Charlie adesso rincara la dose e pubblica la rabbia degli italiani

Dopo le polemiche per la vignetta di Charlie Hebdo sulla valanga di Rigopiano vengono pubblicati i messaggi pieni di rabbia degli italiani

Dopo le polemiche per la vignetta di Charlie Hebdo sulla valanga di Rigopiano con la morte in tenuta da sci, diversi vignettisti di casa nostra hanno risposto con altrettanti disegni per sottolineare quel pugno allo stomaco ricevuto dalla Francia. Ma c'è anche chi sul web ha commentato e non poco il gesto di Charlie. Pareri, commenti ed opinioni forti cariche di rabbia per quella vignetta poco opportuna con 29 morti sotto la neve. E Charlie ha abbandonato l'autocritica per riaprire il duello con l'Italia pubblicando proprio quei commenti a caldo apparsi in Italia sul web dopo la vignetta.

E linkiesta.it ne ha selezionati alcuni: "Questa provocazione - scrive la "Dottoressa Myriam Ambrosini" - è uno schiaffo all’italianità. Peccato che mentre NOI esportavamo la cultura nel mondo, VOI, francesi, portavate ancora i copricapi con le corna e le pelli delle bestie per coprirvi il corpo”. E ancora: "Senza bidet, culi sporchi. Razza bastarda. Ladri di opere d’arte e di territori. Falsi vincitori della guerra, leccaculo degli Alleati. Vi auguro di morire”. C'è chi la butta ancora sul calcio: “Il gol di Materazzi a Berlino nel 2006 vi fa ancora male al culo? Massa di merde". Un duello che non accenna a spegnersi... (Clicca qui per guardare la pagina di Charlie Hebdo)

Commenti
Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Sab, 04/02/2017 - 14:09

ignorare queste nullità. il problema è che molti francesi pensano veramente di discendere da Asterix..... ed invece sono dei tedeschi latinizzati

giosafat

Sab, 04/02/2017 - 14:27

Date troppo spazio e risalto a questo giornaletto da quattro soldi. Ignoratelo: senza ossigeno si spegnerà da solo con tutta la sua stupidità e inutilità.

cgf

Sab, 04/02/2017 - 14:41

il bidet generalmente lo si trova solo in Italia e Spagna o paesi con forte emigrazione da questi Paesi, altrove è considerato un optional inutile se non addirittura deriso. Curioso che soprattutto in Francia venga ignorato in quanto pare sia stato inventato proprio da quelle parti e non solo tre secoli!! Monsieur Bidet ebbe molti onori a Versailles, dove ve ne erano installati circa 100... ma d'altra parte sono specializzati in profumi apposta perché si lavano poco, e prima di Caterina de'Medici...

Ritratto di ateius

ateius

Sab, 04/02/2017 - 14:44

emmenomale che “esportavamo la cultura nel mondo.." Dott.ssa Myriam Ambrosini, che siamo ridotti così male in Europa.- forse se ci si fosse impegnati a Produrre ed esportare qualcosa di concreto…magari staremmo meglio. ma si sa per la sinistra la “cultura” è sacra.- e ci sta dentro Tutto.- purchè sia finanziata.. e possibilmente non si lavori troppo.

Ritratto di cape code

cape code

Sab, 04/02/2017 - 15:08

Dr.Strange...nemmeno. Sono galli ma con molto ma molto sangue romano\latino. Pensano di essere tedeschi, o quantomeno con lo stesso rigore morale e sociale dei tedeschi, (beh lasciamo perdere i tedeschi odierni..) ma sono solo una brutta copia.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Sab, 04/02/2017 - 15:29

caro Cape Code dissento. i Franchi (barbari) erano tedeschi, poi appunto, cristianizzati e latinizzati. la popolazione autoctona,Galli (celti)latinizzati, venne quasi completamente spazzata via dalle guerre, carestie ed epidemie connesse alle invasioni barbariche. gli unici celti sono i bretoni. del resto, anche noi siamo, in larga percentuale, Longobardi latinizzati. cordiali saluti

Popi46

Sab, 04/02/2017 - 15:30

Ah,ah,ah,i commentatori del forum sono l'immagine plastica di ciò che è veramente lUnione Europea!

pilandi

Sab, 04/02/2017 - 15:31

Eh già... adesso più nessuno è Charlie....

Ritratto di johnsmith

johnsmith

Sab, 04/02/2017 - 16:49

I bidè i francesi lo hanno e lo usano. Sono i paesi anglosassoni che non lo hanno, vedi Inghilterra USA Australia.

VittorioMar

Sab, 04/02/2017 - 16:58

....NESSUNA RABBIA....SOLO E SEMPLICE "COMMISERAZIONE" !!

herman48

Sab, 04/02/2017 - 16:59

Je ne suis pas Charlie

Ritratto di cape code

Anonimo (non verificato)

antonmessina

Sab, 04/02/2017 - 17:23

andate a controllare le quote partecipate della societa charlie e soprattutto dopo il suo "salvataggio" forse scoprirete i perche

Una-mattina-mi-...

Sab, 04/02/2017 - 17:32

HANNO PARLATO QUELLI CHE PRODUCONO 10 PIANI DI MORBIDEZZA

Anonimo (non verificato)

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 04/02/2017 - 17:36

---Charlie fa il suo lavoro---ed i commentatori pure---purtroppo...

manente

Sab, 04/02/2017 - 23:52

Non bisogna prendersela con i "francesi", ma con Charles Hebdo, un giornalucolo che, come "Liberation", è di proprietà dei Rothschild (sic...) i quali se ne servono per indottrinare la sinistra più ottusa e radicale all'odio verso i propri stessi concittadini, fino ad usare le tragedie per rinfocolare conflitti, rivalità e disgregazione sociale, culturale e religiosa.

Ritratto di abj14

abj14

Dom, 05/02/2017 - 00:00

elkid 17:36 – scrive : "Charlie fa il suo lavoro". - - - Ma lo fa male. Se sapessero farlo bene, non avrebbero scritto soltanto "La neige est arrivée", ma avrebbero dovuto completare come segue : "La neige est arrivée et le cons-connards de charlie hebdo aussi".

apostrofo

Dom, 05/02/2017 - 01:20

Fa bene charlie hebdo a pubblicare le risposte italiane. così le leggono tutti i suoi degni lettori francesi. E noi continuiamo a dare pezzi di territorio a questa gente (mare in Sardegna e Toscana, per es.), cediamo loro grosse aziende. Ci stanno sempre col fiato sul collo, non solo in Libia....

Anonimo (non verificato)