A centosei anni le rimandano la visita medica di dodici mesi. In Puglia si può

Se non fosse vero sarebbe uno “scherzo” epocale. Giovanna Marras, originaria di Oristano, di 106 anni si è rivolta, tramite la nipote che vive con lei, all'Asl di Bari per alcuni esami specifici prescritti dal medico di famiglia. Tra questi l'ecodoppler total body con enzimi cardiaci.

Alla richiesta della paziente, in ospedale hanno risposto che la prima data disponibile era per giugno 2017.

Il rinvio sembra addirittura un auspicio di lunga vita, ma non troppo: gli esami, al di là dell'età del paziente, hanno priorità assoluta.
La nipote dell'anziana donna non ha voluto aspettare e ha, così, prenotato le visite privatamente pagando 1,256 euro.
Una cifra da capogiro, soprattutto se si pensa che quella visita poteva essere fatta gratuitamente e in tempi più stretti. La famigliare dell'anziana donna non si è arresa e ha deciso di rivolgersi ad Agitalia (l'Associazione per la giustizia italiana) per denunciare l'accaduto e valutare tutte le strade necessarie alla tutela della salute della nonna.

Dopo l'intervento legale, il direttore generale della Asl di Bari Vito Montanaro, ha immediatamente avviato la procedura di rimborso della costosa visita privata. Montanaro, secondo fonti di stampa, ha specificito che la legge “non prevede corsie preferenziali riferite all’età dei pazienti, ma alle patologie. Se la signora ha problemi cardiaci, questi hanno priorità assoluta, a prescindere dall’età. All’atto della prenotazione è importante identificare subito il tipo di problema, così come, al momento della prescrizione, il codice della prestazione deve essere preceduto dal codice di urgenza”.
A 106 anni il paradiso può... attendere.

Commenti

ziobeppe1951

Mar, 28/06/2016 - 21:46

Mi spiace nonna non sei giovane, brutta, cattiva e dalla pelle nera

Aegnor

Mar, 28/06/2016 - 21:58

Bene così,la signora,vorrà mica avere la precedenza sulle amate risorse?

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 28/06/2016 - 22:14

CAMPA CAVALLOOOO!!!! E la BEATRICE dormeeeee!!!!lol lol.

Ritratto di manganellomonello

manganellomonello

Mar, 28/06/2016 - 22:27

Se fosse stato un clandestino di qualsiasi età, sarebbe stato accontentato subito.

COSIMODEBARI

Mar, 28/06/2016 - 22:33

Ci sono due possibili risposte, prese dal tempo, e citate da personaggi del cinema e della TV...rispondono a due nomi che iniziano entrambi con la F: Fantozzi e Fede

joecivitanova

Mer, 29/06/2016 - 00:19

..ma, scusate..quaranta o quarantuno, centosei o centosette..che differenza volete che faccia..!? g.

mila

Mer, 29/06/2016 - 06:29

E' per tutti cosi'. Se si vuole una visita in tempi ragionevoli bisogna pagarla e avere un'Assicurazione. I poveri e gli anziani, prima muoiono, meglio e' per le finanze statali. E' il liberismo economico.

odifrep

Mer, 29/06/2016 - 23:14

In Puglia si può, quando non è un parente proprio. Trasferire ad Oristano (con spese a suo carico) l'addetto che ha esaminato la ricetta medica; qualora volesse ancora lavorare.