Il compagno di stanza è di colore. Paziente rinuncia all'intervento

"Io con quello straniero non ci sto in camera" ha protestato contro l'infermiere. Poi un 35enne brianzolo ha firmato il foglio delle dimissioni e ha lasciato l'ospedale

Un 35enne brianzolo ha rifiutato un'intervento di routine programmato da tempo perché non gradiva il suo compagno di stanza. L'uomo ha lanciato il suo ultimatum contro l'infermiera: "Con quel negro in stanza non ci voglio stare, cambiatemi posto, oppure me ne vado immediatamente".

"Non ci sarà l'intervento se non mi cambiate stanza"

Non è una barzelletta di cattiva gusto. E nemmeno uno scherzo. Siamo a Vimercate, in Brianza. Un 35enne viene ricoverato nel reparto di ortopedia, in programma ha un intervento di routine, nulla di che. Tutto sembra andare per il verso giusto: l'arrivo, l'accettazione e le verifica dei docuementi. Tutto fila liscio fino al momento in cui la caposala indica al paziente la sua stanza. La camera è per due. Qui sorge il problema: l'uomo vede il suo compagno, è un uomo di colore.

Non passa nemmeno un minuto e il paziente brianzolo perde la testa. Corre verso l'infermiera e inzia la sua protesta: "Io con quello non ci sto, datemi un altro posto", con tanto di epiteto razzista. La caposala gli spiega che non è possibile e inoltre dopo le frasi dette non lo si vuole accontentare. Secca la decisione del 35enne: "Allora rinuncio all'intervento". Firma il foglio delle dimissioni e abbandona l'ospedale.

"È a prima volta che accade una cosa del genere nei nostri ospedali. Eppure, l' impegno per fornire cure adeguate e servizi anche agli stranieri è fortissimo, anche perché i ricoveri e le prestazioni per pazienti non italiani sono in crescita. Sul fronte dell' integrazione siamo all'avanguardia. Abbiamo anche un traduttore simultaneo in pronto soccorso, attivo 24 ore su 24" ammette Pasquale Pellino, dirige l' azienda del territorio, come riportato da Libero.

Commenti

Luci60

Gio, 13/10/2016 - 13:13

ha fatto benone questi puzzoni vadano a curarsi a casa loro

korim80

Gio, 13/10/2016 - 13:33

evidentemente l'intervento non era necessario ... se stai male ti fai operare . in compenso bidognerebbe notare che per far spazio a sto credino altra gente sta ad aspettare nelle liste di attesa per essere operata . complimenti ... e un consiglio a sto cretino ... ora vai a farti operare nel privato .. e paga per una camera singola.

spectre

Gio, 13/10/2016 - 14:18

che pagassero come paghiamo noi ....clandestini e trattati come se non meglio di noi che paghiamo le tasse e non abbiamo neanche dirittto a lamentarci... pazzesco!!!

risorgimento2015

Gio, 13/10/2016 - 14:23

Io farei e` faccio la stessa cosa ! Ma` non solo negli ospedali ,anche nei ristoranti o qualsiasi posto .aggiungo...povera sanita italiana ,sarete sommersi di ammalati "fradici" proprio come la GRAN BRETAGNA & L'AMERICA,e` attese interminabili, tanto pagate VOI.

chebarba

Gio, 13/10/2016 - 15:10

è vero le cure vanno somministrate a tutti con la differenza che noi co il nostro lavoro sosteniamo il servizio sanitario nazionale su cui mangiano politici e amministratori e adesso, duole dirlo anche i clandestini

Raoul Pontalti

Gio, 13/10/2016 - 15:30

Quel razzista va denunciato all'autorità giudiziaria che gli appiopperà la giusta condanna, gli va poi addebitato l'intervento a costo intero come eseguito al di fuori del SSN, mentre per il prossimo se riterrà il coglioncello di sottoporvisi in una struttura pubblica, gli sarà assicurata l'assistenza del solo personale di origine extracomunitaria presente e quale compagno di stanza un paziente, anche fittizio, nero come l'ebano e puzzolente come un caprone.

Ritratto di WiseIntelligent

WiseIntelligent

Gio, 13/10/2016 - 15:40

@Luci60 Quindi, secondo la Sua "logica", un eguale trattamento dovrebbe essere rivolto agli italiani residenti all'estero in quanto "stranieri"... @spectre Clandestini? L'articolo non nomina clandestini. Siete voi ciechi che alla parola "straniero" accostate, automaticamente, "clandestino". Detto ciò, il miserabile soggetto protagonista dello spiacevole evento risulta urtato non dalla "clandestinità" dell'uomo di colore, bensì dalla sua pigmentazione, facendo decadere ogni possibile vanto di "cultura e civiltà superiori". @risorgimento2015 Non spreco nessun altra parola per descrivere l'immaturità, la pochezza, l'ignoranza, la meschinità del Suo ridicolo comportamento. Vergogna. Non sono gli stranieri che non si vogliono integrare, sono alcuni Italiani che non accettano l'integrazione degli stranieri.

spectre

Ven, 14/10/2016 - 08:43

@WiseIntelligent ... ma chi lo ha detto che ci vogliamo iontegrare con gli africani? ma lei ascolta TV ... legge i giornali... li vede che razza di sub umani sono? partendo dal fatto che noi siamo a casian nostra e questi arrivano senza alcun diritto e sopratutto con tanta arroganza e supponenza a volere volere senza dare nulla... Ci siamo stancati di vederci gli africani a casa ok? io sono libero nella mia patria a dire che non ne voglio più vedere mi danno la claustrofobia... se ne stiano in africa. Inoltre voglio aggiungere che sicuramente è un africano clandestino. forse neanche l'1% degli africani è in regola in italia. sono tutti qui a mangiare e a bere a sbafo.

giolio

Ven, 14/10/2016 - 09:04

questo e razzismo molto ma molto stupido il brianzolo deve andare a farsi curare da un psichiatra . Io bianco italianissimo e di destra non arriverò mai a questo punto

risorgimento2015

Ven, 14/10/2016 - 12:13

RIPROVO`..@WiseIntellingent...(per modo di dire)Ti Ho STUZZICATO !?!? Si vede che ho centrato in pieno,e` la verita` fa male!

Ritratto di WiseIntelligent

WiseIntelligent

Ven, 14/10/2016 - 16:45

Riprovo: @risorgimento2015 Si sbaglia. La verità fa bene, è l'ignoranza che fa male... Acceca chi la manifesta, dilagando, pari ad una pandemia. @spectre "ma lei ascolta TV ... legge i giornali... li vede che razza di sub umani sono?" Certo, esattamente come Lei leggo notizie riguardanti i crimini degli immigrati...e con ciò? Allo stesso modo leggo notizie riguardanti i crimini degli italiani. Cosa dovrei dedurre da tutto questo? Che gli africani sono sub umani? Ma per favore... La Sua logica non ha senso. "questi arrivano senza alcun diritto" Altro errore, ogni essere umano ha diritti inalienabili. "e sopratutto con tanta arroganza e supponenza a volere volere senza dare nulla" Alcuni sicuramente si, ma non generalizziamo, è ridicolo e sbagliato assai. "non ne voglio più vedere mi danno la claustrofobia... " Questo è un Suo problema, è libero di contattare uno specialista. "forse neanche l'1% degli africani è in regola in italia. sono tutti qui a mangiare e a bere a sbafo." Affermazione assolutamente fasulla, e ne è consapevole.