Charlie, l'appello della mamma: "Stanno per staccare la spina"

I genitori di Charlie chiedono ai medici di fermarsi e concedere la terapia sperimentale. Tutto è pronto per staccare le macchine

I medici dell'ospedale in cui è ricoverato il piccolo Charlie stanno per staccare le macchine che lo tengono in vita. Lo riferisce l'associazione 'Mitocon' che raccoglie i familiari di bambini colpiti da malattie mitocondriali. "Connie Yates, la mamma di Charlie ci ha chiesto aiuto: 'stanno per staccare le macchine a Charliè ha detto" si legge in un post sulla pagina Facebook dell'associazione, "vi preghiamo, fermatevi. lo statement scientifico è pronto" Mitocon insieme alla mamma ed al papà di Charlie fa appello, alle autorità del Regno Unito ed ai medici dell'ospedale Gosh affinchè sospendano ogni iniziativa di attuare i disposti della sentenza e chiede che sia assicurata ogni cura al piccolo affinchè gli sia concesso di poter essere sottoposto alla terapia sperimentale i cui dettagli saranno resi noti a brevissimo".

L'associazione è stata in contatto costante con la famiglia di CharlieGard e con l'equipe internazionale di scienziati che sta lavorando sulle sindromi da deplezione del Dna mitocondriale e nello specifico su quelle indotte dalla mutazione RRM2B, che ha colpito il piccolo Charlie. "In particolare, afferma l'associazione, "sono stati riconsiderati una serie di dati di efficacia della terapia nucleosidica che ha già dato dimostrazione di efficacia in un numero significativo di casi clinici trattati, con particolare riferimento ai risultati che dimostrano la possibilità dei nucleosidi di superare la barriera ematoencefalica. In base a queste ulteriori e nuove valutazioni il gruppo di lavoro è dunque giunto alla conclusione che la terapia nucleosidica possa essere efficace nel caso del piccolo Charlie".

Commenti

Frank90

Gio, 06/07/2017 - 22:01

Ecco il vero volto mostruoso dell'Europa. Falsamente buonista con invasori e criminali, fredda e spietata con una povera famiglia!

lonesomewolf

Gio, 06/07/2017 - 22:39

SOLO DIO PUO' STACCARE LA SPINA!!

Ritratto di gabriele74-cina

gabriele74-cina

Gio, 06/07/2017 - 22:54

storia assurda.... sembra di leggere la notizia di un condannato a morte per omicidio, quando la realtà è ben diversa. io dico che questi dell'ospedale e il governo inglese sono dei pazzi da ricoverare

Divoll

Gio, 06/07/2017 - 23:24

Ma come possono dei giudici decidere al posto dei genitori, anche se le possibilita' di salvare il piccolo sono esigue? Ce ne fosse anche solo 1 su un milione, ogni chance dev'essere considerata. Questa dei giudici e' una situazione mostruosa, disumana, orwelliana.

manfredog

Gio, 06/07/2017 - 23:40

L'avesse fatto chi crede veramente in Dio, e si comporta in merito a questo, ci sarebbe, perlomeno, la 'giustificazione' che il piccolo smetta di soffrire per andare nelle braccia del Creatore e porre fine alle sofferenze; fatto da una istituzione laica e 'puramente' materialista, è un omicidio, una condanna a morte certa ed immediata, in nome della nostra civiltà. Civiltà che si arroga il diritto di decidere se vivere o morire; forse un giorno....o mai più.. mg.

patriziabellini

Ven, 07/07/2017 - 01:10

Sapere che mio figlio non solo ora, ma anche in futuro non potrà vedere, sentire, parlare, con tubi e aghi sulle gambette e sulle braccine per alleviare la sofferenza con sostanze velenose, mi farebbe immediatamente chiedere ai medici di porre fine ad un tormento che non può chiamarsi vita. Ma non siamo tutti uguali!

INGVDI

Ven, 07/07/2017 - 07:28

La società europea figlia dell'illuminismo e della rivoluzione francese, si è ribellata a Dio e ha generato mostri come il comunismo ed il nazismo. Sempre più nichilista, considera l'uomo un grumo di cellule capace di produrre e consumare, senza nessun valore spirituale. Se la vita non è sacra può essere distrutta a piacimento, secondo convenienza. Una società che adotta una filosofia di morte è destinata alla morte. Amen

Razdecaz

Ven, 07/07/2017 - 08:51

Lasciate andare questo povero bimbo alla sua naturale conclusione evitategli altre sofferenze e ridategli la dignità di persona lasciandolo finalmente morire senza usarlo per svariati motivi che nulla, centrano con lui e la sua breve vita. Il giorno che questo bimbo ne né andrà, questi due genitori che ora senza rendersene conto (forse) sono diventate delle star e al centro del mondo e il milione di sterline ricevuto, in donazioni, che fine farà? Si troveranno soli, vuoti, e con delle domande alla quale dare risposta, l'abbiamo fatto per nostro figlio o per noi? Pazzesco, come l'egoismo di due genitori possa allungare la sofferenza del proprio figlio. Se amassero davvero il loro figlio, non gli allungherebbero questa inutile agonia. Amano solo se stessi.

lavieenrose

Ven, 07/07/2017 - 09:24

razdecaz calma nei commenti, chi le può dare la garanzia che lei abbia raione? Sono temi più grandi di noi e un bel tacer non fu mai scritto

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 07/07/2017 - 09:41

Per fargli fare una vita che non è vita mi sembra una atroce barbarie.Poi ognuno può pensarla come vuole ma se fosse mio,vederlo soffrire ogni giorno senza possibilità di guarire staccherei la spina,ma la staccherei pure a me in questo caso.

Razdecaz

Ven, 07/07/2017 - 09:43

@lavieenrose Ogni giorno muoiono nel mondo migliaia di bambini. Molti potrebbero essere salvati con pochi euro, per molti basterebbe non bombardarli o non mettere sanzioni agli stati dove vivono. Di queste migliaia e migliaia la stragrande maggioranza soffre e muore nel quasi totale disinteresse dei media. Poi succede che alcuni specifici bimbi invece sono oggetto di interesse mediatico mondiale. Personalmente non accetto che TV e giornali decidano per chi mi devo commuovere. Sarebbe meglio che cercassero di curare quelli che sono salvabili, in certi casi anche con poco sforzo, invece di imbarcarsi in imprese di questo genere sono per fare della propaganda, fregandosene delle sofferenze che vengono prolungate inutilmente a un essere umano.

Ritratto di Grisostomo

Grisostomo

Ven, 07/07/2017 - 10:02

Bastardi assassini. Lasciatelo morire in pace e rispettate il dolore dei due poveri genitori. Infami traditori del giuramento di Ippocrate.

Magicoilgiornale

Ven, 07/07/2017 - 10:45

Spendiamo per non uccidere

caramella22

Ven, 07/07/2017 - 10:54

lonesomewolf Se solo dio può staccare la spina allora solo dio avrebbe potuto attaccarla. Invece questa povera creaturina è stata attaccata da uomini a non so quante spine, tubi, aghi che lo tengono artificialmente in vita. Gli unici ad avere diritto di parola in questa straziante vicenda sono i medici, nessun altro. Ed i medici unanimi hanno detto che non ci sono speranze. Persino gli americani, pronti a papparsi una cifra mostruosa per sperimentare su un povero corpicino, dopo che l'encefalite ha distrutto il cervello di Charlie, hanno detto che non ci sono più speranze. Lasciate in pace quella povera infelice creatura se avete un briciolo di pietà ! e lasciate a noi l'angosciante domanda: chi si è divertito a farlo venire al mondo in queste condizioni? Certo non il vostro dio "misericordioso"

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Ven, 07/07/2017 - 11:34

Qualcuno mi deve spiegare perché la società (e quindi anche io) deve spendere soldi e risorse per un individuo che, palesemente, la Natura NON VUOLE invece di devolvere tali risorse a favore di individui sani, intelligenti e capaci di dare un contributo positivo alla società, per es. pagarmi la pensione.

TonyGiampy

Ven, 07/07/2017 - 12:10

Se fosse stata mia figlia avrebbero dovuto passare sul mio cadavere per staccare la spina!!!!

Fjr

Ven, 07/07/2017 - 12:24

In questo come in altre vicende il popolo italiano si spacca in due, a dimostrazione non che esistono persone sensibili e persone non sensibili ma solo che per l'ennesima volta ci troviamo di fronte a quello che normalmente viene definito ,libero arbitrio,non parlo dei giudici che hanno sentenziato il distacco delle macchine dal piccolo, e nemmeno dei genitori che vogliono che resti a tutti i costi,ma dell'unico vero arbitrio che purtroppo non è possibile ed è quello di charlie ,il vero problema sta' tutto li ,bisognerebbe domandarsi cosa lui vorrebbe davvero per se' stesso , se solo si potesse sapere forse tutte queste polemiche non avrebbero senso di esistere

fisis

Ven, 07/07/2017 - 12:25

Invito tutti quelli che credono a dire una preghiera per questa bellissima bambina.