La Consulta sull'Alto Adige: "Vietati i nomi solo in tedesco: serve anche l'italiano"

La Corte Costituzionale ha bocciato una legge regionale con cui si istituiva un nuovo Comune dal cui nome l'italiano era praticamente sparito

In Alto Adige - come in tutto il resto del nostro Paese - le città devono continuare ad avere i nomi italiani. A stabilirlo è la Corte Costituzionale, che spegne così le speranze di quei sud-tirolesi che sognavano il ritorno a una situazione in cui la lingua tedesca (o ladina) fosse l'unica sui cartelli e sulle cartine.

Con la sentenza 210 la Consulta ha dichiarato incostituzionale una legge della Regione Trentino-Adige con cui si istituiva il nuovo Comune di Sèn Jan di Fassa-Sèn Jan. Una denominazione in cui l'italiano praticamente spariva, a favore della sola espressione in ladino. Una soluzione impraticabile e che dovrà essere rivista: il nuovo Comune dovrà chiamarsi San Giovanni di Fassa-Sèn Jan. Ripristinando le proporzioni fra italiano e ladino.

I giudici costituzionali hanno ribadito infatti che la lingua di Dante è "l'unico idioma ufficiale del sistema costituzionale", in cui detiene un ruolo di "primazia". Le minoranze linguistiche sono riconosciute e protette dalla Carta ma non possono in ogni caso avere la preminenza sull'italiano. Passi il bilinguismo obbligatorio, sembra dire la Corte, ma la lingua nazionale deve restare ben presente e visibile.

"Prescrivendo la compresenza della lingua italiana e, a volta a volta, delle lingue minoritarie - spiegano dalla Consulta - viene apprestata una tutela alle minoranze linguistiche e al loro patrimonio culturale in tema di toponomastica, senza tuttavia far venir meno, neppure in tale ambito, la primazia della lingua ufficiale della Repubblica, espressamente riconosciuta dall'articolo 99 dello statuto speciale".

Un boccone molto amaro da digerire per i falchi della Sudtiroler Volkspartei, che da anni si battono appassionatamente per imporre il monolinguismo tedesco in molti toponimi dell'Alto Adige

Commenti

Altoviti

Dom, 25/11/2018 - 13:28

Va vietato il tedesco, siamo in Italia! In sicilia i nomi non si scrivono mica in lingua sicule.

cir

Dom, 25/11/2018 - 17:06

carissimi SUD TIROLESI , basta che lo scriviate in piccolo piccolo. SALUTI E BACI ad EVA CLOZ !!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Dom, 25/11/2018 - 22:32

Anche in Val d'Aosta Courmaieur diventerebbe "Corte Maggiore", o no?

Mannik

Lun, 26/11/2018 - 07:53

Francese (e anche altri commentatori) lei è un perfetto IGNORANTE. Lei pretende di fare il giornalista e non è nepure in grado di sincerarsi dove si trova il comune di Sen Jan. Il Comune di cui si parla non è in Alto Adige bensì nel Trentino. Vada a raccogliere pomodori, è l'unica cosa che forse sa fare.

Mannik

Mar, 27/11/2018 - 18:19

cir - Ignorante, Sen Jan è nel Trentino non in Alto Adige!