Caso Rosboch, ora spunta un'altra donna. Aiutò a truffare l'insegnante

Si finse una direttrice di banca per convincerla che i suoi soldi erano in buone mani. Defilippi aveva sempre negato

C'era anche una donna tra quelli che truffarono la professoressa Gloria Rosboch, convincendola che era una buona idea affidare quei 187mila euro a Gabriele Defilippi, per quel futuro insieme che il ragazzo, oggi 22enne le aveva prospettato.

Una donna di cui fino a oggi non si è saputo nulla e che l'uomo accusato per l'omicidio aveva negato esistesse, spiegando che la telefonata in cui si sente la sua voce era in realtà stata registrata da lui, con una voce più acuta del normale.

Si tratterebbe invece di una quarantenne di Castellamonte, un'amante di Defilippi che si era finta al telefono la direttrice della filiale locale di una banca, per rassicurare la Rosboch sul fatto che i suoi soldi sarebbero stati al sicuro. Era solo una delle pedine di un inganno per convincere la Rosboch a riempire di soldi chi l'avrebbe poi uccisa.

Commenti
Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Gio, 25/02/2016 - 13:10

Quello che mi chiedo è come sia possibilie che tante donne perdano la desta per un femminiello depravato e megalomane come questo qui!

KAVA

Gio, 25/02/2016 - 13:50

..."femmininiello"...mi fa troppo ridere e ben si adatta al delinquentello in questione, anche se in questa storia da ridere c'è ben poco

LucioVero

Gio, 25/02/2016 - 14:54

Comunque la professoressa uccisa era evidentemente una che insidiava i ragazzini a cui insegnava: mandereste vostro figlio in una scuola in cui gli insegnanti ci provano con gli alunni? Quindi stiamo ben attenti a santificare le persone dopo che sono morte, e diamo a ognuno la sua responsabilità.

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 25/02/2016 - 15:14

.....luciovero...quali fonti ha che la spingono ad affermare quel che dice?....nessuno santifica nessuno in questa storiaccia...ma stia attento lei a non diffamare a casaccio perchè quel che scriviamo resta...e può essere sempre impugnato da chi si sente diffamato o chi per lui--prosit

LucioVero

Gio, 25/02/2016 - 15:42

Elkid, macché diffamazione, io ho semplicemente esposto un mio sospetto, e ognuno può sospettare quanto vuole di chi gli pare! Diffamazione è quando uno dichiara un fatto per certo, e io non sono certo di nulla. Semplicemente, penso che, per innamorarsi di un suo ex alunno, probabilmente si sarà innamorata di lui mentre era ancora la sua insegnante, altrimenti avrebbe perso i contatti, no? E una professoressa che si invaghisce di un suo alunno è come minimo non professionale, e io non manderei MAI mio figlio in una scuola in cui gli insegnanti si innamorano degli alunni.

Fossil

Gio, 25/02/2016 - 15:45

Per una volta tanto in cui i nostri investigatori sono riusciti a risolvere in tmpi rapidi un omicidio diabolico ed efferato abbiamo il pontificatore di turno che dice che "evidentemente" la sfortunata professoressa insidiava ecc. Ma luciovero lei l'ha vista questa scena di insidie? Una persona è morta a causa di un bimbominkia frutto di questa società malata e lei fa ipotesi così azzardate? Taccia, che ci fa più bella figura!

vince50

Gio, 25/02/2016 - 15:46

Il massimo rispetto per la persona morta,questo è il minimo dovuto.Però mi chiedo come ha fatto a fidarsi così tanto,e per di più di una fantomatica direttrice di banca e pure per telefono.

Fossil

Gio, 25/02/2016 - 16:43

Si parla di centri non molto grandi dove è possibile che ci si conosca abbastanza. Ma perchè ipotizzare a tutti i costi che ci sarebbe stato un innamoramento durante il periodo scolastico? E' facile incontrarsi anche fuori, magari facendo la spesa...parliamo di piccoli centri.La fantasia galoppadando per scontato che sicuramente si erano innamorati a scuola! Riguardo poi al fatto che la sventurata professoressa si sia potuta fidare...mah...forse non aveva mai avuto nessuno che le facesse delle avances...chissà. Il bimbominkia comunque è stato diabolico, scaltro, gran trasformista. In ogni caso è meschino approfittare della buona fede di una persona. Spero che buttino la chiave per lui e tutta la cricca che lo ha aiutato.

LucioVero

Gio, 25/02/2016 - 17:35

Ma sul fatto che il ragazzo sia un assassino non ci piove, ma non mi convincerete mai a provare stima nei confronti di una cinquantenne che si innamora di un ragazzino di 20 anni! Se poi se ne è innamorata ai tempi della scuola, la vicenda diventa addirittura tremenda!

Ritratto di SaraMiglietta-collega

SaraMiglietta-c...

Gio, 25/02/2016 - 21:11

Si informa la spettabile redazione di questo giornale e lo squallido signor "LucioVero" che i suoi commenti lesivi sono stati fotografati e stampati e si trovano sul tavolo dello studio legale e ci si dissocia dal ritenere la collega prof.ssa Rosboch Gloria colpevole nei termini da voi delineati e poco di buona nella maniera piu' assoluta. Si ritiene opportuno informare altresi' la famiglia della stessa e la scuola nel piu' breve tempo possibile per la gravita' infamante di semplici sospetti che sono stati ripetuti e dati alla stampa pubblicamente spacciandoli per commenti democratici di cui ci si assumera' comprensibilmente la responsabilita', oltre al fatto che offendere i defunti o vilipendiare le istituzioni non sono reati depenalizzati. Vergogna.

Ritratto di SaraMiglietta-collega

SaraMiglietta-c...

Gio, 25/02/2016 - 21:20

Si informa la spettabile redazione di questo giornale e lo squallido signor "LucioVero" che i suoi commenti lesivi sono stati fotografati e stampati e si trovano sul tavolo dello studio legale e ci si dissocia dal ritenere la collega prof.ssa Rosboch Gloria colpevole nei termini da voi delineati e poco di buona nella maniera piu' assoluta. Si ritiene opportuno informare altresi' la famiglia della stessa e la scuola nel piu' breve tempo possibile per la gravita' infamante di semplici sospetti che sono stati ripetuti e dati alla stampa pubblicamente spacciandoli per commenti democratici di cui ci si assumera' comprensibilmente la responsabilita', oltre al fatto che offendere i defunti o vilipendiare le istituzioni non sono reati depenalizzati. Vergognatevi.