"Che sia un momento di gioia": lo scontrino al reparto di oncologia

Un messaggio speciale per dei bimbi che combattono tutti i giorni contro il cancro nel reparto di oncologia di Napoli

Un messaggio speciale per dei bimbi che combattono tutti i giorni contro il cancro nel reparto di oncologia. Questa è una storia che arriva da Napoli. Al Vecchio Policlino qualche sera fa è stata organizzata una cena dall'Associazione Diamo una mano Onlus. Il tutto per rendere meno difficile la degenza dei bambini ricoverati. Dopo qualche minuto è stato scelto il menù. Uno dei bimbi ha consigliato di ordinare alcuni panini in una paninoteca del Vomero. Quando Viviana, una delle ragazze che era presente in reparto e che ha ritirato i pacchetti con la cena, non ha creduto ai suoi occhi quando ha letto cosa c'era scritto sullo scontrino. Un messaggio dolcissimo da parte dello staff del Puok Burger, la paninoteca dove sono stati ordinati i panini. “Che sia un momento di gioia. Staff Puok”, questo il messaggio sulla ricevuta. E così immediatamente l'associazione ha raccontato tutto con un post su Facebook: "Arriva Vivi, con buste piene zeppe di panini, patatine, salse di tutti i tipi, e ci dà un bigliettino (quello in foto), ci siamo emozionati tutti – si legge in un post pubblicato ieri sulla pagina Facebook dell’associazione –. Ma non perché non ci abbia fatto pagare nemmeno un euro, o perché ci abbia mandato il doppio di quello che avevamo richiesto, ma per il modo e soprattutto l'amore in cui quel gesto è stato fatto!".

Commenti
Ritratto di pao58

pao58

Ven, 30/06/2017 - 17:37

Bravi ragazzi... Se poi, magari, per rispettare la privacy di chi ha fatto un gesto così dolce avessero evitato di dire il nome del locale sarebbe stato ancor più bello... Paolo

Ritratto di lucabilly

lucabilly

Ven, 30/06/2017 - 17:45

Mi inchino davanti al gesto umano dei ristoratori. Prego per questi bambini sofferenti.

mariod6

Ven, 30/06/2017 - 23:22

Nome o non nome, è un gesto meraviglioso, sia per i bimbi che per i loro parenti. Che sia un augurio di guarigione e di speranza. Queste piccole vittime ne hanno bisogno. Peccato che lo stato spenda miliardi per mantenere i parassiti e non aiuti queste nostre vittime a superare la disgrazia che le ha colpite !!!!

Italiano-

Sab, 01/07/2017 - 01:34

Amore.

volo_basso

Sab, 01/07/2017 - 04:25

Che non nascano complicazioni riguardo lo scontrino uscito dal locale, in quanto negli ultimi anni, i giustizieri sono alle soglie.

amicomuffo

Sab, 01/07/2017 - 07:04

Napoli è anche questa....

cgf

Sab, 01/07/2017 - 09:09

Si emozioneranno anche quelli delle Imposte? Per loro la probabile evasione, nel caso non abbiano fatto auto fattura per autoconsumo, è un reato da punire col massimo della pena, pensare che ogni giorno tantissimi di loro si danno minuti, anche ore, di AUTOpermessi retribuiti senza che vengano "conteggiati" Quella invece sarebbe FRODE/TRUFFA reato per il quale dovrebbero perdere il proprio lavoro presso lo Stato

cgf

Sab, 01/07/2017 - 10:00

@volo_basso pensato e scritto stessa cosa..