Concorso esterno in tortura di Stato

Tenere in carcere un uomo per un reato che non ha compiuto è un delitto

Tenere in carcere un uomo per un reato che non ha compiuto è un delitto. In questo caso, un delitto di Stato per il reato di tortura. Nonostante e dopo la sentenza della Corte europea, che ha stabilito che Bruno Contrada non doveva essere processato, la Cassazione ha confermato la decisione del tribunale di Sorveglianza di non concedere a Marcello Dell'Utri la liberazione anticipata dal carcere, dove sta per un delitto non commesso e per un reato inesistente in assoluto, come ha autorevolmente sostenuto il procuratore Jacoviello, e comunque non definito prima del 1994 (Dell'Utri sarebbe stato condannato per «concorso esterno», manifestato tra il 1977 e il 1992). Mi pare abbastanza chiaro, se siamo in Europa, come osserva perfino Antonio Ingroia, e se la giurisprudenza prevede che debba prevalere la sentenza più favorevole all'imputato: «Che succede allora? Siamo forse in presenza di un conflitto giurisprudenziale fra Europa e Italia?». In piena illegalità hanno fatto un processo a Contrada e a Dell'Utri, per tre gradi di giudizio, decine di magistrati ignoranti e colpevoli (alla luce della sentenza europea), e non hanno pagato la loro colpa e la loro distrazione. E ora altri giudici, almeno sei, fanno lo stesso errore e tengono in carcere un innocente, per un reato che non poteva commettere perché non era contemplato nel codice penale, e per il quale, come Contrada, non poteva essere processato. Ma nessun parlamentare trova materia per una interrogazione su questo scandalo?

Commenti

Cheyenne

Gio, 26/10/2017 - 15:27

Caro Sgarbi questo da decenni non è più uno stato di diritto è una dittatura stalinista. Come possiamo avere fiducia un una magistratura che ha partoriot mostri come de magistris, ingroia e grasso. Per non parlare dell'allegra compagnia che si chiama anm

SAMING

Gio, 26/10/2017 - 15:50

ll' isola ed a Palermo in modo particolare, se stringi la mano a qualcuno hai altissime probabilità di stringere la mano ad un mafioso di professione per cui il gesto si presta ad essere interpretato come concorso esterno in attività mDell'Utri è colpevole di un solo fatto. di essere nato in Sicilia. In queafiose. I mafiosi sono quelli che l' hanno condannato e lo tengono in carcere.

orailgo38383838

Gio, 26/10/2017 - 16:13

Sgarbi, ora capisci perchè moltihanno abbandonato questo squallido paese?

@ollel63

Gio, 26/10/2017 - 16:16

la magistratura colma di sinistrati è il cancro nefasto che corrode questa misera nostra patria. Ma che colpa abbiamo d'essere nati in 'sì disonorato paese!

Zizzigo

Gio, 26/10/2017 - 16:49

In piena illegalità, la magistratura auto referenziata, tortura, peggio dell'eretica "sacra inquisizione". E offende la vita e la tranquillità di tutti coloro che si rendono conto di vivere in un paese che non rispetta nulla e nessuno.

VittorioMar

Gio, 26/10/2017 - 16:58

....MOLTI SONO STATI PUNITI (VOLUTAMENTE )IN QUANTO POLITICI...!QUALCUNO ASSOLTO PER TEMPI E CAVILLI GIURIDICI !!.LA VERA ANOMALIA E' "L'EVASIONE" DELLA MAGISTRATURA DAI CONFINI COSTITUZIONALI!!....

dagoleo

Gio, 26/10/2017 - 17:08

In compenso un criminale comunista pluriomicida come Battisti se ne stà in Brasile a gozzovigliare ed a fare lo scrittore e a deriderci ogni giorno, aiutato nella sua latitanza da fior di mascalzoni comunisti. Che bello.

gigi0000

Gio, 26/10/2017 - 17:44

I princìpi del diritto sono sempre stati sacrificati per omaggiare il prìncipe di turno, ma da troppo tempo ormai s'è perso anche il comune buonsenso. Nessuno però insorge e tutti subiscono. Caro Sgarbi, l'Italia non è popolata solo di capre, ma anche di pecore e conigli. Spero che col prossimo governo qualcuno abbia il coraggio necessario per buttare alle ortiche codici e norme imbecilli, nonché di riformare radicalmente e drasticamente la magistratura, prevedendo il controllo dell'operato dei giudici. E gli incapaci ...

rosalba cioli

Gio, 26/10/2017 - 17:47

ma Sgarbi non sa che Dell'Utri è amico di Berlusconi?

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Gio, 26/10/2017 - 20:37

E perché l'onesto Tarantino non ci fa un film?

maria angela gobbi

Gio, 26/10/2017 - 22:23

Il CONCORSO ESTERNO in distruzione della legalità l'avevo citato tempo fa in un blog..non c'è nessun altro ,magari Mattarella, che protesti per questo delitto legale?

VittorioMar

Gio, 26/10/2017 - 23:21

..PERCHE' LA LEGGE SUL REATO DI TORTURA VALE SOLO PER LE FORZE DELL' ORDINE E NON PER CHI HA PROCESSATO CONTRADA ?..E CE NE SONO DI ERRORI GIUDIZIARI...DA TORTORA IN POI ...!!!

umbertoleoni

Ven, 27/10/2017 - 00:38

In compenso sappiamo tutti che se Dell'Utri era comunista o giù di li, neanche avrebbe visto un'aula di tribunale. Ma questo è il paese di pulcinella...ergo,di che ci meravigliamo?

Guido_

Ven, 27/10/2017 - 02:46

Una cosa sono i cavilli ed un'altra la realtà: sia Contrada che Dell'Utri hanno avuto rapporti con la mafia, poi che il delitto non sia stato tipificato bene è un'altra questione, però la loro responsabilità è certa e provata.

Ritratto di manasse

manasse

Ven, 27/10/2017 - 09:37

in compenso le baraldini e i sofri rossi liberati perche malati terminali sono miracolosamente guariti forse anche s atei sono andati a Lourdes?boh

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 27/10/2017 - 10:18

la cassazione deve dimostrare che il partito dei giudici è l' unico a poter dettare legge!

ORCHIDEABLU

Ven, 27/10/2017 - 10:38

POVERO DELL'UTRI.SPERIAMO VINCA IL BUONSENSO E LA CARITA' CRISTIANA.UN INNOCENTE IN GALERA.

km_fbi

Ven, 27/10/2017 - 10:41

Quel certo Sig.Sergio Mattarella,siciliano, giurista, ex giudice costituzionale, che temporaneamente risiede al Quirinale e presiede anche il CSM, non ha proprio nulla da dire al riguardo?

Massimo Bocci

Ven, 27/10/2017 - 11:28

Gent.le Sig.Sgarbi, le sue puntualizzazioni precise,potrebbero indignare un popolo e Nazione ancora sovrana,mai purtroppo ormai noi siamo un mezzo popolo di GIA' CORROTTI!!! E soprattutto miserabili condannati alla schiavitù UE,Meticcia dunque la nostra realtà è che ci siano criminali veri,assassini,ladri,corruttori,malversatori e truffatori veri, tutti a piede libero a fare i propri loschi (istituzionali) affari, confusi con prigionieri (politici di regime!!! Concorso esterno) anti regime, non ci fa più ne caldo ne freddo fa solo SCHIFO!!! la normalità dello schifo di questo regime di corruttele!!!

stesicoro

Ven, 27/10/2017 - 11:29

D'accordo con Sgarbi. Al quale chiedo di insistere sull'argomento.

giovanni951

Ven, 27/10/2017 - 13:14

io sono della idea che la magistratura debba essere messa sotto controllo. Non può essere che facciano quel che vogliono, che facciano errori madornali e non paghino mai.

billyserrano

Ven, 27/10/2017 - 13:28

Dell'Utri ha una colpa grave da scontare, cioè non essere di sinistra. Se si fosse dichiarato di sinistra o meglio avesse precisato di essere comunista, poteva compiere tutti i crimini che voleva (vedi Battisti e altri kompagni),che non gli sarebbe accaduto nulla. Poi ha un'altra colpa molto grave, che gli impedisce di essere liberato, è amico di Berlusconi.

Antonio43

Ven, 27/10/2017 - 14:26

Ma se uno è mandato sotto processo è perchè lo si accusa di un reato ben preciso, "tipificandolo" come si deve e non perchè ha preso un caffè con un tipo sospetto, Guido capisti? Se mandi uno sotto processo il reato lo devi "tipificare" bene ed è la questione principale e non un altro discorso, chiaro?

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Ven, 27/10/2017 - 14:39

Caro Sgarbi, la magistratura italiana e' al livello del Burkina Faso, allora si capirebbe perche ancora non si concludono le vicende giudiziarie dei Monti dei Paschi e il Forteto. C'e' poca sabbia nelle spiagge di Capalbio, pare che l'hanno portata tutta nei tribunali toscani.

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 27/10/2017 - 20:12

---2---si tratta di una forzatura?---usare il reato di concorso esterno?----ma allora -di grazia-il concorso morale in omicidio usato come prezzemolo in tutte le minestre per i reati di tipo terroristico-cos'è?????????????????????????????????????--sgarbi leggimi e rispondimi prima che scatti l'ora solare-

honhil

Ven, 27/10/2017 - 20:19

Nello Stivale, ogniqualvolta c’è un politico non di sinistra in un’aula di tribunale (o una personalità con la divisa come Contrada), non è l’imputato che si giudica, ma l’odiato nemico. E non ci sono santi che tengano. Questa è la magistratura. Con l’aggravante che non permette al parlamento di varare un riforma della giustizia oramai non più prorogabile. E da ciò il caos e le continue condanne che vengono dall’Ue. Eppure il Quirinale fa orecchie da mercante. Ci vuole una rivoluzione: senza i forconi in piazza non cambierà mai nulla: e la giustizia e i diritti che una buona giustizia garantisce resteranno un miraggio.

elpaso21

Sab, 28/10/2017 - 11:14

L'unica cosa che sapete fare è lamentarvi. Berlusconi con la maggioranza bulgara che aveva perchè non fece la Riforma della Giustizia? E Dell'Utri era in ferie?

Ritratto di franco.biolcati

Anonimo (non verificato)

PEPPINO255

Sab, 28/10/2017 - 12:48

Vittorio, Bla Bla Bla Bla Bla Bla Bla Bla Bla Bla Bla Bla !!!

Ritratto di rapax

rapax

Sab, 28/10/2017 - 13:40

Cheyenne E DIPIETRO E bocassini e davigo?