Dalla casalinga alla scienziata: la parità di genere alla Lego

In una lettera, una bimba di 7 anni chiede parità di genere all'azienda danese. E arriva il primo set di lavoratrici

Basta donne che stanno a casa a non fare nulla mentre gli uomini lavorano, viaggiano e si divertono. La parità di genere arriva anche in casa Lego. Come racconta Repubblica, una bimba di sette anni scrive una letterina all'azienda di giocattoli danesi e protesta: "Oggi sono andata in un negozio e ho visto che tutte le ragazze sono sedute a casa, fanno shopping, vanno in spiaggia e non fanno nesusn lavoro. Mentre i ragazzi vanno all'aventura, hanno lavori e nuotano persino con gli squali!". La missiva ha fatto il giro del web diventando virale e probabilmente ha accelerato un percorso di "emancipazione femminile" che la Lego aveva già intrapreso. Ecco dunque che arriva in commercio il primo set di donne lavoratrici: dalla paleontologa all'astrofisica passando per la chimica. 

Commenti
Ritratto di OraBasta

OraBasta

Gio, 07/08/2014 - 10:21

Una bambina di 7 anni scrive alla Lego........ Sarà stata la sua insegnante, di sinistra .....

Ritratto di Alberto86

Alberto86

Gio, 07/08/2014 - 19:03

Ma quale bambina, sono le bambinette femministe che hanno scritto quella lettera. A proposito: dove sono le idraulichesse, le elettriciste, le muratoresse, le carpentiere, le spurgatrici di fogne, le manovali, le minatoresse, ecc., ecc.? Ah già, quelle nella realtà di ogni giorno non esistono.

Linucs

Gio, 07/08/2014 - 22:43

Il gesto spontaneo della bimba.