Casamonica, i carabinieri sequestrano appartamento occupato abusivamente

Sequestrato dai carabinieri a Ciampino un appartamento di proprietà dell'Ater occupato abusivamente da una famiglia appartenente al clan dei Casamonica

Un altro colpo è stato inferto al clan dei Casamonica. I carabinieri hanno sequestrato a Ciampino, in provincia di Roma, un immobile che era stato occupato abusivamente.

Un’intera famiglia, composta da padre, madre, due figli e una nuora, si era introdotta nell'immobile situato in via Lisbona. L’appartamento in questione è di proprietà dell’Ater, Azienda territoriale per l’edilizia residenziale pubblica del Comune di Roma. Ad intervenire sono stati i carabinieri della Compagnia di Castel Gandolfo che hanno dato esecuzione a un decreto di sequestro preventivo emesso dal Tribunale di Velletri, su richiesta della locale Procura della Repubblica.

Le indagini avevano permessi di appurare che l’intera famiglia aveva occupato l’appartamento nel 1997, senza avere alcun titolo per viverci. Gli occupanti infatti non sono assegnatari di quell’alloggio di edilizia residenziale pubblica.

Per liberare lo stabile sarebbero state necessarie alcune ore di contrattazione tra gli indagati e gli operanti, restii a collaborare allo sgombero. Alla fine, però, gli occuopanti hanno acconsentito a lasciare l’abitazione senza inscenare proteste.