Cina, sgombero coatto per 9mila abitanti. Disturberanno il telescopio

Sarà il più grande mai realizzato al mondo, ma subirebbe l'interferenza di onde elettromagnetiche

Meno di 2mila euro a testa per lasciare la propria casa. È quanto il governo cinese pagherà a oltre 9mila abitanti di una zona rurale della provincia di Guizhou per permettere la costruzione del più grande telescopio del mondo. Il Five hundred meter Aperture Spherical Telescope potrebbe individuare stelle pulsar finora sconosciute nella Via lattea, ma per riuscirci è necessario che nel raggio di 5 chilometri dalla sua posizione sia tutto deserto, così i 9.110 gli abitanti delle contee rurali di Pingtang e Luodian che dovranno dire addio alle proprie case perché le ondee elettrodomestiche della vita moderna potrebbero interferire con il corretto funzionamento del FAST (acronimo del telescopio).

​La realizzazione del telescopio è iniziata nel 2011 e dovrebbe essere completata entro settembre ed è proprio per l'inizio dell'autunno che dovrebbe essere completato il trasferimento della popolazione.