Caso Yara, lite in Tribunale: Bossetti sbotta col Pg

Alta tensione nel processo di appello per l'omicidio di Yara Gambirasio. In Aula Massimo Bossetti è apparso abbastanza teso

Alta tensione nel processo di appello per l'omicidio di Yara Gambirasio. In Aula Massimo Bossetti è apparso abbastanza teso. Al punto da fare una sfuriata contro il Pg: "Non posso stare a sentire quelli che vengono qui a dire idiozie". Nel momento in cui la pubblica accusa stava spiegando la compatibilità tra le fibre trovate sugli indumenti di Yara con quelli del furgone dell'uomo condannato in primo grado all'ergastolo, Bossetti - che più volte ha scosso la testa in segno di dissenso - si è alzato in piedi per interrompere la requisitoria. È stato immediatamente zittito dal presidente della corte. "Bossetti - lo ha ammonito il giudice - lei deve stare seduto e zitto e se vorrà quando sarà il momento potrà fare dichiarazioni spontanee. Questa è la prima e la ultima volta", ha aggiunto. Anche gli agenti della polizia penitenziaria hanno invitato Bossetti a sedersi nuovamente. Durante la relazione del Pg, Bossetti aveva scambiato lunghe occhiate di disapprovazione per la ricostruzione dell'accusa con la moglie Marita, che è seduta nella fila dietro la sua insieme ai consulenti della difesa. "Bossetti - lo ha ammonito il giudice - lei deve stare seduto e zitto e se vorrà quando sarà il momento potrà fare dichiarazioni spontanee. Questa è la prima e la ultima volta", ha aggiunto. Anche gli agenti della polizia penitenziaria hanno invitato Bossetti a sedersi nuovamente. Durante la relazione del Pg, Bossetti aveva scambiato lunghe occhiate di disapprovazione per la ricostruzione dell'accusa con la moglie Marita, che è seduta nella fila dietro la sua insieme ai consulenti della difesa.