Carcere di Imperia al collasso: posti letto finiti, detenuti trasferiti

A lanciare il grido di allarme e Fabio Pagani, della Uil Penitenziari, che ha scritto al Prefetto di Imperia, Alberto Intini, chiedendo un urgente intervento. A rischio, infatti, c’è la sicurezza

E’ “sold out” il carcere di Imperia. Dati questa mattina, infatti, risultano essere 105 i detenuti, a fronte di una capienza di 68 unità. Ma non è tutto. Non ci sono più posti letto e i nuovi arrestati devono per forza essere trasferiti alla casa circondariale di Sanremo.

A lanciare il grido di allarme e Fabio Pagani, della Uil Penitenziari, che ha scritto al Prefetto di Imperia, Alberto Intini, chiedendo un urgente intervento. A rischio, infatti, c’è la sicurezza: da una parte quella che tocca da vicino la polizia penitenziaria, che è in carenza di organico; dall’altra quella degli stessi detenuti.

“Non è possibile che il personale di Polizia Penitenziaria resti abbandonato a sé stesso - afferma Pagani -. Si spera che l'Amministrazione Penitenziaria, che non sembra preoccuparsi minimamente del problema, abbia compreso chiaramente la pericolosità e i forti rischi per l'Istituto, in termini di sicurezza”.

I dati così alti dei detenuti sembrano in qualche modo rispecchiare l’allarmante dato divulgato ieri dal Viminale, con la provincia di Imperia, che nei primi tre mesi del 2019 ha fatto registrare un aumento del 10,8 per cento del numero di reati. Si tratta dell’unica provincia in Liguria ad avere un segno positivo. Nel resto della regione, infatti, i reati sono diminuiti, in media, dell’11,7 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, con Genova che ha fatto registrare un meno 18 per cento.

Commenti

frabelli1

Ven, 17/05/2019 - 13:01

Costruire altre carceri più sicure e con criteri moderni è così difficile? Sono almeno dieci anni che si parla di questa emergenza

frabelli1

Ven, 17/05/2019 - 13:02

Tutto merito del ministro della difesa o di chi?

Giorgio5819

Ven, 17/05/2019 - 13:03

Fateli sgobbare e costruire nuove carceri. Mano d'opera a costo zero e fine delle manfrine.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 17/05/2019 - 13:05

il personale viene assunto con il contagocce, e non ci sono volontari. il sistema fa acqua visto che i magistrati li rilasciano subito dopo , e questi subito dopo il rilascio ricominciano....

19gig50

Ven, 17/05/2019 - 13:43

I clandestini riportarli nei loro paesi ed i carceri si svuoteranno.

lorenzovan

Ven, 17/05/2019 - 13:48

frabelli 1..fa piu' cassa di voti gridare alle carcerazionin e agli inasprimenti di pena che sottrarre soldi alle mancette elettorali per costruire carceri e assumere guardie penitenziarie..eppoi..se spariscono i criminali..come si vincono le elezioni ????

lorenzovan

Ven, 17/05/2019 - 14:11

19gig50..ecco bravo-...ma questo non lo ottieni insultando tutti gli altri...o facendo le politiche del balcone e del twitt...offri di mantenere al costo del paese di destinazione i detenuti e vedrai come se li riprendono !!! noi ci risparmianmo perche' in marocco o romania o albania la diaria del detenuto e' bassissima..e loro ci guadagnano pure facendo la cresta sui nostri pagamenti...Ma siccome e' l'uovo di colombo ..pensi che a ggiggetto o al capittone interessi ?? neanche arrivano a capirla ..INCAPACI DI GOVERNARE ANCHE UN CONDOMINIO..ma insuperabili nelle bufale dal balcone