Catturata l'esperta di truffe: era latitante da due anni

Era riuscita a ingannare molte persone con i suoi racconti fantasiosi. È stata arrestata vicino alla sua abitazione, in provincia di Torino, durante un'indagine legata a una presunta truffa ai danni di un commerciante

Veniva chiamata la “regina delle truffe” perché era molto abile a ingannare le persone. Dopo due anni di latitanza, una donna di 46 anni è stata arrestata dalla Guardia di Finanza di Torino mentre stava passeggiando vicino alla sua casa a La Loggia, un comune del capoluogo piemontese.

Come riporta Repubblica Torino, la donna, pluripregiudicata e originaria di Carignano, è stata fermata durante un’indagine legata a una presunta ai danni di un commerciante torinese. Su di lei pendeva un’ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Savona nel luglio del 2017. La donna doveva scontare una condanna per molti reati: criminalità organizzata transnazionale, riciclaggio, falsificazione di monete, fabbricazione di documenti di identificazione falsi, truffa e ricettazione.

Era conosciuta per la sua capacità di persuasione sulle vittime e infatti riusciva a convincerle che era in buona fede e soprattutto che i suoi racconti erano veri. Nel corso del tempo aveva accumulato varie denunce ma già da due anni aveva fatto perdere le sue tracce. Finché non è stata catturata dai finanzieri del gruppo Orbassano e trasferita in carcere per essere a disposizione dell’autorità giudiziaria. Ora gli inquirenti cercheranno di capire se altre vittime siano state raggirate dalla donna nell’ultimo periodo.