Chaouqui: "Gravidanza a rischio, ma sarò al processo"

La donna, imputata nel processo Vatileaks 2: "Spero di essere interrogata. Spero finalmente di poter parlare io"

Riparte oggi alle 10.30 al Tribunale Vaticano il processo a Vatileaks 2. In aula ci sarà anche Francesca Immacolata Chaouqui, la funzionaria imputata per la fuga di notizie insieme a Mons. Lucio Ángel Vallejo Balda.

Lo ha detto lei stessa su Facebook sottolineando che "i medici ancora una volta mi hanno sconsigliato di sottopormi allo stress fisico e mentale del processo" perché "mancano pochi giorni all'inizio dell'ottavo mese di una gravidanza a rischio". "Eppure oggi sarò in aula, ancora una volta", dice lei, "Spero di essere interrogata. Spero finalmente di poter parlare io. Oggi è il giorno della verità. Quella che devo a a Papa Francesco, alla mia chiesa, alla mia famiglia, al mondo intero - conclude - Sto arrivando e non ho paura. Ci vediamo in tribunale". Il processo riprende oggi dopo una pausa di venti giorni dovuta proprio a motivi di salute indicati dal medico di Chaouqui.