Comunione ai divorziati risposati, nuova "apertura" del Papa

"Accompagnare", "discernere" e "integrare" chi vive in situazioni di "irregolarità". Sono le tre parole chiave dell'Esortazione apostolica Amoris Laetitia con la quale papa Francesco tira le somme sui due Sinodi dei vescovi, riunitisi nell'ottobre 2014 e 2015, che hanno affrontato il tema famiglia

Papa Francesco torna a occuparsi della comunione ai divorziati risposati. Lo fa usando tre parole chiave contenute nell'Esortazione apostolica "Amoris Laetitia" con cui il pontefice tira le somme dei due Sinodi dei vescovi riunitisi nell'ottobre 2014 e 2015 per discutere sui temi legati alla famiglia. Le parole chiave sono queste: "accompagnare", "discernere" e "integrare". Fanno riferimento alle persone che vivono in situazioni di "irregolarità". Quindi, ovviamente, anche i divorziati, visto che per la Chiesa c'è (ben saldo) il principio dell'indissolubilità del matrimonio.

"Si tratta di integrare tutti - spiega Bergoglio - si deve aiutare ciascuno a trovare il proprio modo di partecipare alla comunità ecclesiale, perché si senta oggetto di una misericordia immeritata, incondizionata e gratuita. Nessuno può essere condannato per sempre, perché questa non è la logica del Vangelo. Non mi riferisco solo ai divorziati che vivono una nuova unione, ma a tutti, in qualunque situazione si trovino".

Parlando delle situazioni "irregolari", il pontefice ricorda che "la strada della Chiesa è quella di non condannare eternamente nessuno; di effondere la misericordia di Dio a tutte le persone che la chiedono con cuore sincero". Pertanto, scrive Papa Francesco, "sono da evitare giudizi che non tengono conto della complessità delle diverse situazioni, ed è necessario essere attenti al modo in cui le persone vivono e soffrono a motivo della loro condizione". "Ovviamente, - precisa il Papa - se qualcuno ostenta un peccato oggettivo come se facesse parte dell'ideale cristiano, o vuole imporre qualcosa di diverso da quello che insegna la Chiesa, non può pretendere di fare catechesi o di predicare, e in questo senso c'è qualcosa che lo separa dalla comunità. Ha bisogno di ascoltare nuovamente l'annuncio del Vangelo e l'invito alla conversione. Ma perfino per questa persona può esserci qualche maniera di partecipare alla vita della comunità: in impegni sociali, in riunioni di preghiera, o secondo quello che la sua personale iniziativa, insieme al discernimento del Pastore, può suggerire".

"C'è anche il caso di quanti - sottolinea il Papa nell'Esortazione apostolica - hanno fatto grandi sforzi per salvare il primo matrimonio e hanno subito un abbandono ingiusto, o quello di coloro che hanno contratto una seconda unione in vista
dell'educazione dei figli, e talvolta sono soggettivamente certi in coscienza che il precedente matrimonio, irreparabilmente distrutto, non era mai stato valido. Altra cosa è invece una nuova unione che viene da un recente divorzio, con tutte le conseguenze di sofferenza e di confusione che colpiscono i figli e famiglie intere, o la situazione di qualcuno che ripetutamente ha mancato ai suoi impegni familiari. Dev'essere chiaro - avverte Francesco -che questo non è l'ideale che il Vangelo propone per il matrimonio e la famiglia. I Padri sinodali hanno affermato che il discernimento dei Pastori deve sempre farsi distinguendo adeguatamente', con uno sguardo che discerna bene le situazioni. Sappiamo che non esistono 'semplici ricette'".

Il Papa invita al discernimento, ricordando che sulla questione dei divorziati risposati la valutazione deve avvenire caso per caso: "I divorziati che vivono una nuova unione, per esempio, possono trovarsi in situazioni molto diverse, che non devono essere catalogate o rinchiuse in affermazioni troppo rigide senza lasciare spazio a un adeguato discernimento personale e pastorale". Perchè "una cosa è una seconda unione consolidata nel tempo, con nuovi figli, con provata fedeltà, dedizione generosa, impegno cristiano, consapevolezza dell'irregolarità della propria situazione e grande difficoltà a tornare indietro senza sentire in coscienza che si cadrebbe in nuove colpe. La Chiesa riconosce situazioni in cui 'l'uomo e la donna, per seri motivi - quali, ad esempio, l'educazione dei figli - non possono soddisfare l'obbligo della separazione'".

Il Papa ribadisce la posizione della Chiesa sulle unioni omosessuali: "Ogni persona, indipendentemente dal proprio orientamento sessuale, va rispettata nella sua dignità e accolta con rispetto, con la cura di evitare 'ogni marchio di ingiusta 'indiscriminazione' e particolarmente ogni forma di aggressione e violenza". Nei riguardi delle famiglie, osserva il Papa, "si tratta invece di assicurare un rispettoso accompagnamento, affinchè coloro che manifestano la tendenza omosessuale possano avere gli aiuti necessari per comprendere e realizzare pienamente la volontà di Dio nella loro vita".

Il pontefice ricorda ancora che "nel corso del dibattito sulla dignità e la missione della famiglia, i Padri sinodali hanno osservato che circa i progetti di equiparazione al matrimonio delle unioni tra persone omosessuali, non esiste fondamento alcuno per
assimilare o stabilire analogie, neppure remote, tra le unioni omosessuali e il disegno di Dio sul matrimonio e la famiglia'; ed è inaccettabile - osserva ancora Francesco - 'che le Chiese locali subiscano delle pressioni in questa materia e che gli organismi
internazionali condizionino gli aiuti finanziari ai Paesi poveri all'introduzione di leggi che istituiscano il 'matrimonio' fra persone dello stesso sesso".

Bergoglio si sofferma anche sul sesso. "È irresponsabile - osserva - ogni invito agli adolescenti a giocare con i loro corpi e i loro desideri, come se avessero la maturità, i valori, l'impegno reciproco e gli obiettivi propri del matrimonio. Così li si incoraggia allegramente ad utilizzare l'altra persona come oggetto di esperienze per compensare carenze e grandi limiti. È importante invece insegnare un percorso sulle diverse espressioni dell'amore, sulla cura reciproca, sulla tenerezza rispettosa, sulla comunicazione ricca di senso". "Frequentemente - spiega - l'educazione sessuale si concentra sull'invito a 'proteggersi', cercando un ' sesso sicuro'. Queste espressioni trasmettono un atteggiamento negativo verso la naturale finalità procreativa della sessualità, come se un eventuale figlio fosse un nemico dal quale doversi proteggere. Così si promuove l'aggressività narcisistica invece dell'accoglienza". "L'unione sessuale - conclude il pontefice - nel matrimonio apparirà così come segno di un impegno totalizzante, arricchito da tutto il cammino precedente".

Commenti

Grix

Ven, 08/04/2016 - 12:55

Ma per cortesia !!! Siamo nel 2016 !!!

Albius50

Ven, 08/04/2016 - 12:56

E' oggettivamente una valutazione errata; comunque ribadisco che personalmente se credo in Dio o Gesù Cristo non ho bisogno dei PRETI, VESCOVI O PAPI che mi dicano cosa fare; confido in una vita serena e poi ci penserà qualcuno sopra di noi e loro a valutare la mia vita terrena.

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 08/04/2016 - 13:00

Circa la comunione ai divorziati è problema tutto suo, di cui "nun ce ne po' frega' de meno". Ciò che la gente non sopporta più è l'atteggiamento possibilista e buonista che il papa nero continua ad assumere ad ogni occasione, particolarmente in funzione filoislamica, atteso che è chiaro a tutti, anche a coloro che non hanno letto il Corano, che l'Islam ha come obbiettivo la sottomissione e poi la distruzione della civiltà cristiana.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Ven, 08/04/2016 - 13:05

Si è dimenticato dei pedofili, oppure per loro è già tutto normale??

Klotz1960

Ven, 08/04/2016 - 13:07

Nessuno puo' essere condannato per sempre? E l'Inferno, con il quale la Chiesa ha terrorizzato l'umanita' per secoli, fondando il suo potere, Bergoglio dove lo colloca?

DuralexItalia

Ven, 08/04/2016 - 13:25

@Albius50: completamente totalmente assolutamente d'accordo con Te. Preferisco mille volte di più una scelta autonoma tramite la mia coscienza di cristiano "peccatore" piuttosto che stare a sentire persone che si vestono in modo suggestivo e che mi "accompagnano" nelle mie scelte morali e personali fin dall'infanzia. Non abbiamo bisogno di preti o imam in quanto tali ma solo di persone perbene, religiose o laiche che siano. Persone perbene e basta. Dio lo capirà

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 08/04/2016 - 13:26

chiesa ormai divenuta la longa manus della massoneria e dell'americanismo disgregatore.

aurius

Ven, 08/04/2016 - 13:28

"la strada della Chiesa è quella di non condannare eternamente nessuno" .. bene ergo che l'Inferno non esiste più .. o meglio che la religione Cattolica di Bergoglio non è più cattolica ma diventata qualcosa di diverso, molto simile al Luteranesimo e di fatto Protestante.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 08/04/2016 - 13:30

Non a caso un grande amico degli ebrei che quando è andato nella sinagoga a umiliarsi e dichiararsi schiavo dei "fratelli maggiori" ha nascosto la croce per non offendere i suoi padroni.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 08/04/2016 - 13:31

chiesa ormai ridotta a semplice associazione caritatevole (a parole....) dove tutto è uguale. Tra poco ci diranno: chi siamo noi per giudicare pedofili e assassini? Sono frateli che sbagliano... ma il perdono non si nega a nessuno, no?

Tuvok

Ven, 08/04/2016 - 13:33

BERGOGLIO, in una "SITUAZIONE IRREGOLARE" vivono i suoi amici ROM e CLANDESTINI, non i divorziati, il DIVORZIO è LEGALE.

Ritratto di marapontello

marapontello

Ven, 08/04/2016 - 13:39

Albius50 ma che dice? Se uno non crede nei sacramenti che fede è? Che poi ci siano dei consacrati indegni, beehh..lo ha detto spesso anche la Madonna di Medjugorje di pregare per loro, perché sono diventati tiepidi. Klotz1960 ma quale terrore, le persone se ne fregano altamente, anzi si mettono a ridere solo sentir nominare l inferno.

Ritratto di marapontello

marapontello

Ven, 08/04/2016 - 13:42

Secondo me si sta mettendo al posto di Dio, anzi al di sopra. D' altronde è il male del nostro tempo.

Ritratto di mavi5247

mavi5247

Ven, 08/04/2016 - 13:57

se io voglio faccio la comunione quando mi pare...non ho bisogno del permesso del Papa!!

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Ven, 08/04/2016 - 14:00

DA GIOVANE BERTOGLIO STUDIAVA MARX CHE GUEVARA E LENIN.

Totonno58

Ven, 08/04/2016 - 14:03

Grazie, Francesco..con la tua opera di misericordia hai anche aiutato la Chiesa a recuperare circa un millennio!:)..ANNA17...è una battuta?

acam

Ven, 08/04/2016 - 14:22

Il Papa è prima di tutto un uomo e come tale soggetto ad errori, non dico che stia dicendo castronerie ma da uomo con pochissima esperienza di convivenza sessuale-familiare, può parlarne solo in maniera concettuale o utopistica. ha ragione quando condanna fermamente i suoi Sacerdoti di ogni livello per la pratiche pedofile, molto meno quando non protegge di principio i suoi fedeli contro i quotidiani attacchi dei miscredenti o agnostici che siano chi crede deve essere Protetto per la sua fede che gli impedisce teoricamente di difendersi, i martiri cristiani oggi hanno anche famiglie e sono in numero superiore ai cristiani omosessuali de via discorrendo.

Libertà75

Ven, 08/04/2016 - 14:22

Quando uno non parla a favore delle unioni gay è fuori dalla modernità... i tipici comportamenti cristianofobici

FRANZJOSEFVONOS...

Ven, 08/04/2016 - 14:28

ALMENO DUE ARGOMENTI DEL TITOLO RIGUARDANO LA CHIESA DEVIATA.

venco

Ven, 08/04/2016 - 14:39

Questo tizio, che han fatto papa, non sa cosa sia la Chiesa e la fede cristiana.

grazia2202

Ven, 08/04/2016 - 14:50

Quanti distinguo. se aveesimo avuto la pelle scura e venivamo dal mare dopo aver pagato 5.000 euro ci avrebbe offerto tutto. fa il Papa e parla di misericordia per i mussulmani non certo per i cristiani.

milope.47

Ven, 08/04/2016 - 14:53

...Bravo papino !. Misericordia, sei proprio una novità.

pastello

Ven, 08/04/2016 - 15:00

Interessa a qualcuno?

Mefisto

Ven, 08/04/2016 - 15:03

Per i divorziati che si risposano mille distinguo... e per un maomettano con 5 mogli come la mettiamo ?

Albius50

Ven, 08/04/2016 - 15:12

Il PAPA e la CHIESA CATTOLICA ormai è solo il SALVADANAIO dei romani vedi PORTA SANTA, ed altre manifestazioni simili ecc..

milope.47

Ven, 08/04/2016 - 15:16

Ho letto bene l'articolo . ( prima non potevo ). Aggiungo- papino - che è un peccato VEDERTI.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Ven, 08/04/2016 - 15:17

Totonno58 ho difficoltà a capire quando leggo i tuoi commenti, per battuta intendi quel che hai scritto tu o quel che ha detto franceschiello??

Tuthankamon

Ven, 08/04/2016 - 15:28

Per fortuna Papa Francesco non ha ceduto ai "progressisti" sulle questioni fondamentali! Vedo già i titoli, dalle agenzie al televideo, che non corrispondono alla realtà. Da come ne parlano, la Comunione sembra essere assimilata alla piadina a Milano Marittima!! Per forza certi mentecatti teologi "new age", i musulmani e i tanti interessati hanno buon gioco. Di fronte a un Occidente così "svagato" possono davvero fare quel che gli pare!

linoalo1

Ven, 08/04/2016 - 15:31

Papa Furbesco,non si smentisce mai!!!Pur di attirare l'attenzione,si finge Sinistrato,ossia :Comunista!!!!

pasquinomaicontento

Ven, 08/04/2016 - 15:41

Venerdì 8 marzo 2016 :Solo tre parole: Accompagnare,discernere,integrare. Un giorno qualunque der 1933 mi' madre cantava :"Solo tre parole,ti voglio bene"-Oggi mi ritrovo a pesare la differenza fra quei tre asettici verbi che non tutti capiscono e quel "Solo tre parole: ti voglio bene" de mamma.Sorvolo sulla estemporanee farneticazioni dell'argentino e mi soffermo sulle ultime battute,:-così si promuove l'aggressività narcisistica invece dell'accoglienza (e sempre li annamo a sbatte,l'accoglienza, chiamarla invasione no,eh! Ma le ultime parole sò 'na sciarada sillabica con scambio di vocali a rebus invertito,:-L'unione sessuale,nel matrimonio,apparirà così come il segno di un impegno totalizzante arricchito da tutto il cammino precedente.Lui si che se ne intende.

gedeone@libero.it

Ven, 08/04/2016 - 15:43

Il Papa è il Vicario di Cristo sulla Terra ed i disegni di Dio sono imprescrutabili. E' il caso di ricordare che Dio non ragiona come gli uomini.

Ritratto di uvignati

uvignati

Ven, 08/04/2016 - 15:49

Fra poco Papa Bergoglio vorrà modificare anche i 10 Comandamenti.

ben39

Ven, 08/04/2016 - 15:56

Concordo in tutto perché ispirato dalla Bibbia.

joecivitanova

Ven, 08/04/2016 - 15:57

....però ci sarebbe anche da dire che c'è qualcuno ed anche più di qualcuno che si sta mettendo o si vorrebbe mettere al posto o al di sopra di tutti i preti o del Papa o addirittura di Dio, ammesso che esista, ma se lo nomina vuol dire che almeno un po' ci crede..!! G. p.s.: io non sono cattolico, quindi non voglio difendere il Papa e mi resta molto difficile credere in Dio.

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Ven, 08/04/2016 - 15:58

Ma crede ancora che importi a qualcuno della scomunica o della comunione ai divorziati?Che continui a lavare i piedi ai negri.

paco51

Ven, 08/04/2016 - 16:01

Scusate, ma chi ascolta il papa? io penso nessuno , neanche il suo Capo Supremo!

faberlonc

Ven, 08/04/2016 - 16:08

@marapontello: hai perfettamente colto nel segno. E che nervi sentire pontificare questo novello Lutero di misericordia, come se la Chiesa prima di lui ne fosse priva. E che tristezza leggere sedicenti cattolici che esultano per la modernizzazione della Chiesa: basterebbe sfogliare il Catechismo (tutt'ora in vigore fino a prova contraria) per rendersi conto dell'enorme contraddizione e inconciliabilità tra l'odierna pastorale e la dottrina. Sveglia!

faberlonc

Ven, 08/04/2016 - 16:10

@uvignati: perché, non l'ha già fatto? Ad esempio "non avrai altro Dio all'infuori di me"?

onurb

Ven, 08/04/2016 - 16:38

uvignati. Lei dice "Fra poco Papa Bergoglio vorrà modificare anche i 10 Comandamenti." Lo ha già fatto, se dobbiamo credere a ciò che scrisse Scalfari, mai smentito, tempo fa su Repubblica, ossia che la vera rivoluzione di Bergoglio è stata l'aver cancellato il peccato. Se il peccato non esiste più, i dieci comandamenti non hanno più alcun significato.

Ritratto di marapontello

marapontello

Ven, 08/04/2016 - 16:39

Un uomo di coscienza è uno che non compra mai , a prezzo della rinuncia della verità , l’andar d’accordo , il benessere , il successo , la considerazione sociale e l’approvazione da parte dell’opinione dominante" Card. Newman

alfa553

Ven, 08/04/2016 - 16:39

Come sempre dettano leggi.Questo e comunista e si crea una realtà secondo le sue esigenze,a suo piacimento,quando dovrebbe fare rispettare le parole del suo dio(non mio ,io non credo e non me ne frega niente se c'e o non c'e)I preti dovrebbero lavorare in fabbrica magari in siberia per rinfrescarsi le idee(occhio che non sono comunista)

alfa553

Ven, 08/04/2016 - 16:41

Per 2000 anni hanno rotto con i matrimoni etc... ed ora........... quello che vale ieri oggi non vale più? cosi ieri raccontavano minchiate? e chissà quante ancora.......

nisei731

Ven, 08/04/2016 - 17:37

Il problema non è tanto quello che dice costui nella foto (il bergoglio), ma che c'è ancora troppa gente in italia che gli da ancora retta. Altrimenti non si spiega il 33-34 % di voti al partito cattocomunista cioè al PD. Si puo dire che il PD di Renzi è la catena di trasmissione di bergoglio e viceversa bergoglio è il miglior propagandista elettorale del PD.

Ritratto di tomari

tomari

Ven, 08/04/2016 - 18:01

A me, FELICEMENTE ATEO, i ragli di bergoglio mi fanno una pippa!

Ritratto di llull

llull

Ven, 08/04/2016 - 18:05

Vorrei fare un'esortazione a tutti i cristiani; invece di farci dettare la strada dalle varie encicliche e proclami papali, cerchiamo di mantenere viva la nostra FEDE continuando a seguire il Vangelo cercando di imitare Cristo nella nostra vita quotidiana. Le mode cambiano ed i papi pure; ciò che non cambia è il Vangelo e la dottrina cattolica. Manteniamoci fedeli ad essi.

Prameri

Ven, 08/04/2016 - 18:12

Questo discorso del Papa per me è giusto. Non lo critico per partito preso ma secondo la mia soggettività. Oggi, secondo me, ha parlato bene.

Ritratto di huckleberry10

huckleberry10

Ven, 08/04/2016 - 18:20

Anche oggi l’immancabile puntata sulle nuove dal Vaticano. Potreste chiamare questa rubrica permanente sulla famosa setta romana, dedicata agli amanti della superstizione, Woodoo e Gesù! Comunque, nell'ottica di effettuare il periodico tagliando alle cause che conducono all'ascensore per l’inferno, pare che sia uscito dal paniere, il divorzio, mentre, continua a restare fuori, la ristrutturazione di immobile privato, pagata con i soldi destinati ai bambini malati!

Holmert

Ven, 08/04/2016 - 18:21

Essere cristiani significa seguire i "consigli di Cristo",il quale non ha dettato mai leggi come fece il padre sul monte Sinai con Mosè. Cristiani sono gli ortodossi, gli scismatici, i valdesi e tanti altri. Cattolici cristiani sono anche, tutti coloro che si lasciano guidare dal papa, vicario di Cristo in terra secondo la successione di Simone detto Pietro(la famosa pietra angolare della prima ecclesia-assemblea). Se un divorziato vuole fare la comunione fatti suoi.Non credo che il sacerdote confessore chieda se uno sia divorziato o meno. Siccome nel matrimonio in chiesa viene detto"non osi separare l'uomo ciò che Dio ha unito"ed è considerato un sacramento, se ad esso si viene meno se la vede l'artefice. La colpa ed il peccato sono personali, il papa c'entra un cxzzx.

Ritratto di gino5730

gino5730

Ven, 08/04/2016 - 18:23

Un rivista americana ,aveva intitolato un articolo "Ma il Papa è cristiano ?. No la religione (?) del rosso Franceschiello non è n'è quella cristiana e tanto meno cattolica n'è Buddista n'è Protestante ma si è inventato una religione del tutto personale,fregandosene delle Sacre Scritture.Casomai ha una certa tendenza verso l'Islamismo,visto come difende i mussulmani.Secoli di tradizione cristiana gettati nella spazzatura.

moshe

Ven, 08/04/2016 - 18:44

... ma vai a lavorare tu e tutta la tua cricca !!! siamo stufi di sentirvi sparare prediche gratuite e di mantenervi da più di 2000 anni !!!

Ritratto di massacrato

massacrato

Ven, 08/04/2016 - 18:53

L'ITALIA delle banane. Amministrare senza esser nemmeno ragionieri, presiedere ministeri e commissioni con lauree fantomatiche, perseguire gli evasori grattando più di loro... ed ora, discutere di famiglia senza averla mai tirata avanti nel concreto. NOVITA'? No grazie, faccio da me.

labcos

Ven, 08/04/2016 - 18:56

La chiesa e' strettamente legata al mistero di CRISTO,perche' Gesu' l'ha fondata.Credere solo in Gesu'e non alla chiesa,non abbraccia il mistero nella sua globalita'.Certo la chiesa e' costituita da esseri umani,e lo stesso Gesu' ha detto che gli attacchi delle forze del male sempre presenti all'esterno o all'interno non prevarranno su di Essa.Da piu' di 2000 anni la chiesa c'e' e ci sara'sempre fin che il mondo continuera' ad esserci.Bisogna guardare la chiesa nel motivo della sua creazione;annunciare e testimoniare la presenza e la volonta' di Dio a ogni uomo e in qualsiasi situazione.Il papa deve parlare con la voce di Dio e non degli uomini.La legge di Dio non'e' modificabile,bisogna accettarla o no,con libera scelta.Ci si creda o no,ma la chiesa e' strettamente legata al mistero e alla volonta' di DIO.

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Ven, 08/04/2016 - 19:01

Un colpo al cerchio e uno alla botte, alla fine Papa Francesco cerca che altro di curare più l'immagine della Chiesa che deve continuare ad avere sufficiente popolarità per curare i propri interessi mondani. Strizza l'occhio ai progressisti e rassicura gli intransigenti. Si fa amare dalla boldrina ma anche dai ben pensanti. Soltanto ai gay riserva gli sculaccioni, chissà come l'avrà presa la vendolina.

Totonno58

Ven, 08/04/2016 - 19:06

ANNA17: fai fatica a capire i miei commenti forse perchè leggi un rigo sì ed un rigo no...ti avevo chiesto se era una battuta la tua...quella sui pedofili.... MILOPE.47...se fossi gay la penserei allo stesso modo, sarebbe penoso reinterpretare le parole del Papa in base alla discriminante "mi piace il biscotto o la passera"(nel caso mio, la seconda)

asalvadore@gmail.com

Ven, 08/04/2016 - 19:07

La tipica casuistica gesuita che non é neanche riuscita a ripulire il Vaticano. Se perdonate titti ed esercitate la misericordia non avete base razionale per condannare il presunto colpevole di Vatican-Leaks, l'abuso degli usi dei fondi del Bamin Gesu etc.., e solo potete usare la misericordia per il vescovo presunto autore di abusi sessuali di seminaristi. Ci debbono essere delle regole che debbono resistere all'abbraccio velenoso della misericordia gesuitica.

greg

Ven, 08/04/2016 - 19:18

PRETONZOLO BERGOGLIO - prova ad entrare in una chiesa italiana al giorno d'oggi, ora della Messa, e vedrai la maggior dei banchi vuoti. E chiediti:perché!! IO, che sono cattolico effettivo, forse poco praticante, la risposta l’ho sentita dalle chiacchiere dei fedeli stessi, che credevano ad un Giovanni Paolo II, in un Benedetto XVI, che avete obbligato a dimettersi, ma che non credono in te e a tutte le giravolte semantiche che fai, nei tuoi ragionamenti, sempre con quella vocina da ruffiano baciabanchi, per giustificare infedeli (gli adoratori del falso dio allah e del falso profeta maometto), sodomiti con tutta la suburra che ci gravita attorno e invasori clandestini, che l'unico vantaggio che stanno portando è di alimentare il mercato dei profittatori DI SINISTRA che li mantengono, con i nostri soldi faticosamente sudati. Ma perché non te ne torni nelle tue pampas e non ti dedichi all'allevamento delle pecorelle?

nunavut

Ven, 08/04/2016 - 19:41

La mia "religione"é:VIVERE E LASCIARE VIVERE,se tutti mettessero in pratica questa regola si potrebbe vivere in pace potendo aiutarsi a vicenda.Tutte le altre suggestioni delle varie religioni o partiti poltici (che considero come "una religione" del pensiero)sono inquinati da desiderio di potere,di soggiogare,di sfruttare la gente a cui la natura non concesse la fortuna di nascere ricco o non oso dire intelligente ma con una memoria superiore.Ho sempre trovato felice la battuta sul abbreviazione di ING.(ingeniere) intelligenza non garantita ma non vale per tutti gli ingenieri.

elgar

Ven, 08/04/2016 - 20:17

Se la Chiesa cattolica è ritenuta "infallibile" dai credenti se cambia dottrina in termini di fede su quanto ha sempre sostenuto per secoli prima o poi sbaglia. Se è vera la Chiesa (la Chiesa infallibile) questa non sbaglia e quindi non cambia mai. Non può mai cambiare. Altrimenti sarebbe in palese contraddizione con se stessa. E quindi non credibile. E tutto ciò in un momento come questo di crisi di valori e con la secolarizzazione porta necessariamente più ad un allontanamento che ad un avvicinamento alla Chiesa da parte della gente.

MassimoR

Ven, 08/04/2016 - 20:31

per me sbattezzo subito!

Ritratto di Lupodellealpi

Lupodellealpi

Ven, 08/04/2016 - 21:53

@ aurius. Anche io ho i tuoi timori di una lenta e programmata svolta verso la protestantizzazione dell' < Unam, Sanctam, Catholicam ed Apostolicam Ecclesiam>. Ma almeno possiamo tirare oggi un respiro di sollievo per quanto ha scritto sulle unioni omosessuali. Non commettiamo l'errore di sparare ogni qualvolta El Papa apre bocca.

Agev

Ven, 08/04/2016 - 21:53

La ricerca di informazioni è terminata. La ricerca di un maestro , di un guru, di un percorso religioso o spirituale, o di una guida spirituale è terminata per sempre. La ricerca di qualcuno o qualcosa da incolpare è terminata. La ricerca di informazioni nascoste sulle forze delle tenebre è terminata. L'espressione della consapevolezza di essere/divenire Principi/Signori/Maestri di se stessi.. Vale a dire divenire essere i Creatori e Co-Creatori della Realtà/Mondo ..Vale a dire divenire l'espressione consapevole di Sovranità Integrale e la disattivazione della struttura di soppressione è il focus di ogni individuo in questa nuova meravigliosa era. Gaetano

Ritratto di Lupodellealpi

Lupodellealpi

Ven, 08/04/2016 - 22:01

@ Grix. Certamente "Siamo nel 2016 !!!". La Parola di Dio è eterna, vale per sempre. Perchè l'uomo è sempre lo stesso. Sono le mode ed i comportamenti che cambiano in funzione degli interessi di chi li dirige. LA VERITA' VI RENDERA' LIBERI.

anna.53

Ven, 08/04/2016 - 23:05

La presunta novità arriva laddove migliaia di credenti cattolici nel mondo erano già arrivati -

salvatore40

Ven, 08/04/2016 - 23:22

Dice Papa Bergoglio : chi siamo noi per condannare in modo eterno !Ottimo. Resta però l'impressione che lo sforzo pastorale di comprendere smussare attenuare finiscano poi per scontrarsi con la tradizione secolare del magistero e della compattezza del depositum fidei. Un tentativo di salvare capra e cavoli ?

sakai389

Ven, 08/04/2016 - 23:30

Mi viene in mente lo scrittore Giovanni Papini, autore del libro "Il Diavolo", che fu messo all'indice dal 1953 al 1966, soltanto per aver scritto,che Dio nella sua infinita bontà, lo avrebbe perdonato.....

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Ven, 08/04/2016 - 23:54

Totonno58 grazie della spiegazione ora so come capire i tuoi illuminati commenti, devo leggere una riga si ed una no. Speriamo che così abbiano un senso. Ci proverò anche se avrò difficoltà. Anzi già che ci sei spiegami come ha fatto franceschiello a far recuperare alla Chiesa circa un millennio, considerato che è tutto preso a recuperare islamici a spese degli italiani.

brunog

Sab, 09/04/2016 - 00:08

Sentire che i vescovi si riuniscono per discutere i problemi della famiglia su quali basi? personali o teoriche? Forse sarebbe meglio se la Chiesa lascia la gente a comportarsi secondo coscienza perche' di falsi maestri e falsi profeti la storia e' piena.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Sab, 09/04/2016 - 00:50

azzz! Questa è davvero una bella notizia. Finalmente potrò fare la comunione.

Felice48

Sab, 09/04/2016 - 07:45

Solo ora quattro cariatidi porporati cominciano a svegliarsi su certi problemi ma è troppo tardi. Loro vorrebbero dirigere censurando delle situazioni dettate dalla natura e che non hanno mai vissuto il matrimonio e parlano solo per teoria. Da notare che i quei consessi la donna non ha mai detto la sua. No loro devono interpretare a proprio modo i pensieri e le senzazioni altrui.

soldellavvenire

Sab, 09/04/2016 - 09:02

e bravo Gaetano: con questa, hai asfaltato tutti

onurb

Sab, 09/04/2016 - 09:22

Bergoglio non si ricorda di aver detto chi sono io per giudicare. Infatti la cauta apertura sulla comunione ai divorziati, "si valuti caso per caso", che cos'è se non una smentita all'affermazione precedente. Nel dizionario dei sinonimi e dei contrari alla voce valutare, con riferimento a una persona si trovano i seguenti sinonimi: giudicare, ritenere, distinguere, stimare, apprezzare. Evidentemente Bergoglio, quando apre bocca, non è abituato a riflettere su ciò che sta per dire, oppure la situazione dei divorziati è per lui più grave di quella degli omosessuali tanto da richiedere una riflessione e un giudizio.

Totonno58

Sab, 09/04/2016 - 10:57

ANNA17...veramente avevo detto il contrario...nun fa'niente, penzamm' 'a salute!:)

soldellavvenire

Sab, 09/04/2016 - 13:13

che, tradotto dal vegano significa: avete tutte le informazioni possibili, traetene da soli le conclusioni che credete; è sintesi del pensiero individualista, antitesi del pensare comune e apoteosi dell'anarchia, il diavolo, per la chiesa

Totonno58

Sab, 09/04/2016 - 17:05

Per essere ben più comprensibile, anche per ANNA17 (scherzo, eh?), nella mia gioia personale di fronte a questo "millennio recuperato", da parte della Chiesa, anzichè ripetere le mie modestissime parole, riporto quelle di un Uomo di Chiesa che si occupa di questi temi così delicati...intanto, Grazie Francesco:) http://www.corriere.it/cronache/16_aprile_09/paglia-nodo-sacramenti-non-agire-tribunale-intervista-8c2042aa-fdbd-11e5-820b-500d9d51558a.shtml?refresh_ce-cp