Caserta, minaccia l’ex moglie con un machete: arrestato dalla polizia

Il litigio è nato per questioni legate ad una proprietà della donna a Casapesenna, in provincia di Caserta, della quale pretendeva la gestione pur non avendone diritto

Da oltre dieci anni non viveva più con la moglie. Il rapporto, logorato da incomprensioni e litigi, era finito da tempo, ma l’uomo, nell’ultimo periodo, si recava tutti i giorni a casa dell’ex consorte, minacciando lei e i suoi figli per questioni legate ad una proprietà dell'ex moglie a Casapesenna, in provincia di Caserta, della quale pretendeva la gestione pur non avendone diritto.

Di fronte all’ennesimo rifiuto della donna, il marito ha perso la pazienza e, dopo aver prelevato un grosso machete dalla sua automobile, ha sfondato la porta dell’ingresso dell’abitazione della moglie e l’ha aggredita. Solo grazie all’intervento della polizia, avvisata dalla figlia, l’uomo è stato fermato e tratto in arresto.

I poliziotti l’hanno bloccato nella sua vettura mentre stava tentando di scappare. Le forze dell’ordine hanno trovato sotto il sedile, oltre al machete con cui ha minacciato la moglie, un coltello a serramanico. L’aggressore, che attualmente convive con una nuova compagna a Giugliano in Campania, è finito in manette ed è stato trasferito nel carcere di Santa Maria Capua Vetere.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?