È finito l'olio italiano: scorte solo per sei mesi

La Coldiretti lancia l'allarme: "Rischio aumento dei prezzi già attivo: +43% in una settimana"

Le scorte d’olio d’oliva made in Italy sono in esaurimento. A lanciare l’allarme è la Coldiretti che ha calcolato un crollo del 38% della produzione in Italia, scesa ad appena 298 milioni di chili. In pratica ci sono scorte di olio extravergine fino ai primi sei mesi del 2017.

Gli aumenti dei prezzi e il rischio di frodi alimentari sono dietro l’angolo. I prezzi alla Borsa merci di Bari hanno segnato un +43% per l'extravergine rispetto all'inizio dell'anno, solo nell’ultima settimana. La Coldiretti sottolinea che le stime produttive classificano l'Italia come secondo produttore mondiale nel 2016/17 con la Puglia che, nonostante il calo, si conferma la prima Regione produttrice, al secondo posto si trova la Calabria, che subisce riduzione della produzione inferiore alla media nazionale, mentre sul gradino più basso del podio c’è la Sicilia dove le condizioni meteorologiche primaverili hanno causato perdite in fioritura.

Nel Mezzogiorno si stima un calo produttivo del 39%, al nord di appena il 10%, mentre al centro del 29%, con la Toscana in linea con questa riduzione. Molto male anche il mercato dell’olio in Grecia, dove la produzione crolla del 20%, in Tunisia (-21%), mentre in Spagna, che si conferma leader mondiale, si stimano circa 1400 milioni di chili, in linea con l'anno scorso. La Turchia, invece, spicca con +33% di produzione, per 190 milioni di chili. Si prevede dunque una produzione mondiale a 2,785 miliardi di chili, in calo del 9%, con conseguenti tensioni sui prezzi.

Commenti

gianrico45

Sab, 29/10/2016 - 14:13

e' logico siamo all'inizio del nuovo raccolto delle olive.Vedrete che tra un mese ce ne sarà in abbondanza.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Sab, 29/10/2016 - 14:44

SI VIVE ANCHE SENZA OLIO CHE FA INGRASSARE COMPRATE QUELLO + CONVENIENTE TROPPE TASSE IN ITALIA PER FARE QUALSIASI COSA, RESTERANNO SOLO I DIPENDENTI PUBBLICI CON STIPENDIO GARANTITO E GLI IMMIGRATI CHE VANNO IN BICICLETTA E DORNONO E VIVONO IN 8 IN UNA STANZA

Aegnor

Sab, 29/10/2016 - 14:50

Nel frattempo che si aspetta la spremitura del nuovo olio,lanciamo l'allarme,alziamo i prezzi,così chissà che la gente non si convinca a comprare l'olio tunisino.

TonyGiampy

Dom, 30/10/2016 - 01:38

Io vivo in Giappone e la mia opinione e' un'altra.La produzione e' la stessa ma i produttori preferiscono esportarlo perche' ci guadagnano di piu'.Qui da me l'olio extravergine in bottiglie da 900 o 750 gr. costa dai 10 ai 15 euro a bottiglia.Quando vivevo in italia lo compravo a 4,50 bottiglie dal 1 litro.Mia madre mi dice che il prosciutto adesso in Italia e' immangiabile e forse e' cinese.Qui e' pieno di prosciutto,S.Daniele o Parma che sia a prezzi da capogiro.Un etto costa circa 7 euro per non parlare del reggiano a quasi 100 euro al chilo.Nei paesi dove ci sono i soldi si vende ma in Italia chi se lo potrebbe comprare?Ecco il trucco:In Italia i prodotti cinesi e tunisini,dove ci sono i soldi i prodotti italiani.

BRAMBOREF

Dom, 30/10/2016 - 07:47

GIGI87 avessi le possibilità comprerei anch'io olio a 10€ e più.