Ci hanno rotto (le pale)

«Ho visto il video del tuo disappunto sulle pale eoliche in Sicilia. Vorrei vedessi lo scempio in Irpinia, non si distingue un lembo di cielo». Così mi scrive un'amica dopo le mie imprecazioni per i nuovi impianti eolici annunciati in luoghi la cui integrità è un bene spirituale, prima che ambientale, al quale ci richiama invano l'articolo 9 della Costituzione. La perversione degli uomini e la forza della mafia sono riuscite a sconvolgere oltre ogni misura la creazione di Dio. Povero meridione! Vi sono 1.538 pale eoliche in Puglia; 1.498 in Sicilia; 1.000 in Campania. Perché solo dove domina la criminalità organizzata, e non in settentrione? Carlo Vulpio ha fatto una analisi spietata degli stupri in Basilicata: «Perché sulle Dolomiti trivenete non ci sono pale eoliche e sulle piccole Dolomiti lucane invece sì? Non per il vento, che in Basilicata è molto più debole e addirittura insufficiente. Non per la minore bellezza del paesaggio. Non per la morfologia delle montagne». Si tratta di una vera e propria trattativa tra lo Stato e la mafia. Sappiamo che per la piccolissima percentuale di energia prodotta dall'eolico (1,5 della produzione nazionale totale) lo Stato ha versato 1,7 miliardi di euro di sussidi nel 2017.

Cosa aspetta la magistratura a reagire? Oggi, finalmente, ha dato un segnale la Regione siciliana con una moratoria di 120 giorni che ha bloccato i nuovi parchi. In nome di Dio.

Commenti

AuguStarello

Gio, 03/05/2018 - 16:15

Era meglio l'articolo su Yvonne De Rosa...Sgarbi sei un poveraccio!

Zizzigo

Gio, 03/05/2018 - 17:08

Chiarissimo Dottore, come ha scoperto, l'ignoranza batte e abbatte qualunque barriera, specialmente quelle della ragione.

Rossana Rossi

Gio, 03/05/2018 - 17:08

E' tutto un magna magna, altro che Salvini qui ci vorrebbe un doppio manganello e vagoni di olio di ricino.........

PaolodC

Gio, 03/05/2018 - 17:29

Augustarello... che Sgarbi sia un poveraccio è tutto da dimostrare, sicuramente è meglio lui di tanti intellettualoidi italiani che vanno per la maggiore e che poi si rivelano pieni solo di aria e paglia. Poi, si sa, anche Sgarbi hai suoi difettucci, comunque chi non ne ha? Mi consenta in ogni caso di esprimerle la mia opinione sul suo post... CAPRA... CAPRA... CAPRA... CAPRA... CAPRA... CAPRA... ...

Ritratto di nutella59

nutella59

Gio, 03/05/2018 - 17:39

Il CO2 prodotto per costruire codesti mostri INUTILI è di gran lunga superiore a quello che gli stessi mostri prevengono de facto, visto che sono spesso rotti e la manutenzione causa altro CO2. Le pale eoliche dovrebbero chiamarsi PALLE eoliche: sono infatti una delle piú grandi BALLE mai inventate dai"progressisiti".

Nick2

Gio, 03/05/2018 - 18:09

Sgarbi, nella sua battaglia contro i mulini a vento, sembra attaccare la mafia, ma in realtà la riduce soltanto ad un’innocua organizzazione di malavitosi che controlla un migliaio di pale eoliche. La mafia è ben altra cosa, è la causa dell’arretratezza del nostro Paese, soprattutto del sud, della corruzione, della burocrazia, dell’evasione fiscale. La mafia è sempre stata protetta dallo Stato e, con il crollo della DC, ha trovato in chi noi ben conosciamo il suo principale referente. Purtroppo, un gran numero di italiani, irretiti da personaggi come Sgarbi e dalla disinformazione dei media berlusconiani, non se ne rendono conto. E ancora pensano che la destra al governo porterebbe cambiamenti a favore dei cittadini…

Ritratto di Angelo Rossini

Angelo Rossini

Gio, 03/05/2018 - 18:19

Quando Vittorio non ha argomenti, tira fuori le pale. Fuori d'Italia sono molti i paesi che le stanno installando poichè sono fonte di energia non inquinante come le centrali a carbone e petrolio e sono accettate dalla popolazione, specialmente nell'Europa settentrionale. E poi, per quanto conti il mio parere, la loro presenza e il movimento di quelle "eliche" trasmette allo spettatore una sorta di magia, direi quasi di astratta bellezza per un mezzo moderno che sta cambiando il nostro rapporto con la natura, come del resto è capitato nel corso dei secoli con l'intervento dell'uomo per il suo adattamento all'ambiente. Quindi, capre a parte, evviva questa invenzione.

Ritratto di Gisvelto

Gisvelto

Gio, 03/05/2018 - 19:18

Dedicato a quell' esercito di onnivore "CAPRE" - A parte lo scempio ambientale è da verificare la reale convenienza economica, degli impianti eolici; se a questi si aggiunge la colpevole demenza nella gestione della metanizzazione che violentando città e paesi ha distribuito vere bombe in ogni casa, c'è da dire che il tutto è frutto di una politica delinquenziale del piano energetico. Infatti un uso razionale del gas, con alcune centrali termoelettriche, avrebbe assicurato l'energia elettrica necessaria e distribuita capillarmente in assoluta sicurezza. Se ai fattori puramente tecnici si aggiunge la polverizzazione delle società di gestione, la quale, ha prodotto innumerevoli rivoli di costi aggiuntivi rendendo insostenibile il costo finale del servizio ove l'impatto della materia prima è all'incirca soltanto del 20%, il quadro "criminale" è completo.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 03/05/2018 - 19:28

Lì montano le pale. Altrove "aggiustano" strade a breve durata. Tanti furbi mangiano a spese dello stato ed a prezzi esorbitanti. La mafia "politico-industriale" impera nel bel paese ed a prezzi alti, per il loro benessere ed a spese nostre. Così é se vi pare

Ritratto di karmine56

karmine56

Gio, 03/05/2018 - 20:06

Mi dispiace Vittorio ma le preferisco al carbone ed al nucleare. P.S. Dove non c'è mafia(si fa per dire) non c'è neanche vento.

Giacinto49

Ven, 04/05/2018 - 08:25

Quando si parla di mafia dei colletti bianchi, non si dovrebbe dimenticarne le prime esponenti: LE BANCHE!!!

Riflessioni_de

Ven, 04/05/2018 - 11:09

Senz'altro le pale sono uno sfregio alla natura, ma e' disposto il signor Sgarbi a rinunciare alla mobilita' (nei prossimi anni le auto saranno elettriche !), al telefonino e a tutte le altre comodita' che anche lui dalla mattina alla sera usa in casa?

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Ven, 04/05/2018 - 12:03

Sgarbi ha ragione. Come spesso ha. Domanda: perché la magistratura non interviene pure sulla geo-ingegneria? Perché il ns. Vittorio non scrive una riga sulla geo-ingegneria?

GioZ

Ven, 04/05/2018 - 12:59

Brutte, rumorose, inutili, e anche costose per installazione e manutenzione. La resa in energia elettrica è ridicola. Perché si fanno? come dice lei, Sgarbi, per arricchire la mafia e i sindaci che acconsentono. Non dimentichiamo però che l'UE incoraggia questo tipo di installazioni e vi contribuisce economicamente. Addirittura li chiama "parchi eolici", come se si piantassero degli alberi.

kobler

Ven, 04/05/2018 - 13:56

Questo fa parte di quella politica pdiota che ha posto pali sulle energie alternative! Chi se non quel PD ha dato adito a tale scelleratezza? E ancora lo vogliono votare? Lo buttino in discarica che è il posto dove deve stare!

Agev

Ven, 04/05/2018 - 17:51

Le pale hanno proprio rotto. Non servono a nulla tranne che deturpare l'ambiente. Signori miei abbiamo già da tempo tutta la conoscenza e relativa tecnologia per avere energia infinita a costo zero... Solo che ci viene tenuta nascosta. E' l'energia del quantum fisico del punto Zero o fisica quantistica che può essere onda o particella. Tutto il resto è noia e menzogna. Gaetano

Mirko84

Sab, 05/05/2018 - 05:58

E le pale sono uno scempio, e i campi fotovoltaici son brutti, e il nucleare e' pericoloso, e le dighe rovinano il paesaggio... dobbiamo comprarci le biciclette con le dinamo e incominciare a pedalare?.... rendere il nostro paese energeticamente indipendente vi fa schifo?.. andiamo di Bicicletta e dinamo?..

Ritratto di scappato

scappato

Sab, 05/05/2018 - 07:24

L'UE le incoraggia? Appunto, si parlava di mafia.

gpl_srl@yahoo.it

Sab, 05/05/2018 - 11:47

di maio??degli interessi degli italiani se ne frega: a lui iteressano solo le poltrone, le sedie e gli sgabelli!

Ritratto di 1Bambinone

1Bambinone

Sab, 28/07/2018 - 20:46

La peggiore mafia sta proprio nell'elettronica, nei computers e nelle bande dei telefonini. Tutti in rete fanno finta di non accorgersi che i contabili fanno come gli pare e tassano gli imprenditori sui contributi operai senza uso di tabelle stampate dal governo. Dunque è frode ed è mafia. La stessa cosa è per le compagnie elettriche che fanno tanto le oneste ma non lo sono, sono mafia anche loro da quando hanno inserito contatori elettronici che usurpano 200 watt l'ora ai cittadini. Sarebbe come avere un'equipaggiamento acceso un'ora al giorno e che consuma 4800 watts. Perciò gli oneri di sistema diventano mafiosi e finiscono nelle loro tasche. Gli stessi codardi ne combinano di tutti i colori perchè permettono documenti falsi in forma elettronica mentre combattono i documenti cartacei veri.