Che cosa c'è dietro i timori di Draghi

C'è un precedente che preoccupa "l'italiano" presidente della Bce: la Grecia. Che si fermò a un passo dal baratro

Matteo Salvini ha liquidato con un «pensi a difendere l'Italia» l'allarme di Mario Draghi sul rischio che sta correndo l'Italia se il governo dovesse mettere in campo una manovra economica spericolata. Ora, «difendere l'Italia» non è esattamente il compito del governatore della Banca centrale europea, che peraltro ha passato metà tempo del suo mandato a difendersi da infondate accuse e sospetti - soprattutto dei tedeschi - proprio sulla sua presunta partigianeria per il paese di origine.

Secondo gli osservatori più esperti e addentro le cose, Mario Draghi non «difende» l'Italia, più semplicemente «conosce» l'Italia meglio di chiunque, avendo attraversato con grande discrezione i luoghi dove «si è fatta» l'Italia e non mi riferisco solo alla Banca centrale di cui è stato anche governatore. E ben conosce, per il suo ruolo attuale e per le relazioni internazionali intrecciate negli anni, le opinioni e le intenzioni delle comunità politiche, economiche e finanziarie nel caso l'Italia dovesse forzare la mano oltre misura sul rispetto dei patti e dei trattati passando dalle parole minacciose ai fatti. Fatti, tipo una manovra economica al di sopra delle nostre possibilità, che porterebbero a un declassamento da parte delle agenzie di rating impedendo così alla Banca centrale di aiutarci anche se volesse fare forzature politiche. Inutile dirlo, sarebbe l'inizio del fallimento.

C'è un precedente che dicono preoccupi «l'italiano» Mario Draghi. Il caso Grecia, cioè un paese in forti difficoltà economiche che sull'onda della netta vittoria elettorale del partito nazional-populista guidato dal vulcanico Alexis Tsipras sfidò apertamente l'Europa pensando di potere risollevarsi da solo, una volta libero da lacci e imposizioni. Dopo avere minacciato fuoco e fiamme, forte anche di un referendum popolare che lo autorizzava a mandare Bruxelles a quel paese, Tsipras si fermò a un passo dal baratro di fronte alla fermezza del sistema, salvando l'Europa ma soprattutto, dal fallimento, la Grecia che oggi, a distanza di solo tre anni, sta crescendo più dell'Italia.

Si fermerà in tempo anche l'Italia? Chissà. Mario Draghi non è ideologico, è uomo pragmatico, le sue biografie lo definiscono un liberal-socialista. Non ha mire politiche e dicono che sia più preoccupato per gli italiani che per l'Italia, differenza sottile ma sostanziale; più per la crescita del differenziale dell'Italia - il famoso spread - con la Spagna che di quello con la Germania perché indice di grandi ritardi a parità di occasioni; più per la fuga in corso dei capitali nostrani e degli investitori stranieri dal paese che per qualche decimale in più o in meno del rapporto deficit pil.

In questo senso sì, Mario Draghi «pensa all'Italia», come immagino pensi a qualsiasi paese dell'unione che con politiche scellerate mettesse a rischio se stesso e, essendo in un sistema di vasi comunicanti, tutti gli altri.

È vero, ci sono alcune buone ragioni, ma anche qualcosa di poco chiaro in questa ostentata ostilità da parte del nostro governo alle regole da tutti sottoscritte. La domanda è: chi ha interesse a destabilizzare l'Europa facendo leva sulle sue debolezze e sul malcontento che esse generano nei paesi più fragili? E più precisamente, Putin e Trump sono spettatori di tutto questo o in qualche modo c'è il loro zampino, più o meno occulto, nella crescita di movimenti che tendono a disgregare l'unione del vecchio continente, visto da entrambi come un concorrente se non pericoloso quantomeno fastidioso? In altre parole, il dubbio è che al grido di «prima l'Italia» in realtà stiamo regalando senza saperlo pezzi di Europa alle due storiche superpotenze, America e Russia, in cambio di non sia bene che cosa. Quel «pensi a difendere l'Italia» io quindi lo rigiro a Matteo Salvini, al suo collega Di Maio, al premier Conte. Pensate a difendere l'Italia prima che voi stessi. Fidatevi «dell'Italiano» Mario Draghi più che dei sondaggi.

Commenti

Uncompromising

Sab, 15/09/2018 - 14:14

Articolo esemplare, signor Direttore. Resta da vedere se gli interessati riusciranno ad ascoltare ed accettare questi concetti...

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Sab, 15/09/2018 - 14:22

Un elettorato, indotto a credere che la politica sia corrotta, ha reagito come civiltà e cultura consente. Una parte cospicua è rimasta a casa, l'altra ha premiato partiti guidati da pagliacci scamiciati e muscolari. L'assenza di politica non punisce la politica punisce gli italiani. Il resto lo fanno un forte sentimento pauperista ed egalitario, cascame di un comunismo già vigoroso, ed i magistrati, premiati da una sciagurata carta costituzionale. Si salvi chi può in un paese del genere.

stefano_

Sab, 15/09/2018 - 14:41

Più che lo zampino di Putin parlerei di "zampino" di Trump col suo inviato speciale Bannon che vuole costruire un fronte comune tra le forze anti Ue...ma non per regalarci libertà e benessere ma per creare un'europa meglio assoggettata ai programmi (anche di guerra) Usa. Il 5s è sicuramente uno strumento di questa strategia...un po' meno forse lo è la lega sebbene mi sembra che negli ultimi tempi si stia sbilanciando anch'essa a favore di Trump. Se vince Trump noi avremo semplicemente cambiato padrone e non credo che sia migliore di quello/i precedenti….ma si sa, agli italiani l'america appare ancora come il faro delle libertà e chissenefrega se i flussi migratori in buona parte sono stati causati proprio dalle loro guerre!

Ritratto di Mona

Mona

Sab, 15/09/2018 - 15:42

Direttore Sallusti, le condizioni della Grecia non si sono migliorate, sono peggiorate. Il loro debito publico è ora più alto di quello che lo era prima della crisi, la disoccupazione è al 21% totale, ma molto più altra tra i giovani. La Grecia ha diminuito la disoccupazione, ma questo lo ha fatto dimezzando salari e facendo lavorare due persone per lo stesso salario. La Grecia ha dovuto vendere a enti staniere proprièta publica per avere aiuti. La situazione non è affatto più rosa, e una seconda esplosione sociale può succedere a ogni momento. Niente è stato risolto, se non la sottomissone dei Greci ai dictat della BCE. Tutto questo perchè la Grecia, come l'Italia, non ha più la sua moneta, e la capitalizzazione del debito risulta in interessi sul capitale di prestito che volano verso i paesi più ricchi, invece di essee ricircolati nell'economia Greca. La Grecia ha più debiti di prima, non meno di prima, e si è piegata per ora al ricatto dei più forti.

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Sab, 15/09/2018 - 16:52

Egregio direttore, perché non sempre così pacato e lucido? Delle volte è veramente patetico... necessità di bottega? Detto questo, lasci pure stare Putin o Trump, il nostro guaio economico è tutta farina del nostro sacco. Questi ultimi cialtroni sono solo gli ultimi in ordine di tempo, ma sono i peggiori. Lo sa perché? perché sono imprevedibili, quello che dicono ora non è più vero tra un'ora. Quei balzi in avanti dei giorni scorsi, così deleteri e così ignorati, ci sono costati oltre 5 miliardi di Euro. Poi sono ritornati sui loro passi con dichiarazioni tutto zucchero e miele, buoni propositi ai quali nessuno crede da noi, figuriamoci all'estero e tra gli investitori... Ecco che cosa preoccupa draghi e non solo lui.

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Sab, 15/09/2018 - 16:58

@mauriziogiuntoli... Egregio, sono d'accordo nel modo più completo, ma come uscirne? Sembrerebbe facile la risposta: con il voto. Ovvero portando a votare tutti quelli che non lo fanno. Ma come li si può convincere se uno che ha votato CDX per il suo programma con successo, poi si ritrova al governo con quelli che hanno perso? Non importa che ilM5stelle fosse il primo partito, contava quelli che hanno preso più voti... Se si è atteso tanto per promulgare una legge elettorale capace di superare il tripartitismo per poi vedere che basta che una parte di uno di questi tradisca per governare insieme ai perdenti, quale iniezione di fiducia verso l'elettorato del vero partito più numeroso: quello dei non votanti.

VittorioMar

Sab, 15/09/2018 - 17:27

...DIRETTORE,restiamo timorati solo dalla collera di "DIO" non di un' uomo ,che come tanti altri definiti Esperti Economisti , dovrebbe scendere dalla cattedra !!

Ritratto di MaddyOk

MaddyOk

Sab, 15/09/2018 - 18:18

Il governo ha già detto e ri-detto che non ci saranno manovre azzardate, chi gufa in realtà cerca di far fuori il governo in vista delle elezioni europee del 2019. -Italia? No è la Francia il Paese più indebitato dell'area Euro -ilsole24ore.com- 31 agosto 2017

Luigi Farinelli

Sab, 15/09/2018 - 19:06

@ Mona. 15:42. Mi trovo d'accordo con lei e contro l'impostazione dell'articolo. La Grecia, pur non essendo esente da colpe (il paragone con l'Italia non regge) è stata semplicemente stuprata dalla Troika e non ha più neanche gli occhi per piangere. Ma guai mettere in evidenza le colpe di questo infame carrozzone pomposamente definito "Unione" pienamente responsabile dell'imposizione di politiche agganciate a parametri demenziali (per es., il famigerato 3% Debito/PIL ha una genesi da barzelletta, deciso senza calcoli di alcun tipo sotto Mitterand e adottato da Maastricht ad occhi chiusi). Subire solo politiche di austerità per fare gli interessi della Germania col complesso di Weimar è un'altra delle follie europeiste il cui elenco è ormai troppo lungo per dare ancora credito a questo bengodi della globalizzazione "progressista" avversato da sempre più persone in Italia, in Europa e nel mondo, piaccia o no a Draghi e alla finanza "creativa".

Luigi Farinelli

Sab, 15/09/2018 - 19:07

@ Mona. 15:42. Mi trovo d'accordo con lei e contro l'impostazione dell'articolo. La Grecia, pur non essendo esente da colpe (il paragone con l'Italia non regge) è stata semplicemente stuprata dalla Troika e non ha più neanche gli occhi per piangere. Ma guai mettere in evidenza le colpe di questo infame carrozzone pomposamente definito "Unione" pienamente responsabile dell'imposizione di politiche agganciate a parametri demenziali (per es., il famigerato 3% Debito/PIL ha una genesi da barzelletta, deciso senza calcoli di alcun tipo sotto Mitterand e adottato da Maastricht ad occhi chiusi). Subire solo politiche di austerità per fare gli interessi della Germania col complesso di Weimar è un'altra delle follie europeiste il cui elenco è ormai troppo lungo per dare ancora credito a questo bengodi della globalizzazione "progressista" avversato da sempre più persone in Italia, in Europa e nel mondo, piaccia o no a Draghi e alla finanza "creativa".

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Sab, 15/09/2018 - 23:43

La Grecia si fermó sull´orlo del baratro ... L´Italia sprofonderá nel baratro ... Sará durissima ma a questo paese le servirá !

Ritratto di pinox

pinox

Sab, 15/09/2018 - 23:44

la grecia non è stata distrutta da manovre economiche spericolate, ma dalla Ue.

Pigi

Sab, 15/09/2018 - 23:47

L'Italia in questo momento ha un avanzo della bilancia commerciale e ha visto incrementare il turismo. Gli investitori in pratica sono le banche degli altri paesi europei che detengono una parte minoritaria del nostro debito pubblico. Altri paesi europei, come la Francia, sono molto più esposti finanziariamente verso l'estero, ma evidentemente gli accordi politici sono di permettere di continuare a indebitarsi. Per noi questo non vale, ma allora cha ci stiamo a che fare nell'euro? Dobbiamo tenerci pronti a uscirne, come avevamo fatto nel 1992 con lo SME, con un ritardo che ci ha portato a perdere 17 mila miliardi.

Liberoita2018

Sab, 15/09/2018 - 23:52

Ma che articolo fazioso contro il nostro Salvini! Draghi deve difendere l'Italia perché se no ce ne andiamo dall'Europa e riprendiamo le lire. Io ne ho conservate un po' perché so che torneranno.. Salvini ce l'hai promesso! Non mangiarti le tue promesse che ne hai fatte tante! È arrivato il momento di confermarle e la mia lista é ancora intonsa! Dai muoviti!

asalvadore@gmail.com

Sab, 15/09/2018 - 23:56

E un avvertimento serissimo che se il governo non smette di giocare con ridicole promesse elettirali non si mette a realizzare la Spending Review e sfrondare la macchina burocretica l'eccesso di leggi e norme innecessarie che scoraggiano investimenti, che ridisegni il sistema educativo per farlo piu adatto ai bisogni della tecnologia ruducendo il numero di lauree e di universitá per farepiu ricerca. Deve sapere che se non si crea un clima di fiducia non c'é investimento. Bisogna separarecarriere nella giustizia e far si che l'esecutivo possa nominare i procuratori come succede in Francia e negli Stai Uniti.. Línvestmento chiede cama e sicurezza, odia la intraquillitá.

asalvadore@gmail.com

Dom, 16/09/2018 - 00:02

Per chi non capisce, quello di Draghi é in veritá un SOS per l'Italia. Il M5S é tutto meno quello che l?Italia necessita. non v'é piu tempo Salvini deve uscire dal governo e far sciogliere le camere per andare a nuove elezioni.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Dom, 16/09/2018 - 00:05

la Grecia nel baratro c'è caduta ed è tuttora sfracellata sul fondo. avrebbe dovuto, semplicemente, uscire dall'euro, come dobbiamo fare noi. è inutile cercare di impaurire la gente, non ci crede più nessuno a queste catastrofi. la catastrofe c'è se restiamo nell'euro (e nella UE e nella NATO)

Luigi Farinelli

Dom, 16/09/2018 - 00:51

Ma finiamola con questi allarmismi: per quanto ne dicano, il debito pubblico è stato assunto quale elemento di riferimento per giudicare la salute dell'Italia che però ha i fondamentali economici migliori di quelli di molti maestrini del nord, specie se, al debito pubblico, si amalgama quello privato (cittadini, banche, imprese). Lo stesso per debito implicito più esplicito; lo stesso per l'avanzo primario (unica nazione sempre in avanzo primario dal 1975, tranne il 2009). Il debito pubblico italiano è alto perchè il welfare è stato finanziato dallo Stato attraverso le sue imprese che valgono più del 50% del PIL ed è sostenibile, ALTRO CHE GRECIA! La sua economia è sana e FINIAMOLA DI DAR RETTA A QUESTI ALLARMISMI: i "Mercati" agiranno sempre e comunque per ridurre l'Italia alla LORO RAGIONE ed è ora che il popolo la finisca di essere massacrato da questa manica di farabutti.

gianrico45

Dom, 16/09/2018 - 01:12

Paragonate la Grecia all'Italia,ma con tutto il rispetto per la Grecia che è stata la culla della nostra cultura,economicamente rispetto a noi e come la formica con l'elefante.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 16/09/2018 - 01:19

Mi pare di intuire una sorta di rassegnazione, il timore che sia in arrivo il "peggio del peggio", senza speranze neppure per un "discreto" futuro. Forse sono io che non so leggere. Domani, a mentre fresca, rileggerò. Intanto mi sognerò Di Maio ed il reddito di cittadinanza, destinato ad arrotondare le mensilità percepite da oltre 700mila persone che lavorano in nero.

SpellStone

Dom, 16/09/2018 - 02:08

NON SVENDEREMO LA NOSTRA LIBERTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

Klotz1960

Dom, 16/09/2018 - 02:34

Analisi quanto mai superficiale. Paghiamo per mantenere un Governo non eletto - la Commissione UE - ed il livello di oppressione ed intromissione e' infinitamente piu' alto di quando dipendevamo solo dagli USA. Non c'e' proprio paragone. La Commissione UE vuole creare un vero e proprio Impero e non vuole minimamente retrocedere, a costo di portare all'instabilita' tutto il continente. Abbiamo creato un vero e proprio mostro, a partire dalla confugurazione giuridica che concentra in un solo organo poteri legislativi ed esecutivi. Un mostro che non accetta alcuna limitazione o revisione de suoi scandalosi poteri, e che dovra' essere costretto a fare marcia indietro dal consenso popolare.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Dom, 16/09/2018 - 02:37

MArio Draghi conosce meglio Goldman Sachs dell'Italia e il parallelo con la Grecia che Lei fa Direttore è una acrobazia retorica più falsa che degna perché dire "siamo come la Grecia perché siamo indebitati come lei all'epoca della crisi greca" è completamente falso. La Grecia non aveva certo la nostra produzione industriale oppur ele nostre esportazioni .

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Dom, 16/09/2018 - 02:40

Noi leghisti lo avevamo detto in tempo non sospetti , è partita la campagna mediatica del "BARATRO" , "FATE PRESTO" , basata su delle menzogne relativa alla situazione economica italiana che non sta precipitando e che non è mai stata come quella greca. Semmai la novità è che la GERMANIA non sta andando cosi bene come la nomenclatura UE vorrebbe. In merito al "salvataggio" della Grecia , parliamone, in Grecia sono stati ROVINATI dalla UE non salvati !

Popi46

Dom, 16/09/2018 - 06:13

La “globalizzazione” ha rivoluzionato le carte in tavola, oggi il potere economico è nelle mani di colossi finanziari che agiscono su misure di grandezza continentali, USA-Canada, Sudamerica,Africa, Cina, Europa (con la Russia?). I singoli Stati nazionali non hanno più peso effettivo, fatta forse eccezione per gli USA ,che potrebbero avere la forza di essere autarchici. L’Italia, a guardare il mappamondo, è solo uno sputacchietto.... dove pensano di andare questi signori senza l’UE? E l’UE ha le sue regole, un tempo sottoscritte.....

MASSIMOFIRENZE63

Dom, 16/09/2018 - 07:17

Per salvare l'Italia ci vorrebbe un governo che impone l'austerity, che ci fa lavorare anche la notte e che manda la gente in pensione a 80 anni. Ma un governo del genere non lo voterebbe nessuno e pertanto non andrà mai al potere. Ergo, l'Italia verrà travolta dal suo stesso debito pubblico, e l'attuale governo giallo-verde ha accelerato questa triste fine.

gabriel maria

Dom, 16/09/2018 - 07:44

non sono d'accordo......Draghi lo sa meglio di me fa i suoi interessi e basta.Tsipras non è nazional-popolare ma è comunista,paragonabile in Italia a Potere al Popolo.Mi spiace che per difendere chi la paga lei caro direttore .......abbia staccato le connessioni neuronali.....peccato! una volta sapeva scrivere.....

mila

Dom, 16/09/2018 - 07:59

@ stefano -Ma la UE, come padrone, non e' certo meglio degli USA.

INGVDI

Dom, 16/09/2018 - 08:30

Inutile lamentarci, è decrescita felice voluta e attuata dai pentastellati. I 5s hanno in mano il governo e decidono loro su economia, lavoro, sociale. Hanno messo all'angolo Salvini con il suo giocattolo immigrazione, è importante che non si intrometta e interferisca sugli altri temi. Il leghista non riesce neanche a fare il ministro degli interni, occupato com'è a mantenere ed aumentare il consenso. Questo non è governare. Siamo nelle mani di irresponsabili ed il destino è ormai segnato: Grecia.

VittorioMar

Dom, 16/09/2018 - 09:38

...e che ci vuole ad organizzare un 11 Settembre FINANZIARIO ??...se non è Terrorismo Questo cosa è....!!

Mborsa

Dom, 16/09/2018 - 09:54

USA e Russia non amano l'Europa come rivale politico ed economico, come non amano la Cina. Però leggere in chiave geo-politica l'avvertimento di Draghi é una fuga dalla realtà: non è nelle sue funzioni, e non possiede i mezzi per contrastare una simile ipotesi. Io penso che semplicemente volesse dare una mano alla linea più ortodossa di Tria, ricordare che il QE finisce e l'anno prossimo non potrà fare nessuna politica monetaria. Ha ragione Savona, ha fatto più di quanto un rigorista (Weidmann) avrebbe fatto con i poteri della BCE, ha consentito di guadagnare tempo ai paesi in difficoltà, ma nuovi poteri dovrebbero essere attribuiti alla BCE per fare davvero come la FED.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Dom, 16/09/2018 - 11:08

Non mi viene in mente altro che dire che l'uomo quando è sempre onorato non capisce, è simile alle bestie selvatiche che scompariranno. Gli applausi, gli scenari, le continue discussioni e parole e i sondaggi favorevoli sono tutti elementi che disturbano il cammino. Forza Italia e shalòm.

Ritratto di elkid

elkid

Dom, 16/09/2018 - 11:17

-è vero-se l'europa unita funzionasse veramente sarebbe una spina nel fianco da un punto di vista economico sia dell'america sia della russia-e poichè ognuno gioca la propria partita sia putin che trump fanno il tifo perchè l'ue esploda puntando sugli enormi difetti che non la fanno funzionare bene-i sovranisti italici ed europei che si fanno i selfie in piazza rossa piuttosto che con bannon non sanno di essere usati e manipolati-bannon e trump hanno esultato dopo la brexit per esempio-bisogna ripartire da schengen e da lì ricostruire-ogni volta che un politico europeo parla di un esercito europeo trump e putler vanno in fibrillazione-la nato per esempio diventerebbe obsoleta ed il risparmio europeo grandioso-ricordiamoci che con l'europa unita non abbiamo patito più guerre da dopo il secondo conflitto ed il muro di berlino è cascato grazie all'eu-morale della fiaba-i sovranisti sono ciechi e sordi-non è abbattendo l'unione europea che miglioreranno le cose-swag

morello

Dom, 16/09/2018 - 11:21

Sig Farinelli, la prego la smetta lei di attaccarsi sui vetri dei fondamentali ,sulle " assurde " ( per lei ) regole della UE e dei "mercati " etc . La vuol capire che abbiamo un debito che non riusciamo a restituire semplicemente perche' NON vogliamo smettere di spendere e NON vogliamo ridurre le spese? O pensa che i risparmi degli italiani siano nella disponibilità del governo e possano servire a coprire questo debito ? Pensa veramente che i risparmiatori italiani o esteri che siano ,siano disponibili ad investire i loro risparmi nei BOT di una nazione spendacciona ? Dagli attuali governanti si sente parlare solo di spese : flat .reddito,pensione di cittadinanza ,riduzione Fornero,assunzioni statali, nazionalizzazioni etc, nessuno che proponga una riduzione di spesa .... E lei se la prende con la UE?

CALISESI MAURO

Dom, 16/09/2018 - 13:36

Brutto articolo , tzipras si era gia' venduto prima delle elezioni serviva a veicolare la vagabo...e dei greci, Draghi e' quello del Britannia e non e' un amico dell'Italia, il debito sovrano italiano al momento e' di 350 mld ( in calo ) del totale. Gli Italiani hanno in asset debito sovrano estero per 700 mld, gli italiani hanno liquidita' nelle banche Italiche di 1800 miliardi.. l'Italia ha 3000 tonnellate di oro ( terza nazione al mondo ), L'Italia ha al governo gente un po inesperta, ma perbene e non traditori. La Lega e' gia' il primo partito e arrivera' in primavera al 40%. Draghi se ne puo' stare nel nord europa.. il QE non sara' chiuso, perche' le banche tesdesche e francesi sono esposte con quelle spagnole , che sono espose on la turchia per 80 mld.. cioe, sono in fallimento tutti!

stefano_

Dom, 16/09/2018 - 17:23

x i censori di qua sopra: mi avete cancellato un commento non elogiativo di questo Draghi descritto invece qua sopra come un salvatore della patria. Ora la censura contagia anche questo giornale se si esprimono opinioni non gradite?

stefano_

Dom, 16/09/2018 - 17:37

@mila @ stefano -Ma la UE, come padrone, non e' certo meglio degli USA." Voi vi illudete! Trump e gli Usa sono peggiori della merkel! Sono gli Usa che, con tutte le loro guerre in Medioriente, hanno alimentato in gran parte i flussi migratori che tanto ci fanno incazzare! Gli usa, con trump, si stanno preparando ad altre guerre forse anche a uno scontro diretto con russia e/o cina e noi ne verremo coinvolti sia che restiamo con la ue sia se passiamo sotto trump. Trump, tramite anche l'italia coi 5s, vuole riportare l'europa e la stessa germania sotto il suo totale controllo proprio per meglio fare le guerre che ha in mente. Noi dobbiamo staccarci sia dalla ue che dalla nato-Usa, essere neutrali! Anche a costo di fare inizialmente dei sacrifici ed essere bombardati dallo spread. Ma tanto sono sicuro che questo non avverrà perché non abbiamo delle forze politiche degne dei compiti che dovremmo porci.

stefano_

Dom, 16/09/2018 - 17:39

Draghi è uno dei peggiori nemici dell'italia...è stato a suo tempo su quel panfilo Britannia in cui lui e altri dello stesso stampo decisero le strategie per distruggere questo paese! Ora ci mette in guardia solo da altre porcherie che lui e altri come lui hanno in mente se non ci pieghiamo ai loro diktat. Questo è Draghi!

ohibò44

Dom, 16/09/2018 - 18:01

“E più precisamente, Putin e Trump …. c'è il loro zampino, più o meno occulto, nella crescita di movimenti che tendono a disgregare l'unione del vecchio continente … concorrente fastidioso?” Si chiama globalizzazione finanziaria, oggi basta far deragliare il flusso dei capitali per destabilizzare l’avversario, che una volta si chiamava nemico e si combatteva con le armi.

Liberoita2018

Dom, 16/09/2018 - 19:22

Per stefano_. Non meravigliarti della censura, sono in doppia cifra solo perché avanzo dei dubbi.. E me li approvano dopo ore.. Ma come si fa? Non mettete zona commenti ma bacheca.. È impossibile stabilire discussione se pubblicano i commenti dopo così tanto tempo

morello

Dom, 16/09/2018 - 21:11

Caro sig Draghi , Signori della UE, investitori e risparmiatori tutti ( mercati ), ma di cosa vi state preoccupando, cosa temete ? Ascoltate il Sg.CALISESI MAURO , non c'è nessun motivo di allarme ! La copertura del nostro debito di 2.350 mdi è piu' che garantita: ci sono ben 1800 mdi cui i nostri concittadini sono pronti rinunciare cosi' come hanno fatto anni addietro donando il proprio " ORO alla Patria " e ci sono altri ben 100 mdi di riserve auree ( ho tradotto le 3000 tonnellate menzionate )! Percio' non abbiate incertezze , coprite le nostre prossime spese senza alcuna ansia , ma con la certezza che qui , al governo ,oggi c'è gente onesta, non i soliti ladroni!Ancora una preghiera: prendete tutti esempio dal Sig CARLISESI MAURO, investite tutti i vostri risparmi ,quelli della vostra famiglia e dei parenti della sposa in BOT !

CALISESI MAURO

Dom, 16/09/2018 - 22:17

Per completare il mio post sopra..... gli Italiani hanno il 16% del debito sovrano francese, hanno un attivo della bilancia dei pagamenti che va da 40 a 70 mld di euro.. ( vero che i cinesi spediscono un 20 mld all'anno in cina, bisogna chiudere i money transfer SUBITO capisc che i cinesi diano lavoro agli Italiani e siano i primi contribuenti:))), probabilmente nei paradisi fiscali ci sono dagli 800 ai 1000 mld in valute forti.. che con una nazione normale potrebbero tornare in Italia. Quest'anno i gialloverdi devono solo far partire il treno.. dal prossimo anno tagli a 360 gradi e far pedalare le risorse.LItalia e' stata depredata dai nostri partners con connivenze interne, ma e' ancora ricca e puo' far fronte al 15% del suo debito in mani estere. Dal 2020 tuttavia dovra' stampare la moneta tramite il suo Tesoro, a casa gli usurai

morello

Dom, 16/09/2018 - 23:54

Caro sig Draghi , cara UE, cari investitori e risparmiatori tutti, ma di cosa vi state preoccupando, cosa temete ? Ascoltate il Sg.CALISESI MAURO , non c'è nessun motivo di allarme ! La copertura del nostro debito di 2.350 mdi è piu' che garantita: ci sono ben 1800 mdi cui i nostri concittadini sono pronti rinunciare cosi' come hanno fatto anni addietro donando il proprio " ORO alla Patria " e ci sono altri ben 100 mdi di riserve auree ( ho tradotto le 3000 tonnellate menzionate )! Percio' non abbiate incertezze , coprite le nostre prossime spese senza alcuna ansia , ma con la certezza che qui , al governo ,oggi c'è gente onesta, non i soliti ladroni!Ancora una preghiera: prendete tutti esempio dal Sig CARLISESI MAURO, investite tutti i vostri risparmi ,quelli della vostra famiglia e dei parenti della sposa in BOT !

mich123

Lun, 17/09/2018 - 02:07

Imperativo categorico: normalizzare il debito. Normalizzare il debito? Non ci sono riusciti quarant'anni di governi tradizionali con le loro prestigiose icone economiche, molte delle quali venerate proprio da Mattarella e adesso volete che ci riescano grillini e leghisti? Veramente, quando vi fa comodo vi attaccate anche al tram (cioé i barbari). Non succederà. Perché per leghisti e grillini su cento priorità quella del debito é la novantanovesima.

brunog

Lun, 17/09/2018 - 06:17

Direttore , Draghi dovrebbe essere indagato perche' quando era al Tesoro, se ricordo bene, ha accettato derivati nel nostro debito pubblico che bisogna pagare. Se ci fosse un giudice onesto da qualche parte dovrebbe indagare. L'Italia quando si e' affidata alla Germania ha sempre avuto danni, negli anni 40 e negli anni dell'Euro. Non e' un mistero che questa Europa sia guardata con sospetto dall'Est Europa, la Russia in primis, e dagli americani con gli inglesi al traino. L'Europa unita serviva come interlucutore unico durante la guerra fredda, adesso non piu'. Poi gli USA avranno la Cina come controparte fra qualche anno, un'Europa germanizzata non rientra nei piani. Di come funziona l'Unione Europea la Grecia e' il classico esempio e di come il governo Monti ha "sistemato" l'Italia.

nopolcorrect

Lun, 17/09/2018 - 09:53

Sono stato recentemente in Belgio e ho visto molti turisti spagnoli, più degli Italiani: un chiaro segno che oggi gli Spagnoli hanno più soldi degli Italiani per fare i turisti: ecco la differenza di spread fra Spagna e Italia visto nelle strade di Bruxelles e Bruges.

peter46

Lun, 17/09/2018 - 11:08

giacchè non a tutti è stato permesso poter commentare su queste sue considerazioni...le anticipo il mio pensiero sul prossimo non ancora 'in onda':si va a votare a favore di un partito in cui si crede e non si va a mettere contemporaneamente alcun 'giudizio' negativo su altro partito,pena l'annullamento della scheda su cui si è espresso il giudizio al proprio partito.

Duka

Lun, 17/09/2018 - 11:39

@mauriziogiuntoli: E' così PERFETTO!!!

Duka

Lun, 17/09/2018 - 11:54

Anche In risposta ai molti che scrivono parole di buonsenso e con i quali sono perfettamente d'accordo. Il problema lo si riassume in due parole: MANCANZA DI FIDUCIA. Questa vale per tutti i moltissimi non votanti italiani e altrettanti stranieri che se ne guardano bene dall'investire in questo paese. E' vero anche che la Grecia è al palo, o meglio è peggio di prima ma non si possono fare paragoni con l'Italia. Come uscirne? secondo me solamente con il ritorno alle urne SUBITO con una semplice REGOLA che tutti dovranno accettare: GOVERNA CHI AVRA' IL MAGGIOR NUMERO DI SUFFRAGI.

Masci gina

Lun, 17/09/2018 - 12:03

Caro Direttore, mi complimento per il suo articolo su Mario Draghi e per la sua giravolta da buon trapezista. Nella sua vita di giornalista non ha fatto altro che massacrare Draghi e i suoi mentori ad iniziare da Ciampi per essere,Draghi, e per essere stato Ciampi, degli schiavi al servizio di chissa' quale potere oscuro (vedi Goldman Suchs). Adesso constato con mia sorpresa che come qualsiasi persona dalla faccia di bronzo, lo riabilita (Draghi) mettendo sul chi va la Matteo Salvini. E' proprio vero: non e' mai troppo tardi.

GioZ

Lun, 17/09/2018 - 15:34

Direttore per carità, lei sicuramente è informato meglio di me, ma per quanto rigurda la Grecia: dopo essere arrivati in fondo che più in fondo non si può, si può soltanto risalire, ma a che prezzo! Aziende, industrie, strutture turistiche greche sono state acquistate o acquisite da Germania e Francia, ed anche intere isole; i debiti che stanno "risollevando" la Grecia sono stati studiati per renderla sottomessa all'Europa per sempre e senza speranza di ulteriori "sommosse". Persa ogni identità nazionale, si consola con la propria storia, ma meglio sarebbe stato sopportare e rendersi libera dalla gabbia dalla quale, ormai, non uscirà mai più.