdoti di una scienza che nelle loro mani diventa incoscienza. Naturalmente a braccetto del Gaucho che si è fatto re.

Tommaso_ve

Mer, 25/09/2019 - 18:26

Non dobbiamo nominarla. Non dobbiamo considerarla. Diamo la nostra visione del mondo. La mia è che semplicemente non voglio morire schiavo del petrolio. Perché inquina? Sì ma anche perché non produce ricchezza in casa mia. Ci sono alternative? Sì, ecccome: si chiama ITER (www.iter.org). Si chiama catena dell'idrogeno (perché se produco energia a costi bassissimi, posso produrre idrogeno come vettore energetico). Devo aggiungere che i pannelli fotovoltaici sono fatti bruciando carbone, le batterie sono di metalli pesanti, i parchi eolici e fotovoltaici, quando sono a vantaggio della mafia, deturpano il territorio. Voglio un futuro senza vedere territori devastati e soprattutto senza una goccia di petrolio. Per i piccoli usi posso produrre un po' di biodiesel o biocarburante per far andare il decespugliatore. Voglio una vita senza petrolio e soprattutto senza chi lo produce... ma soprattutto senza fanatici ambientalisti omertosi e collusi con il deep state.

Ritratto di PieroCostaRica

PieroCostaRica

Mer, 25/09/2019 - 18:28

Chapeau, Signor Alessandro! Poche parole per esprimere con chiarezza una posizione ridicola di una ragazzina fatta mettere su un piedistallo da sappiamo chi!

edo1969

Mer, 25/09/2019 - 18:30

appena si parla di rubare Sallusti si sente chiamato in causa

edo1969

Mer, 25/09/2019 - 18:32

che cxxxo se ne fa un guerriero masai del cellulare se poi deve cacciare l’antilope la stordisce a colpi di iphone?

Ritratto di eaglerider

eaglerider

Mer, 25/09/2019 - 18:33

Bravo Direttore ! Considerazioni perfette ! Mi permetto di ricordarle che nessuno parla di fermare l'abnorme incremento demografico causato, in buona parte, dall'assistenza sanitaria dell'occidente da lei menzionata. Inoltre nessuno parla del gas serra più temibile: il metano. Che è quello che produciamo direttamente noi umani e tutti gli animali. Ma noi cresciamo a ritmo di miliardi ......

edo1969

Mer, 25/09/2019 - 18:36

Gretina stava solo cercando un fidanzato e si è inventata tutta sta menata, ora si sviluppa le veranno duet ettone da vichinga e lo troverà un bel manico biondone e allora si dimenticherà del pianeta, degli orsi polari, della co2, delle balene e si farà le canne e i mcdonald e le birre, come tutti gli adolescenti sani. E poi ci estingueremo stron§i ma felici, felici ma stron§i

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Mer, 25/09/2019 - 19:03

Hanno fabbricato un personaggio curioso, tra ET e Forrest Gump. Gli fanno dire le più colossali stupidaggini che si siano mai sentite. Avere studiato il pianeta, averlo avvolto di meridiani e paralleli e aver scoperto che ruota su un asse inclinato ci da il diritto di pretendere che faccia caldo o freddo quando a noi conviene? Viviamo in un cosmo sconosciuto, non sappiamo come siamo arrivati sul pianeta, non sappiamo come ci è arrivata l'acqua. Però sappiamo che i ghiacciai si sciolgono per colpa delle banche e dei poteri forti. Da ragazzo un signore di 50 anni era un vecchio, oggi corre e fa la dieta per dimagrire. Andate a scuola e studiate. Socrate, magari. Diceva "So di non sapere.." e "Conosci te stesso..". Non scrisse mai niente. Fu vittima dei sofisti quelli che allora sapevano tutto e parlavano specie contro di lui e per il bene di tutti. Fu condannato e morì suicida. E' il vero simbolo dell'umanità e della scienza.

Ritratto di bergat

bergat

Mer, 25/09/2019 - 19:07

Una gretina che confonde clima con inquinamento e tra loro non c'è nessuna correlazione

Lucmar

Mer, 25/09/2019 - 19:22

Noi persone comuni non possiamo fare nulla; ma c'è qualcuno che se volesse potrebbe in un tratto, smascherare di fronte a tutti, le colossali castronerie di questa bambina manipolata, almeno in Italia. Lui lo può fare ma non lo fa; noi che lo vorremmo fare ma non possiamo, perché non siamo proprietari di tre reti televisive.

ilrompiballe

Mer, 25/09/2019 - 19:36

eaglerider: che facciamo allora ? Smettiamo di curare i malati così crepano e dotiamo gli umani e gli animali un bell'impianto di abbattimento del metano?

alox

Mer, 25/09/2019 - 20:13

Condivido con il direttore!

Ritratto di akamai66

akamai66

Mer, 25/09/2019 - 20:16

Mai scambiare la prepotenza e la maleducazione per sana esuberanza giovanile.

Destra Delusa

Mer, 25/09/2019 - 21:06

Lei fraintende, nessuno condanna il progresso e soprattutto l'evoluzione del genere unano, tranne chi "ha visto il Medievo e ha detto che non era poi tanto male". Al contrario il progresso consiste anche nel prendersi cura del nostro pianeta. Si può benissimi crescere senza insozzare, e che si insozzasse, prima non fregava niente a nessuno. Anzi quando si incominciarono ad introdurre le prime regole e sanzioni per combattere la zozzeria molti si lamentarono e qualcuno aveva perfino PAURA DI PERDERE QUALCHE SOLDARELLO. Questo è quello che chiede la ragazzina. Poi citare le conquiste della generazione precedente come vanto e punto di forza per difendersi dagli attacchi di questa ragazzina mi sembra fuori luogo.

Destra Delusa

Mer, 25/09/2019 - 21:14

Io che ho veramente STUDIATO (sono costretto a dirlo per rispondere alle parole del direttore), e che lavoro in un settore che si occupa davvero di progresso, scientico e tecnologico, non mi sento minimamente offeso dalle parole della ragazzina ma le approvo. rientra pienamente nei paradigmi del progresso migliorare la qualità della vita degli umani. Si potrebbe spiegare tutta questa animosità messa nell'attaccare la ragazzina se rientrasse nel quadro di un "OPPOSIZIONE DURA" a questo governo per fargli "IL MAZZO". Ma non lo credo assolutamente, penso piuttosto sia la solita paura dei conservatori nei confronti dei cambiamenti epocali.

HARIES

Mer, 25/09/2019 - 21:16

Di fatto, quando questa tipa ha parlato al'ONU, sembrava una indiavolata. Quindi attenzione alle infiltrazioni del maligno.

Destra Delusa

Mer, 25/09/2019 - 21:19

La bimba userà anche parole forti (come possono esserlo quelle di una ragazzina), sta di fatto che sta smuovendo mezzo mondo. Il mondo e l'industria ha capito benissimo che conviene investire nel green. La Germania investirà 100 miliardi nel verde. L'economia gongola. Nuovi progetti, milioni di nuovi posti di lavoro qualificati (per chi ha studiato veramente), e possenti risorse per la ricerca e le nuove tecnologie.

tucanovg

Mer, 25/09/2019 - 21:23

Egregio Direttore per una volta dissento: il grido di Greta è forse poco spontaneo ma molto efficace. I progressi tecnologici non si discutono ma i danni collaterali vanno combattuti. Una siringa monouso salva le vite ma la confezione in cui viene venduta una lampadina è una oscenità (vedi i fiumi di plastica che scendono in mare in indonesia piuttosto che ad Alassio. Il riscaldamento è una conquista ma le vecchie caldaie che pompano 25° e costringono ad aprire le finestre sono una insulsaggine,ecc. Dunque a prescindere dai "suggeritori" di Greta diamoci una mossa; bando ai preconcetti e azioni concrete di semplice buonsenso (con buonapace degli mega interessi in gioco)

Una-mattina-mi-...

Mer, 25/09/2019 - 22:06

A ME INVECE GRETA HA RUBATO IL BUONUMORE

alox

Mer, 25/09/2019 - 23:28

@Una mattina pure a me.

Ritratto di Corsaro Azzurro

Corsaro Azzurro

Mer, 25/09/2019 - 23:39

Parole sante!

alox

Mer, 25/09/2019 - 23:45

@Destra Delusa e' l'accusa di una bambina alla generazione che l'ha messa al mondo che sconcerta e toglie il buonumore...l'uomo non e' DIO, seppure vediamo sempre un po' piu' chiaro e po' piu' lontano siamo sempre piccoli piccoli e andiamo avanti a tentativi ed errori...ma io ringrazio mio padre per avermi messo al mondo non lo accuso degli errori che ha fatto.

newman

Gio, 26/09/2019 - 01:01

"Un milione e ottocentomila bambini muoiono ogni anno nei paesi in via di sviluppo a causa della diarrea ...". Nei paesi sviluppati come l'Italia, invece, un numero ancor maggiore di bambini muore a causa di un bell'aborto pagato dallo Stato. Siamo veramente in condizioni paradisiache noi dei paesi suprasviluppati! Adesso ci stiamo sviluppando ancor di piú con l'introduzione dell'eutanasia. Ma si vola proprio da benessere a benessere noi dei paesi soprasviluppati! Volare, oh oh ....

Destra Delusa

Gio, 26/09/2019 - 01:22

X eaglerider Mer, 25/09/2019 - 18:33 Lei applaude al Direttore però si permette di ricordare che nessuno parla di fermare l'abnorme incremento demografico causato dall'assistenza sanitaria dell'occidente. COSA VUOLE, AMMAZZARE I MALATI O ELMINARE LA SUA VECCHIETTA MADRE?

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Gio, 26/09/2019 - 06:44

PD+5s supportati dagli araldi di stato (TV e giornali) ci hanno trapanato il cervello per giorni dicendo che Salvini non doveva esibire la bimba di Bibbiano a Pontida. Contemporaneamente questi pacifisti, ambientalisti, anti-fascisti, buonisti, non vedono alcun problema quando una bimba viene usata e sfruttata per portare avanti i loro sporchi interessi mentre dovrebbe essere a scuola a vivere la sua infanzia, non a fare la portavoce. L'inquinamento esiste ed è cosa seria, la povera Greta è invece un'altra bimba di Bibbiano.

Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Gio, 26/09/2019 - 06:58

Greta la Gretta alle prese col suo "frugale" pasto, circondata da quella plastica che le ruba i sogni ! Foto didascalica dell' ipocrisia ambientalista!

sparviero51

Gio, 26/09/2019 - 07:16

QUESTA E I SUOI SODALI HANNO BISOGNO DI UN BRAVO ESORCISTA !!!

adal46

Gio, 26/09/2019 - 08:22

Magistrale, Sallusti. 500 scienziati che avallano ciò che lei sintetizza non hanno accesso all'ONU per argomentare e proporre soluzioni. Solo Greta, perchè evidentemente formata e inviata da coloro che hanno un progetto; progetto di cui vediamo gli effetti sulle proteste climatiche, sulle formazioni politiche nazionali, sulle formazioni comunitarie, sulle redini della Chiesa. Si, anche li. Tutto collima su binari paralleli ormai definiti e avviati: è solo questione di tempo (poco) per l'avvento del "grande uomo" che ci proporrà sorridenti soluzioni tuttologiche mondiali e tutti felici lo accoglieranno esultanti. Conte ne ha fatto più che un accenno presentando il suo secondo governo (quello che NON ci doveva essere), il filosofo Morin agisce da par suo, il Papa contemporaneamente ha promulgato un invito per primavera 2020 col medesimo intento... SIC! Il fritto misto è servito.

Ritratto di bismark22

bismark22

Gio, 26/09/2019 - 09:06

1.È minorenne dovrebbe comparire sui media con il volto coperto e la formidabile organizzazione che ha alle spalle dovrebbe finire dentro per sfruttamento di minore 2. È nata nel mondo occidentale che con guerre sangue ingegno lavoro lavoro ricerca le ha scodellato un presente ( sempre più dematerializzato) fantastico in cui sguazza e che le promette lunga vita. 3. Quando mia nonna nasceva al mondo c’erano meno di un miliardo di persone. Ho vissuto con mia nonna 39 anni per cui una mia contemporanea. Quando io avrò o avrei potuto avere l’età in cui è morta saranno 11 MILIARDI! Il problema cara greta è tutto lì. Solo che l’occidente è stabile e ad esplodere sono africani e mussulmani, il terzo mondo come non si dice più. E allora non si dice niente. Insomma sotto sotto la solita roba che si chiama oicofobia, odio per casa propria che ti fa fare un sacco di soldi grazie alla dabbenaggine imperante.

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Gio, 26/09/2019 - 09:42

Illustre Direttore, credo che una Sua frase andrebbe corretta in "La mortalità infantile in quegli stessi paesi nel 1980 era del 20 per cento, oggi è pressoché dimezzata e con ciò possiamo aspettarci invasioni doppie, atte a disintegrare la civiltà da noi duramente conquistata!"

pierk

Gio, 26/09/2019 - 10:28

siamo messi male... una volta era krusciov a tuonare con le scarpe in mano dal pulpito dell'ONU... ora tutti si inchinano ad una mocciosa che "qualcuno" ha messo lì per sparigliare le carte... anche ammesso che ciò sia avvenuto per forzare la mano ai potenti, cose di cui dubito fortemente, educazione, rispetto, intelligenza e cultura sono valori imprescindibili per chi si accinge a cambiare il mondo...

Ritratto di bimbo

bimbo

Gio, 26/09/2019 - 10:48

Argomento di vitale importanza, ma ancora non si capisce la verità e purtroppo solo il tempo lo dirà.

Ritratto di llull

llull

Gio, 26/09/2019 - 10:49

Effettivamente qualcuno ha rubato l'infanzia a questa ragazzina. Sono coloro i quali l'hanno costretta in un ruolo più grande di lei e dal quale difficilmente potrà ormai uscire. Mi pare che, per pubblicizzare un suo libro di argomento ecologista, fu sua madre a farle iniziare questa commedia nel suo paese. Ora è entrata in un gioco più grande di lei difficilmente potrà tornare a giocare con le bambole, cosa di cui come i suoi coetanei, avrebbe pieno diritto.

Ritratto di Turzo

Turzo

Gio, 26/09/2019 - 10:58

Articolo realistico e da condividere appieno.

FedericoMarini

Gio, 26/09/2019 - 10:58

I O SONO D’ACCORDO CON GRETA E CREDO CHE ANCHE TU HAI CONTRIBUITO AL FURTO DEL SUO FUTURO. NESSUNO VUOLE NEGARE I VANTAGGI DELLE EVOLUZIONE DELL’UOMO DALL’ETA’ DELLA PIETRA ALLA INTELLIGENZA ARTIFICIALE, MA QUESTO SI SAREBBE POTUTO VERIFICARE SENZA RIEMPIRE GLI OCEANI DI PLASTICA. E LA DISTRUZIONE DELLA AMAZZONIA E L’INDONESIA. LA VERITA, ,CARO SALLUSTI, E’ CHE TU FAI PARTE DI UNA IDEOLOGIA UMANOCENTRICA AD OLTRANZA E COME ASS OLUTO PADRONE DEL CREATO, CREDI, D I POTERE FARE QUELLO CHE VUOI ,SENZA LIMITI.

martellini77

Gio, 26/09/2019 - 10:58

Ottimo articolo, e' esattamente il mio pensiero. Chiaramente lei che e' "nel settore", lo sa esprimere meglio di come lo farei io!

Ritratto di dlux

dlux

Gio, 26/09/2019 - 11:21

Come osa, Direttore, mettersi di traverso rispetto al green-pensiero dominante e contrastare il tema tanto caro ai combattenti da divano radical-chic? A me la Gretina suscita sentimenti di antipatia viscerale se ne scorgo le unte treccine ed il ghigno dispettoso. Tuttavia, il discorso si fa lungo: non è certo roba recente che si fa passare la figura dell'uomo come distruttore dell'habitat e della Natura. Abbiamo sì il dovere di preservare il pianeta e di conservarne la vivibilità, visto che ne va della nostra salute e, soprattutto, di quella delle future generazioni, ma da qui a dire che abbiamo stravolto il clima della Terra ce ne vuole. E' una convinzione, come tante altre basate sul nulla-pensiero, tutta di sinistra, la quale, refrattaria ad applicarsi su concetti razionali suffragati da studi scientifici approfonditi, si affida a stregoni fai-da-te e ne manda in giro il simulacro per cercare nuovi adepti fra le frange sottoculturate della popolazione mondiale.

nopolcorrect

Gio, 26/09/2019 - 11:30

Si aggiunga che l'enorme diminuzione della mortalità infantile in Africa sta portando all'esplosione demografica in Africa con relativo tentativo degli africani di riversarsi in Europa.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Gio, 26/09/2019 - 11:42

Shalòm, carissimo Direttore e cari amici nel contesto in cui viviamo quello che ci rubano è la libertà e non il futuro. Ci tolgono la possibilità di spendere i Nostri soldi come ci conviene costringendoci a fare i salti mortali con le carte di credito e altri congegni. Se non ci stiamo accorgendo di questo allora, beh, se Dio non ci aiuterà dovremo aiutare Lui. Shalòm.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 26/09/2019 - 11:46

Redfrank; edo1969; bergat; spiacente deludervi ma stavolta il concorso "il bananino d'oro" non ha motivo di essere indetto per coloro che, per primi, hanno riportato il termina "gretina" nel loro post. Stavolta il direttore Sallusti vi ha battuti sul tempo riportando per primo nel suo articolo la "divertente e originale" battutona.

Ritratto di gianky53

gianky53

Gio, 26/09/2019 - 12:07

Totalmente condivisibile Direttore. E'spregevole la strumentalizzazione di questa ragazzina con evidenti problemi, da parte dei suoi genitori e di altri dietro le quinte.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 26/09/2019 - 12:12

Egregio Direttore, condivido l’articolo. Su Greta e il relativo ambientalismo di massa, ho una mia teoria. Penso si tratti di una sorta di ideologia machiavellica di regime, totalmente distorta nell’analisi (tesi apocalittiche indimostrate e false), ma forse positive nei fini, cioè realizzare un’economia verde sempre più sganciata da fonti energetiche inquinanti, nonché mirare a processi industriali meno impattanti sull’ambiente. Le automobili elettriche o, meglio ancora, all’idrogeno (laddove l’idrogeno si ottenesse dall’acqua per elettrolisi e non dal petrolio) e un uso sempre più massiccio delle fonti energetiche rinnovabili (a cominciare dall’energia solare) sono solo degli esempi. Evidentemente, al fondo, c’è una concezione paternalistica dell’opinione pubblica, per cui l’uomo medio è considerato solo un povero mentecatto da manipolare: questo è forse l’aspetto più preoccupante.

Mborsa

Gio, 26/09/2019 - 12:32

Direttore, noi non dobbiamo giustificarci di nulla. Cosa mai è la Thunberg che dovrebbe giustificare per quale principio può dare lezioni al mondo!Non è una esperta, non è certo che le sue affermazioni siano affidabili e al più rappresenta la parte privilegiata delle giovani generazioni del mondo. Dopo avere "venduto" lo stile di vita occidentale ai paesi meno evoluti, "venderemo" la battaglia climatica a giovani con emergenze primarie perchè emigrino nell'emisfero nord come mano d'opera a basso prezzo?

Capellonero

Gio, 26/09/2019 - 14:59

Bambina personalmente non ti ho rubato niente, personalmente ti dico "vai a scuola e studia, ma molto studiare" le cose da grandi falle fare ai grandi, piccolina, saluta chi fa soldi alla tua faccia! W l'Italia!.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 26/09/2019 - 15:00

A fine anni '70 uno sparuto gruppo di scienziati comincio a dire che nella fascia d'ozono che protegge la terra dalle radiazioni a più alta frequenza emesse dal sole (estremamente dannose per il DNA delle specie viventi) c'era qualcosa che non andava e che la causa era l'uso di certe sostanze (CFC ma non solo) di origine umana. La stragrande maggioranza degli scienziati deridevano le tesi di costoro dicendo che variazioni nella concentrazione d'ozono erano cicliche e naturali. Col proseguire degli anni '80, e con l'aumentare delle conoscenze, sempre più il bacino dei "negazionisti" si svuotava e sempre più si riempiva la platea di chi spingeva perché si intervenisse. E gli stati del mondo lo fecero. Oggi non ci sono più scienziati che negano la responsabilità umana in quello che stava accadendo nma in passato, durante la fase discendente, sono sicuro che ad un certo istante ne fossero rimasti 500 ...

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 26/09/2019 - 15:19

@El Presidente, non ha pensato che la riduzione dei "negazionisti" (come li chiama lei) possa essere dovuta, non alla bontà delle tesi, ma al "politicamente corretto", per cui chi non sposa le tesi ambientaliste non fa carriera e non prende finanziamenti per le sue ricerche? Del resto, filosoficamente io mi considero un empirista, preferisco evitare di disquisire di questioni che non posso verificare personalmente (tipo il fantomatico "buco" nell'ozono e le sue conseguenze). Però ricordo bene una cosa, che già negli anni '70 si parlava di riscaldamento globale antropico, di scioglimento dei ghiacci, di aumento del livello delle acque del mare, e di sommersione delle principali città costiere. Orbene, a distanza di c.ca 40 anni, non ho notizia di alcuna città costiera sommersa dalle acque. La cosa dovrebbe far riflettere ...

fabiotiziano

Gio, 26/09/2019 - 15:23

PROSEGUE: Il Sovranismo è insidioso e furbo perché ruba, sì, ma non orizzontalmente, non al popolo che c'è. La sua forza si basa sul derubare il popolo che ancora non esiste, che non sa di essere tale e che quindi non può lamentarsi, opporsi: i figli, le nuove generazioni, i proprietari del mondo di domani. Tanto loro, i ragazzi, sono troppo occupati (come è giusto alla loro età) a fare video su Tik Tok per capire e ribellarsi. Sono le vittime perfette. Perché quando si accorgeranno di essere state derubate, sarà già troppo tardi. Tranne lei. Tranne questa rompicoglioni di Greta Thunberg, che con la storia dell’ambientalismo rischia di fare ciò che Marx fece con gli operai, con i proletari: creare una coscienza di classe.

rrobytopyy

Gio, 26/09/2019 - 15:26

anche un antiSallustiano su questo articolo non può che scrivere a doppie mani: Grande Sallusti !

rrobytopyy

Gio, 26/09/2019 - 15:29

la bambinella non usa internet, smart, telefonini, pc vari etc. etc ? e allora tutte le radiazioni ??????

ulio1974

Gio, 26/09/2019 - 15:39

gentile direttore, anche a me non piace trppo greta - tanto meno i gretini - ma il punto è che non si tratta di condannare il progresso e le relative invenzioni dannose per l'ambiente (quelli che lei definisce "errori inevitabili")ma che hanno aiutato e tutt'ora aiutano l'uomo. si tratta di denunciare questo modello consumistico di sviluppo: fare 200 m in macchina per non camminare, non fa parte del progresso; buttare mezza coteletta perchè non si ha più fame, non è progresso; cambiare cellulare ogni anno perché non più alla moda, non è progresso; nuotare in un mare in cui c'è più plastica che plancton, non è progresso. questo è ciò che bisogna combattere. tutto il resto è fuffa, da entrambe le parti.

ulio1974

Gio, 26/09/2019 - 15:45

a tutto c'è un limite, anche allo sviluppo....Aurelio Peccei non vi ha insegnato nulla???

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 26/09/2019 - 15:47

@liberopensiero77 Ovviamente no, quegli scienziati, inizialmente "negazionisti", da bravi scienziati, messi di fronte alle evidenze scientifiche non poterono fare a meno che cambiare idea. E quello del legame tra i composti del cloro e la disgregazione dell'O3 era una cosa anche abbastanza facile da dimostrare e fu fatto. Quanto alle catastrofiche previsioni degli anni '70, nella sua empiricità deve essersele sognate dato che i primi modelli in tal senso sono della metà degli anni '80, negli anni'70 c'ero e la paura era più che il petrolio finisse si fidi. E nessun modello passato o presente ha mai raccontato di città sommerse al 26 settembre 2019 quindi è abbastanza ovvio che non ne veda ma se s'impegna può trovare un sacco di altre cose che daranno da pensare al suo empirismo oppure se ha un po' di pazienza ...

gedeone@libero.it

Gio, 26/09/2019 - 16:19

I kompagni si sono appropriati di questo argomento e lo somministrato a dosi massicce ai propri seguaci attraverso rai 3,

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 26/09/2019 - 16:37

@rrobytopyy capisco l'origine del suo nick, un problema di affollamento di dita sulla tastiera ...

Ritratto di prisco

prisco

Gio, 26/09/2019 - 16:38

ma questa tizia dall' Inghilterra agli USA ha fatto il viaggio in barca evitando l' aereo perché inquinante, non facendo caso che anche quella barca, sicuramente è costituita da parti in plastica e altrettanto i suoi vestiti, materia tanto vituperata

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 26/09/2019 - 16:43

@Elpresidente, vuole scherzare?? Mi pare che abbia studiato poco. Il primo a parlare di riscaldamento globale è stato Svante Arrhenius (1859-1927), scienziato che sostenne nel 1896 (!!) che la combustione di combustibile fossile potrebbe provocare un aumento del riscaldamento globale. Verso la fine degli anni 50 e l'inizio degli anni 60 Charles Keeling estrapolò delle curve di concentrazione per la CO2 atmosferica in Antartide e Mauna Loa, le quali sono diventate uno dei maggiori simboli del riscaldamento globale. Nel 1967 Manabe e Wetherald sviluppano il primo modello al computer per simulare il clima terrestre. Del 1979 è la Prima conferenza mondiale sul clima. (1 - segue).

Ritratto di prisco

prisco

Gio, 26/09/2019 - 16:43

responsabile della tua lamentata situazione di privazione della tua spensieratezza è dipesa dai tuoi genitori che a tempo opportuno non hanno provveduto a farti vivere una vita serena adatta alla fanciullezza

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 26/09/2019 - 16:44

(2). Riporto poi quanto dicono sul sito “skepticalscience.com” sull’innalzamento del livello dei mari: “L’assurdo allarmismo riguardante il livello dei mari è stato un chiodo fisso circa il cambiamento climatico. Una triviale propaganda in stile hollywoodiano circa un innalzamento del livello delle acque da fine del modo è frutto di cattiva scienza e dei ridicoli modelli climatici che circolavano negli anni ’70”. Caro Elpresidente, ricordo che alla fine degli anni ’70 già discutevo con mio nipote sul riscaldamento globale e sull’innalzamento del livello dei mari (del quale già accennavano i testi scolastici prospettando la sommersione futura delle città costiere). Lui diceva che il libro non poteva sbagliare (!!), e che le città sarebbero state sommerse. Lui era per l’ipse dixit, e purtroppo, vedo, anche lei, che considera una cosa vera a seconda del numero di scienziati che la sostengono.

gedeone@libero.it

Gio, 26/09/2019 - 16:57

Mi sembra di ricordare che il nostro premio nobel Carlo Rubbia abbia affermato che i cambiamenti climatici non sono attribuibili, se non in minima parte all'uomo. Altra cosa è l'inquinamento. Questa ragazzina è un fenomeno mediatico provocato ad arte da pescecani che cavalcano l'onda dell'ambientalismo per fini politici ed economici.

maurizio.fiorelli

Gio, 26/09/2019 - 17:05

Ho letto tutte le opinioni espresse e ho constatato che molte sono devianti dall'argomento trattato. La signorina (s)parla soprattutto di riscaldamento antropico assolutamente non provato mentre il vero problema, mi sembra ed è giustificatissimo,sarebbe l'inquinamento ambientale che si combatte semplicemente con una buona e sana educazione la quale, data la sua scomparsa da tantissimi anni, sarà sostituita con le imposizioni legali, abusive o non, e le multe che le accompagneranno.Modo semplice e comodo di riempire le casse sempre vuote degli Stati!

Ritratto di babbeipersempre

babbeipersempre

Gio, 26/09/2019 - 17:10

tu hai migliorato il mondo? ahahahahahah

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 26/09/2019 - 17:35

@liberopensiero77 Io ho riportato da quando da quando si è aperto un dibattito scientifico serio, cosa avvenuta nel 1988 anno in cui è stato fondato l'IPCC. Quelli che lei ha citato sono i "pezzi" di ricerca che poi sono stati assemblati nel formulare l'ipotesi di una responsabilità umana e sono, ovviamente, precedenti agli anni '70. Per restare nel caso dell'ozono, che il cloro lo scomponesse non lo si è certo scoperto negli anni '70 ma questo è un pezzo di ricerca indipendente dalla teoria della causa antropica. Piuttosto che leggere siti a destra e a manca fatti da chissà chi, meglio un buon libro magari di un climatologo di fama internazionale, ad es. "Climate Change: A Very Short Introduction" di Mark Maslin. I climatologi a fine anni'70/inizio '80 erano convinti che stessimo andando verso una nuova era glaciale, ed avevano parzialmente ragione dato che l'attività solare in questi anni è ai minimi, eppure ci stiamo scaldando ... curioso no?

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 26/09/2019 - 17:41

@maurizio.fiorelli, mi spiace di doverla contraddire, ma la buona educazione, pure importante, non basta a combattere l'inquinamento ambientale. Ottimo non buttare le carte per terra, eccellente non buttare la plastica in terra o peggio ancora in campagna o sulle spiagge (la plastica non è biodegradabile), ecc. Ma se si continua a bruciare carbone, ci saranno anche i malati di cancro da inalazione, come pure chi vive molto per le strade cittadine, come i vigili urbani, prima o poi le esalazioni delle combustioni delle auto produrranno un effetto deleterio sui loro polmoni. Ecco perché si stanno inventando questo ecologismo ideologico e catastrofista, non perché le cose stiano effettivamente in termini apocalittici, ma perché si vogliono cambiare i modelli produttivi ed energetici. Il fine (positivo) potrebbe (machiavellicamente) giustificare il mezzo (l'ideologia strumentale ambientalista).

pilandi

Gio, 26/09/2019 - 17:42

@Destra Delusa ti rendi conto che se dici che hai studiato qui ti odiano? Com'era il motto: "Teneteli ignoranti e saranno ubbidienti"?

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 26/09/2019 - 17:48

@ElPresidente, guardi che a casa ho una intera biblioteca sul tema delle tesi farlocche degli ambientalisti catastrofisti, con ricerche fatte anche da noti scienziati. Evito di citarle i titoli, tanto lei rimarrà sempre della stessa idea. L'ecologismo radicale e catastrofista è come una sorta di religione, e io per principio (derivata da esperienza personale) evito di discutere con i religiosi dell'esistenza di Dio.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 26/09/2019 - 17:52

@gedeone@libero.it Ti garantisco che ricordi malissimo. Ti starai riferendo all'audizione della commissione "Ambiente e Territorio" di Camera e Senato del 2014 della quale esiste in rete il video per cui può benissimo guardartela da solo senza nessuno che te ne intermedi il significato (dura pochi minuti) e, se dopo averla vista sei ancora convinto che Rubbia abbia affermato "che i cambiamenti climatici non sono attribuibili, se non in minima parte all'uomo" allora hai capito malissimo. Rubbia disse cose molto chiare e condivise e condivisibili tipo: «ci troviamo di fronte a una situazione drammatica, le emissioni di CO2 stanno aumentando» non credere a me ma alle tue stesse orecchie. Raramente ho visto dichiarazoni di qualcuno tanto mistificate ...

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 26/09/2019 - 18:08

@liberopensiero77 Ottimo, allora cerchi nella sua libreria e magari troverà qualche testo degli anni '80 che parla delle tesi farlocche di coloro che sostenevano l'origine antropica nella riduzione della fascia d'ozono, magari rileggendolo oggi lo vedrà con occhi diversi ... Immagino che se 40 anni fa qualcuno le avesse detto che oggi, nel 2019, lei avrebbe ingerito l'equivalente in plastica di una carta di credito a settimana gli avrebbe riso in faccia (eppure è così) o magari, se è una persona educata, e mi sembra lo sia, lo avrebbe bollato come un "ambientalista catastrofista". Mi sbaglio? Io penso che debba sempre prevalere il principio di prudenza. Non siamo mai stati così tanti su questo pianeta e non abbiamo mai prodotto così tanto inquinamento in ogni sua forma quindi siamo in un territorio inesplorato, continuare ad attraversarlo col pedale dell'acceleratore a fondo potrebbe non essere una buona idea

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 26/09/2019 - 18:11

@El Presidente, dimenticavo, poi lei dice che il dibattito scientifico serio è cominciato nel 1988, quando è stato fondato l'IPCC. Ora l'IPCC, cioè Intergovernmental Panel on Climate Change (Gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico), formato da due organismi delle Nazioni Unite, l'Organizzazione meteorologica mondiale (OMM) ed il Programma delle Nazioni Unite per l'Ambiente (UNEP) allo scopo di studiare il riscaldamento globale, rappresenta già un momento molto avanzato di "governo" mondiale dell'ideologia ambientalista. Ma in Europa, già dal 1973, con il 1° Programma d’azione europeo per l’ambiente, si è sviluppata un’ampia e articolata legislazione, un corpus normativo di oltre 200 direttive, regolamenti e decisioni, un corpus normativo che ha indirizzato lo sviluppo dei sistemi normativi nazionali e i trattati internazionali. E tale corpus non poteva che fondarsi su studi "scientifici".

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 26/09/2019 - 18:28

Povera Greta. Vittima del "sistema" che la ha intrappolata. Mentre ha bisogno di ben altro, che non sono chiacchiere. Ben altro.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 26/09/2019 - 18:47

@liberopensiero77 ho letto i suoi commenti ed esprimo la mia totale concordanza! Credo di averne letti altri qualche anno fa, non sempre con concordanza di idee. Se sbaglio mi corregga: io non ho più molta memoria.

citano39

Gio, 26/09/2019 - 18:48

Sono pienamente d'accordo con Lei Direttore. Nulla da aggiungere se non che farò leggere e leggerò il suo articolo a quante più persone mi sarà possibile.

gustinet

Gio, 26/09/2019 - 19:02

E' nata una nuova politica, giovanissima, dalla mimica facciale "ingretibile". Come tutti i politici parla contro qualcuno e non dice niente, non fa proposte, solo terrorismo su quello che è avvenuto (le hanno rubato la gioventù) e su quello che avverrà (un film catastrofico). Sarà una nuova e giovanissima profetessa? O si limita a proporci la trama di un film come tanti altri? E i "gretini" sono disposti a studiare, a lavorare, a piantare alberi (non piantare grane), oppure sono solo disposti a scioperare e bighellonare scarabocchiando tutto, per fare un altro giorno di vacanza scolastica?

faman

Gio, 26/09/2019 - 19:14

gedeone@libero.it-Gio, 26/09/2019 - 16:57: guardi che ci sono tanti altri pescecani che cavalcano l'onda contraria con enormi interessi economici e politici. Detto ciò, Greta non mi piace e convengo che è strumentalizzata. Quale onda seguire? Nel dubbio do la preferenza all'onda ambientalista, lasciando perdere gli estremismi ci vedo argomenti più ragionevoli.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 26/09/2019 - 19:32

Greta mi fa tanta pena. Una bambina malata trascinata nella politica. Ma solo per fare chiacchiere su questioni essenzialmente inventate, come la storia dovrebbe insegnare. Il riscaldamento globale é una grossa balla, mentre invece non si fa guerra alla plastica, che sta veramente avvelenando il pianeta, contro natura.

edo1969

Gio, 26/09/2019 - 19:32

caro Dreamer66 il mio pensiero su Greta lo riassumo citando Woody Allen: l’umanità ha capito che si trova oggi ad un bivio: una strada porta all’estinzione, l’altra alla disperazione. Speriamo di avere la saggezza di scegliere bene.

Ora

Gio, 26/09/2019 - 20:12

Se fosse stata italiana e simpatizzante di Forza Italia?

scurzone

Gio, 26/09/2019 - 20:35

E' importante che comunque si parli di ambiente. Sono contento che finalmente se ne parli senza peli sulla lingua. Volevo ricordare a tutti che dal 1980 ad oggi il livello del mare a Cesenatico, ad esempio, è cresciuto di 12 centimetri: quindi attenzione! liberopensiero77 apprezzo la sua competenza, ma non si allontani troppo dalla realtà dei dati.

Ritratto di Orientale

Orientale

Gio, 26/09/2019 - 20:37

Articolo magistrale. Peccato che c'entra come i cavoli a merenda.

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Gio, 26/09/2019 - 20:44

La Gretina è solo un fenomeno costruito a tavolino. Le sesse cose le hanno dette e ripetute per devcenni milioni di persone ma oggi arriva lei e diventa un sombolo di levatura mondiale. Ma cercate piuttosto chi ce l'ha messa, lì dove si trova. Ah, Sallusti, a proposito di rubare, chi è che ci ha RUBATO la possibilità di commentare gli articoli "ex gli occhi della guerra" ? Dicci, dicci...

ex d.c.

Ven, 27/09/2019 - 00:01

Qualcosa abbiamo tralasciato. Non abbiamo trovato la cura, non per Greta, ma per tutti i seguaci suoi e di tutti i personaggi che arringano platee gaudienti con grande baggianate

Ritratto di Antonosofiro

Antonosofiro

Ven, 27/09/2019 - 07:39

Non posso non diffondere quanto scritto da Lei, Egregio Diretore. Cordialità

rino34

Ven, 27/09/2019 - 08:33

Può essere che il riscaladamento globale non sia influenzato più di tanto dalle attività umane, ma restano gli effetti a livello puntuale. Nelle nostre città respiriamo aria inquinata, i pesci che mangiamo hanno fatto una cura a base di microplastiche, le città sono piene di edifici orribili, periferie che andrebbero rase al suolo, la bellezza dell'Italia gettata nel fango per un pugno di speculatori, e potrei continuare con le pale eoliche, i tralicci, l'eccesso di strade che basta ci sia una casa in campagna e allora ecco gli si deve far arrivare l'asfalto.

Mr Blonde

Ven, 27/09/2019 - 11:10

bell'articolo come spesso accade, ancor più bello sarebbe chiamare per nome e cognome "la malvagità degli uomini", cioè comunismo e nazifascismo

fabiotiziano

Ven, 27/09/2019 - 11:17

E' fondamentale distruggere Greta Thunberg. E' necessario sminuirla, ridicolizzarla, infangarla, ricorrere al vecchio e infallibile metodo del complotto, diffondere il sospetto che ci sia "qualcuno" dietro di lei, interessi e burattinai. "Quella? Lo fa per soldi. Altro che". E' necessario distruggere la figura Greta Thunberg, subito, immediatamente, prima che la gente, anziché chiedersi chi ci sia dietro di lei, cominci a chiedersi cosa ci sia dietro tutta questa violenza mediatica soprattutto del mondo "sovranista", di politici e loro giornalisti da caccia. Quando mai gli ambientalisti hanno fatto paura a qualcuno? E allora perché è lei a fare paura? Perché loro, i sovranisti, hanno capito qualcosa che il resto del mondo non ha ancora colto. E che forse nemmeno Greta stessa ha compreso. E cioè che a fare paura di lei non è il suo ambientalismo. Ma la sua età. Non hanno paura delle battaglie ambientaliste di Greta, ma dei suoi 16 anni

tappoblu

Ven, 27/09/2019 - 11:36

A me Greta non dice nulla. Ma proprio nulla. Tanto meno tutti gli ambientalisti ecologisti e quant'altro. Sono tutti di sinistra. Io aborro la sinistra, nemmeno ascolto ciò che dicono, perché so che sono falsità, a prescindere. Io so solo che il Comune della città in cui vivo mi fa fare un mazzo tanto per dividere bene i rifiuti di casa che produco, due palle così. Ma, onestamente, alla fine sono contento perché, nel mio piccolo, so di contribuire al bene del pianeta. E questo, sinceramente, mi basta.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Ven, 27/09/2019 - 11:59

@scurzone, guardi che il livello dell’acqua nei mari, nel corso dei millenni, è cambiato notevolmente sia come media del livello globale, che a livello locale (guardi per es. l’articolo “Variazione livello marino” su “isprambiente.gov.it”). Si passa da meno 120 mt. (rispetto al livello attuale) durante l'ultima glaciazione, fino a portarsi a livelli prossimi agli attuali intorno a 6.500 anni fa, col riscaldamento climatico iniziato circa 15.000 anni fa che ha determinato una veloce risalita del mare. Molto difficile fare previsioni per il futuro, considerato che sul livello delle acque marine influiscono una serie di potenti forze naturali (per es. il clima e le variazioni del campo magnetico terrestre), mentre rimane controverso l’apporto dei fenomeni antropici al processo. Per la situazione locale di Cesenatico bisognerebbe valutare anche la presenza di fenomeni di subsidenza.

Ritratto di spectrum

spectrum

Ven, 27/09/2019 - 12:02

Come ormai tutti sanno, il mondo occidentale e' comandato da una serie di logge globaliste che muovono da dietro i politici, e forzano i politici a determinate scelte. Greta fa capo a queste logge naturalmente, le stesse che mandano attori come Di Caprio a parlare all'ONU, sono loro che comandano, tramite denaro, attori, cantanti, media etc. Pero' pare che queste logge stiano ora diventando aggressive verso i politici burattini che per altro fanno il loro gioco, si capisce da come Greta gride attacca ad esempio Macron. Forse, impaurite dal clima o dai sovranismi, pare che queste logge inizino a dare i numeri, nutrire odio, organizzare rivolte ....

LUCATRAMIL

Ven, 27/09/2019 - 12:15

Quanti oggi sfileranno con la sigaretta in bocca?

edo1969

Ven, 27/09/2019 - 16:43

fabiotizioanobma chi vuole distruggere greta?? si può avere semplicemente un punto di vista diverso, non è delitto di lesa maestà. Va bene il dibattito scientifico sul clima e il futuro del pianeta, ma qui si sta sviluppando una sorta di talebanismo dei “fridays for future” che non accetta discussioni. Personalmente quando fiuto queste cose ho l’istinto di andare controcorrente, non so perché ma è così. Non mi piacciono i fanatici. Ovviamente nulla ha a che fare con Greta e i suoi anni, fossero 16 o 86 non cambierebbe nulla.

scorpione2

Ven, 27/09/2019 - 20:26

nusferatu si sente chiamato in causa.

scorpione2

Ven, 27/09/2019 - 20:27

salluzzo dice, meglio una figlia cretina che gretina.

EchiroloR.

Ven, 27/09/2019 - 20:53

Un articolo intelligente ... equilibrato .. senza dubbio uno dei migliori che sono stati scritti su Greta.

scurzone

Ven, 27/09/2019 - 22:33

Il livello del mare è cresciuto a Cesenatico di dodici centimetri al netto della subsidenza.

ilrompiballe

Ven, 27/09/2019 - 22:44

Nella mia non breve vita ne ho viste tante (guerra - dopoguerra - ecc.). Una cosa non ho mai visto fino a pochi anni fa : il trionfo della supponenza. Nessuno si limita più ad essere quello che è. Così abbiamo una ragazzina in cattedra, e attempati signori che fanno gli allievi: ridicolo.

alox

Ven, 27/09/2019 - 23:55

Mentre la bambina indottrina il Mondo i nostri politici pensano alle merendine….Che disgrazia.

Ritratto di Beppe58

Beppe58

Sab, 28/09/2019 - 07:28

Lapidario, conciso, efficace. Grazie, Direttore.

Ritratto di Faite

Faite

Sab, 28/09/2019 - 09:14

Perché non fare una bella inchiesta su questi manifestanti gretini chiedendo loro a che cosa hanno rinunciato o vogliono rinunciare per aiutare a salvare il pianeta? Cellulari? Videogiochi? Motorini? Televisione? Tutto ciò che inquina o consuma inutilmente energia?

Ritratto di spectrum

spectrum

Sab, 28/09/2019 - 10:13

Prevedo un nuovo partito globale di giovani che si scatenano sui meno giovani, colpevoli solo di essere cresciuti in un periodo migliore. Ma forse, la fabbricazione di Greta e' un altra delle strategie ben studiate a tavolino dalle logge globaliste.democratiche, proprio come le migrazioni, perche ormai nessuno piu' crede che un povero migrante torturato che fa a piedi il deserto arriva in libia e chiama con cellulare ben carico le ong per inidicare il punto dove devono essere recuperati. Questa nuova strategia e' potente, perche' sposa una buona causa "globale" da cui si potranno magari fomentare rivolte e colpi di stato in alcuni paesei. Lo vedrete. I globalisti sono ormai piuttosto prevedibili, il modo di agire e' sempre quello, la conquista del potere globale avviene infilandosi nei paesi canaglia in vari modi per poi fomentare rivolte e colpi di stato.

BRAMBOREF

Sab, 28/09/2019 - 10:44

GIGI90 Povera Greta. suffragetta del 2000, sfruttata malamente.

FedericoMarini

Sab, 28/09/2019 - 11:07

CARO SALLUSTI, LA DESTRA CHE TI OMAGGIA APPARTIENE AD UNA EPOCA UMANOCENTRISTA CHE SA DI BIBBIA , PARADISO PERDUTO E DI MAY FLOWER., COME TALE FA PARTE DELLA STORIA, MA NON DELLA POLITICA. SOLLECITARE AL VOITO QUESTO PASSATO SIGNIFICA FAR VOTARE I MORTI.

Mamie

Sab, 28/09/2019 - 13:04

Io penso che i cambiamenti climatici sono sempre avvenuti anche prima che l’uomo comparisse sulla terra. È vero l’uomo ora inquina molto,vuol dire che la nostra estinzione infine avverrà un giorno prima ma tra milioni di anni Per quanto riguarda la gretina,poverina,lasciamola parlare,ciò che mi infastidisce è quel gretino del padre che la maneggia per far soldi

Mamie

Sab, 28/09/2019 - 13:08

Per favore non scrivete non sono ammessi doppioni,è più semplice pubbloicarne uno solo e via Sembrate tutti fratelli della gretina

Ritratto di Dick73

Dick73

Sab, 28/09/2019 - 13:37

Ma perché nessuno dice che per molti di questi ragazzini pseudo-ecologisti queste esternazioni potrebbero semplicemente essere un nuovo mezzo per cercare d'ottenere la notorietà che magari non sono riusciti a raggiungere altrimenti...?

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Sab, 28/09/2019 - 13:49

Belle parole quelle di Greta,che cozzano col progresso capitalista. L'inquinamento è sotto gli occhi di tutti,inconsapevolmente ognuno di noi produce inquinamento con gli scarti e gli imballaggi. Fare un passo indietro si deve,per le future generazioni, ma non si può tornare agli albori della civiltà. I progressi si fanno utilizzando energie alternative al petrolio, a costo bassissimo, come l'energia solare e a idrogeno;ovvio anche queste avranno il loro impatto in natura ma a conti fatti faranno meno scempio di quanto abbia fatto l'era dei combustibili fossili.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Sab, 28/09/2019 - 13:51

Mi associo ai molti commentatori che dissentono nel polarizzare l'inquinamento ambientale usando il volto di una minorenne per sensibilizzare le opinioni pubbliche.

Ritratto di frank60

frank60

Sab, 28/09/2019 - 13:59

Ciao Gretina!

Ritratto di frank60

frank60

Sab, 28/09/2019 - 14:01

Lo dico sempre che i Gretini sono sempre di più.

Aquila_della_notte

Sab, 28/09/2019 - 14:47

Riscaldamento globale di origine antropica? Fake news e pseudo scienziati abbondano ma organismi seri come l'Intergovernmental Panel On Climate Change (IPCC) non lasciano dubbi. Sono CERTE le previsioni sulla dinamica del cambiamento? No: il sistema è troppo complesso, troppe variabili. Ci sono scenari, più ottimistici, più pessimistici (i più pessimistici, poco accreditati, sono MOLTO peggiori di quanto si creda, basti pensare al rilascio del metano imprigionato nel permafrost). L'ecologismo è ideologico? Perchè Greta? Perchè ADESSO? Nei prossimi 10 anni verranno investiti oltre 1000 miliardi di dollari (sic!) per l'auto elettrica. Non solo industrie dell'auto ma batterie, elettronica, informatica, smart grid, colonnine di ricarica, estrazione del cobalto... Questa massa di capitale investito DEVE trovare adeguato profitto, deve allargare un mercato e sì, anche l'ideologia potrà aiutare. Ieri un milione in piazza: quanti compreranno auto "green" (ha!) tra dieci anni?

maurizio.fiorelli

Dom, 29/09/2019 - 17:03

"liberopensiero77" La ringrazio per gli argomenti che, con grande civiltà, lei ci propone, si impara sempre. Mi auguro che facciano riflettere; una presa di coscienza individuale di base dovrebbe partire,lo penso sempre, dal'educazione!

Ritratto di flaviobertolini

flaviobertolini

Mer, 02/10/2019 - 08:30

E' tutto marketing questa Greta........

Ritratto di flaviobertolini

flaviobertolini

Mer, 02/10/2019 - 08:31

Tutto organizzato....studiato a tavolino