Il Comune vuole fermare apertura di negozi kebab

A Montecatini lo studio di un provvedimento per impedire la plorifelazione di negozi di kebab e supermarket etnici: "Questione di qualità"

Con una modifica al regolamento del commercio, Montecatini potrebbe mettere i bastoni tra le ruote al proliferare di negozi di kebab e stranieri. Secondo quanto riporta il Tirreno, infatti, i tecnici del Comune starebbero lavorando in questi giorni pre trovare dei cavilli in grado di fermare i minimarket gestito da cittadini stranieri.

Il tutto sarebbe partito da una idea dell'ex assessore Moreno Mencarelli che prende spunto dal decreto Franceschini, che permette alle amministrazioni locali di intervenire e subordinare le autorzzazioni all'apertura di nuovi locali ponendo attenzione alle esigenze di tutela del patrimioni artistico delle città.

Montecatini non si è fatta sfuggire l'occasione e i tecnici dovrebbero preparare il provvedimento entro fine di gennaio. La bozza poi dovrà passare per la commissione consiliare statuto e regolamenti e infine essere approvata in giunta. Sul tema l'assessore alle attività produttive, Helga Bracali, è stato chiaro: "La finalità – ha detto – è quella di elevare la qualità dei negozi in talune aree del centro che, come prevede il decreto, dovranno essere individuate e ben delimitate. Saranno pertanto scelti quartieri con un più alto rischio degrado e seguito l’esempio di quanto già fatto a Firenze. Una decisione che affonda inoltre le radici sulla necessità di creare una città a misura Unesco, in vista della decisione dell’ente sovranazionale circa la candidatura di Montecatini assieme alle altre città storiche termali europee".

Commenti

istituto

Gio, 11/01/2018 - 21:16

Prima li fanno entrare e gli concedono TUTTO e poi li vogliono fermare.....

vince50

Gio, 11/01/2018 - 21:33

Significherebbe impedire ai buongustai di ingurgitare porcherie e carne marcia,ammesso che sia carne e chissà di cosa.

Divoll

Gio, 11/01/2018 - 21:45

BENE!!! Se li aprano a casa loro, i negozi di kebab.

Divoll

Gio, 11/01/2018 - 22:01

Come Montecatini, presto TUTTA ITALIA...

seccatissimo

Gio, 11/01/2018 - 23:36

Tenuto conto che gli interessi degli italiani debbano avere sempre e dico sempre la precedenza, sono convinto che sarebbe una buona cosa realizzare la limitazione proposta, in tutta Italia !

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 12/01/2018 - 05:05

Tempo fa, credo in Gran Bretagna, fu scoperto che ci mettevano nel miscuglio anche carne di topo. In quanto alle regole igieniche di tali laboratori e del suo personale, vi lascio immaginare.

Oraculus

Ven, 12/01/2018 - 06:24

Io proporrei in ogni citta' una zona franca...ove non e' permesso l'accesso agli immigrati per nessun motivo , riflettete poi commentate...

Oraculus

Ven, 12/01/2018 - 06:27

Un mio vanto??...non essermi mai seduto o entrato in KEKAB...e quindi mai tentato di assaporare quella carne gocciolante di grasso e di cosi' anonima provenienza...

VittorioMar

Ven, 12/01/2018 - 08:11

..SOLO QUALITA'?...NON DI IGIENE ?..CON TUTTI GLI "ODORI" .."SAPORI"...E CONDIMENTI VARI DI INSETTI "VOLANTI E STRISCIANTI" ...??

manson

Ven, 12/01/2018 - 08:32

andrebbero chiusi ovunque e la loro macellazione che fa soffrire gli animali dichiarata fuorilegge come già accade in molti stati europei. Così verrebbero chiuse anche le loro luride macellerie che sono sempre un crogiolo di potenziali terrorristi

lento

Ven, 12/01/2018 - 08:44

IL SINDACO PUO' FARE TUTTO....BASTA VOLERLO.

Giorgio5819

Ven, 12/01/2018 - 13:55

SONO DA CHIUDERE TUTTI !! Schifo da eliminare dal territorio nazionale!