Condannato lancia feci al giudice dopo la lettura della sentenza

Ricky Hand, questo il nome del criminale, ha dato spettacolo all'interno di un'aula di tribunale, a Springfield, cittadina dell'Illinois, perdendo le staffe durante la lettura della sua condanna

Un condannato statunitense non ha accettato proprio nel migliore dei modi la decisione che il giudice del suo processo ha preso nei suoi confronti, condannandolo a ben quarant'anni di prigione. Ricky Hand, questo il nome del criminale, ha dato spettacolo all'interno di un'aula di tribunale, a Springfield, cittadina dell'Illinois, perdendo le staffe durante la lettura della sua condanna.

Dopo che il giudice gli ha comunicato il tempo che avrebbe dovuto scontare dietro le sbarre per i crimini commessi, il neo condannato gli ha chiesto se era proprio sicuro di comminargli una pena così lunga per poi andare in escandescenze.

Con uno scatto felino, il criminale ha tirato fuori un sacchetto da sotto la divisa da carcerato, non con qualche difficoltà dal momento che era ammanettato, e lo ha lanciato in direzione del giudice.

All'interno della busta di plastica, erano contenute delle feci, che il condannato si era portato in tribunale, proprio con l'intento di punire il giudice, qualora la sentenza non fosse stata favore.

Esperto di rapine, Ricky Hand, aveva a suo carico ben 30 capi d'accusa e il mese scorso si era dichiarato colpevole solo per sette di questi.

Immobilizzato subito dopo il gesto dalle guardie giurate presenti in aula, pare che il condannato sia riuscito comunque nell'intento di colpire il giudice, che è stato raggiunto per sua sfortuna dall'insolito gesto di protesta.

Commenti
Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Sab, 25/06/2016 - 20:42

Da noi non c'è alcun pericolo per i giudici visto che i delinquenti godono di una spiccata magnanimità nei loro confronti!

Happy1937

Dom, 26/06/2016 - 06:02

I nostri Magistrati dovrebbero imparare come condannare i delinquenti. Sono certo che in un Tribunale USA al farabutto saranno aggiunti almeno altri 20 anni. Da noi starebbe solo per una settimana agli arresti domiciliari in una casa abusivamente occupata, il cui proprietario sarebbe condannato a vivere senza tetto.

Ritratto di emmepi1

emmepi1

Dom, 26/06/2016 - 16:20

povero pirla, ai quarant'anni adesso si aggiungeranno altri 20 anni, forse credeva di avere a che fare coi giudici italiani!