Codice della strada, ecco tutte le novità

Tra le novità l'obbligo di indicare il nome dei conducenti sul libretto, "ergastolo" della patente, omicidio stradale...

Automobilisti, attenzione: nei prossimi mesi, il Codice della strada verrà modificato in modo consistente. Una volta che la legge delega abbia ottenuto l'ok delle due Camere, il governo avrà dodici mesi per stendere il nuovo codice. In attesa della legge che modifichi norme e sanzioni che regolano la circolazione sulle nostre strade, vediamo quali sono le novità più rilevanti:

L'obbligo in indicare il nome del conducente sul libretto

Dal 3 novembre scatterà l'obbligo di comunicare alla Motorizzazione il nome di chi utilizzerà per più di 30 giorni un'auto di cui non è proprietario. Da questa misura sono esentanti i familiari conviventi, cioè quelli che hanno la residenza al medesimo indirizzo del proprietario della vettura.

Una volta comunicato il nominativo dell'utilizzatore della macchina, in alcuni casi sarà necessario applicare sul libretto un adesivo rilasciato dalla Motorizzazione, mentre in altri sarà sufficiente conservare a casa la ricevuta rilasciata al momento dell'avvenuta comunicazione. Viene sollevato dall'obbligo di esporre l'adesivo sul libretto chi guida un'auto aziendale o una vettura delle case costruttrici.

Per chi trasgredisce sono in arrivo multe da 705 euro e il ritiro della carta di circolazione. Ad ogni modo le nuove misure saranno relative "solo alle situazioni createsi dopo il 3 novembre", escludendo quindi il pregresso. Sarà possibile, ad esempio, registrare i comodati già in essere, ma non vi sarà alcun obbligo in tal senso.

Revoca a vita della patente

Le nuove norme introdurranno la revoca a vita della patente per gli omicidi colposi provocati da violazioni del conducente e la revoca a vita in ogni caso in presenza di almeno un morto e un ferito grave, come anche nei casi in cui il conducente dovesse avere un tasso alcolemico pari o superiore a 1,5g/l o dovesse guidare sotto l'effetto di droghe.

Reato di omicidio stradale

Un nuovo reato di omicidio stradale potrebbe venire introdotto per i casi di morti provocate da conducenti ubriachi o sotto l'effetto di stupefacenti. Si tratterebbe di omicidio doloso, e non colposo, perché verrebbe contemplata l'accettazione del rischio.

Limite dei 30 km/h nei centri urbani

Allo studio anche la possibilità di introdurre il limite dei 30km/h nelle città, nelle aree vicine a scuole e a ospedali: un progetto che da anni viene già sperimentato in diversi Paesi dell'Unione Europea.

Molte polemiche sono sorte sopratutto in merito all'obbligo di indicare il nome di guidatore sul libretto. Nonostante la regola sia stata introdotta essenzialmente per contenere il numero delle truffe fiscali e facilitare l'identificazione dei responsabili di intestazioni fittizie, da più parti si sono levate proteste contro quella che viene vista come una burocratizzazione evitabile. "Si fa fatica a capire la ragione di un provvedimento del genere -  lamenta il presidente dell'Aci Angelo Sticchi Damiani - Una complicazione che crea diversi disagi proprio quando c'è bisogno di semplificare"

Dal ministero dei Trasporti, però, difendono il provvedimento: "Le intestazioni fittizie erano un fenomeno grave - spiega al Messaggero il viceministro Riccardo Nencini - Ci sono casi di anziani intestatari di decine di veicoli"

 

 

Commenti

Dany

Dom, 26/10/2014 - 12:54

Avete un governo che una ne fa e cento ne pensa ma anche Voi sudditi italiane le studiate tutte per truffare, raggirare ecc.ecc. Ex suddito italiano ora CITTADINO francese

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 26/10/2014 - 13:34

Risultato finale, a qualche italiano verrà tolta la patente in modo definitivo, muhammad o ungureanu se ne fotteranno e continueranno a guidare senza patente, ovviamente impuniti.

max.cerri.79

Dom, 26/10/2014 - 13:40

E se mi fermano e dico che la sto guidando da 25 giorni mi credono o sarò in multa? Quindi per poter ammazzare qualcuno da ubriaco devo essere a piedi, in quel caso sono incapace di intendere e di volere, ma se lo faccio in macchina sono un folle omicida pericoloso.... tutto chiaro

CarloDei

Dom, 26/10/2014 - 14:04

Dunque ci sono degli anziani e dei rom che hanno intestate decine di auto - tutti sanno chi sono e invece di incrociare i dati con le varie amministrazioni si preferisce rompere le scatole a milioni di automobilisti. Speriamo almeno questa misura sia estesa ai romeni che guidano macchine straniere intestate a chissà chi con assicurazioni che non coprono un bel niente e non pagano multe, bolli e infrazioni varie.

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Dom, 26/10/2014 - 14:24

E credono, con una multa di 705 euro, di sconfiggere il fenomeno delle intestazioni fittizzie? E poi, chi dimostra che un'auto è in uso continuo e non occasionale a un soggetto che non ne è il proprietario? Nencini, indegno erede di Turati, Nenni e Craxi, dimostra una volta di più la propria pochezza.

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Dom, 26/10/2014 - 14:30

Sarebbe bastato mettere sanzioni durissime - per esempio, la confisca del mezzo - per le intestazioni fittizie: ma no, per reprimere un fenomeno che interessa poche migliaia di casi devono rompere i co***oni a decine di milioni di persone oneste, con evidenti aggravi anche economici. Renzi, ma Nencini e i burosauri del ministero ti informano di quello che fanno o sei tu che dormi in piedi?

marinaio

Dom, 26/10/2014 - 14:35

per Dany: Adesso è cittadino francese? Suvvia, non ne faccia un dramma, l'importante è che lei stia in buona salute!!

vogliadicambiamento

Dom, 26/10/2014 - 15:15

In merito al limite di velocità di 30 km orari io proporrei : ma perche' non mettiamo l'obbligo di portare l'auto a spalla ?

ambrogione

Dom, 26/10/2014 - 15:17

Caro @dany non capisco il suo interesse per situazioni che non la dovrebbero piu' interessare. Oppure e' il solito itaGliano partito con la valigia di cartone piena di scamorze e olive ?

vogliadicambiamento

Dom, 26/10/2014 - 15:20

e poi scusate l'unica osa buona che era stata elaborata , ovvero l'individuazione di coloro che erano privi di assicurazione è stata eliminata ... E' un caso o l'ennesima dimostrazione che in realtà in Italia governano i ladri ?

cgf

Dom, 26/10/2014 - 15:50

Ogni Governo che promette riforme riforma solo il codice della strada, oramai ho perso il conto di quante volte è cambiato

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Dom, 26/10/2014 - 16:24

L'Italia è satura di impiegati statali ma un documento devi farlo TU! E sei TU che devi portarlo, e sei TU che devi ritornare per la risposta. Si può fare anche da casa, via internet: basta che TU vada a far la fila per firmarlo, portando 3 copie (due in bollo). E sei TU che devi dichiarare che non sei mafioso. E se siamo rifugio di ogni spurgo del mondo sei TU che devi stare accorto. E se detto "spurgo" delinque, sei TU che devi dimostrare innocenza. E sei TU che devi andare a 30 kmh, se il signor Rom ha ucciso sei persone alla fermata del bus ed il giorno dopo guida un'altra Mercedes, sempre ubriaco. TU, leccato e coccolato solo nel giorno delle elezioni. Tu, che sei stato tanto coglione di andar a votare chiedendo giustizia!

compitese

Dom, 26/10/2014 - 16:56

Ma se si incrociano i dati del PRA con l'anagrafe fiscale non si scoprono i vecchietti nullatenenti proprietari di decine di vetture? O forse è una cosa troppo semplice, meglio rompere i coglioni a tutti?

vince50

Dom, 26/10/2014 - 17:18

Limite di 30Km in città?,impensabile.Risultato che tutte le città saranno inevitabilmente bloccate dal traffico, ma in compenso faranno camionate di multe e conti torneranno a posto.Semplicemente pazzesco.

Ritratto di stock47

stock47

Dom, 26/10/2014 - 17:31

Ce ne hanno messo di tempo per fare una cosa giusta! E' da tempo che leggo di guidatori stranieri, sioprattutto del terzo mondo o di paesi slavi, che provocano morti italiani per guida imprudente o fuori dalle regole, dovrebbero pensare anche a costoro, a non farli girare sulle nostre strade come se niente fosse.

campofreddo

Dom, 26/10/2014 - 17:38

FINALMENTE PENE SEVERE ! Tutti che usano l'auto esclusivamente come affermazione sociale se ne dovranno assumere le conseguenze: TRASGREDIRE E' BELLO... ma se ti va male a piedi per tutta la vita.

celuk

Dom, 26/10/2014 - 17:41

se ci sono persone con decine di auto intestate basta scovarle con il codice fiscale dai database della motorizzazione! perché rompere le scatole a chi per varie ragioni (lecite) sta guidando un auto intestata ad un soggetto diverso da un parente (convivente)o un amico?

syntronik

Dom, 26/10/2014 - 18:34

Sono tutti capaci di vedere in in data base, quante vetture sono intestate a Mr. Pinco e Pallino, ma nei meandri statali non ci riescono, sono troppo indaffarati a far girare la matita con il caffé in mano

Ritratto di wilegio

wilegio

Dom, 26/10/2014 - 19:01

Sì, ci sono molti casi di zingari intestatari di centinaia di veicoli. Sarebbe sufficiente introdurre l'obbligo della doppia firma, anche disgiunta, di venditore e acquirente per evitare un sacco di guai. Ma non lo si vuole fare, evidentemente per proteggere la privacy dei delinquenti. Fra l'altro mi piacerebbe tanto capire cosa fà scattare il trentunesimo giorno da quando io guido un'auto non mia. In parole povere, chi mi ferma e mi controlla patente e libretto, come...zofà a sapere se la sto guidando da un giorno, un mese o sei anni? Ma anche se mi ferma una volta, riscontra che il veicolo non è mio, e poi mi ri-ferma dopo sei mesi e mi trova di nuovo alla guida di quel veicolo, come dimostra che l'ho guidato consecutivamente per più di 30 giorni? Lo posso guidare una volta ogni due mesi... o no?

Ritratto di Flex

Flex

Dom, 26/10/2014 - 19:21

Quella d'imporre il limite dei 30km/h nelle città non mi convince per niente, a mio avviso, sarà utilizzato esclusivamente per fare cassa. La sicurezza è un'altra cosa e il rispetto dei 50 Km orari è più che sufficiente se unito ad una migliore manutenzione stradale al miglioramento della segnaletica alla eliminazione dei veicoli in sosta lungo le strade cittadine e a predisporre maciapiedi più larghi.

pol

Dom, 26/10/2014 - 21:58

30 giorni in quanto? un anno? a vita? a vita di posesso dell'auto? e come farebbero a misurarli? chiedono al guidatore? ma se non riescono nemmeno a sapere chi guida quando emettono una multa

leo_polemico

Dom, 26/10/2014 - 22:37

L'Ufficio Complicazioni Cose Semplici nelle pubbliche amministrazioni è sempre molto attivo. Questi "geni" avranno avuto il premio per "raggiungimento risultati"? Se lo scopo della norma era evitare che stranieri, nullatenenti, eccetera fossero titolari di decine o centinaia di auto, ovviamente fuori legge, bastava un programma software per incrociare i dati dei vari database. Che ci sta a fare la doppia, tripla, quadrupla registrazione ACI, Motorizzazione, Agenzia delle Entrate, Assicurazioni RCA? E tutto senza alcun fastidio per i cittadini onesti e corretti. Ma una cosa del genere è troppo semplice e facile: è molto più comodo emettere una legge, scritta in modo astruso e possibilmente incomprensibile. Ovviamente facendo pagare ai cittadini i "bolli" per le varie registrazioni.

Ritratto di gianpaolo.barsi

gianpaolo.barsi

Lun, 27/10/2014 - 01:40

Non c'era bisogno di questa ulteriore "riforma" (quante volte, figlioli…..?) del codice della strada per avere la conferma della genìa di incapaci rompiscatole che ci hanno governato, ci governano e ci governeranno….fino a quando l'Italia non si sveglierà. Se non sarà troppo tardi.

rosalba cioli

Lun, 27/10/2014 - 08:55

ma questa legge (qualora dovesse diventare tale) sarà poi in grado di stabilire da quanto tempo uno usa o non usa la macchina non di sua proprietà? io ho seri dubbi al riguardo, oppure non ho capito bene come dovrebbe funzionare, qualcuno i illumini!

Ritratto di fulgenzio1947

fulgenzio1947

Lun, 27/10/2014 - 09:21

Se c'è l'esenzione alla registrazione per gli appartenenti di uno stesso nucleo famigliare, ha un senso.

pol

Lun, 27/10/2014 - 09:23

Per contare i 30 giorni mettono un agente in ogni auto? Un sensore a DNA che fa un prelievo ad ogni conducente? Poi 30 giorni in un anno? Per tutta la vita dell'auto? Anche se si cambia auto?

Ritratto di RobyPer

RobyPer

Lun, 27/10/2014 - 10:20

@franco.brezzi - concordo in pieno

linoalo1

Lun, 27/10/2014 - 11:16

In poche parole:una cazzata dietro l'altra!C'è,forse,la mano,o meglio,la testa,dei Saggi anche qui?Quanti chilometri hanno fatto a piedi ,in bici od in auto!Sia nelle grandi Città che nei Paesini?Quanta logica hanno usato per arrivare a queste conclusioni?In poche parole,questo nuovo Codice,rispecchierà l'età e la competenza di chi l'ha proposto!Ossia,nasce già vecchio!Lino.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mar, 28/10/2014 - 01:11

Sicuramente staranno studiando anche una nuova tassa: il bollo sul prestito!

italianoinaltoadige

Mar, 28/10/2014 - 12:10

Buongiorno, io vivo in Alto Adige,e sono di madrelinga italiana 100%. Vogliamo parlare, di questa fetta di Italia, dove girano moltissime auto e camion, al Brennero con targa tedesca della Baviera M, Ro, Bgl, Ebe....a leasing, di evasori, con societa' fantasma in Europa? La legislazione europea e italiana,forse l'ha capito.....Un controllo incrociato da parte delle fiamme gialle, tra possessore del mezzo, conducente, residenza e relative tasse pagate, scovera' i tanti furbetti altoatesini e non....