Quando l'animalismo sconfina nella follia

Questo non è un commento antianimalista, questo è un commento umanista. Perché a noi, che amiamo gli animali e abbiamo otto gatti e un cane scodinzolanti in tutte le case che costituiscono la nostra famiglia allargata, non sono mai piaciuti quelli che dicono: «Preferisco le bestie agli uomini». E badate che queste frasette apparentemente tenere ma invece desolantemente ciniche non le pronunciano solo anziane abbandonate dai figli che passano i pomeriggi a spacciare croccantini a mici con un occhio solo, ma anche personaggi insospettabili come il cantante antisalviniano militante J-Ax, che in Sconosciuti da una vita così rappa: «Io più conosco esseri umani, più amo gli animali».

No, grazie.

Gli uomini, anche i più beceri, anche quelli che votano quello che noi detestiamo e che tifano la squadra che noi odiamo, anche quelli che evadono le tasse, ci tagliano la strada e ci scavalcano in fila al supermercato, arriveranno sempre prima del labrador più fedele, del gorilla che ci commuove perché sfrattato dalla deforestazione provocata dalla mano dell'uomo, del delfino ucciso dalle nostre buste di plastica. Ci impegneremo sempre al massimo perché essi vivano il più a lungo e il più felicemente possibile, se possibile accanto a noi. Ma quando la loro libertà diventerà pericolosa per noi dovremo correre ai ripari.

I cinghiali che hanno attraversato la A1 nella bassa Lombardia provocando un incidente mortale ci ripropongono un dilemma umano, molto umano: è giusto assistere senza far niente al proliferare di specie infestanti e pericolose per la nostra sicurezza, oppure bisogna darsi da fare per ridurne la popolazione anche a costo di utilizzare metodi cruenti? È vero quello che scrive il Wwf, che il problema dei cinghiali - che fanno ogni anno 10 milioni di danni e negli ultimi sei anni solo in Lombardia hanno provocato 400 incidenti stradali - è frutto di una «pessima gestione faunistico-venatoria» e che il problema non si risolve armando i cacciatori? Può darsi: ma un cinghiale ucciso da un uomo ci commuove meno, molto meno, di un uomo ucciso da un cinghiale. E forse sì: siamo strani noi.

Commenti

lappola

Ven, 04/01/2019 - 09:17

Ma la cosa più assurda è che noi creiamo strutture per allevare migliaia di maiali, polli, conigli, per poi ammazzarli e mangiarli - mentre i cinghiali che sarebbero un cibo prelibato devono moltiplicarsi e vivere liberi creando danni e minacciando la nostra vita. Apriamo la caccia e mettiamoli sul mercato alimentare. Sembra di essere in India dove la gente muore di fame ma le mucche sono libere di pascolare indisturbate nelle strade .

Ritratto di Suino_per_gli_ospiti

Suino_per_gli_ospiti

Ven, 04/01/2019 - 09:22

Non è giusto assistere al proliferare di specie infestanti. Stop agli sbarchi.

Ritratto di viperainseno

viperainseno

Ven, 04/01/2019 - 09:23

Andrea Cuomo: Analisi semplicemente lucida e corretta. Complimenti, sono totalmente d'accordo con Lei. Oramai siamo totalmente in balia di estremisti, dal terrorismo islamico ai vegani e in mezzo a questi due estremi si trova di tutto, purtroppo...

gesan

Ven, 04/01/2019 - 09:25

Sembra strano, in questi tempi in cui imperversano le più viete idiozie animalista e regnano gli Stoppa e le Brambilla, leggere parole come quelle di questo articolo improntate al buon senso ed alla vera umanità. Peccato siano in assoluta minoranza. Peccato che si attireranno ingiurie ed accuse di essere politicamente scorrette. Ma consola che ci sia ancora qualcuno che le scrive.

Cittadino58

Ven, 04/01/2019 - 09:39

Complimenti al Giornalista Cuomo, un articolo intelligente e la "forza" di andare controcorrente esprimendo concetti civili ed intelligenti. Basta animalisti radical chic.

sbrigati

Ven, 04/01/2019 - 09:41

Non solo i cinghiali, ma tutti gli ungulati sono un pericolo per la circolazione. In teoria i danni provocati dagli animali selvatici dovrebbero essere risarciti dalle assicurazioni delle province, ma queste si tutelano apponendo i cartelli di segnalazione "animali vaganti" e stop alle responsabilità.

maria angela gobbi

Ven, 04/01/2019 - 09:56

appunto:mi piacciono più gli animali perché non sono stupidi ,mentre alcuni esseri umani sono imbecilli;é un pezzo che lo dico."i nostri avi han liberato il territorio da lupi e orsi,permettendoci di andare sicuri per boschi e campagne,e adesso certi idioti vogliono rimetterceli.Amor per animali non è questo,ma allevarli decentemente,non farli soffrire inutilmente,morte rapida quando occorre,ci vuol tanto a capirlo?I cacciatori non mi piacciono se si divertono a uccidere,ma se la caccia,fatta in modo regolare e legale,aiuta a risolvere problemim,è necessaria,Meglio mangiare un cervo che ha vissuto all'aria aperta fino al giorno fatale,che un pollo imbottito di ormoni e antibiotici,vissuto tristemente in una gabbia

roberto62

Ven, 04/01/2019 - 10:02

Da un buon giornalista mi aspetterei imparzialità analisi e logica, non luoghi comuni incidenti stradali: Nel periodo gennaio-giugno 2018 si stima che gli incidenti stradali con lesioni a persone in Italia siano stati 82.942. Ovviamente l'incidenza di quelli dovuti ad animali selvatici è pressochè nulla. Incidenti per caccia: Dal 1 settembre al 30 novembre 2018 il totale di vittime è stato 47, di cui 13 morti e 34 feriti. Riportando su scala semestrale questi valori ci porterebbero a valori doppi. Incidenti con effetti gravi dovuti a cinghiali: 1, forse 2 o 3? Chi ha importato questi cinghiali da 200 kg l'uni non autoctoni? Chi non ha provveduto ad evitare che animali selvatici possano invadere la carreggiata di una autostrada che passa per il loro ambiente di vita? Ergo Forse dove dovrebbe agire il giornalismo è su altri settori.

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 04/01/2019 - 10:24

Adesso la brambilla sbrana il giornalista.....

buri

Ven, 04/01/2019 - 10:28

lìesagerazione è sempre sbagliata, io ho una gatta, lr dono affezionata, mi fa compagnia r come vivo solo sono contento di averla ma basta così

roberto62

Ven, 04/01/2019 - 10:31

maria angela gobbi.. meglio per chi?? li difendi o no?? Pensare di non far soffrire un animale, scegliere quale specie di animale, e metterlo in funzione delle tue esigenze (supposte) non è un po' troppo antropocentrico?

Mogambo

Ven, 04/01/2019 - 10:52

Beh, si possono salvare entrambi; capra e cavoli, uomo e animale.Basterebbe installare lungo le autostrade una recinzione metallica, a protezione delle carreggiate dalle intrusioni faunistiche, come ho visto già presente, su considerevoli tratti della rete autostradale.Occorre solamente completare i lavori.Comunque anche se indirettamente, queste povere vittime incolpevoli del sinistro stradale, sono purtroppo da ascrivere alla categoria dei cacciatori, in quanto sono stati loro fin dall'inizio, ad aver introdotto la specie cinghiale sul territorio, per soddisfare il loro insano e discutibile sport.

GioZ

Ven, 04/01/2019 - 10:55

A me i cinghiali non fanno nessuna tenerezza. Fra l'altro la gente dimentica che anche i maiali sono piuttosto aggressivi e ben lo sa chi li alleva, figuriamoci i cinghiali. E, per dirla tutta, non mi fanno tenerezza nemmeno i cani e i gatti. La gente tende ad antropomorfizzarli, complice Walt Disney, e ad assimilare la loro indole a caratteri specificatamente umani. Salvo poi ricredersi quando un cane azzanna qualcuno. "Era così buono", "era come uno di famiglia", è la solita solfa che si sente dopo questi avvenimenti. Molte aggressioni non vengono denunciate perché ci si accorda con i proprietari dei cani e l'assicurazione, quando c'è. Tornando ai cinghiali, sono bestie selvagge e non addomesticabili. Sono buoni da mangiare. Facciamoli furoi e basta, magari ce li cuociamo in una grande festa alle porte di Roma accompagnati da un buon vino dei Castelli. E fine del problema.

steacanessa

Ven, 04/01/2019 - 11:04

Bravissimo. Analisi perfetta.

Mauritzss

Ven, 04/01/2019 - 11:17

Suino_per_gli_ospiti: Non è giusto assistere al proliferare di specie infestanti. Stop agli sbarchi. Ah Ah Ah Ah Ah Ah Ah Ah Ah Ah Ah Ah Ah Ah Ah Ah . . . . .

roberto62

Ven, 04/01/2019 - 11:23

GioZ tante persone probabile farebbero volentieri fuori te, e tu forse altrettanto, magari perchè qualcuno è "aggressivo" (ma quando mai, il maiale è il terzo animale più intelligente del pianeta, chiunque confinato in una gabbia per una vita diventa aggressivo). Perchè non diamo il via libera quindi alla deforestazione globale dagli esseri senzienti che ci danno fastidio? Saremmo sicuramente in meno, e più ricchi anche. Suvvia riprenditi informati e magari assimila un po di intelligenza, amore, compassione, empatia, dai maiali, che evidentemente non conosci proprio

Holmert

Ven, 04/01/2019 - 11:24

Gli animali sono scomparsi a suo tempo da alcune zone appenniniche e delle alpi italiane perché non avevano più il loro habitat e non trovavano più cibo. Che senso aveva allora ripopolare di cinghiali le nostre montagne? Il loro numero è aumentato a dismisura , distruggono colture, sono causa di incidenti stradali e non sono di alcuna utilità. Allora cui prodest? E che dire dei lupi e degli orsi che fanno strage di greggi e pollai? E guai a chi li tocca, rischia la galera più di chi ammazza un uomo.

luigi1947

Ven, 04/01/2019 - 11:39

Dare via libera ai cacciatori e regalare i cinghiali alle cooperative che ospitano clandestini prevalentemente islamici... sarebbe un sistema per ovviare alla riduzione dei 35 euro al giorno... cibo gratis a volontà!

morello

Ven, 04/01/2019 - 11:52

Non capisco l'obiezione degli animalisti...il controllo della popolazione umana è applicato è stato applicato e si intende applicalo in vari paesi del mondo , quindi perche' lasciare incontrollata la popolazione di certe specie di animali? Il 50% delle femmine di cinghiale deve essere abbattuta o sterilizzata (molto costoso ) scelgano gli animalisti la via che ritengono piu' confacente alla loro etica ( naturalmente a loro spese) ma non vengano fuori con la soluzione della recinzione delle strade che ammesso che sia possibile (tutte le strade? ) risolverebbe solo uno dei problemi causati dalla proliferazione dei cinghiali.

paco51

Ven, 04/01/2019 - 11:56

a chi vuole cacciare i cinghiali: OK ma sui terreni tuoi, non entri in casa mia armato per cacciare a modo tuo! La caccia solo nelle proprietà pubbliche o in quelle che lo consentono. A chi da da mangiare ai cinghiali per poterli cacciare dopo, propongo punizione araba perché li abitua a scendere in città"! La autostrade e superstrade vanno protette con reti da subito.

juco

Ven, 04/01/2019 - 12:01

Esiste una differenza fondamentale tra "animalismo" e protezione dell'ambiente. L'importanza di proteggere un singolo animale in quanto animale è opinabile e discutibile, soprattutto se si tratta di un animale domestico, mentre diverso è il caso degli animali selvatici in quanto parte di un ecosistema. Se crollano gli ecosistemi, se crolla la natura, crolliamo tutti. Perché per quanto tecnologici, noi umani dipendiamo ancora dagli elementi naturali e dalla loro purezza. Quindi paragonare il labrador alla deforestazione o alla plastica negli oceani è quanto di più assurdo si possa fare. Detto questo, la caccia di selezione di per sé non è sbagliata. Soprattutto per specie come il cinghiale, che proliferano eccessivamente anche perché introdotte dai cacciatori (il cinghiale presente nel nord Italia non è la specie nativa, ma è frutto di incroci effettuati in allevamento) e poi mal gestite.

Ritratto di calzolari loernzo

calzolari loernzo

Ven, 04/01/2019 - 12:03

io porterei una scrofa di cinghiale con i suoi cuccioli a pascolare nel giardino di casa di tutti cli animalisti del mondo, col divieto di nuocere loro.

Ritratto di beatoangelico

beatoangelico

Ven, 04/01/2019 - 12:09

L'animalismo è una follia. E folle (o meglio lobotomizzati dalle solite congreghe antiumane e antinataliste) chi si dice animalista.

roberto62

Ven, 04/01/2019 - 12:18

morello, in questo paese non c'è alcun controllo. Se poi per controllo intendi la soppressione vorrei che tu gentilmente mi indicassi, aborto a parte, le fonti. Quanto alle strade, ove le styrade hanno invaso il terrotorio degli animali è l'uomo ospite a dover intervenire. Quando invece come nel caso in specie i cinghiali sono stati introdotti da lobby dei cacciatori per farne oggetto di culto, bene provvedano loro e chi acquista i loro prodotti, alle spese. Non vedo perchè devo spendere io del mio, ne perchè debba perdere la vita, per il tuo egoismo, un animale che, come te, vorrebbe godersela in santa pace.

antonioarezzo

Ven, 04/01/2019 - 12:48

ricordatevi sempre però che chi invade i territori altrui siamo noi, non loro. chi ammazza per i più squallidi motivi siamo noi non loro. chi tradisce, infama, picchia gli inferiori ecc..siamo noi non loro. chi uccide solo per il gusto di farlo siamo noi non loro. caro "lappola" pensa che bello se fossero loro a metterti in un bel recinto all'ingrasso senza poterti muovere fino a quando non sei bello cicciottello e poi ... zack....

antonioarezzo

Ven, 04/01/2019 - 12:49

roberto62 Ven, 04/01/2019 - 10:02 concordo in pieno.

8

Ven, 04/01/2019 - 13:03

Che differenza c'è fra Andrea Cuomo e J-Ax ? Entrambi si procacciano il cibo con l'inquinamento intellettuale

paco51

Ven, 04/01/2019 - 13:20

calzolari: io li ho vicinissimi e li incontro la sera! molto meglio loro dei cacciatori (a volte abusivi) mi passano davanti e mi fermo poi vado. mai avuto problemi solo attenzione, dai cacciatori solo prepotenze ma se non ti puoi muovere pazienti nella speranza che la caccia finisca. SE serve l 'abbattimento selettivo lo faccia un corpo dello Stato pagato da noi cittadini. Lo farà sicuramente senza discriminazioni e interessi .

caren

Ven, 04/01/2019 - 13:51

D'accordo con Andrea Cuomo. Ciò che ha scritto denota una tendenza alla libertà ed incolumità degli uomini, e contestualmente, un grido d'allarme per gli animali pericolosi. In sostanza, vale sempre il detto antico: Gli uomini con gli uomini, e gli animali con gli animali.

erica65

Ven, 04/01/2019 - 13:53

E' l'essere umano la specie più infestante.

Ritratto di pravda99

pravda99

Ven, 04/01/2019 - 14:19

"Io più conosco gli uomini, più amo gli animali" era di Aisa Argento se non sbaglio.

Ritratto di pravda99

pravda99

Ven, 04/01/2019 - 14:21

Io non amo gli animali, ma non vedo nulla di male se uno ama piu` gli animali degli esseri umani. Problemi loro. Basta che non scelga che si faccia male un essere umano anziche' un animale.

Ritratto di pravda99

pravda99

Ven, 04/01/2019 - 14:23

Suino_per_gli_ospiti - Quello del mono-argomento.

Ritratto di pravda99

pravda99

Ven, 04/01/2019 - 14:24

Poi ci sono quelli del "Movimento per la vita" americano che ammazzano i medici abortisti.

sbrigati

Ven, 04/01/2019 - 14:24

Bellissime parole, ma mi piacerebbe conoscere il pensiero di certe persone dopo aver subito danni per centinaia od anche migliaia di euro causa questi cari animaletti. In quanto all'abbattimento selettivo da parte di un corpo dello stato auspicato da qualcuno, forse costui ignora come si cacciano gli ungulati, altrimenti non avrebbe sparato una castroneria del genere.

Silpar

Ven, 04/01/2019 - 14:42

questo e' niente, pensate un po se dovesse essere in atto la politica dei vegani, in 4/5 anni ci sarebbero miliardi di animali pesci uccelli che non essendo a sufficenza il cibo, attaccherebbero gli umani, altro che una decina di cinghiali!!diciamo qualche milione di cinghiali sulle nostre strade... e qualche miliardo di pesci nel mare e uccelli in cielo, quindi si.. proteggiamo i nostri animali domestici, ma gli altri vanno abbattuti e mangiati, aprite la caccia ai cinghiali, ed ai volatili!!!!aumentate il periodo venatorio, e via i piccioni dalle citta' sapete i danni??? domandate ai sindaci, tanto a pagare siamo sempre noi!!!!

Alessio2012

Ven, 04/01/2019 - 14:43

BASTAVA ANDARE PIU' LENTAMENTE... CHE POSSONO FARE I CINGHIALI SE LE LORO ZONE SONO ORMAI INVASE DALL'UOMO. DEVE ESISTERE SOLO L'UOMO SULLA TERRA? MI SEMBRA UN DISCORSO DA MEDIOEVO...

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Ven, 04/01/2019 - 14:48

Il contenuto di questo articolo è non solo condivisibile ma anche lodevole e, in taluni passaggi, encomiabile quanto basta per sottrarre esso, seppur temporaneamente, alle ‘usurpazioni fenomeniche’ del Caso. Tutto ciò per una ragione semplice: in esso si ribadiscono quali siano alcune priorità che dovrebbero al contrario essere scontate in una società evoluta. Scontate tranne per quelli che, divenuti espressione patologica di una scellerata visione ultralibertaria, quindi anarcoide, dell’esistenza, insulsamente fomentano la deriva demenziale in atto in quello stesso Occidente destinato a inesorabile declino.

Ritratto di lucaju

lucaju

Ven, 04/01/2019 - 14:49

...aiutiamo i misericordiosi ma non abbiamo neanche una recinzione adeguata per le nostre strade...ahahahahahahaha...VIVA L'ITALIA....

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Ven, 04/01/2019 - 15:18

Alessio2012, da medioevo è solo il tuo cervello.

baio57

Ven, 04/01/2019 - 16:09

@ Alessio2012 Proprio alcune settimane fa l'articolo su La Provincia di Como : " coppia due cinghiali avvistati nei giardini a lago..." Per non parlare delle centinaia di avvistamenti con incidenti ed attacchi ad escursionisti, ciclisti,automobilisti e motociclisti sulle colline e montagne circostanti DOVE I CINGHIALI SONO STATI SCIENTEMENTE IMPORTATI (UNA VENTINA D'ANNI FA NON NE ESISTEVA NEMMENO UNO !!) Abbiamo invaso l'habitat naturale dei cinghiali ? MAKKESTAIADDII!!

roberto62

Ven, 04/01/2019 - 16:15

Silpar vaneggi? hai una vaga idea di quel che dici? Gli animali non mangiati attaccherebebro l'uomo perchè senza cibo? hai idea della provenienza del tuo "cibo" animale? e di come viene "prodotto"? Di come vengano fecondati artificialmente, di come gli esemplari maschi vengano triturati perchè inutili? di come le scrofe allattino dentro una gabbia da dove non si possono muovere? del fatto che servano 15 kg di proteine vegetali per produrne uno di animale? di come gli allevamenti costituiscano la piu alta fonte di inquinamento? di come questo "cibo" sia la più alta causa di premorte al mondo?

Romalupacchiotto

Ven, 04/01/2019 - 16:18

Ci sono le possibilità di contenere il fenomeno della proliferazione animale con la sterilizzazione, le asl competenti avviino le catture e sterilizzazione degli animali per poi riimmetterli nei loro territori. Ci sarebbero più controlli perchè microcippati, non incidenti, non bracconieri.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 04/01/2019 - 16:36

Comodo fare gli animalisti colla pelle degli altri. Vero, anime belle?

greg

Ven, 04/01/2019 - 17:17

Io amo tutti gli animali. Non gradisco mi augurino "in bocca al lupo"perchè i lupi mi picciono molto, e mai vorrei vederne uno crepare se io rispondo "crepi". In casa mia gli animali domestici abbondano, cani e gatti, e sono trattati benissimo, ma da animali. I miei figli hanno avuto di tutto, criceti, conigli, canarini, pappagalli e con questa conoscenza familiare hanno anche capito che i pappagalli sono felici quando sono liberi, che ai conigli piace razzolare per l'aia in campagna, che è una crudeltà tenere un canarino in una gabbia per tutta la vita, così come tenere dei pesci in acquario. Quindi ad ognuno il suo ambiente libero. A me il prosciutto di cinghiale piace molto, anzi, mi piace proprio la carne di cinghiale che è naturale e sana. Quindi non capisco perchè debbano essere lasciati liberi di fare danni. Lasciamoli liberi, però regolamentiamo il loro abbattimento, e i danni diminuiranno di tanto

mariolino50

Ven, 04/01/2019 - 17:31

Gli animalisti fissati sono appunto dei fissati, ci vuole la giusta misura in tutto. In un parco regionale dalle mie parti sembra ci siano 40 lupi, caprioli e daini quasi spariti, i cinghiali si spostati altrove, magari attraversando le strade come successo ora. Qualche scemo credeva che i lupi limitassero i cinghiali, ma invece preferiscono prede più docili, con i cinghiali adulti è molto dura, e pericoloso attaccare i piccoli, la madre li difende contor chiunque, anche uomo. Unica soluzione caccia più efficace, e ridurre o eliminare i lupi, ci sono poche zone dove possono sopravvivere senza far danni, in Italia la gente è ovunque, e anche le greggi.

greg

Ven, 04/01/2019 - 18:55

MARIOLINO50 - mi scusi, quali sarebbero le sue parti, perchè nell'appennino settentrionale i lupi sono tornati, ma la popolazione di cervi e daini è numerosa e non tende a diminuire

Ritratto di beatoangelico

beatoangelico

Dom, 06/01/2019 - 18:50

roberto82@ cresci ragazzo, se ce la fai senza bere la propaganda pro animalista e ambientalista.

Ritratto di glucatnt73

glucatnt73

Mer, 09/01/2019 - 14:44

Non solo: in umido con la polenta è una vera prelibatezza. Senza contare gli insaccati che si possono fare. Libertà di abbattimento del suidae!