Comprare casa senza un mutuo? Un'alternativa c'è: il "rent to buy"

Dietro la formula inglese si nasconde un sistema piuttosto semplice: l'immobile si paga un po' alla volta con l'affitto

Non c'è neppure bisogno di ricordarlo. Ottenere un mutuo, specie di questi tempi, non è cosa per tutti. Di conseguenza comprare una casa diventa per molti un miraggio. E in tanti si mettono alla ricerca di alternative valide.

Una di queste, lo ricorda il Consiglio nazionale del notariato, è quello che in inglese si chiama "rent to buy". Da noi è stato introdotto con soltanto pochi mesi fa, con il decreto Sblocca Italia. Si tratta, per farla breve, di un sistema che consente di comprare un immobile pagandolo un po' per volta con il canone di locazione.

L'acquirente inizia da subire ad abitare l'immobile, pagando un "affitto" periodico e solo in un secondo momento avviene il vero acquisto, con il saldo di quanto dovuto, scalato dal totale (in tutto o in parte) quanto già versato.

Sul sistema restano alcuni dubbi dal punto di vista fiscale, che dovrebbero essere sciolti il prossimo mese, ma intanto il Consiglio, in una nota pubblicata oggi su www.notariato.it, punta a informare il cittadino sulle possibilità che apre questa nuova opzione.

Con lo Sblocca Italia, i contratti "rent to buy" possono essere trascritti nei Registri immobiliari e diventano una sorta di prenotazione sull'acquisto, che vincola anche il proprietario a non vendere a terzi o concedere un'ipoteca sull'immobile, per un periodo non superiore ai dieci anni.

Commenti
Ritratto di HEINZVONMARKEN

HEINZVONMARKEN

Sab, 24/01/2015 - 19:19

era ora

Ritratto di HEINZVONMARKEN

HEINZVONMARKEN

Sab, 24/01/2015 - 19:20

cosi' affitto a me stesso?

ghorio

Sab, 24/01/2015 - 19:55

IN Italia dubito che possa trovare applicazione, nonostante lo "Sblocca Italia".

ghorio

Sab, 24/01/2015 - 19:55

In Italia dubito che possa trovare applicazione, nonostante lo "Sblocca Italia".

ghorio

Sab, 24/01/2015 - 19:56

IN Italia dubito che possa trovare applicazione, nonostante lo "Sblocca Italia".

Ritratto di fidene48

fidene48

Sab, 24/01/2015 - 20:20

un appartamento medio in citta'e' circa EURO 300.000; pagarlo in 10 anni + interessi 3%. quota mensile = a EURO 3250.00 circa; piu'spese condominio etc.etc. la classe media, potra'!???

Gianca59

Sab, 24/01/2015 - 21:23

Aspettiamo con ansia le complicazioni e le marchette (tasse e altre amenità per fare contento qualcun altro) che il nostro vorace stato metterà su questo tipo di transazioni.

alfa553

Sab, 24/01/2015 - 23:25

Credo che siate male informati sull'Inghilterra,non ne sapete una mazza. In realtà con la garanzia dello stato si vende una proprietà a pezzi, la prima volta non meno del 30-35% poi si paga un affitto che non riscatta nulla, ma e' meno degli affitti di mercato.Dopo un anno si puo o meno incrementare la quantità della proprietà ma e una cosa se si vuole o meno.Piu proprietà si ha,meno sarà l'affitto.Pensate voi i vantaggi.Tutto garantito dallo stato.Sono molto belli e fatti bene.Non ci si rovina certamente perché un eventuale credito non e sul totale del valore ma sulla parte che si desidera comprare.Per altro non sono al riparo da speculazioni. Mio figlio lo ha fatto.......altro che ciò che e scritto, queste sono porcherie.

Gianca59

Dom, 25/01/2015 - 07:22

A quelli che scrivono, così al signor alfa553, suggerisco di leggere le pagine del governo https://www.gov.uk/government/news/new-rent-to-buy-scheme-to-help-young-people-save-and-move-up-housing-ladder o di un' associazione di categoria http://hoa.org.uk/advice/guides-for-homeowners/i-am-buying/rent-to-buy/ Leggendo velocemente sembra che da Set/14 sia stato introdotta una modalità simile a quella descritta nell' articolo, fermo restando che noi, da bravi italiani, riusciremo a renderla inutilizzabile....

istroveneto

Dom, 25/01/2015 - 08:36

A me e' sempre sembrata un'enorme sciocchezza. Se io non ce la faccio a pagare la rata del mutuo, ce la faro' forse a dare l'anticipo, pagare il canone di locazione e pagare anche la rata mensile dovuta per l'acquisto? Mi pare una boiata pazzesca (come diceva il buon Villaggio).

Mr Blonde

Dom, 25/01/2015 - 09:37

Finalmente un articolo in materia economica degno di un bravo giornalista. Informatevi perchè è una formula ottima per bypassare le banche e ora ha anche il pieno riconoscimento di legge, con costi che non superano quelli bancari ma con l'ovvia differenza che non c'è bisogno di rincorrere nessuna delibera

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 25/01/2015 - 09:54

Ma con 800 euro al mese precario che caxxo vuoi comprare??

Aristofane etneo

Dom, 25/01/2015 - 09:58

... più di 5.000.000 di processi civili pendenti, secondo il Magistrato Capo di un qualsiasi Tribunale d'Italia. La legge sul contratto "Affitti per comprare" (rent to buy) è poco chiara e quindi si presta a malintesi tra i contraenti specie se uno di essi è il classico para.ulo

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 25/01/2015 - 10:01

il primo a introdurre questa formula, indovinate chi ? la destra di storace :-) quindi, la sinistra non è capace proprio di fare nulla! è piena di gente incompetente, mafiosa, tangentara, assassina, imbrogliona, delinquenziale !!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 25/01/2015 - 10:12

Primo:perchè in Italia,"mediamente" il costo di una casa e dell'affitto, è il DOPPIO di quello di analogo appartamento in Italia? Secondo:con la fatale mobilità del posto di lavoro,nel prossimo futuro,nel "privato" NORMALE(il "pubblico",Banche,etc similia,hanno il posto sicuro e FISSO...),il concetto della casa "stanziale" come una volta(tutta la vita o quasi,per i figli...),ha ancora senso? Terzo:i passaggio di proprietà in Italia,è COSTOSISSIMO e traumatico....Ho vissuto in tanti PAESI civili(NON MEDIOEVALI),dove il "passaggio" si fa in un ufficio pubblico,davanti ad un funzionario pubblico(che costa niente),e costa una CAVOLATA!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 25/01/2015 - 10:15

@stenos:gia....Oltretutto,oggi lavoro qui,domani la,....Ogni volta,vendo,compero una casa,con il sistema ITALIA?.....Pazzesco!

giusto54

Dom, 25/01/2015 - 10:22

rispondo da istroveneto: vero quello che dici, ma come sempre ci sono altre situazioni: un proprietario che non ha bisogno di soldi immediati e preferisce una vendita quasi fosse una rendita; un acquirente che per vari motivi non può accedere al credito bancario, ma ha bisogno di una casa e vorrebbe cartolarizzare il fitto pagato; un affitto con riscatto, è sempre esistito e consente dopo due o tre anni di considerare in conto anticipo il fitto pagato ed avere accesso al mutuo bancario che oggi non copre più il 100%. ma solo il 70 - 80% . saluti. G.S.

flip

Dom, 25/01/2015 - 10:24

chissà quante cause per sfratto. INAPPLICABILE!

linoalo1

Dom, 25/01/2015 - 10:40

Oohh!Finalmente,qualcuno,ha scoperto l'acqua calda!!!!!Lino.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 25/01/2015 - 10:41

Svista nel mio post delle 10:12..."....di analogo appartamento in GERMANIA?"

Ritratto di marione1944

marione1944

Dom, 25/01/2015 - 11:29

Se non vado sbagliando, a Rosignano Solvay (LI) la cosa è stata fatta tanti anni fa. L'azienda (la Solvay) costruiva e dava in affitto gli appartamenti ai dipendenti trattenendo una piccola percentuale dal salario di ognuno. Oggi, a distanza di anni, sono tutti diventati proprietari degli appartamenti. Ora si potrebbe fare la stessa cosa togliendo non dal salario ma trattenendo una piccola percentuale sugli affitti per il costo della casa. Fatto allora perchè non poterlo fare oggi? Problemi fiscali allora come oggi? Oppure un comune che permette di soprassedere ai problemi fiscali per l'unica azienda (allora molto inquinante) che dava da lavorare ai cittadini? La Solvay ha avuto tanti problemi di inquinamento (soda caustica e altro riversato in mare) ma oggi è viva e vegeta e moltissimi hanno in proprio gli appartamenti ai quali il comune fa pagare le tasse.

Coolpix

Dom, 25/01/2015 - 11:45

per Istroveneto; siamo alle solite, si vuole fare il passo più lungo della gamba, ma se uno non ha i soldi sufficienti non compra immobili che non sono alla sua portata, non è obbligatorio...credo.

davidebravo

Dom, 25/01/2015 - 13:58

Interessante per chi già possiede una prima casa e vuole cambiare: si può vendere la vecchia mentre si è in affitto nel nuovo, senza fretta e senza necessità di svendere in breve periodo, e poi comprare come "prima casa" la nuova abitazione.

cgf

Dom, 25/01/2015 - 14:28

Trovo curioso alcuni aspetti, ad esempio come funzionerà la ripartizione delle spese tra inquilino e proprietario? non certo come ora altrimenti chi si vincola per 10 anni, piuttosto meglio incassare l'affitto normale, ed ancora, chi ed in quale misura si paga TASI/TARI/TARSU/ETC/ETC? Non ultimo, con il sistema fiscale che c'è in Italia non mi pare conveniente il rent to buy x i privati, imho a tutti gli effetti è paragonabile ad un leasing immobiliare, sembra più una mossa di favore per banche e grandi investitori che si ritrovano un immenso patrimonio immobiliare, su cui gravano un tot di tributi, e che non rende nulla, ecco pronto uno strumento 'adeguato' dove, alla fine, e solo se riuscirai, l'immobile sarà tuo, lo avrai solo pagato molto di più.... ma se le banche, piene di immoboli e le prima che faranno contratti rent to buy, non concedono i mutui....

Aristofane etneo

Lun, 26/01/2015 - 16:47

Sensato, a mio parere, e condivisibile quanto scritto da "cgf - Dom, 25/01/2015 - 14:28". Non mi meraviglierei se si scoprisse che "Affitti per comprare (Rent to buy)" sia scritto apposta per le banche piene di appartamenti da vendere, rapporti privilegiati con l'Ufficio delle Entrate che sanno tutto dei contribuenti e avvocati che seguano l'iter delle vendite e di eventuali morosità.