La casa della strage di Erba verrà donata alla Caritas

La famiglia Castagna decide di disfarsi dell'appartamento della strage donandolo alla Caritas di Erba: sarà destinato a una famiglia della Nuova Guinea

Colpo di scena ad Erba. La famiglia Castagna, a dieci anni dalla strage che sconvolse l'altrimenti placida città brianzola in provincia di Como, decidono di disfarsi della casa che fu teatro di quella tragedia provocata per mano di Olindo Romano e Rosa Bazzi.

Parlando con TgCom24, Carlo Castagna ha annunciato di voler donare quell'abitazione alla Caritas di Erba: "Il nostro obiettivo è stato quello di garantire una continuità di vita e non più di morte, tenebre", spiega il papà di Raffaella Castagna, una delle vittime di quell'assurda notte del 2006.

L'appartamento dove insieme a Raffaella persero la vita anche la madre Paola e il bimbo Youssef verrà destinato a una coppia della Nuova Guinea con il figlio neonato.

Olindo e Rosa, condannati all'ergastolo per l'omicidio dei tre membri della famiglia Castagna oltre che della vicina Valeria Cherubini, hanno recentemente chiesto un permesso premio "per farci un giro in camper e fermarci a mangiare una pizza lungo il lago". Un'eventualità che per ora rimane ancora molto lontana.

Commenti

lorenzovan

Dom, 11/12/2016 - 18:07

glieela darei io la pizza a sti due...ma bem condita al cianuro

ziobeppe1951

Dom, 11/12/2016 - 18:35

In Nuova Guinea c'è un regime non democratico come da noi

Trinky

Dom, 11/12/2016 - 18:46

Ci sta la guerra in Nuova Guinea?

lavieenrose

Dom, 11/12/2016 - 22:45

Sinceramente sono perplesso. Non riesco a capire se quest'uomo è un santo o un plagiato. Condannare è facile, capire impossibile.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 11/12/2016 - 23:06

Nuova Guinea? E' in Asia!

lorenzovan

Dom, 11/12/2016 - 23:06

@ziobeppe e trink...meglio due della nuova guinea come vicini che due purosangue padani come olindo e rosa

seccatissimo

Dom, 11/12/2016 - 23:14

Perché a stranieri indesiderati e non a una famiglia di italiani in difficoltà ? Non sosterrò più la caritas in futuro !

mauriziosorrentino

Lun, 12/12/2016 - 00:41

Se ci fosse un regime democratico,questi due innocenti, non sarebbero all'ergastolo.Per chi abbia a cuore la verità,rileggetevi le carte(non la cronaca serva e copia-incolla),i libri a discolpa,le numerose conferenze tenute dall'avvocato difensore nel tentativo di far emergere la loro astraneità alla carneficina.Purtroppo sono incappati in una zona ad alta infiltrazione dell'andrangheta .Con procure,forze dell'ordine,curia ecc. che hanno tenuto condotte omertose e scorrette determinando la condanna definitiva.Ricordo che i venerati RIS non hanno trovato alcuna traccia nell'appartamento dei due(impossibile dopo la mattanza di cui dovrebbero essere stati protagonisti)....le confessioni estorte e indotte da un maresciallo dei carbinieri introdottosi in carcere senza gli segue....

mauriziosorrentino

Lun, 12/12/2016 - 00:41

segue...avvocati...lo stesso che ha nascosto la denuncia di un extracomunitario(poi scomparso) che asseriva che all'ora del delitto vide fuggire dal poggiolo sul retro dell'appartamento due persone con cappuccio in testa...il marito e padre delle vittime affermò di non credere all'accusa e che i colpevoli andavano cercati altrove...informatevi prima di sentenziare...potrebbe capitare anche a voi!

justic2015

Lun, 12/12/2016 - 03:14

Da quando e cominciata questa guerra in guinea chi a dichiarato guerra aquesta pacifica nazione povera agente che si deve rifugiare scappare dalla cugnea,per poi ritrovarsi in un paese da 4 mondo e magari senza casa .

Ritratto di roberta martini

roberta martini

Lun, 12/12/2016 - 06:12

In quella tragedia c'é qualcosa di molto poco chiaro e questi due sono dei colpevoli troppo perfetti!

pier1960

Lun, 12/12/2016 - 06:29

come nel medioevo continuano i lasciti alla chiesa, sempre avida di ricchezze da gestire....

pier1960

Lun, 12/12/2016 - 06:30

agli italiani le tende, a quelli che leccano la caritas ecco le case

portuense

Lun, 12/12/2016 - 08:11

evidentemente italiani che non hanno casa non esistono,

istituto

Lun, 12/12/2016 - 08:17

Quarta considerazione. Questa è l'ennesima riprova che le SINISTRE stanno attuando un PIANO DI SOSTITUZIONE ETNICA AI DANNI DEL POPOLO ITALIANO. Questo deve far decidere anche i più indecisi a VOTARE SEMPRE E COMUNQUE CENTRODESTRA.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Lun, 12/12/2016 - 08:21

Già, peccato però che Olindo Romano e Rosa Bazzi (che di nome non fa neppure Rosa) non c'entrino nulla con quella strage. Un'altra 'banda Bossetti' insomma.

epc

Lun, 12/12/2016 - 08:29

Poveracci...... Evidentemente, con la fama di "casa della strage", non riescono ad affittarla nè tanto meno a venderla, ed essendo sicuramente massacrati dalle tasse sugli immobili (IMU, TASI o come cavolo si chiamano adesso...) l'unico modo che hanno per liberarsene è darla ad una delle associazioni che gestiscono il business dei clandestini..... Quello, per intenderci, che rende più della droga (Buzzi dixit....)

bobots1

Lun, 12/12/2016 - 08:42

Da quale guerra scappano in Nuova Guinea? E lavorano già queste persone che hanno un neonato? Con quali mezzi pensano di mantenerlo?

Alessio2012

Lun, 12/12/2016 - 08:45

Ogni scusa è buona per regalare qualcosa a quelli là. Ormai possiamo pure smettere di lavorare: ogni cosa prima o poi finirà in mano agli africani, quindi stiamo lavorando per loro.

routier

Lun, 12/12/2016 - 08:52

Non ci sono più italiani che hanno un disperato bisogno di un tetto sopra la testa? Quando la beneficenza è quantomeno scriteriata succede anche questo: si accasano gli extracomunitari e si lasciano gli italiani a dormire sotto i ponti o in auto ma attenzione, quando la misura è colma la gente comincia ad affilare i forconi e allora son dolori! (anche per la Caritas)

Ritratto di rapax

rapax

Lun, 12/12/2016 - 08:53

quindi sti infamoni la danno ai CLANDESTINI? chiaro, una famiglia Italiana no ee? Clandestini

carpa1

Lun, 12/12/2016 - 09:48

@seccatissimo. Ormai da anni non elargisco più un centesimo a Caritas nè ad altre organizzazioni "carrozzone". Quel che posso dare lo destino esclusivamente ad un ospedale in Africa, fondato e gestito da un missionario "di fiducia" che conosco, in modo che coloro che ne hanno necessità non siano costretti ad abbandonare il loro paese. Questo è esattamente ciò che dovrebbero fare i pirla che ci governano anzichè depredare gli italiani buttando nel cesso ingentissime risorse che sarebbero meglio utilizzate in paesi che hanno veramente bisogno. Ma si sa, meglio foraggiare coop rosse ed altre iniziative appartenenti agli amici e che possono pure portare consensi e voti al bisogno.

Epietro

Lun, 12/12/2016 - 11:24

Ma la Nuova Guinea non è vicina all'Australia? E adesso fin da laggiù fanno arrivare gli scrocconi? Italiani in difficoltà non ce ne sono? Grazie PD!

Epietro

Lun, 12/12/2016 - 11:28

Ma la Nuova Guinea non è vicina all'Australia? Adesso fin da così lontano fanno arrivare i senzatetto? Di Italiani messi male non ne abbiamo abbastanza? Grazie PD!