Catania, uccide il fratello dopo aver ricevuto l'ennesima richiesta di soldi

Per la vittima era ormai divenuta un'abitudine quella di chiedere con insistenza soldi al fratello per poi comprare la droga

Ucciso dal fratello dopo l’ennesima richiesta di soldi. È successo a Paternò, in provincia di Catania, dove ieri sera si è consumato un fratricidio. La vittima, pare che fosse tossicodipendente ed ormai era divenuta un’abitudine quella di chiedere continuamente soldi al fratello per l’acquisto della sostanza stupefacente.

Ieri sera, prima che la questione sfociasse nell’omicidio, i due sono stati visti in un pub del luogo mentre discutevano animatamente. Il motivo del litigio era sempre lo stesso:da una parte la richiesta di soldi e dall’altra il rifiuto di consegnare la somma richiesta.

All’uscita dal locale, Andrea Befumo, di 40 anni, non ha resistito all’impeto di recarsi nella casa del fratello ed ucciderlo. Lo ha praticamente freddato con quattro colpi di pistola. Da lì ne è conseguito l’intervento dei carabinieri della locale Compagnia e il trasporto immediato dell’aggredito in ospedale. Pochi minuti dopo l’arrivo nel nosocomio per la vittima non c’è più stato nulla da fare. Befumo è stato dunque arrestato per l’omicidio del fratello.