Cocaina nella custodia del videogioco, arrestato

Finisce ai domiciliari un 21enne ucraino a Eboli, in provincia di Salerno. La scoperta degli agenti della Polizia di Stato

Cocaina nella custodia di un videogioco per la console, arrestato un 21enne di origini ucraine a Eboli, in provincia di Salerno.

Lo hanno scoperto gli agenti della Polizia di Stato che già da tempo avevano messo sotto controllo le mosse e gli spostamenti del ragazzo. Così, nella serata di lunedì, i poliziotti hanno deciso di entrare in azione, passando al setaccio l’abitazione dove vive il giovane ucraino, perfettamente in regola con tutti i permessi sul territorio nazionale, nella cittadina salernitana.

Durante la perquisizione, i sospetti degli agenti si sono rivelati fondati. In un mobile nel bagno, occultate dentro la custodia di un videogioco, i poliziotti hanno trovato ben tredici bustine di cellophane piene di cocaina. In più, da un altro armadio, è spuntata fuori un’altra bustina di droga e l’immancabile bilancino elettronico di precisione.

La sostanza scoperta dagli investigatori, analizzata dai “colleghi” della Scientifica di Salerno, s’è rivelata essere cocaina. Per questo, il 21enne è stato arrestato e sottoposto al regime cautelare degli arresti domiciliari in attesa delle disposizioni del caso da parte dell’autorità giudiziaria.