Carabinieri picchiati da senegalesi in pieno centro a Pisa

Due carabinieri sequestrano 160 borse contraffatte, i senegalesi li circondano e li mandano in ospedale

Circondati e picchiati da un considerevole numero di senegalesi nel pieno centro di Pisa, a due passi da Piazza dei Miracoli. Vittime della brutale aggressione due carabinieri che avevano appena posto sotto sequestro un ingente quantitativo di borse contraffatte che gli africani stavano vendendo abusivamente.

Attimi interminabili di tensione dopo che i carabinieri avevano provveduto al sequestro, poi il numero dei senegalesi è aumentato via via sempre di più: urla, spintoni, pugni e calci alla cieca. In seguito i venditori abusivi si sono dati alla macchia e ai due militari in evidente inferiorità numerica non è rimasto altro da fare che correre in ospedale. Uno dei due ha riportato la frattura del setto nasale ed un trauma cranico, ne avrà per 30 giorni secondo la prognosi dei medici.

Questo il commento di Lorenzo Cardogna, segretario provinciale del sindacato Fsp di polizia: "si è consumata l'ennesima violenza nei confronti delle forze dell’ordine con un Carabiniere gravemente ferito, al quale esprimiamo tutta la nostra solidarietà e auguri di pronta guarigione. Decine e decine di persone di colore che hanno accerchiato due auto dei Carabinieri e aggredito i militari con una violenza inaudita, con la zona del Duomo di Pisa a fare da palcoscenico a una gazzarra di strada più da periferia degradata che da zona monumentale di una città con milioni di turisti. Un’istantanea che ci restituisce un’immagine paradossale della nostra città con persone che vivono costantemente al di fuori della legalità, praticando commercio abusivo, nella convinzione che le istituzioni nulla possono fare nei loro confronti. Da diverso tempo questa O.S. - prosegue ancora Cardogna - al fine di meglio contrastare, anche con strumenti normativi, queste situazioni di illegalità e riaffermare la supremazia dello Stato, propone l’introduzione del permesso di soggiorno a punti. Una vera e propria carta che funziona come la patente di guida, quando si tocca lo zero o si scende al di sotto, subentra l’espulsione dello straniero. Oggi i venditori abusivi sono per la maggioranza dei casi persone con regolare permesso di soggiorno. Una soluzione pensata soprattutto per questi tempi, per la lotta ai venditori abusivi, parcheggiatori abusivi ecc. Infatti, un tempo i venditori abusivi erano per la maggior parte clandestini, oggi no, gli abusivi sono regolari e nei loro confronti, secondo il vigente quadro normativo, si può irrogare una sanzione amministrativa che tanto non pagheranno mai".

Un anno fa esatto nella stessa zona l'aggressione durante il compimento del proprio dovere era toccata a 3 finanzieri. Anche in quel caso gli appartenenti alle forze dell'ordine furono costretti a recarsi in ospedale per farsi curare le ferite riportate.

Commenti
Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Mer, 06/06/2018 - 12:35

Fin quando le FF.OO. saranno costrette a portare la pistola solo come elemento decorativo succederà sempre così. Forza Salvini, al lavoro, cambiate velocemente le leggi al riguardo.

Ritratto di jasper

jasper

Mer, 06/06/2018 - 12:46

E le pistole d'ordinanza che ce le hanno a fare? Per bellezza?

ARGO92

Mer, 06/06/2018 - 12:51

PRIMA SPARARE E POI CHIEDERE I DOCUMENTI

TitoPullo

Mer, 06/06/2018 - 13:02

cominciare a spedirne qualcuno con la pancia al sole cosi' gli altri capiscono!! Vengono da paesi dove la lingua é questa! Non ne conoscono altre!! Capito anime belle ??? O siete duri di cervello come loro??

cla_928

Mer, 06/06/2018 - 13:22

Sparare alle gambe per non rovinare organi che servono alla donazione....basta farci ridere dietro.

Antenna54

Mer, 06/06/2018 - 13:29

Ma da quando le forze dell'ordine devono prenderle da quattro spacciatori di finte borse? Ma in che paese siamo?