Cei, Bagnasco: "Respingere migranti tradisce valori Europa"

Per la Cei respingere i migranti "tradisce i valori dell'Europa". Bagnasco: "L’Europa non diventi altro rispetto a se stessa"

"Respingere i migranti tradisce i valori dell'Europa". La Cei torna a parlare dell'mergenza immigrazione e lo fa col suo presidente, il cardinale Angelo Bagnasco. "L’Unione Europea deve uscire dai propri ambienti chiusi, e arrivare idealmente fino alle nostre coste; deve farsi più responsabile e meno giudicante. L’Europa non diventi altro rispetto a se stessa, alle sue origini giudaico-cristiane, alla sua storia, alla sua identità continentale, alla sua pluralità di tradizioni e culture, ai suoi valori, alla sua missione", spiega Bagnasco. E ancora: "L'Unione non è fatta dai Capi di Stato, ma dai popoli degli Stati membri, ed è ai popoli che bisogna pensare con stima e rispetto senza imporsi". Bagnasco stigmatizza "la ricerca di compromessi al ribasso", e sottolinea il dovere dell’accoglienza "verso i flussi di tanta povera gente che fugge da guerra, fame, persecuzione religiosa ed etnica, alla ricerca di un futuro migliore". Poi Bagnasco ha anche parlato del vento populista in Europa.

Per Bagnasco, "c'è ancora più bisogno d'Europa, ma ad una condizione - avverte - ovvero che l'Europa non diventi altro rispetto a se stessa, alle sue origini giudaico-cristiane, alla sua storia, alla sua identità continentale, alla sua pluralità di tradizioni e culture, ai suoi valori, alla sua missione. La Ue non è fatta dai Capi di Stato ma dai popoli degli Stati membri ed è ai popoli che bisogna pensare con stima e rispetto senza imporsi". Sottolinea il presidente della Cei: "Accelerare i processi non può significare l'omologazione di culture e tradizioni e neppure la
ricerca di compromessi al ribasso, né aggirare le dichiarazioni e le leggi comuni. E neppure limitare le sovranità nazionali. I Capi degli Stati e dei Governi sanno che essi sono delegati dei loro popoli e che nelle decisioni comuni devono tener conto delle loro Nazioni". Ed esorta l'Europa anche a "non aver timore della religione: riconosca la libertà religiosa come il fondamento più alto e la garanzia più sicura della dignità di ogni uomo".

Commenti

fatevoi

Lun, 20/03/2017 - 18:04

Questo straparla. 1) Radici giudaico cristiane? Ma se non hanno voluto, Francia in primis, inserire ciò nella costituzione europea. 2) Se vuole che l'Europa mantenga, almeno nei fatti, le sue radici giudaico cristiane, è necessario o no fermare le orde musulmane che premono? E' vero o non che da parte di certa "intellighenzia" musulmana imbottita di petro-dollari ed al cui passaggio spesso "stendiamo tappeti", c'è la volonta di conquista demografica dell'Europa? Bagnasco è un'altro che si è bevuto il cervello. Che sia dovuto a "Francesco Bergoglio"?

istituto

Lun, 20/03/2017 - 18:30

" L'Europa non diventi altro rispetto a se stessa". Ma cara Eminenza noi europei siamo GIÀ diventati altro rispetto a noi stessi. Siamo GIÀ diventati AFRICA,MEDIORIENTE , TERZO MONDO... noi ce ne siamo accorti già da un pezzo , e per questo non possiamo più uscire di casa,entrare in molti quartieri non più europei, e come beffa dobbiamo pure pagare un sacco di soldi. L'esponente della DESTRA che non ha vinto le elezioni austriache per l'elezione a presidente della Repubblica Austriaca ha detto che a loro ogni RISORSA BOLDRINIANA costa 270.000 euro. Chissà perché c'è malcontento in Europa, chissà perché......

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Lun, 20/03/2017 - 18:35

che par di zebedei!! pensi a dire messa ed eviti le sciocchezze

routier

Lun, 20/03/2017 - 18:38

Non e' un po troppo facile fare i generosi con i soldi degli altri?

killkoms

Lun, 20/03/2017 - 18:41

ma i preti lo sanno che così si scavano la fossa sotto i piedi?

lilli58

Lun, 20/03/2017 - 19:30

e voi tradite i valori del Cristianesimo!

ziobeppe1951

Lun, 20/03/2017 - 20:13

Tra lui e il Capo, fanno a gara chi è più pirla

cicocichetti

Lun, 20/03/2017 - 23:33

questo vuole solo pappare sugli immigrati ! altrimenti restava in letargo come ha fatto fino ad oggi !

LostileFurio

Mar, 21/03/2017 - 06:52

Sua Eminenza, penso lo sia anche chiedere 1000 euro per una benedizione.

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Mar, 21/03/2017 - 07:20

Maledetto prete!

maurizio50

Mar, 21/03/2017 - 07:50

Il Card. Bagnasco è un politicante da strapazzo e parla agli Italiani come fossero tutti fedelissimi del sedicente Partito Democratico. Dovrebbe pensare di più a fare assistenza con i soldi della chiesa e molto meno con quelli degli Italiani, che sono stufi del binomio Preti&immigrati!!!

piazzapulita52

Mar, 21/03/2017 - 07:55

Non c'è limite alla follia umana! Questo è un'individuo che dovrebbe essere espulso dall'Italia e dall'Europa! Lui, tutti i clandestini africani in massa e chi la (s)pensa come lui!

nordest

Mar, 21/03/2017 - 08:25

Pensa ai cristiani che stai tradendo e non ai soldi che prendi dalle cooperative.

buri

Mar, 21/03/2017 - 11:06

cosa vuole fare la CEI? favorire l'islamizassione dell'Europa? oppure ridurci a lasciare le nostre case per vederle occupate dei migranti? l'Europa non è abbastanza estesa per ospitare tutta l'Africa e buona parte dell'Asis, non è questione di valori ma di sopravivenza

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 21/03/2017 - 13:06

Delle radici giudaico cristiane, è storicamente vero che l'Europa romana accoglieva un po' tutti, però "sed lex, dura lex", se i parvenu non facevano giudizio era anche prevista pena di morte, per risolvere il problema alla radice. Dunque, il Cardinale non faccia lo gnorri e non invochi a sproposito "tradizioni, culture e missioni" perché è indifendibile. Piuttosto il furbastro proclami, come Dio comanda, di non desiderare la roba d'altri.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 21/03/2017 - 13:19

Tra i "migranti" ci sono anche tanti turisti-figli dei fiori d'Africa. I negretti Hippy, che spendono fior di denaro per un viaggio che io non posso permettermi, spesso in Africa hanno un cospicuo patrimonio immobiliare. Essi vengono qui spinti da appetiti cultural-sessuali tipici di chi professa l'arte del Michelazzo.