Caso Regeni, Gentiloni attacca: "Dall'Egitto collaborazione inadeguata". Secca la risposta: "Era una spia"

"La nostra ricerca della verità finora non ha avuto risposte soddisfacenti" ha dichiarato il ministro degli esteri Gentiloni, intevenuto a Radio Rai1. Ma dall'Egitto piovono ancora accuse: "Era una spia"

"Il trascorrere del tempo non diminuirà l'attenzione dell'Italia" assicura il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni intervenendo sul caso Regeni a Voci del Mattino su Radio Rai1. Ma sulla collaborazione con l'Egitto non ha dubbi: "Finora è stata assolutamente inadeguata". Da un emittente privata arriva la risposta di vicepresidente della Camera dei rappresentanti del Cairo, Soliman Wahdan: "Regeni era una spia".

"La nostra ricerca della verità finora non ha avuto risposte soddisfacenti". e infatti così è stato. Il muro di gomma eretto dall'Egitto non ha permesso all'Italia di ottenere la verità tanto cercata. Ma il ministro fa notare come il governo italiano abbia risposto con fermezza: "È accaduto un fatto molto importante nelle relazioni diplomatiche fra Italia ed Egitto. Abbiamo richiamato a Roma il nostro ambasciatore al Cairo. Un gesto molto forte nei rapporti tra Stati". Ha aggiunto anche : "Se qualcuno immaginava che il tempo avrebbe portato l'Italia ad allentare l'attenzione, sbagliava. Per noi il ritorno alla normalità nelle relazioni con l'Egitto passa dalla soluzione di questo caso. Dipende da una collaborazione seria. Continueremo ad esercitare la nostra pressione diplomatica affinché si arrivi alla verità, anche se sappiamo che non sarà facile".

Il caso di Regeni, ha proseguito Gentiloni, è stato anche affrontato all'ultima riunione dei ministri degli Esteri dell'Unione Europea a Lussemburgo. Ha raccontato di aver avuto solidarietà dai suoi omologhi europei: "C'è la consapevolezza che si tratta di un caso gravissimo in un contesto all'interno dell'Egitto che è sotto gli occhi di tutti". Ma aggiunge ilministro: "Non siamo ingenui". "Sappiamo che in questo raffreddamento dei rapporti tra Italia ed Egitto ci sarà qualcuno che cercherà di inserirsi per conquistare relazioni privilegiate con Il Cairo. Ma - ha avvertito - non possiamo lasciarci guidare da questo". Mentre i contatti fra le procure sono ripresi, Gentiloni ammette che "l'Egitto abbia promesso una collaborazione che finora è stata assolutamente inadeguata. So che sono in corso nuovi contatti tra le procure e mi auguro che l'attività della procura di Roma possa ripartire. La procura di Roma ha inviato una nuova rogatoria in Egitto, vedremo se produrranno risultati". Il ministro ha poi concluso: "Mi auguro che l'attività del procuratore Pignatone possa riannodare qualche contatto utile, ma nel frattempo manteniamo la nostra posizione di insoddisfazione".

Se Gentiloni attacca, dall'Egitto di certo non stanno a guardare. E così il vicepresidente della Camera dei rappresentanti del Cairo, Soliman Wahdan, ha insinuato che Regeni fosse una spia. Una situazione che se verifica, ha aggiunto "creerebbe un problema enorme tra l'Italia e l'Egitto". Durante l'intervento a una trasmissione, su un emittente televisiva privata, Wahdan ha dichiarato: "L'omicidio di Regeni rappresenta un incidente isolato ed è stupido accusare il governo di aver avuto un ruolo in questo crimine". Una tesi avanzata già qualche ettimana fa anche dal ministro degli Esteri, Sameh Shoukry.

"L'Egitto è uno stato di diritto e lavorerà per trovare i responsabili e giudicarli. Regeni - ha continuato Wahdan - per il nostro procuratore generale (Nabil Sadeq) non è meno importante del martire Hesham Barakat. Anche se Barakat è stato ucciso in un attacco terroristico, dopo 7 mesi abbiamo trovato i colpevoli". "Le indagini richiedono tempo", ha detto Wahdan, ripetendo ancora una volta la versione "ufficiale" del governo egiziano. Già in passato, infatti, sia il presidente Abdel Fatah al Sisi che il ministro Shoukry avevano paragonato l'omicidio del procuratore generale Barakat al caso Regeni. "La delegazione parlamentare che è volata in Italia per fare il punto sulle indagini ha fatto il suo dovere, nonostante le accuse al governo egiziano", ha aggiunto ancora Wahdan. Tuttavia, nessuna delegazione egiziana si è mai recata in Italia: una squadra di parlamentari egiziani è giunta a Strasburgo lo scorso 11 aprile e ha incontrato i membri del parlamento europeo.

Commenti
Ritratto di AlleXpert

AlleXpert

Ven, 29/04/2016 - 10:10

...per favore basta, adesso non se ne può più parlare.

Ritratto di FanteDiPicche

FanteDiPicche

Ven, 29/04/2016 - 11:08

Gentiloni attacca! Il terrore corre lungo il Nilo!

Marzio00

Ven, 29/04/2016 - 11:16

Premesso che l'omicidio di un innocente è sempre una tragedia da condannare, vorrei capire il motivo perché con l'Egitto facciamo tanto casino e con l'India (x 2 persone in vita) nulla. Segnalo infine per chi ne avesse voglia di leggersi su internet l'articolo di Blondet che esamina il caso in modo davvero semplice e chiarificatore.

CALISESI MAURO

Ven, 29/04/2016 - 11:19

Gentilo..o, come mai tutto sto casino per questo disgraziato... e niente azione per i tecnici Bonatti tenuti prigionieri per mesi in Libia e uccisi ( non ritorno sull'argomento Maro' )? Cosa c'e' sotto? Non e' che Eni debba perdere i diritti sul gigante in oil & gas trovato in Egitto a favore dei francesi?

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Ven, 29/04/2016 - 11:28

Mai avuto dubbi, tutto il mondo ci prende a pesci in faccia. Immagino che l'Egitto, dopo le roboanti dichiarazioni del Dott. Marsala di altogradimentiana memoria, se la farà sotto...a questo punto non ci resta che dichiarare guerra! Aha aha...

Ritratto di settimiosevero

settimiosevero

Ven, 29/04/2016 - 11:48

l'egitto non collabora per fare luce su un omicidio, l'india non collabora per liberare due ostaggi, non è che forse chi è preposto a tutelare i cittadini italiani sia assolutamente inadeguato? o forse che i loro interessi economici in gioco sono troppo importanti?

paco51

Ven, 29/04/2016 - 12:20

Sig. Gentiloni: c'è l'ha uno specchio? a sentirla deduco di no!

agosvac

Ven, 29/04/2016 - 15:43

"era una spia" , mica hanno torto! In fondo cosa ci andava a fare regeni in Egitto??? Che motivo aveva di contattare gli oppositori al Governo legittimo egiziano??? Ma la cosa più grave è: che c'entra l'interessamento del "nostro" Governo in questa storiaccia????? Ogni giorno, in tutto il mondo muoiono decine di italiani ed il Governo se ne frega allegramente. Perché tutta questa manfrina contro l'Egitto che, non dimentichiamolo, era uno Stato amico? Perché fare il gioco dei servizi segreti inglesi che sono quelli che hanno mandato regeni a morire in Egitto??? Perché gentiloni non si occupa dei nostri fucilieri di marina che sono ancora sotto processo in India pur essendo incolpevoli?????

arkangel72

Ven, 29/04/2016 - 15:51

Per la vicenda Regeni invito tutti a guardare un vecchio film con Robert Redford: Il Giorno del Condor! Chiarirà le idee a molti...

Mizar00

Ven, 29/04/2016 - 16:02

Gentiloni è uno zerbino che dice quello che "deve" dire. Di Regeni ovviamente non potrebbe fregare di meno a sta gente..

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 29/04/2016 - 16:05

MAHH DI PADRE E FIGLIO,ITALIANI, TRUCIDATI NELLO ZIMBAWE E DEI DUE TECNICI ITALIANI UCCISI IN LIBIA, NON SI OCCUPA PIU', GENTILIONI???

ziobeppe1951

Ven, 29/04/2016 - 16:17

Arkangel72....i (3) giorni del condor è nella mia cineteca

Squalo2

Ven, 29/04/2016 - 16:24

E se ci fosse un fondo di verità,quando ci sono di mezzo gli inglesi,bisogna sempre sospettare.

Cinghiale

Ven, 29/04/2016 - 16:26

I poliziotti egiziani hanno commesso un errore madornale. Il loro governo li protegge, come in passato gli americani hanno protetto i loro piloti che hanno tranciato il filo della funivia. Ricordate? Solo l'Italia lascia i suoi soldati in mano al nemico, cha abbiano sbagliato o no.

Cinghiale

Ven, 29/04/2016 - 16:28

Cosa deve succedere perchè si richiami l'ambasciatore?

SAMING

Ven, 29/04/2016 - 16:40

Condivido quanto dice ADOSVAC ma pongo una domanda molto semplice: " perchè hanno fatto trovare il corpo? " In genere quando si tratta di omicidi di questo genere non si fa trovare il corpo così nessuno può accusare nessuno. In quei paesi poi, Egitto compreso, spariscono centinaia di persone senza lasciare traccia. La stessa cosa potevano fare con Regeni. Ed allora perchè nessuno si è posto questa domanda?

gabryvi

Ven, 29/04/2016 - 16:48

Cosa pensava che gli dicessero, è uno scherzo che ci hanno fatto i fratelli musulmani che voi candidate nelle vostre liste? Ma smettiamola, in particolare la madre, che se umanamente posso capire il suo dolore, non capisco la sua voglia di apparire continuamente su giornali e tv! Perché Gentiloni non si interessa dei casi irrisolti di cui è piena l'Italia?

Ritratto di fioellino

fioellino

Ven, 29/04/2016 - 17:20

L'Egitto usa troppa diplomazia. Basta. Non parli più del caso montato dall'Italia. E l'Italia si occupi seriamente dei Marò. Fiorella

Ritratto di Giano

Giano

Ven, 29/04/2016 - 17:21

Non vale più la pena nemmeno di commentare. Andatevene tutti a quel paese: in Egitto.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Ven, 29/04/2016 - 18:08

Non è strano che agli egiziani il giovane italiano sembri una spia. E' strano che l'Italia tratti alla pari con gli egiziani. Oppure siamo tutti uguali?

123214

Ven, 29/04/2016 - 18:18

ma no?? ma va?? una spia??? e chi lo avrebbe mai detto...!!!

mariolino50

Ven, 29/04/2016 - 18:24

le università inglesi sono sempre state allevamenti di spie, poi il nostro governo dovrebbe anche guardare in casa, a tutti i morti avuti in mano alle forze "dell'ordine", ovunque nel mondo il loro compito principale è la repressione del dissenso, strano che l'Egitto non abbia rinfacciato i numerosi casi avuti negli ultimi anni, e anche nei decenni passati.

01Claude45

Ven, 29/04/2016 - 18:38

"Sappiamo che in questo raffreddamento dei rapporti tra Italia ed Egitto ci sarà qualcuno che cercherà di inserirsi per conquistare relazioni privilegiate con Il Cairo. Ma - ha avvertito - non possiamo lasciarci guidare da questo". Infatti da 1º partner commerciale dovremo, grazie a questi "dilettanti allo sbaraglio", presentarci col "cappello in mano" e per riprendere rapporti e per incassare i soldi che le aziende italiane devono ricevere, senza contare la perdita di ordini anche in corso, a favore di FRANCESI, USA ED INGLESI. Grande risultato, Gentiloni, da Nobel !!!!!!!!!!!! Comincia a mostrare i cxxxxxxi con l'India per i ns. MARÒ.

tzilighelta

Ven, 29/04/2016 - 19:18

Tanto per cominciare era "i tre giorni del condor" film tratto dal romanzo di James Grady intitolato i sei giorni del condor! Non è l'unico svarione che leggo qui, e devo dire che fa un po rabbia ma sarebbe giusto dire che fa proprio schifo leggere ancora commenti stupidi come quelli di agosvac e altri simpatizzanti egiziani, non mi dilungo oltre tanto è inutile, spero solo che l'italia l'europa e anche il resto del mondo si decidano a non fare più finta di niente, dopo le esportazioni di democrazia miseramente fallite, questa è l'occasione per stabilire una volta per tutte chi sono gli stati canaglia, l'Egitto è una dittatura assassina non diversa da Saddam o Assad, che si fottano i trattati commerciali, chiudiamo i rapporti e vaffa ngulo al Sisi! Gli italioti che non gradiscono vaffa doppio anche per loro! Saluti

Dordolio

Ven, 29/04/2016 - 19:30

Capirei lo scandalo e l'esibizione di muscoli (?!?) per la morte orrenda di un turista, o uno studioso di egittologia o un archeologo impegnato nelle sue ricerche.... Ma il Regeni si occupava di ben altro.... Nessuno naturalmente a porsi il problema di CHI l'abbia mandato lì, a far cosa. E - anche se permettete - non glielo ha impedito....

nonnoaldo

Ven, 29/04/2016 - 19:46

La primavera egiziana, organizzata dai servizi americani ed inglesi è fallita. Occorreva un fatto che turbasse l'opinione pubblica per tentare una nuova destabilizzazione, ed ecco l'operazione Regeni.

Maura S.

Ven, 29/04/2016 - 20:49

X zucca 100, lorenzovan e il solito tzilighelta che continuano ad insultarci rispondo premettendo che è inutile prendersela per le bubbole di poveri, frenastenici considerando la loro una situazione disperata. Mi chiedo come si pongono nel contesto dell'esistenza, a meno che la cognizione di una risposta negativa è tale da farli desistere. Vorrei aggiungere, in quanto al nostro amico??????????? tzilighelta che sento odore di fratellanza musulmana!!!!!!!!!considerando gli insulti che il nostro amico????????? non riesce a trattenere.

carpa1

Ven, 29/04/2016 - 21:01

E piantatela con questo tormentone! Fatevi spiegare piuttosto ciò che sta a monte del fattaccio e cioè chi e perchè ce l'ha mandato, quale fosse la sua "ricerca" e come mai abbia accettato se non addirittura deciso lui stesso di andare a mettere il naso in vicende di un altro paese. Mica sono tutti pirla, come succede invece qui da noi, con i compagni comunisti al potere, che global, no tav, no tutto vengono considerati come delle risorse, e viene loro consentito di scorrazzare, sobillare, attaccare le forze dell'ordine, per poi essere lasciati immediatamente liberi dal magistrato di turno.

moshe

Ven, 29/04/2016 - 21:51

basta con questo "ricercator-di-che-non-si-sa", pensate ai poveretti che muoiono per mano dei clandestini !!!!!

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Ven, 29/04/2016 - 22:37

@agosvac Ven, 29/04/2016 - 15:43: BINGO!!! E.....se ora l'Egitto ha detto la verità che tutti si immaginava......cosa farà Gentiloni???? Attaccherà il Governo Egiziano perchè la VERITA' FA MALE o.......Gentiloni era a conoscenza della risposta già dal primo giorno???? FATELA FINITA BUFFONI INUTILI!!!

mareblu

Ven, 29/04/2016 - 22:53

E.....ci mancava solo la zingara per fare la scoperta di pulcinella.

abocca55

Ven, 29/04/2016 - 23:36

Molti Italiani sospettano alla stessa maniera, ma tutti, politici, giornalisti, opinionisti, hanno paura di parlare. La menzogna dilaga. Secondo me, sono in molti a sapere come stanno veramente le cose, e quali soni i Paesi che vorrebbero una nuova primavera araba anche in Egitto. Basta vedere il fervore degli inglesi sul caso, che invece hanno ignorato i marines Italiani.

Keplero17

Sab, 30/04/2016 - 00:03

Allora se non l'avete capito ancora i terroristi in Egitto lanciano contro gli autobus dei turisti le bombe per fermare la principale industria egiziana. Non ne possiamo più di regeni.

roberto zanella

Sab, 30/04/2016 - 00:06

....fino a quando non ci sarà qwualcuno che ci dirà chi ha mandato REgeni, che cosa è andato a fare , se fu una operazione singola , insomma non ci devono raccontare il dopo ritrovamento del corpo di Regeni ammazzato malamente , ci si deve dire che cacchio ci faceva laggiù e perchè in pericolo non ze ne è andato nella ns Ambasciata al Cairo...certo che se l'Egitto dimostrasse che il ragazzo era manovrato e quindi una spia o similare , sarebbe una figura di me..per tutta l'Italia e pure i genitori dovrebbero dirci qualcosa...visto che dissero che il figlio "non era una spia..."

BiBi39

Sab, 30/04/2016 - 01:30

Tanti morti ammazzati in Italia sono stati seppelliti senza che si riuscisse a trovare un colpevole. Evidentente puo' succedere snche in Egitto. Ma ora basta .

lento

Sab, 30/04/2016 - 07:37

Quasi quasi gli Egiziani hanno ragione di dire che era una spia....Visto tanto accanimento dei ministri Italiani,fa proprio pensare che gli Egiziani hanno ragione di dire che era una spia !!

flip

Sab, 30/04/2016 - 08:02

perché il "manifesto" e la sinistra estrema non ragliano in proposito visto e risaputo che sono stati loro a mandarlo al macello?

rossini

Sab, 30/04/2016 - 08:38

Ancora con questa storia di Regeni? Non lo capite che i comunisti ci marciano? Tentano di vellicare il patriottismo, ma meglio sarebbe parlare di campanilismo, degli italiani per distogliere la loro attenzione dai veri problemi. Che ci frega di questo ragazzotto che era andato in Egitto a giocare allo 007? Occupiamoci, piuttosto dell'invasione crescente da parte di islamici e negri che vengono qui da noi a succhiare le nostre risorse e a vivere a sbafo alle nostre spalle.

linoalo1

Sab, 30/04/2016 - 09:17

Basta Regeni!!!!Il poverino è morto e,qualsiasi verità,non lo farà rivivere!!!!Noi,però,ormai,ne abbiamo abbastanza!!!!