Il cardinale Poletto: "Registrazione di due madri è fango sulla città"

Il cardinale Poletto contro la scelta del sindaco Appendino di riconoscere il figlio di due mamme. Un disegno che sarebbe "contrario" al "progetto di Dio". Ecco le dichiarazioni dell'arcivescovo emerito di Torino

Il cardinale Severino Poletto ha stroncato la scelta di riconoscere il figlio di due madri. Il sindaco di Torino Chiara Appendino, qualche giorno fa, ha firmato l'atto di riconoscimento del bambino di due diverse mamme.

Un atto cui si è arrivati "forzando la mano" e una scelta che non è piaciuta affatto al porporato nato in provincia di Treviso, che attraverso un'intervista a La Fede Quotidiana, ha evidenziato il suo pensiero al riguardo. Il primo problema, secondo quanto dichiarato dal porporato, sarebbe il Ddl Cirinnà. Lo spartiacque dal quale si sarebbe dato il via libera a questo genere di provvedimenti. Così tanto da andare "contro il progetto di Dio". Poletto sostiene che si stia andando verso un cambiamento radicale delle modalità di pensiero. Una "deformazione" tesa ad allontanare l'uomo dal "progetto di Dio".

Poi la stoccata:"E’ una manata di fango sulla città e sui cristiani. Torino - ha sottolineato l'uomo di Chiesa - è una città che vanta tradizioni di carità, solidarietà, attaccamento ai valori di Dio. L’iniziativa del sindaco va in senso opposto e ferisce", ha detto in risposta a una domanda sulla registrazione dell'atto di nascita del figlio di due madri. L'ex capitale d'Italia, quindi, sarebbe una città orientata antropologicamente da tutt'altra parte e la Appendino starebbe contribuendo all'insediarsi di valori contrari alla storia stessa del capoluogo piemontese. E il tutto, sempre secondo l'arcivescovo emerito di Torino, farebbe parte di un disegno culturale più grande e teso a svilire la centralità della famiglia nel mondo contemporaneo. Non un singolo atto, insomma, ma uno dei tanti finalizzati a "manipolare il progetto di Dio in modo egoistico o alla ricerca dell’ edonismo sessuale, assecondando scelte che vanno contro la natura".

Il cardinale, che nel 2010 ha rinunciato al governo pastorale della città di Torino per raggiunti limiti di età, è tra le prime voci della Chiesa cattolica che si alza in opposizione a quanto predisposto dal sindaco Appendino.

Commenti

valerie1972

Gio, 26/04/2018 - 14:07

La Chiesa cattolica è da anni, e mai tanto come in questo momento, tra i principali vivai e alleati della mafia arcobaleno. Non hanno nessun motivo di lamentarsi, e se lo fanno è solo per ipocrita piaggeria verso la parte più intransigente dei fedeli o per il patetico gusto delle lacrime di coccodrillo.

BALDONIUS

Gio, 26/04/2018 - 14:56

Invece del vomitevole "chi sono io per giudicare", finalmente un prete che parla da prete.

agosvac

Gio, 26/04/2018 - 14:58

Il "bambino di due madri" non è fango sulla città , è solo una corbelleria così grossa che solo una grillina, tra l'altro anche contro la legge italiana, poteva concepire. Mi meraviglio come ancora non sia intervenuta la Consulta a bocciare questa idiozia senza pari.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Gio, 26/04/2018 - 15:01

vada a dire queste cose brutte al marmocchio se ha il coraggio. anzi no, meglio di no. non si sa mai. dio non ha lasciato disegni o testi progettuali comunque.

papillon50

Gio, 26/04/2018 - 16:07

Vivo a Torino e non ho mai amato i preti ma su questa vicenda il Cardinale Poletto ha ragione. Riconoscere il figlio di due mamme o di due papà non è solo un'offesa alla cristianità, alla chiesa ed alla città ma un insulto bell'e buono alla natura, all'umanità, al raziocinio, etc. etc. E' come infilare la testa nel cesso e affermare di essere diventati subacquei. Pensavamo di star male con Fassino ma con questa qui sembra che le cose vadano decisamente peggio.

PaolodC

Gio, 26/04/2018 - 16:19

Finalmente parole chiare, ce ne fossero tanti così. Ha ragione, bisogna farla finita con queste scemenze. Questa politica distrugge le famiglie vere e poi si inventa ogni genere di "famiglie alternative" degne del manicomio. Genitori A e B, partorienti ottuagenarie, uteri in affitto, figli nati dal seme di genitori morti 10 anni prima e altri orrori ancora... per quanto tempo dovremmo sopportare queste porcherie degne dell'eugenetica nazista?

dagoleo

Gio, 26/04/2018 - 16:44

Un voce di opposizione totalmente farisaica. Poletto non è un prete cattolico, non lo è mai stato e non ha alcuna fede. Come fà a parlare in questo modo? Da quale pulpito pensa di poter parlare o pensa di poter essere creduto ed ascoltato. Proprio lui si mette a parlare. E' ridicolo. E' l'ultimo che dovrebbe parlare. Questa gente l'ha sempre appoggiata e favorita. Ora si raccoglie quello che si è seminato. E lui anche se parla con queste parole in realtà in cuor suo è ben felice che tutto ciò sia avvenuto. Il suo fine è distruggere il disegno divino e chi opera in questo modo questo fine persegue. Mi spiace solo di aver votato Appendino alle ultime elezioni. Ho sbagliato ma non ripeterò più questo errore. Piuttosto non voto nessuno.

fifaus

Gio, 26/04/2018 - 18:14

agosvac: perfettamente d'accordo

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Gio, 26/04/2018 - 18:14

un cardinale finalmente come si deve, non venduto ai comunisti.

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Gio, 26/04/2018 - 18:55

Sig.Dagoleo, Lei potrà anche non votare, ma Appendino la voteranno altri e se la ritroverà di nuovo sindaco. Mi pare migliore scelta votare. Non Appendino, naturalmente. Sekhmet.

blu_ing

Gio, 26/04/2018 - 21:59

m5s i demoniati e malati fi mente pervertiti

MOSTARDELLIS

Ven, 27/04/2018 - 00:42

Ditelo a Bergoglio.

pisopepe

Ven, 27/04/2018 - 07:14

HA RAGIONE IO USEREI UN ALTRO TERMINE PIU' VOLGARE DEGNO DELLA CIRCOSTANZA

Massimom

Ven, 27/04/2018 - 08:00

Deve essersi sbagliato, fra poco smentirà, chi è lui per giudicare. Anni di posizioni filocomuniste non possono essere cancellate da poche parole dette senza riflettere.