Ubriaco, aggredisce la madre e gli agenti della Questura

L'uomo, con precedenti per rissa, è rincasato dopo aver bevuto e si è rivoltato contro la madre, minacciata e percossa. All'arrivo dei poliziotti, si è scagliato anche contro di loro, costringendoli ad utilizzare lo spray urticante per fermarlo

Episodio di indicibile violenza a Como, dove un 44enne originario dell'Ecuador ha aggredito con ferocia la madre dopo essere rincasato completamente ubriaco. Non pago, il soggetto ha scatenato la sua ira anche contro i rappresentanti delle forze dell'ordine, accorsi in difesa dell'anziana vittima.

Secondo quanto riferito dalla stampa locale, il fatto si è verificato nella serata di martedì, all'interno di un'abitazione sita in via Napoleona.

L'imputato, tale F. M. E. E., ha fatto ritorno a casa dopo avere assunto un ingente quantitativo di alcolici. Qui si è subito scagliato contro la madre, rivolgendole minacce e spintonandola, fino ad arrivare a picchiarla.

È stata proprio la donna a contattare le autorità locali. Accorsi sul posto, gli agenti della questura di Como hanno subito soccorso la vittima, trovata in lacrime e sotto choc. Ad attendere i poliziotti, tuttavia, anche il 44enne, che ha reagito male alla loro presenza.

Ancora in evidente stato di ebbrezza, l'uomo li ha tempestati di insulti, rifiutandosi di fornire le proprie generalità. In preda ad una incontrollabile furia, l'ecuadoriano ha infine aggredito gli agenti, dando vita ad una violenta colluttazione.

Ricorrendo anche all'utilizzo dello spray urticante, gli uomini in divisa sono infine riusciti ad avere la meglio e ad immobilizzare il facinoroso. Quest'ultimo, da tempo affetto da problemi di alcolismo, è stato ammanettato e condotto in commissariato, dove si sono svolte le pratiche di identificazione. Si tratta di un cittadino straniero regolarmente residente nel nostro Paese, ma con precedenti per rissa. Le accuse mosse nei suoi confronti sono quelle di maltrattamenti e di resistenza, violenza e oltraggio a pubblico ufficiale. Durante il processo avvenuto mercoledì il gip ha convalidato il fermo, fissando una nuova udienza per il mese di settembre.