Caserta, uomo investe bambina: era sotto l'effetto di cocaina

Il pirata della strada infine si è costituito e ora si trova ai domiciliari: la piccola è in pericolo di vita

Tragedia per le strade di Pescopagano, nel comune di Mondragone in provincia di Caserta, dove una bambina di 8 anni risulta essere in pericolo di vita dopo essere stata brutalmente investita da un 47enne. L'impatto è avvenuto nel pomeriggio di sabato, quando la piccola ucraina - in Italia per passare delle vacanze - stava camminando con i genitori per le vie della frazione.

L'incidente

Il conducente - residente a Napoli Secondigliano - ha preferito non prestare soccorso dileguandosi come se non fosse successo nulla, proseguendo dunque una regolare marcia sulla strada. L'uomo infine ha deciso di costituirsi ai carabineri di Casavatore (NA); al termine degli accertamenti di rito è risultato sotto effetto di cocaina.

Le indagini sono state condotte dal Nucleo Operativo e Radiomobile del Reparto Territoriale di Mondragone (CE) e hanno consentito di rinvenire la vettura, priva di revisione e assicurazione - riporta la redazione di TgCom24. L'investitore è stato sottoposto a fermo e portato ai domiciliari.

Grande apprensione per la bimba coinvolta, il cui stato di salute continua ad essere piuttosto critico: ora è ricoverata all'ospedale Santobono di Napoli dove è stata sottoposta a un intervento chirurgico. La piccola era stata inizialmente trasportata all'interno della clinica Pineta Grande di Castel Volturno.

Commenti
Ritratto di Beppe58

Beppe58

Dom, 25/08/2019 - 11:11

E' inutile distruggere le piantagioni. Non basta. Bisogna chiedersi perché milioni di persone decidano di rendere le proprie, residue cellule cerebrali a un ammasso informe e cercare di agire percorrendo altre strade. L'educazione, l'abitudine alla bellezza, la cultura, l'amore per la natura,lo sport, una vita sana che diventa la chiave per una vecchiaia serena e senza troppi acciacchi. Altrimenti si rischia di passare gli ultimi anni della propria vuota vita, dopo aver danneggiato in modo irreparabile quella degli altri, in compagnia di un amico scomodo, Messer Alzheimer.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 25/08/2019 - 11:21

E mah, lo ha voluto lui, la colpa non è di chi vende la cocaina. Ecco, lo vada a raccontare ai genitori della piccola. Se io metto un piatto di carne in tavola e lo lascio li sapendo che c'è un gatto.Di chi è la colpa o la mancanza di intelligenza, del gatto?