In comune è appeso il crocifisso. La coppia islamica non si sposa

Una coppia di sposi musulmani ha chiesto la rimozione del Crocifisso dalla sala del Comune di Rapallo in cui aveva si doveva sposare. Il sindaco ha negato la richiesta, aggiundendo: "Atto irrispettoso nei confronti della nostra religione"

"Quel crocifisso in Comune non ci deve stare". A pronuciare queste parole nella sala comunale di Rapallo è la madre di uno sposo islamico. Lui, albanese, accompagnato dalla mamma, era pronto a sposare una giovane di origine rapallese. Ma la richiesta della rimozione del simbolo religioso ha bloccato (giustamente) tutto.

"Il crocifisso non si tocca"

E quanto affermato con decisione dal Carlo Bagnasco, sindaco di Rapallo. Sulla sua scrivania si è visto recapitare la richiesta di matrimonio di una coppia musulmana che intendeva sposarsi nel suo municipio. Fin qui nessun problema. Ma allegata alla domanda di nozze, un piccolo post-it con il quale si chiedeva la rimozione del crocifisso dalla sala del municipio. Infatti, come riferisce La Stampa, la madre dello sposo dopo il sopralluogo col personale comunale avrebbe affermato: "- nella sala in cui si doveva sposare il figlio - quel crocifisso non ci deve stare".

Una richiesta assurda che il sindaco Bagnasco ha rispedito al mittente con tanto di appunto personale: "Le radici non si toccano, il crocifisso neppure". La controparte islamica risponde attraverso la madre dello sposo: "Avevamo chiesto la celebrazione di un rito civile e nei luoghi civili non ci devono essere simboli religiosi. Il Comune, inoltre, non è autorizzato a trasformare una vicenda privata in pubblica". Ma il Comune e il sindaco che guida una amministrazione di centrodestra non cede. E replica: "Ci riteniamo offesi da questo atto che riteniamo irrispettoso nei confronti della nostra religione".

Commenti

Blueray

Mer, 24/08/2016 - 10:52

Bravo Sindaco! Ha tutta la mia solidarietà. Li sposi in corridoio che va bene così. Non si comanda a casa degli altri. E se può li faccia sposare da un anonimo impiegato dello stato civile autorizzato a farlo.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mer, 24/08/2016 - 10:58

E un chi se ne frega che rinunciano al matrimonio lo vogliamo mettere!

Ritratto di MLF

MLF

Mer, 24/08/2016 - 11:02

Bravo sindaco! Non ceda, siamo tutti con lei! Il crocefisso e' irrispettoso della loro religione, ma sicuro che si volevano sposare in tovaglie islamiche addosso. E questo e' irrispettoso per la NOSTRA nazione.

Ritratto di ezekiel

ezekiel

Mer, 24/08/2016 - 11:03

Bravissimo sindaco, che ha risposto per le rime a quella prepotente. Fuori dai piedi, che vadano alla Mecca a spossarsi se non vogliono vedere crocifissi.

Ritratto di ezekiel

ezekiel

Mer, 24/08/2016 - 11:06

"nei luoghi civili non ci devono essere simboli religiosi" Ipocriti! Dove l'Islam regna sovrano il simbolo della mezzaluna è ovunque, anche nei luoghi "civili".

Ritratto di Galahad12

Galahad12

Mer, 24/08/2016 - 11:07

Che bello eh comandare in casa degli altri...

KAVA

Mer, 24/08/2016 - 11:08

Vabbè...interverrà il prefetto ed obbligherà il sindaco ad assecondare i capricci di chiccessia. A me capitò qualcosa di analogo in sede elettorale. Un elettore (italiano) entrò nell'aula della scuola allestita a sezione e disse che non avrebbe votato se non avessimo rimosso il crocifisso appeso alla classe. Io risposi che non intendevo farlo perchè la classe mi era stata consegnata "in quello stato" e che non avevo comunque nulla da eccepire sulla sua non intenzione di votare... si indispettì e non votò (che io sappia)

lisanna

Mer, 24/08/2016 - 11:11

e chi se ne frega! si vadano a sposare nel loro paese, dove non troveranno crocifissi

VittorioMar

Mer, 24/08/2016 - 11:11

...finalmente uno con gli ...attributi giusti!!....ENCOMIABILE!!

honhil

Mer, 24/08/2016 - 11:12

Che i mussulmani cercano la provocazione e vogliono sempre di più imporre all’Italia e agli italiani i loro usi e costumi e la loro religione, solo chi indossa un sinistro vestito ideologico può negare. Eppure, si aspetta con trepidazione quello che monsignor Nunzio Galantino, in merito, dichiarerà. Incurante di creare tra i cattolici grande costernazione e nella politica italiana scompiglio: dato che le sue sono sempre è comunque un’abusiva ingerenza nella vita delle italiche istituzioni.

Ritratto di ezekiel

ezekiel

Mer, 24/08/2016 - 11:12

Vergogna la ragazza di origini rapallesi - e probabilmente anche di origini cristiane - che sposa un musulmano, ben sapendo quanto sia brutta questa malvagia religione che è l'Islam. In un certo senso mi disgustano di più gli europei che voltano le spalle alle proprie radici giudaico-cristiane che i musulmani che sono nati in una famiglia musulmana.

maurizio50

Mer, 24/08/2016 - 11:15

Ecco: i poveri "rifugiati" , fratelli del Parroco Argentino e discepoli della maestrina, iniziano ad avanzare pretese anche nei luoghi Istituzionali dello Stato. Anche questa è integrazione, compagni ??????

Ritratto di gammasan

gammasan

Mer, 24/08/2016 - 11:17

Io non sono cattolico, ma sono d'accordo col Sindaco:il crocifisso sul muro fa parte dei nostri costumi e questi vanno rispettati. Se non gli sta bene che tornino (magari!) a casa loro!

Ritratto di 100-%-ITALIANA

100-%-ITALIANA

Mer, 24/08/2016 - 11:19

Gent.mo Dott Bagnasco; mi complimento con Lei ed invidio molto i suoi concittadini -

Popi46

Mer, 24/08/2016 - 11:23

Popi46. Coppia islamica non si sposa? E chi se ne frega, affari loro, anche per me niente matrimonio senza fare notizia

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Mer, 24/08/2016 - 11:23

Perché non vanno a contrarre matrimonio in moschea o nella sede del piddì?

little hawks

Mer, 24/08/2016 - 11:24

Ecco, bravo sindaco! Cominciamo a sentirci offesi anche noi delle prepotenze mussulmane!

nem0

Mer, 24/08/2016 - 11:24

e chi se ne frega?! se vogliono le loro regole vadano a sposarsi in albania e possibilmente ci restino.

FRANZJOSEFVONOS...

Mer, 24/08/2016 - 11:26

TUTTA L'ITALIA DOVREBBE AVERE SINDACI COME TE. FORZE CENTRO DESTRA. SE ERA IL PD A QUEST'ORA SI VEDEVANO ITALIANI INGINOCCHIATI A CHIEDERE PERDONA AI FRAAAATEEEEEELI CULI IN ARIA. BRAVISSIMO

Ritratto di sepen

sepen

Mer, 24/08/2016 - 11:26

E Alfano che aspetta a commissariare il comune?

ilbelga

Mer, 24/08/2016 - 11:29

finalmente un Sindaco con le palle. se a queste risorse non va bene vadano a sposarsi in albania...

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 24/08/2016 - 11:32

C'è ancora qualcuno colla testa sulle spalle in Italia.!

Ritratto di boss1

boss1

Mer, 24/08/2016 - 11:33

grande il sindaco,ora le opposizioni filo boldriniane chiederanno la sfiducia. p.s. mettiamo i crocefissi in tutte le nostre piazze dei nostri paesi oppure appendiamoli fuori dalle nostre case.

Ritratto di AGI

AGI

Mer, 24/08/2016 - 11:36

Se ci fossero più persone con la schiena dritta come il sindaco Bagnasco, le (pericolosisssime) scemenze politicamente corrette finirebbero nella spazzatura in una settimana.

Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Mer, 24/08/2016 - 11:37

E allora si vadano a sposare da un'altra parte.

orso bruno

Mer, 24/08/2016 - 11:40

Bravo sindaco ! Se ne vadano a sposarsi tra i cammelli !

Non so

Mer, 24/08/2016 - 11:47

Bene! Andate a sposarvi in moschea!

Fjr

Mer, 24/08/2016 - 11:47

Andassero da un'altra parte a sposarsi

Ritratto di pigielle

pigielle

Mer, 24/08/2016 - 11:48

..ecche ca..spita ....CI VOLEVA TANTO..??.. finalmente che ha le palle al posto giusto.

Ritratto di xulxul

xulxul

Mer, 24/08/2016 - 11:50

Quasi da non crederci! Un Sindaco che fa rispettare l'Italia e le sue radici. Deo gratias.

acam

Mer, 24/08/2016 - 11:57

andassero a sposarsi da allah oggi il problema sono i nuovi terremotati

bruco52

Mer, 24/08/2016 - 12:03

non vogliono sposarsi sotto il crocifisso? ce ne faremo una ragione...possono sempre chiedere al sindaco di scendere in strada, e farsi sposare sotto un albero...

billyserrano

Mer, 24/08/2016 - 12:05

Ogni tanto si trova un cittadino (in questo caso un sindaco),con le palle e che non piega la schiena. Bravo sindaco, il matrimonio lo vadano a fare in albania.

Santippe

Mer, 24/08/2016 - 12:06

Santippe. Bravo sindaco, non molli! Vadano a sposarsi in Arabia Saudita.

Ritratto di giorgio44

giorgio44

Mer, 24/08/2016 - 12:07

Bravissimo sindaco. Digli che vadano a sposarsi e a fare in...... da un'altra parte. Il più lontano possibile. Ancora bravo al Sindaco.

Romolo48

Mer, 24/08/2016 - 12:16

Che vadano a sposarsi in Albania.

Mauri44

Mer, 24/08/2016 - 12:21

grande sindaco li sposi in garage

Gianluca_Pozzoli

Mer, 24/08/2016 - 12:28

lo toglieranno....la massoneria islamica è molto forte

routier

Mer, 24/08/2016 - 12:39

Non gli va bene l'Italia? E allora cosa aspettano ad andarsene? Mica penseranno che li vogliamo trattenere. Se si sposavano in Arabia Saudita il problema non esisteva.

gcf48

Mer, 24/08/2016 - 12:40

si sposino in arabia

Kamen

Mer, 24/08/2016 - 12:40

Bravo Bagnasco!!!!Questo è il comportamento che dovrebbero seguire tutti a difesa della nostra identità cristiana.

Ritratto di ContessaCV

ContessaCV

Mer, 24/08/2016 - 12:50

Il Sindaco Bagnasco ha fatto benissimo a non celebrare il matrimonio tanto più che i due giovani sposi sono residenti in Francia e quindi se vogliono riti laici che vadano a sposarsi là. Strano che la madre della sposa non abbia anche chiesto di cancellare i magnifici affreschi della sala comunale di carattere religioso. Gli Islamici devono mettersi nella testa che l'Italia è un paese Cristiano quindi se vogliono stare qui si adeguano, altrimenti possono tornare da dove sono venuti i loro avi. Noi conviviamo da anni ed anni in pace con gli Ebrei e non abbiamo mai avuto problemi. Fior fiore di chirurghi di religione Ebraica hanno operato in sale operatorie Italiane con il Crocifisso appeso al muro e senza mai dire nulla. Quindi i pianta grane è meglio che vadano via dall'Italia.

swiller

Mer, 24/08/2016 - 12:51

Tornino al loro paese.

Luci60

Mer, 24/08/2016 - 13:04

espulsione immediata

Italiano_medio

Mer, 24/08/2016 - 13:12

Onore al Sindaco.

agosvac

Mer, 24/08/2016 - 13:14

E' ormai chiaro che gli islamici che vivono e prosperano in Italia non hanno alcun rispetto per la matrice religiosa originaria italiana che è senza dubbio alcuno cristiano/cattolica. Questa mancanza di rispetto è una cosa molto grave perché significa che queste persone non hanno la benché minima volontà di integrarsi nel nostro paese, pertanto andrebbero immediatamente espulsi!!! Neanche oso immaginare cosa succederebbe se una coppia di cristiani cercasse di sposarsi , per esempio, in Iran e chiedesse l'esposizione del crocifisso, inerente la propria fede, nella sala del matrimonio!!!

fabiod

Mer, 24/08/2016 - 13:22

FUORI!

IVANKA

Mer, 24/08/2016 - 13:26

Se dobbiamo creare un ambiente senza simboli religiosi, che è quello che si auspica nei luoghi pubblici, allora si devono sposare in abiti occidentali, perché loro sono intrisi di simboli religiosi: dall'abbigliamento al comportamento. La religione deve diventare un espressione privata da esercitarsi nella propria abitazione e nei soli luoghi di culto: via burka, burkini, velo, crocefissi da tutti i luoghi pubblici, strada inclusa. E vedrete che se ne andranno...

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Mer, 24/08/2016 - 13:28

E un grande plauso al sindaco.

Ritratto di rebecca

rebecca

Mer, 24/08/2016 - 13:31

un buona occasione per la ragazza rapallese: " scappa finchè sei in tempo, con un marito e, soprattutto con una suocera mussulmana e i@@@@a, rifletti su quale sarà il tuo futuro." "Quindi prendi l'unica decisione sensata lascia il fidanzato, sua madre e ringrazia il sindaco di Rapallo....."

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Mer, 24/08/2016 - 13:33

ovviamente non sono palle di sinistra!

mariod6

Mer, 24/08/2016 - 13:38

Bravo Sig. Sindaco !! Ho un monolocale a Rapallo e ritengo che Lei tuteli le nostre radici. Non essendo residente non posso votare per Lei, ma farò tutta la pubblicità possibile a Lei e alla Sua Giunta. Ottimo, e non ceda !!

il sorpasso

Mer, 24/08/2016 - 13:39

Si vanno a a sposare al loro paese diversamente si adeguano alle nostre tradizioni e BASTA!

antonmessina

Mer, 24/08/2016 - 13:42

si sposino in albania

Fossil

Mer, 24/08/2016 - 13:44

Molto bene! C'é tanto posto fra i cammelli. Perché devono rompere qui? Imparassero a rispettare la nostra cultura sennò se ne possono andare dove più loro aggrada. Fossi l 24/08/2016

giza48

Mer, 24/08/2016 - 13:45

Bravo e bis caro Sindaco del centrodestra. Come si permettono questi stranieri, peraltro musulmani pervasi solo di odio nei confronti della nostra civiltà e religione, a dettare le regole in casa nostra. Fermezza, decisione e nessuna paura nei loro confronti, questo è il vero atteggiamento da tenere da Italiani consapevoli dei nostri valori e della nostra civiltà. Vorrei, se mi permettete, aver visto l'atteggiamento di un qualche sindaco del PD su analoga questione, penso che avrebbe messo la coda tra le gambe levato il crocifisso e vissero tutti beati e contenti.

Ritratto di aresfin

aresfin

Mer, 24/08/2016 - 13:45

Molto, molto bene. E' facile no?

FRANZJOSEFVONOS...

Mer, 24/08/2016 - 13:48

VOLETE SPOSARVI E METTERE AL MONDO UN FANATICO CHE SI VUOLE FARE SALTARE PER UN DIO CHE NON ESISTE? ANDATE IN ALGERIA

steacanessa

Mer, 24/08/2016 - 13:50

Che vadano in arabia!

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 24/08/2016 - 13:51

Una ragazza Rapallese che sposa un mussulmano!!! POVERINAAAA!!!lol lol Buenos dìas dal Nicaragua.

Malacappa

Mer, 24/08/2016 - 13:56

E chi se ne frega.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 24/08/2016 - 13:57

"Li quel crocifisso non ci deve stare!" E chi sono costoro per decidere e comandare cosa ci deve stare e cosa no? Sono forse i padroni? Chi si credono di essere? NON GLI VA BENE? Vadano a sposarsi a Mosul o dove diavolo gli pare ma senza romperci gli zebedei e gia' che ci sono ci restino.

Dan SE17

Mer, 24/08/2016 - 13:57

Non sarebbe meglio togliere il merchandising dello staterello canaglia / sanguisuga a prescindere, da tutti i luoghi pubblici? Cosi' come non c'entrano niente altri amuleti e cose varie di ogni superstizione ( peperoncini, mezzelune, zampe di coniglio e via dicendo? ) Anche le persone normali, che non hanno paura di diavoli, specchi rotti e gatti neri non e' che abbiano - tendenzialmente - un gran piacere ad trovarsi davanti a simboli di idiozia popolare di origine mediorientale che devono anche fortemente sovvenzionare, volenti o nolenti

Ritratto di ezekiel

ezekiel

Mer, 24/08/2016 - 14:04

Tra l'altro la scusa del crocifisso in un luogo civile è in realtà solo un pretesto per attaccare quel simbolo e basta, perché pochi giorni fà due musulmane sono entrate in chiesa - dove il crocifisso aveva tutto il diritto di stare - e gli hanno sputato sopra. Quindi, come la mettiamo, musulmani ipocriti?!

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Mer, 24/08/2016 - 14:05

Complimenti Sindaco! In un momento in cui le persone perdono fiducia nelle istituzioni c'è ancora qualcuno che dimostra che una riscossa dignitosa è possibile! Grazie per il suo gesto.

petra

Mer, 24/08/2016 - 14:09

Meno male.

petra

Mer, 24/08/2016 - 14:13

Ecco perchè, cominciare a mettere qualche divieto in Italia, sarebbe cosa buona, ci darebbe un minimo di credibilità, anche se si tratta di piccole cose, come il burkini ad esempio o altro. Perchè, come si dice, se gli dai il dito, si prendono la mano.

gattogrigio

Mer, 24/08/2016 - 14:13

D'accordissimo sul combattere indomitamente qualsiasi tendenza a cancellare le radici della nostra civiltà, ma in questo caso mi sembra un po una bega a vanvera. Era albanese e quindi poteva essere mussulmano come la maggior parte degli italiani sono cristiani. Dalle sue parti non ci sono cammelli (@orso bruno). Era un matrimonio civile e quindi non potevano celebrarlo in una moschea(@Non so). Il crocefisso potevano anche toglierlo per far contenta la mamma e rimetterlo a posto mezzora dopo senza che questo distruggesse le nostre radici. La guerra va fatta sugli aspetti importanti non sui dettagli.

Ritratto di centocinque

centocinque

Mer, 24/08/2016 - 14:30

In sindaco che ha le idee più chiare di tanti ( falsi) preti

Ritratto di gian td5

gian td5

Mer, 24/08/2016 - 14:37

Il giornale dimentica di informare (mi auguro solo per negligenza) che alla coppia islamica son state proposte in alternativa altre tre "location" prive di simboli religiosi: un diverso locale nel comune (gratuito), la Villa Tigullio e L'Antico Castello, questi ultimi a pagamento, il fatto che siano state tutte rifiutate giustifica il sospetto che l'obiettivo principale non fosse il matrimonio ma la rimozione del Crocifisso. Fortunatamente il Dott. Bagnasco, contrariamente agli "eroi" di Comunione e Liberazione, non ha né tolto né messo il velo a Nostro Signore.

ENRICOP

Mer, 24/08/2016 - 14:44

MA CHI SE FREGA SE NON SI SPOSANO TORNINO A CASA LORO BASTA NON SE NE PUO' PIU' ENRICO

ENRICOP

Mer, 24/08/2016 - 14:46

MA NON ROMPETE LE BALLE TORNATE A CASA VOSTRA ENRICO

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Mer, 24/08/2016 - 14:49

Leggo sul quotidiano Il Giornale del suo fermo rifiuto a rimuovere il crocefisso dalla sala del Municipio dove si sarebbe svolta una cerimonia di matrimonio tra mussulmani. A nome anche della maggioranza silenziosa degli italiani che, sottomessi per timore o per soggezione, evitano di esprimere la loro condivisione, mi permetta di esternarLe la mia piena solidarietà ed ammirazione per il gesto da Lei compiuto. Di questi tempi in cui il "politicamente corretto" di matrice cattocomunista imperversa, la Sua è stata senz'altro una posizione coraggiosa. Mi auguro che il suo esempio venga fatto proprio anche da altri Sindaci al fine di contrastare quella "controcultura" di sinistra per quale l'integrazione consiste solo con nell'abbandono da parte degli italiani dei diritti e delle tradizioni secolari. Ancora congratulazioni!

Una-mattina-mi-...

Mer, 24/08/2016 - 14:51

Ce ne faremo una ragione, e cercheremo di sopravvivere lo stesso senza il matrimonio delle due "risorse".

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 24/08/2016 - 15:37

E' cosi' che si fa. Questa e' la nostra terra, la nostra civilta'. Se non ti sta bene fuori dalle balle.

Maura S.

Mer, 24/08/2016 - 15:50

Che vadano a sposarsi nel paese del marito, i miei auguri alla sposa, con una suocera simile....... dopo il matrimonio sarà costretta a vestirsi come una musulmana.... buona fortuna!!

Ritratto di gianfranco88

gianfranco88

Mer, 24/08/2016 - 15:53

Ma che si vadano a sposarsi nel cesso

Ritratto di nando49

nando49

Mer, 24/08/2016 - 15:59

Finalmente un sindaco che difende i nostri valori a fronte della solita arroganza islamica. Non cedere di un millimetro significa conservare la nostra indipendenza rispetto ad una invasione religiosa e non.

il nazionalista

Mer, 24/08/2016 - 16:28

La coppia maomettana pretende di imporre quale debba essere l' aspetto di una sala comunale italiana, altrimenti non si sposano?? E che convivano allora!!

peppo8394

Mer, 24/08/2016 - 16:33

ottima la decisione del sindaco e anche quella dei promessi sposi. e se vogliono, lascino pure il paese, dato che le usanze nostre sono queste e non li costringiamo a condividerle, ma a rispettarle. grazie

flip

Mer, 24/08/2016 - 16:42

la vecchia, che c'è venuta a fare in Italia? chi l' ha cercata? la sposina è mussulmana? comunque, CON QUELLA SUOCERA...... e con la loro religione..... poveraccia.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 24/08/2016 - 16:47

Quante pretese e quanta arroganza questi extracomunitari. Li sfido ad inoltrare veemente tali richieste in altri stati. Sicuro non avrebbero il coraggio.

Gaeta Agostino

Mer, 24/08/2016 - 17:03

E ha fatto bene. Fossi in lui, visto che ci ha offesi la signora, verificherei se i signori che rifiutano il crocifisso usufruiscono di qualche agevolazione o sussidio comunale e glielo toglierei immediatamente visto l'irrispettosità dimostrata nei confronti della nostra nazione.

Ritratto di karmine56

karmine56

Mer, 24/08/2016 - 17:47

Ogni tanto una notizia coi fiocchi.

precisino54

Mer, 24/08/2016 - 17:56

X gattogrigio – 14:13; il nostro stato è aconfessionale, ma ha chiare radici cristiane. Pensare di togliere per un tempo anche limitato il crocifisso, solo per esaudire la richiesta porta a pensare che qualunque richiesta in tal senso sia lecita e vada accettata in nome di un malinteso senso di accoglienza. Da quanto scrive -gian td5 - 14:37 – si capisce quanto la richiesta fosse pretestuosa. I nostri palazzi storici istituzionali sono pieni di affreschi spessissimo a carattere religioso, dovremmo per caso in futuro coprirli per non urtare la suscettibilità altrui, dovremmo distruggere il nostro patrimonio culturale come i Buddha di Bamiyan? Chi pensa di accettare richieste simili ha una pessima conoscenza del nostro passato arrivando poi come nel caso della visita di Rowani a mascherare le statue. Prova ad entrare in una moschea con le scarpe, e noi dovremmo togliere i nostri simboli. Il rispetto non è a senso unico!

Pinozzo

Mer, 24/08/2016 - 18:11

Fondamentalmente non me ne frega nulla, pero' 'sta madre che rompe le balle solo perche' c'e' una statuetta di gesu' nella sala se ne vada affangulasch. Se fai un matrimonio civile non te ne deve fregare nulla dei simboli presenti, se ne vuoi fare uno religioso trovati una moschea.

Agus

Mer, 24/08/2016 - 18:17

Questo mi aspetto da un sindaco di centrodestra, grande uomo, e a quella stupidella promessa sposa, scappa, non sai a cosa vai incontro, diventi un oggetto conti meno di niente o se proprio sei intenzionata a rovinarti per tutta la vita andate a sposarvi in albania, il Crocefisso rimane al suo posto

AndreaT50

Mer, 24/08/2016 - 18:20

Il Sindaco si é comportato in modo normale e corretto (dubito che tutti si sarebbero comportati così), in quanto agli sposi, madri, nonne e compagnia bella si accomodino: quella é la porta che, rispettosamente, gliela indichiamo. Buon viaggio.

Lissa

Mer, 24/08/2016 - 18:21

Bravo Sindaco! Altro che cialtroni sinistrati. Qui siamo in Italia, non siamo in un paese di incappucciati. Che vadano a sposarsi in Arabia.

venco

Mer, 24/08/2016 - 18:27

Vengono clandestini, cioè illegali, e poi dettano ordini.

nomadi

Mer, 24/08/2016 - 18:36

E chi se ne frega che andassero a sposarsi a casa loro. Ma chi li vuole, bravissimo il sindaco

mariod6

Mer, 24/08/2016 - 18:51

Bisogna scoprire a quale titolo la vecchia babbiona mussulmana sia in Italia. Ha un visto di ingresso, ha un permesso di soggiorno, ha i mezzi per mantenersi?? Oppure è anche lei ospite della Boldrini e di Alfano?? Fuori dai piedi e in fretta !!

ItalicoCenturione

Mer, 24/08/2016 - 18:58

DA NON CREDERCI, UNA BELLISSIMA NOTIZIA, UN SINDACO CON.....MIDOLLO SPINALE!!!! FORSE IL TITOLO COPPIA ISLAMICA NON E' COMPLETAMENTE ESATTO, LA RAGAZZA RAPALLESE E' ITALIANA E, QUINDI, VEROSIMILMENTE CRISTIANA OPPURE ALTRO? ANCORCHE' RITO CIVILE CHE FEDE AVREBBE ABBRACCIATO? IN OGNI CASO LA MADRE DELLO SPOSO E TUTTA LA SUA FAMIGLIA POSSONO TRANQUILLAMENTE TORNARSENE IL ALBANIA, NON PASSEREMO LE NOTTI IN BIANCO PER LA TRISTEZZA.

Ritratto di abj14

abj14

Mer, 24/08/2016 - 19:07

In questo disastrato paese, qualsiasi pezzente, magari uscito da poco dalla stalla, fa l'arrogante. Avrebbero già dovuto negare alla megera di effettuare un sopralluogo prima della cerimonia; si sposino in Albania e trascorrano lì pure la luna di miele (meglio ancora se ci restano). Aspettiamo ora fiduciosi e trepidanti le ire funeste di una accigliatissima Boldrini. – (4° invio)

Ritratto di ALBACHIARA333

ALBACHIARA333

Mer, 24/08/2016 - 20:05

TUTTI I SINDACI D'ITALIA DOVREBBERO ESSERE COME IL SIG. CARLO BAGNASCO, QUESTI SONO VENUTI A VIVERE QUI E DEVONO ACCETTARE LE NOSTRE REGOLE E LE NOSTRE TRADIZIONI SE NON GLI VA BENE POSSONO TORNARE DA DOVE SONO VENUTI. NON DOBBIAMO ASSOLUTAMENTE CEDERE ...MAI LORO NON DEVONO COMANDARE A CASA NOSTRA ... COMPLIMENTI AL SINDACO

Ritratto di camerata.ghigno

camerata.ghigno

Mer, 24/08/2016 - 20:45

CRISTO non si tocca!

Roberto47

Mer, 24/08/2016 - 21:02

Non si sposano più? Un giorno ringrazieranno quel piccolo Crocifisso!!

Ritratto di caster

caster

Mer, 24/08/2016 - 21:06

Qualcuno con le palle esiste.bravo sindaco.

francab

Mer, 24/08/2016 - 22:36

se non credono nel Cristo, che gli importa se sta appeso ad un muro? ci sono tanti quadri che non mi piacciono, non per questo pretendo che vengano tolti

guardiano

Mer, 24/08/2016 - 22:36

Torno a ripetermi, questi personaggi hanno capito benissimo che masnada di cialtroni ci governa, in casa nostra questi pretendono di farci togliere il crocefisso perchè sanno di avere le spalle coperte da italiani traditori dell'italia.

forbot

Mer, 24/08/2016 - 23:00

Ha fatto bene il Sindaco. Non tanto per la questione del Crocefisso, ma per il principio che devono rendersi conto che in casa nostra: COMANDIAMO NOI . Come noi, non ci permetteremo, in casa loro, di imporre il ns. volere o di pretendere che cambino i lori usi e costumi o di rinnegare la loro fede nel loro D-o.- E' ora che si chiariscano questi principi e se c'è intelletto da ambo le parti, si risparmiano grida e pianti e si può godere di più questo scorcio di vita terrena.

Ritratto di abj14

abj14

Gio, 25/08/2016 - 00:38

In questo disastrato paese, qualsiasi pezzente, magari uscito da poco dalla stalla, fa l'arrogante. Avrebbero già dovuto negare alla megera di effettuare un sopralluogo prima della cerimonia; si sposino in Albania e trascorrano lì pure la luna di miele (meglio ancora se ci restano). Aspettiamo ora fiduciosi e trepidanti le ire funeste di una accigliatissima Boldrini. – (5° invio)

Giua

Gio, 25/08/2016 - 06:00

mezze tacche.Qui chiedono e vogliono dirittio per cui mai hanno combattuto Nel loro paese zitti e mosca. Tornate in albania e fate quello che volete se ve lo fanno fare.

claudioarmc

Gio, 25/08/2016 - 07:21

CHISSENEFREGA

emigratoinfelix

Gio, 25/08/2016 - 07:47

benissimo ha fatto il sindaco a non farsi imporre nulla da questi albanesi.Se ne vadano di nuovo a farsi sposare nella laica e massonica Francia,oppure si scelgano una moschea che sia di gusto della suocera,e nonci fracassino piu' i gioielli di famiglia,please!

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Gio, 25/08/2016 - 08:06

Dal Sindaco di Rapallo un esempio per I nostri fragili Deputati ; Boldrini in testa.Qualcuno ,in Provincia,ha ancora le palle ! una bella notizia.

Ernestinho

Gio, 25/08/2016 - 08:06

Un SINDACO con le palle!

Ritratto di Turzo

Turzo

Gio, 25/08/2016 - 09:20

SINDACO ECCELLENTE! ci fai onore! e se i maomettani no si sposano CHI SE NE FREGA! andassero alla Mecca e non rompeteci i c...ni!!!!

routier

Gio, 25/08/2016 - 09:22

Con questo atteggiamento il Sindaco ha le premesse per una sicura rielezione a Primo Cittadino. Alla faccia dei buonisti di professione!

nordest

Gio, 25/08/2016 - 09:23

Questo sindaco merita rispetto : questa gentaglia deve rispettare usi e costumi nostri ,altrimenti tornino tra i loro cammelli o pecore

circosta aurelio

Gio, 25/08/2016 - 09:33

Bravissimo questo sindaco ! È gente ignorante e non puó capire il significato culturale che evoca l'immagine del Cristo. Che vadano a sposarsi in mezzo alle loro pecore e con i loro riti tribali!

gattogrigio

Gio, 25/08/2016 - 18:25

@precisino54 Velocissimo perché sto per imbarcarmi. Non fraintendermi; non conosco i dettagli ma quella coppia poteva benissimo essere una coppia laica con una mamma un po antiquata. Chiedere che i luoghi pubblici debbano essere senza crocifissi è chiedere di rinnegare le nostre radici. Chiedere di toglierlo per mezzora per evitare che la mamma rompa e te la remeni per i 20 anni successivi è ragionevole e non tocca le radici. Ha me i mussulmani che vogliono togliere il crocefisso fanno semplicemente ridere; se sono accolti qui quasi decentemente è perché c'è stato lui. Scappo. Eventualmente ti aggiungerò un commento domani per spiegarti il perchè.