Coppia di cinesi dimentica il figlio di 7 anni sul treno

A Rimini hanno poi riabbracciato il piccolo recuperato dalla Polfer

Una coppia di cinesi, partita da Milano con il Frecciabianca, è arrivata a Bologna ieri verso mezzogiorno. Viaggio tranquillo, bagagli al seguito e fin qui tutto bene. Se non fosse che, una volta scesi alla stazione, si sono accorti di un piccolo particolare. Piccolo mica tanto, avevano dimenticato sul treno, già ripartito, il loro figlio di soli 7 anni. Troppo impegnati forse a scendere dal vagone con i borsoni non hanno pensato a recuperare il bambino, che è rimasto seduto al suo posto. Forse entrambi avevano creduto si occupasse della creatura l’altro genitore. E invece no. Appena si sono accorti che mancava qualcosa o meglio, qualcuno, i distratti genitori hanno subito chiesto aiuto all’assistenza di Trenitalia. Nel frattempo il capotreno si era già accorto del passeggero solitario e aveva avvertito la Polfer su quanto accaduto. A questo punto Trenitalia e Polfer hanno unito le forze e con un bel lavoro di squadra hanno fatto scendere il figlioletto a Rimini e fatto invece risalire su un altro Intercity i due smemorati. Dopo poco madre e padre hanno potuto riabbracciare il loro bambino che, probabilmente, si sarà anche divertito durante la particolare avventura che si è trovato a vivere. Si può solo immaginare la faccia stupita degli agenti quando i genitori si sono presentati per avvisare dello smarrimento. Non è la prima volta che accade un fatto simile. Già il 7 settembre , questa volta una coppia di giapponesi, era salita su un Frecciargento dimenticando la figlia di 5 anni sui binari della stazione, sempre a Bologna. Anche il quell’occasione sono subito intervenuti gli agenti della Polfer che hanno ricongiunto la famigliola. Storie degne di "Mamma ho perso il treno".