Milano, nuovo blitz anti-Foibe

Nuovo sfregio alla memoria della popolazione italiana d’Istria, Dalmazia e Venezia Giulia: nell’hinterland milanese viene sfregiata la targa del “Giardino dedicato alle Vittime delle Foibe”

Nuovo sfregio al ricordo dei tragici fatti del confine orientale dove, durante la Seconda Guerra Mondiale, la popolazione italiana d’Istria, Dalmazia e Venezia Giulia venne massacrata dalle milizie jugoslave del maresciallo Tito. La denuncia arriva dall’hinterland milanese, per la precisione da Cinisello Balsamo, dove è stata vandalizzato il cartello in memoria delle vittime delle Foibe, recante la scritta “Giardino dedicato alle Vittime delle Foibe”, che si trova in piazza Italia. Al posto della scritta “Foibe”, cancellata con la vernice spray rossa, è comparso il simbolo della falce e martello.

A render ancora più cupa la vicenda è la storia di questa insegna, figlia di richieste, interrogazioni comunali e ordini del giorno che fanno breccia solo nel febbraio di quest’anno. La targa ha pochi mesi di vita ed è già stata deturpata. Tra i primi commenti quello del consigliere comunale Giuseppe Berlino, della lista civica “La Tua Città”. “Falce e martello, quanto poco cervello. Sono bastati pochi mesi e alcune menti eccelse dei compagni cittadini hanno pensato bene di rovinare e imbrattare con vernice rossa quella targa, firmandosi con tanto di falce e martello”, ha dichiarato Berlino.

Dura anche l’accusa del “Comitato 10 Febbraio”, realtà nata sull’onda della legge del 30 marzo 2004 n. 92 che istituisce “Il Giorno del Ricordo”. “La stupidità di questi fatti e delle posizioni giustificazioniste o negazioniste che ispirano i gesti vili di ignoranti e vigliacchi sono qualcosa a cui non dobbiamo abituarci”, spiega il vice presidente nazionale Emanuele Marlino a Il Giornale. “Quello che chiediamo – prosegue Merlino - è che le amministrazioni, le scuole e gli organi d’informazione lancino una campagna d’informazione rivolta alle generazioni più giovani in tutta Italia. Conferenze, mostre, spettacoli. Non solo nel periodo del 10 febbraio ma durante tutto l’anno”.

Purtroppo, quello di Cinisello, non è un gesto isolato. In tutta la Penisola, nel corso degli anni, si sono verificati analoghi episodi di intolleranza politica. Tra i precedenti più oltraggiosi, nel 2014, c’è quello di Tor Marancia, a Roma. Sul muro della Capitale appare, a caratteri cubitali, la scritta “Sesso, Foibe e rock‘n’roll” firmata – anche in quel caso – con la falce e martello. In quell’occasione, l’amministrazione capitolina, guidata dall’ex sindaco Ignazio Marino, predispose l’intervento immediato degli agenti della Pics di Roma Capitale incaricati di rimuovere lo slogan. Tuttavia, proprio negli stessi giorni, sempre all’amministrazione romana è da ascrivere il tentativo di eliminare i finanziamenti per il “Viaggio della Memoria” in Istria e Dalmazia.

Commenti

killkoms

Lun, 10/10/2016 - 18:24

ora e sempre comunisti di emme!

Cheyenne

Lun, 10/10/2016 - 18:49

l'italia è un paese pieno di imbecilli che meriterebbero di essere infoibati

LAC

Lun, 10/10/2016 - 18:56

La mamma dei cxxxxxi rimane sempre pregna.

Anonimo (non verificato)

fifaus

Lun, 10/10/2016 - 19:13

idioti e vigliacchi

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Lun, 10/10/2016 - 19:13

Non sorprende. Dal 1945 in poi la prassi gramsciana di occupare la scuola e fornire la medicina loro via i media ha dato ottimi risultati. Non so quanto ci vorrà per normalizzare questo paese. Do un esempio illuminante. I soldati del Regno delle 2 Sicilie che non accettarono di entrare a far parte dell'Esercito Italiano furono deportati a Fenstrelle, sulle colline piemontesi, pochi sopravissero, ed erano migliaia http://cronologia.leonardo.it/storia/a1863b.htm Qualche anno fa una commissione studiò il tema e accettò di mettere sul muro del Castello una targa in memoria di quei soldati non traditori della loro patria. Qualche tempo dopo la targa fu deturpata come questa delle foibe. Tale targa è adesso all'internio del forte. Interessante che su Fenestrelle Wikipedia non dice che servi come carcere a tali soldati https://it.wikipedia.org/wiki/Forte_di_Fenestrelle

27Adriano

Lun, 10/10/2016 - 19:15

Made in PD! (partito comunista, centri sociali, anarchici, collettivi, Magistrati rossi, CGIL e brigatisti vari).

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 10/10/2016 - 19:16

Guarda che bella falce e martello che hanno fatto sul cartellone. E poi ti insultano come antiquato se ricordi loro questo simbolo. Loro stessi dicono che non esiste più da decenni, ma i loro amici minchioni continuano a stamparlo in tutte le salse, e loro stessi gli danno pure ragione. Pure ipocriti sono. Sinceri mai. E' nel loro dna.

ziobeppe1951

Lun, 10/10/2016 - 19:21

Le pantegane rosse vanno lavate col lanciafiamme!!

Ritratto di ezekiel

ezekiel

Lun, 10/10/2016 - 19:21

elkid e compagni sono in gita al lago.

linea56

Lun, 10/10/2016 - 19:29

Dubito che cio' che scrivero' sara' pubblicato cio'nonostante ai cessi che hanno imbrattato la targa consiglierei un medico che li salvera' dalla loro merdaggine. Comunisti chiaviche il dottor JOSEF MENGELE e' la cura giusta per voi. Giuseppe

FRANZJOSEFVONOS...

Lun, 10/10/2016 - 19:38

QUESTI BASTARDI ORA SONO CONTRO LE FOOIBE CHIARO ESEMPIO PALESE DI PROVE DOCUMENTATA DI MASSACRO DEL COMUNISMO PRIMA, ORA PD CON I LORO ALLEATI CATTOCOMUNISTI. POI VOGLIANO, OLTRE CERCARE DI NASCONDERE LA STRAGE DI BAMBINI, PER POCO NON AMMAZZAVANO LA FAMIGLIA DI SERGIO ENDRIGO CHE E' RIUSCITA A SCAPPARE VEDASI CANZONE 1947. NON DIMENTICHIAMOCI ANCHE CHE CERCANO DI CANCELLARE VIE E CITTA' DI EROI ITALIANI DI GUERRA. RONCHI DEI LEGIONARI ED ALTRI NOMI. LURIDI CESSI. COLPEVOLI SONO GLI ITALIANI, MA SE PERFINO L'ULTRA COMUNISTA SERGIO ENDRIGO VI HA SBATTUTO IN FACCIA QUELLO CHE SIETE. SENTITE LA CANZONE DEL 1970 DAL TITOLO 1947. ORA LA COLPA E' DI BERLUSCONI O DELLA DESTRA?

FRANZJOSEFVONOS...

Lun, 10/10/2016 - 19:38

SERRACCHIANIS NON HAI NULLA DA DICHIARARE?

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 10/10/2016 - 19:42

MI SORGE IL DUBBIO CHE SIANO STATI DEI KOMUNISTARDI,FIGLI DI MADRE CERTA(S.O.B.) E DI PADRE NON IDENTIFICATO!!!

dakia

Lun, 10/10/2016 - 19:52

Non importa, basta la storia al posto di 4 delinquenti, quella non la potranno mai cancellare.

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Lun, 10/10/2016 - 19:59

Sono molte le generazioni di italiani che la storia l’hanno studiata con insegnanti comunisti, qualunque sia la sigla con cui si fanno individuare e su testi redatti da storici organici al «Partito».

Giacinto49

Lun, 10/10/2016 - 20:11

A conferma di quanto al "fetido cortile" poco importasse e poco importi delle vittime italiane (Via Rasella docet). Si prega di pubblicare.

Trinky

Lun, 10/10/2016 - 20:16

ma come......nessuno sciopero proclamato dai partigiani in segno di protesta? infami che non siete altro........

Ritratto di elio2

elio2

Lun, 10/10/2016 - 20:21

I decelebrati comunisti sono sempre all'opera.

Ritratto di moshe

moshe

Lun, 10/10/2016 - 20:23

... il marciume della sinistra è talmente putrido che non meraviglia nemmeno più!

Ritratto di Lissa

Lissa

Lun, 10/10/2016 - 20:25

La bestia rossa (il capo e la mummia stramaledetta) può cambiare nome, emblema, ma resta è rimarrà sempre una maledetta e criminale bestia rossa.

lorenzovan

Lun, 10/10/2016 - 20:26

troppi imbecilli a piede libero in italia...tra imbecilli bananas e imbecilli cocomeriotas-..non ci salviamo piu'

Linucs

Lun, 10/10/2016 - 20:41

Purtroppo i comunisti sono una razza a parte; il loro cervello funziona in modo diverso, sbagliato, e incompatibile con la civiltà.

Aristide56

Lun, 10/10/2016 - 20:45

veritiera la citazione del consigliere,purtroppo i falce e martello sono in tanti,e sono arrivati anche alla presidenza ,ricordiamoci della allucinante ammirazione di napolitano verso il dittatore sanguinario cambogiano.LE FOBIE nascondono tanto marciume crimini dei ns/compagni rossi ancora oggi i nipoti sinistri gettano sabbia

giovanni951

Lun, 10/10/2016 - 20:50

le solite zecche rosse

Ritratto di Inhocsignovinces

Inhocsignovinces

Lun, 10/10/2016 - 21:57

i soliti figli di banchieri integralisti

Ritratto di ezekiel

ezekiel

Lun, 10/10/2016 - 22:00

lorenzovan 20:26 - Guarda che non la dai da bere a nessuno con questo commento. Il tuo pelo rosso è e rosso rimane, anche se provi a tingerlo. E poi c'è la ricrescita che tradisce sempre. Dannata ricrescita!

Ritratto di brunoga

brunoga

Mar, 11/10/2016 - 02:08

La Mummia é dispersa in parlamento, Mummia! giustamente taci, ma nel tuo caso non basta essere Kkattolcomunisti per essere perdonato.

vottorio

Mar, 11/10/2016 - 05:26

questi miserabili appartenenti certamente alla serie dei "centri sociali" dove la delinquenza è pratica ordinaria sono gli eredi dei collaborazionisti al servizio di Tito e di quei partigiani comunisti che, dopo la fine della guerra, per ameno tre anni, hanno assassinato circa 50/mila italiani tra cui molte donne e bambini in tenera età.

routier

Mar, 11/10/2016 - 07:47

Chi non rispetta i morti è marcio dentro!