Le chat della Raggi: "Inconsapevole vantaggio Marra Jr"

Secondo gli inquirenti la Raggi non sapeva dei vantaggi economici dovuti alla promozione del fratello di Raffaele Marra

Virginia Raggi è apparsa agli inquirenti seriamente risentita quando in una delle chat su Telegram acquisite dalla Procura ("Questa cosa dello stipendio mi mette in difficolà, me lo dovevi dire") si lamentava con l’allora capo del Personale Raffaele Marra della questione relativa alla nomina del fratello Renato, con aumento dello stipendio, alla Direzione Turismo del Comune di Roma. Una presa di distanza che la sindaca ha ribadito anche ieri nel corso dell’interrogatorio. Per la nomina di Renato Marra, la sindaca è sotto inchiesta per abuso d’ufficio (in concorso con Raffaele) e falso.

L’abuso d’ufficio è un reato che presuppone il dolo e la violazione consapevole di una norma con la prova della finalità del vantaggio ingiusto. Questa chat però potrebbe alleggerire la posizione della Raggi perchè sfogandosi in quei termini con l’allora braccio destro lei mostrava di non avere alcuna consapevolezza del vantaggio ingiusto arrecato a Renato Marra (nomina di livello superiore e adeguamento del salario). Quanto al reato di falso, contestato alla sindaca per aver affermato, contrariamente al vero, alla Responsabile della Prevenzione della Corruzione in Campidoglio di aver agito in assoluta autonomia nella nomina di Marra junior, Virginia Raggi ha fornito i suoi chiarimenti, riservandosi con il proprio difensore di produrre una memoria per ricostruire meglio alcuni passaggi tecnici. Non è stata oggetto di interrogatorio con i magistrati della Procura di Roma invece la revoca, disposta in autotutela dalla sindaca il 9 gennaio scorso, della nomina di Marra jr. Per chi indaga ha una sua rilevanza penale l’atto di quella stessa nomina (sulla quale l’Anac di Raffaele Cantone aveva evidenziato l’esistenza di un ’conflitto di interessì), non certo il suo eventuale annullamento.

Commenti
Ritratto di marystip

marystip

Ven, 03/02/2017 - 19:39

Inadatta; ma come? Fai una nomina al fratello del tuo amico senza sapere che si triplica lo stipendio? Allora, oltre che inconsapevole, inadatta e completamente scema.

mariod6

Ven, 03/02/2017 - 21:46

Inadeguati, sprovveduti, incapaci, senza esperienza, totalmente inadatti, dite pure quello che vi pare sui Grillini, ma sicuramente capaci di usare la burocrazia per far guadagnare i complici. Salvo poi dir che non ne sapevano nulla. o no ???

cianciano

Sab, 04/02/2017 - 08:50

Parole, parole, parole....questa ha fatto una valanga di reati e risponde sempre che non ha visto, non sapevo, nessuno mi ha avvertita....ma cos'è scema ???....Signori giudici qua come la mettiamo ????...qui di pistole fumanti c'è ne sono a iosa.....