Caso Cucchi, perizia gip: "Morte improvvisa per epilessia"

Per i periti nominati dal gip la morte di Stefano Cucchi è stata "improvvisa e inaspettata per epilessia, in un uomo con patologia epilettica di durata pluriennale, in trattamento con farmaci antiepilettici"

Nuovo capitolo del caso "Stefano Cucchi". Secondo i periti nominati dal gip Elvira Tamburelli nell’ambito dell’incidente probatorio, il giovane sarebbe morto "improvvisamente" alla luce del suo precario stato di salute. Il decesso, avvenuto all’ospedale Sandro Pertini il 22 ottobre 2009, sei giorni dopo il suo arresto per droga, secondo i periti "è stata una morte improvvisa e inaspettata per epilessia, in un uomo con patologia epilettica di durata pluriennale, in trattamento con farmaci antiepilettici". Questa sulla causa della morte è l’ipotesi ritenuta dai periti "dotata di maggiore forza e attendibilità", considerate "la natura, l’entità e l’effettiva portata delle lesioni" da Cucchi.

Non vi sarebbe, dunque, alcun nesso tra il violento pestaggio cui fu sottoposto Cucchi nella notte tra il 15 e il 16 ottobre del 2009 da parte dei carabinieri che lo fermarono per droga e il decesso avvenuto sei giorni dopo. L’incidente probatorio (atto che assume valore di prova in caso di processo) è stato disposto alla luce dell’inchiesta bis avviata dalla Procura di Roma che ha indagato cinque carabinieri, tre per lesioni personali aggravate e abuso d’autorità e due per falsa testimonianza. "Le lesioni riportate da Stefano Cucchi dopo il 15 ottobre 2009 - si legge nella perizia - non possono essere considerate correlabili causalmente o concausalmente, direttamente o indirettamente anche in modo non esclusivo, con l’evento morte"

Le conclusioni, redatte dai medici Francesco Introna, Franco Dammacco, Cosma Andreula e Vincenzo D’Angelo e depositate all’ufficio del gip, saranno discusse nell’udienza del 18 ottobre tra tutte le parti, compreso il consulente nominato dalla famiglia Cucchi.

Ilaria Cucchi: "Avremo un processo per omicidio"

"Queste sono le conclusioni della Perizia Introna - scrive su facebook Ilaria Cucchi, sorella di Stefano -. Il perito Introna tenta di scrivere la sentenza finale del processo per i responsabili del violentissimo pestaggio a mio fratello. Riconosce - bontà sua - la frattura di L3 da noi per sette anni sostenuta e riconosciuta dai pm, poi alza una cortina di fumo dicendo che è impossibile determinare concertezza una causa di morte di Stefano. Il collegio peritale poi si avventura a formulare due ipotesi di morte. La prima, per epilessia, che se in un primo momento viene ritenuta forse più probabile, nelle conclusioni la definisce priva di riscontri oggettivi. La seconda - prosegue Ilaria Cucchi - dopo aver riconosciuto tutte le evidenze cliniche da sempre dainostri medici legali evidenziate, riconosce il ruolo del globo vescicale come causa di morte in conseguenza delle fratture. A pagina 195 descrive compiutamente un’intensa stimolazione vagale produce brachicardia giunzionale, che ovviamente è conseguenza delle fratture, epoi della morte. Il perito Introna infatti poi fa il giurista e dice in buona sostanza che coloro che lo hanno violentemente pestato rompendogli la schiena in più punti non sono responsabili della sua morte per il fatto che il terribile globo vescicale che ha fermato il suo cuore non si sarebbe formato se non ci fosse stata la responsabilità degli infermieri. È questa la causa di morte da noi sempre sostenuta in questi anni, che a differenza dell’epilessia ha elementi oggettivi e riscontrati dagli stessi periti".

"Raffreddo gli entusiasmi di coloro che si fanno forza di una presunta morte per epilessia facendo notare che i periti non sono nemmeno d’accordo con loro stessi sull’effettiva assunzione della terapia anti epilettica da parte di Stefano, che sarebbe l’elemento centrale per arrivare, a dir loro, aquella causa di morte. Infatti, mentre a pagina 196 della perizia sostengono che non è verosimile che Cucchi abbia assunto una terapia anti epilettica, a pagina 186 invece avevano scritto che aveva preso le medicine. Faccio comunque notare - prosegue la sorella di Cucchi -che non è il giurista Introna a definire il nesso causale masaranno i magistrati della procura ed i giudici. È evidente che se Stefano fosse morto di epilessia, come ipotizzato nella perizia, secondo quanto dicono gli stessi periti ciò sarebbe stato possibile in funzione delle condizioni fortemente debilitate dalla sua magrezza e dallelesioni subite nel pestaggio - continua -. Gli unici dati oggettivi scientifici che la perizia riconosce sono: il riconoscimento della duplicefrattura della colonna e del globo vescicale che ha fermato il cuore. Con una perizia così ora sappiamo che finalmente abbiamo ottime possibilità divedere processati gli indagati per omicidio preterintenzionale. Con buonapace dei medici e degli infermieri che vengono continuamente assolti".

Commenti

killkoms

Mar, 04/10/2016 - 16:09

alla faccia del solito!

lorenzovan

Mar, 04/10/2016 - 16:16

e io che pensavo che era per raffreddore...lololol...i periti egiziani della morte di reggeni sono apprendisti in confronto a questi...he he he

Giampaolo Ferrari

Mar, 04/10/2016 - 16:20

Questo delinquente faceva lo spacciatore,dal mio punto di vista troppo poche ne a prese.La sorella si vada a vedere i danni che fanno i delinquenti come suo fratello fuori dalle scuole a vendere la droga ai bambini.

chebarba

Mar, 04/10/2016 - 16:20

LA FINIRà ADESSO LA SORELLA?

Ritratto di sbuciafratte

sbuciafratte

Mar, 04/10/2016 - 16:21

La famiglia Cucchi, Ilaria in testa, restituisca i milioni di euro incassati non per risarcimento, ma per grazia ricevuta da istituzioni Asl accecate da un inesistente senso di colpa a prescindere.Insomma aridatece i soldi .

Ritratto di Tutankhamon

Tutankhamon

Mar, 04/10/2016 - 16:21

Saranno attaccati dalla sorella: "Tutti iscritti alla massoneria"?

giovanni PERINCIOLO

Mar, 04/10/2016 - 16:23

La violenza gratuita non é mai ammissibile ma anche il voler trasformare in martire ogni piccolo o grande criminale che non muore nel suo letto é diventata una pratica aberrante, a cominciare da giuliani cui é stata pure intitolata una sala in parlamento!

caramella22

Mar, 04/10/2016 - 16:37

Strano! Pensavo dicessero che si era suicidato o che era morto di sonno. Solo in Italia il verbo suicidarsi non è più riflessivo ma transitivo. Da vergognarsi in eterno di essere italiani.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 04/10/2016 - 16:40

Proprio adesso che s'era da poco disputata la prima coppa Cucchi. Corsa podistica in memoria del tanatoforo ragioniere.

VittorioMar

Mar, 04/10/2016 - 16:44

...speriamo chiusa questa triste,squallida telenovela!!...un po di pace anche per lui!!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 04/10/2016 - 16:49

C'è ancora una sala in parlamento.PROVVEDIAMO!!!!!!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 04/10/2016 - 16:49

a sora Cucchi, arredatece er milione.

Ritratto di vkt.svetlansky

vkt.svetlansky

Mar, 04/10/2016 - 16:52

Prossima candidata del PD per essere eletta deputata alla camera. Come fu per un parente del defunto Giuliani.

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 04/10/2016 - 16:58

..AZZZ E MO' COME SI METTE LA SORELLA???...

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Mar, 04/10/2016 - 16:59

Le persone intelligenti ci erano già arrivate. Il problema era costituito dai tanti ritardati mentali che inventavano o vedevano, in questo volgarissimo caso subumano, sporca dietrologia da utilizzare per fini meschini che con la verità non avevano nulla da spartire. E adesso basta con questo caso perché ha ammorbato parecchio anche quelli, come me, che si prodigavano per non sapere nulla di questa vicenda infima e infinitesimale. Ogni giorno crepano in Italia diversi drogati. Uno in più, uno in meno: non è certo il numero che fa e costituisce apprezzabile differenza sostanziale quando ci si è votati coscientemente alla morte.

Royfree

Mar, 04/10/2016 - 16:59

Eravamo più liberi sotto il dominio Tedesco. Almeno in quel periodo sapevamo chi era il cattivo.

ectario

Mar, 04/10/2016 - 16:59

Potrà anche essere che sia morto per epilessia, ma le botte, tante e visibili, le ha prese in abbondanza. Dopo tutte ste botte uno muore per epilessia, e diciamo che ci può stare, ma dopo le botte? Nessun nesso causa effetto? Mahhh.

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 04/10/2016 - 17:02

caramella22, se fossi in te porrei fine alla tua eterna vergogna di essere italiana...

ectario

Mar, 04/10/2016 - 17:04

Un'altra osservazione: perchè buttarla in politica, andando dietro gli idioti di SX che sguazzano in queste cose, con il rischio di fare una barbina figura, vista la non certezza di questa perizia?

giovauriem

Mar, 04/10/2016 - 17:10

ma siamo sicuri che cucchi è morto ? io farei dei supplementi di indagine con i periti della trasmissione "chi l'ha visto" noti trovatori .

conviene

Mar, 04/10/2016 - 17:11

si anche Gesù Cristo è morto per un raffreddore. Abbiate almeno pietà di un povero ragazzo massacrato. O la pietà è sol odi sinistra?

brunog

Mar, 04/10/2016 - 17:14

Questo era un seminatore di morte, non una vittima, era un assassino. I familiari dei suoi clienti dovrebbero fare causa alla famiglia Cucchi per danni. La squallida sorellina che ha fatto il finimondo ha qualcosa da dire?

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mar, 04/10/2016 - 17:26

Lorenzovan, sei un bel marpione: quando va bene a te la perizia diventa una prova. Se non va bene a te la perizia dunque diventa una cioffega. Insomma deciditi. E poi smetti con quell'antipatico lol. Fa giraa i ball.Giá fai girar di tuo poi ci metti pure quel lol.

Ritratto di settimiosevero

settimiosevero

Mar, 04/10/2016 - 17:29

se la famiglia cucchi si fosse fatta carico delle proprie responsabilità prima del fatto che ha portato alla morte del loro congiunto e tutto questo accanimento della sorella fosse stato indirizzato verso il fratello nel cercare di recuperarlo dal "giro" nel quale si era infilato, sicuramente sarebbe ancora vivo. comunque rimane il fatto che lo spacciatore è sempre causa della morte di qualche altro individuo che da lui acquista. la pietà per certi individui l'abbia chi oggi lo ha accolto, di certo con spacciatore in meno qualche vita è salvata.

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 04/10/2016 - 17:31

--------calma destricoli ignoranti----questa perizia di parte vale per quello che vale ossia quasi zero---il processo è lungo ed io sono concorde con la sorella---sono ottimista e sono con cucchi tutta la vita---già il fatto stesso che questo caso abbia gettato luce su altri 148 casi simili di cui si sta occupando la magistratura---la dice lunga sul sistema carcerario italiano e di come forze dell'ordine e secondini usino picchiare i detenuti per sport----hasta siempre

Ernestinho

Mar, 04/10/2016 - 17:32

Però le botte le ha prese! Come si fa a dire se c'è un nesso o meno con la sua morte?

schiacciarayban

Mar, 04/10/2016 - 17:32

Ma quello squallido personaggio della sorella, che in vita non poteva sopportare il fratello delinquente, quanti soldi cerca di sgraffignare? Ovviamente immagino che li darà poi in beneficenza... Forse essere delinquenti è di famiglia...

donzaucker

Mar, 04/10/2016 - 17:40

Ok però basta con questa storia dello spacciatore che regala la caramella drogata ai bambini, è una bufala che si raccontava alle elementari. Gli spacciatori esistono perché c'è un mercato di domanda e offerta e (almeno a me) non hanno mai regalato nulla.....

Ernestinho

Mar, 04/10/2016 - 17:45

X "elkid" Non c'azzecca niente con l'argomento in oggetto. Ma perché scrivi con tale punteggiatura? Forse sulla tua tastiera non ne esistono altre?

bezzecca

Mar, 04/10/2016 - 17:53

Le legnate che ha preso servivano a curarlo dall epilessia ?

JACK-PULITORE

Mar, 04/10/2016 - 17:54

AH AH AH, Questa sì che è bella. probabilmente la maggioranza degli italiani nella loro ignoranza non capisce nemmeno che NON SI MUORE di SOLA EPILESSIA!!! Ma in quale epoca siete rimasti??? Medioevo? Certo probabilmente un epilettico che viene sottoposto ad un pestaggio può avere conseguenze diverse da una persona sana! Ma questo può accadere anche ad un cardiopatico, senza che venga decretato il decesso per quella cardiopatia. Al solito si vuol vedere solo ciò che si vuole o si è in grado di vedere...

linoalo1

Mar, 04/10/2016 - 17:59

Finalmente,dopo tanto,vero o non vero,salta fuori una Verità che mette a tacere tutti,sorella compresa!!!Una cosa è certa!!!Il Cucchi,non era una Persona la cui morte è stata tale da creare un vuoto sensibile nella Società!Anxi,la Società è stata ben contenta di essersene liberata!!!!

lorenzovan

Mar, 04/10/2016 - 18:01

ottimoabbondante...hai ragione col lol...mi mancano le faccine ridenti del telefonino...vedi ..io sono dei tempi del caffe' dell'ucciardone...dei colpi partiti accidentalmente...e finiti sempre fatalmente al bersaglio...dei tuffi carpiati dalla questura di milano..e dei suicici con dinamite sotto ai piloni enel...ahhhh dimenticavo il mancato suicidio del povero Peppino Impastato...allora cosa vuoi...mica ci credo tanto ai periti all'egiziana

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 04/10/2016 - 18:05

stai serena, conviene, non è solo la "pietà soggettiva" di sinistra,c'è ben altro di sinistro..censura,censura censura XXX XXX

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 04/10/2016 - 18:05

#Ernestinho- 17:45 Per la verità già io avevo sollevato, tempo fa, il problema dell'interpunzione. Risposta d'allora: " Sono russo per metà...".

killkoms

Mar, 04/10/2016 - 18:05

@elkid,vacci te in carcere,come "volontario",e non ti staccherai mai dagli agenti di servizio..!

no_balls

Mar, 04/10/2016 - 18:06

quindi la tesa della epilessia e' di destra..... Ma con tanta terra incolta perche' non andate a zappare..... fa meno figo di avere la tesserina in tasca pero' e' un lavoro dignitoso. Il giudice decidera' come e' morto questo ragazzo.... nessuno paghera'.. ovviamente . Ma almeno si potra' dire con certezza chi sparava balle .....

killkoms

Mar, 04/10/2016 - 18:07

@conviene,rispetti l'altrui Fede,o dovremmo dire che un certo "riformatore religioso" è morto dopo una notte di alcol e sesso?

Anonimo (non verificato)

killkoms

Mar, 04/10/2016 - 18:09

ormai,è una tuttologa (dottore,perito,giornalista,avvocato,opinionista,eccetera)!

Anonimo (non verificato)

killkoms

Mar, 04/10/2016 - 18:13

@caramella22,solo tu puoi vergognarti per un venditore di cicoria..!

edo1969

Mar, 04/10/2016 - 18:14

e poi cucchi doveva essere liberato subito in quanto nipote di mubarak

maricap

Mar, 04/10/2016 - 18:14

Cucchi, un uomo che con pervicacia si fece merd, e per mantenersi in quello stato, spacciava, portando anche altri nella sua condizione. La sorella, avrebbe dovuto intervenire, sin da subito, facendolo rinchiudere in una struttura per disintossicarlo, ma chissà perché non lo fece. Dicono che il porco serve solo dopo morto, Infatti, salami, salcicce, prosciutti, coppa, cotenne zamponi ecc, non si hanno che dopo il suo decesso. Ecco appunto........

Ritratto di elkid

Anonimo (non verificato)

killkoms

Mar, 04/10/2016 - 18:23

@ectario,il pg che chiese in appello la condanna degli agenti penìtenziari,era convinto (tesi sostenuta anche dal "legale" di famiglia) che il pestaggio fosse avvenuto nella camera di sicurezza del tribunale, dopo l'udienza di convalida del fermo perché "..la vittima accolse la convalida del fermo,prendendo a calci il banco degli imputati..",ragion per cui ",,era in salute.." e il pestaggio poteva essere accaduto solo in quella circostanza..!la verità è che il soggetto,di salute cagionevole nonostante il mestieraccio e l'hobby del pugilato,entrava ed usciva dall'ospedale (tutto documentato) e pare che,prima dell'arresto,avesse subito un vero pestaggio,(refertato) connesso col mestieraccio predetto,,!

zingozongo

Mar, 04/10/2016 - 18:43

"se non ci fosse stata la reposnsabilita degli infermieri ??" vorrebbero scaricare la colpa sugli infermieri? con che coraggio poi facciamo le manifestazioni ..verita per giulio regeni??

Juniovalerio

Mar, 04/10/2016 - 23:11

è morto, umanamente spiace quasi sempre, spiace per i parenti che sono persone per bene e lo amavano, come si ama un figlio o un fratello drogato e spacciatore, lui era questo, i suoi parenti che lo piangono e difendono da morto fecero altrettanto quando in vita dispensava morte ,creava problemi alle forze dell'ordine e distraeva forze importanti ai medici dell'ospedale costretti ad occuparsi di lui,anima persa, invece di curare cittadini onesti e bisognosi?

Mannik

Mer, 05/10/2016 - 08:20

Ovviamente la maggior parte non ha letto fino in fondo. Gli unici dati oggettivi scientifici che la perizia riconosce sono: il riconoscimento della duplice frattura della colonna e del globo vescicale che ha fermato il cuore...

VittorioMar

Mer, 05/10/2016 - 09:17

....SEMPRE ONORE E SOSTEGNO ALLE "FORZE DELL'ORDINE"...DISONORE PER TUTTI QUELLI CHE LI OSTEGGIANO E LI SBEFFEGGIANO!!!

Ritratto di NEVERLAND

NEVERLAND

Mer, 05/10/2016 - 10:09

cucchi santo subbito! un'uomo che ha dato la vita per l'umanità. come in ogni lavoro esiste il 'rischio professionale', se non spacciava non andava in galera. darei più attenzione alle 'morti bianche', persone oneste che muoino per incuria altrui, altro ch cucchi.

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 05/10/2016 - 11:07

---------NEVERLAND-----ok -cucchi era un poco di buono--ma dobbiamo fare lo sforzo di capire senza menzogne come sono andati i fatti e se le forze dell'ordine o secondini e quant'altri si sono presi delle libertà che in realtà non possono prendersi---perchè oggi è toccato a cucchi---ma un errore giudiziario può essere potenzialmente dietro l'angolo per tutti---e sarebbe una magra consolazione arrivare ad una sentenza di innocenza da morto---hasta siempre

linoalo1

Mer, 05/10/2016 - 11:22

Povera Sorella!!Nella sua Infinita Intelligenza(?),si è mai chiesta perché la Maggioranza degli Italiani,è contro di lei???

killkoms

Mer, 05/10/2016 - 11:47

@elkid,e 2!la "legge" (con sentenza definitiva) ha assolto quegli agenti penitenziari (non secondini) verso cui pure la famiglia si era costituita parte civile (poi ritirata)!vedfremo il resto..!