La Corte indiana: "Latorre in Italia fino al 30 settembre"

La Corte suprema dell’India ha deciso di estendere la permanenza in Italia di Massimiliano Latorre fino al 30 settembre del 2016

La Corte suprema dell’India ha deciso di estendere la permanenza in Italia di Massimiliano Latorre fino al 30 settembre del 2016. Dunque il fuciliere di Marina potrà restare nella sua casa fino al termine dell'estate. Durante l’udienza, alla luce del processo riguardante la giurisdizione sul caso avviato dall’Italia presso la Corte permanente di arbitrato (Cpa) dell’Aja e a cui l’India ha aderito, la Corte suprema ha ricevuto una comunicazione ufficiale sul procedimento in corso, sui suoi tempi e sulle implicazioni che esso comporta per la giustizia dei Paesi coinvolti e sulla posizione adottata in questo ambito dal governo indiano.

La seduta era stata fissata per il 13 aprile, ma è slittata a oggi per la decisione della stessa Corte. Ma alla decisione della Corte indiana risponde la Farnesina. "Il Governo italiano ribadisce che in seguito alla decisione del Tribunale del Diritto del Mare l'Italia
considera sospesa e quindi priva di valenza giuridica la giurisdizione indiana sul caso". E' quanto si legge in una nota della Farnesina, dopo che la Corte Suprema di New Delhi ha stabilito che il fuciliere di Marina Massimiliano Latorre potrà restare in Italia fino al 30 settembre. E ancora: "Il Governo italiano - prosegue la Farnesina - ribadisce che in seguito alla decisione del Tribunale del Diritto del Mare l’Italia considera sospesa e quindi priva di valenza giuridica la giurisdizione indiana sul caso. L’Italia conferma di riconoscersi infatti nell’Ordine del Tribunale Internazionale per il Diritto del Mare del 24 agosto 2015, che aveva stabilito la sospensione da parte di India e Italia di tutti i procedimenti giudiziari interni fino alla conclusione del percorso arbitrale avviato dal Governo nel giugno dello scorso anno. L’Italia ha anche presentato al Tribunale Arbitrale costituito presso la Corte Permanente d’Arbitrato de l’Aja una richiesta di misure provvisorie per chiedere il rientro del Fuciliere Girone e la sua permanenza in Italia fino alla fine della procedura arbitrale. La decisione del Tribunale arbitrale è attesa nei prossimi giorni".

Commenti

Angelo664

Mar, 26/04/2016 - 10:10

Siamo dei mollaccioni. Ci facciamo prendere per i fondelli da questo popolo che per tanti versi e' simile a noi in quanto a casino e capacita' organizzative, burocrazia e lentezza della giustizia. Intanto questi 2 hanno perso 5 anni della loro vita. L'italia se ne frega e l'India continua a cagar dubbi, perdendo un sacco di tempo. Sarebbe bello anche capire che cosa è veramente successo quel giorno su quella nave.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 26/04/2016 - 10:12

Eh, eh! La Farnesina ha fatto i conti senza Pontalti.

blackindustry

Mar, 26/04/2016 - 10:30

Poveri Maro', tra incudine e martello di due Stati vergognosi.

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 26/04/2016 - 10:39

----Angelo664---"questi 2 hanno perso 5 anni della loro vita"---vai a chiedere ai 2 pescatori indani quanti anni hanno perso---hasta siempre

elalca

Mar, 26/04/2016 - 11:13

elkid: me lo dica lei quanti anni hanno perso i due pescatori? non lo sa vero? lei non ha elementi che la possano aiutare nella determinazione. però in compenso, sempre senza elementi, dichiara colpevoli i nostri marò. cialtrone come l'epurato

diesonne

Mar, 26/04/2016 - 11:32

DIESONNE L'ITALIA NON E' UNO STATO-E' UNA REPUBBLICA ANONIMA E GENTILONI E RENZI SONO DUE CHE ABBIANO ALLA LUNA-SONO BAMBINI CHE GIOCANO A MOSCA-.CIECA

fcf

Mar, 26/04/2016 - 11:40

Nessun paese che si rispetti può subire prepotenze come quelle esercitate dall'India nei nostri riguardi; solo dei vigliacchi come i governanti pro tempore e seguenti. I fatti sono avvenuti in mare fuori dalla acque territoriali indiane, ma non si sa chi, in Italia, ha ordinato alla nave italiana di farsi trascinare in un porto indiano. Fuori i nomi dei pusillanimi !!!!

tzilighelta

Mar, 26/04/2016 - 11:40

Angelo664 "Sarebbe bello anche capire che cosa è veramente successo quel giorno su quella nave." I marò hanno tirato una raffica di mitra e ucciso due pescatori scambiati per pirati, sono 5 anni che i tontoloni come te ancora non accettano questa quello che è successo, gli stessi marò non hanno mai negato il fatto!

Fjr

Mar, 26/04/2016 - 11:48

Elkid, ancora con sta storia, vada a rileggersi le carte taroccate dagli indiani con cancellature e correzioni ,a partire dal calibro fino ad arrivare ai fori sul peschereccio vedrà che sorpresa, ormai la sua è diventata un'inutile litania

xgerico

Mar, 26/04/2016 - 12:02

@elalca- Lo sà la cosa strana è che il governo Italiano ha già risarcito le famiglie dei due pescatori uccisi! Lo sa che la Farnesina ha ammesso il fatto!?

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 26/04/2016 - 12:05

-----elalca----ne ho a tonnellate di elementi-----gli ultimi in ordine di tempo mi sono stati suggeriti proprio da questo giornale che 6 giorni fa ha parlato del rapporto "nome in codice DREADNOUGHT", di Diego Abbo (Capitano di vascello) e di Alfredo Ferrante, in base al quale i marò avrebbero effettivamente sparato quei colpi, ma in acqua--ed i colpi sarebbero rimbalzati e finiti sull'imbarcazione per un principio fisico di spiattellamento--secondo tale rapporto non vi era premeditazione dunque---ma di fatto sono stati i fucilieri a porre fine a due vite---amen----elalca--cialtrone è colui che non si documenta---hasta siempre

elalca

Mar, 26/04/2016 - 12:22

xgerico: e questo secondo lei significa essere colpevoli? o è il segnale principe che il bidello bocconiano e i suoi caudatari pensavano di risolvere la cosa "all'italiana"? massì diamo quattro palanche a questi pescatori così la fanno finita. la dimostrazione è che gli indiani non hanno ancora formulato un bel niente........

Ritratto di OKprezzogiusto

OKprezzogiusto

Mar, 26/04/2016 - 12:31

Ma che ammissione di colpa. Pagare un indennizzo sembrava il modo migliore per portare a casa gli ostaggi e chiuderla li.

Raoul Pontalti

Mar, 26/04/2016 - 13:03

@Memphis35 ognuno fa il suo gioco e svolge il proprio ruolo, si tratti delle corti di giustizia o dei governi. Sospendere la giurisdizione non significa azzerare la giurisdizione e al momento della sospensione decretata dal Tribunale del mare di Amburgo i due marò erano giuridicamente sotto la responsabilità indiana, anche se materialmente uno si trovava in Italia per cure mediche. La liberazione sic et simpliciter dei marò fu respinta dal Tribunale del mare e oggi è sub iudice presso la Corte arbitrale dell'Aja. Di buon senso la decisione della Corte suprema indiana che lascia sempre l'Italia con il cerino in mano.

Iacobellig

Mar, 26/04/2016 - 13:25

A QUESTO PUNTO FARE FUGGIRE IL MARÒ RIMASTO IN IN INDIA, RITIRARE L'AMBASCIATORE E FARCI CORRERE DIETRO DALL'INDIA.

elalca

Mar, 26/04/2016 - 13:37

elkid: ma lei è così di suo o prende qualche pastiglia?

scorpione2

Mar, 26/04/2016 - 13:51

no risposte del cxxxo, sulla petroliera vi erano 6 maro',perche' sono stati scelti girone e la torre? dove e finito lo spirito do collaborazione?. si potevano autoaccusarre tutti e sei e si facevano arrestare tutti e sei,invece la scela e' caduta su quei due, ad essere controcorrente posso immaginare il film della situazione, presi due sparatori a caso,si autoaccusano in cambio di una lauta ricompensa dall'armatore, pero' ce un pero',non tutto e' andato per il verso giusto e cioe'; li facciamo aarrestare,diamo un indennizzo alle famiglie dei pescatori,fanno un paio di mesi nell'ambasciata e tutto si risolve,ma questa loro valutazione la paghera' qualcuno, e' inutile che tirate in ballo monti o altri, dovete chiedere spiegazioni a la russa.

elalca

Mar, 26/04/2016 - 13:56

elkid: vada lei a rileggersi l'articolo e cerchi di capire.

freud1970

Mar, 26/04/2016 - 13:58

Povero Girone!!!!!!!!!!!!

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mar, 26/04/2016 - 14:37

SE; UN PAESE CHIAMATO INDIA NEGA CHE ESPERTI DI BALISTICA NEUTRALI POSSANO ESAMINARE LA BARCA COLPITA DAI PROIETTILI; ALLORA QUESTO PUZZA DI DUBBI RIGUARDANTI LA COLPEVOLEZZA DEI 2 MARÓ; SE POI LO STESSO PAESE SEPPELLISCE I 2 PESCATORI IN FRETTA É FURIA SENZA LASCIAR FARE NESSUN AUTOPSIA DA ESPERTI DI BALISTICA NEUTRALI; QUESTO SIGNIFICA CHE L;INDIA HA QUALCOSA DA NASCONDERE!É SE POI ANCHE LA BARCA É STATA SUBITO AFFONDATA SENZA ESSERE ESAMINATA DA UNA COMMISSIONE NEUTRALE; ALLORA QUESTA COSA PUZZA A 100KM DI DISTANZA! É I TUTTOLOGHI DI QUESTO BLOG SEMPRE OCCUPATI A CONTROLLARE I PELI DEL KULO AI 2 MARÓ; DI QUESTI 3 FERIMENTI DEI DIRITTI INTERNAZIONALI NON NÉ VOGLIONO SAPERE; É PER LORO I 2 MARÓ SONO COLPEVOLI A PRESCINDERE PERCHE SONO ITALIANI; É IO NON SÓ CHI FÁ PIU SCHIFO LORO OPPURE GLI INDÚ?!.

Ritratto di wilcoyote53

wilcoyote53

Mar, 26/04/2016 - 14:37

Che proiettili sparati in acqua possano spiattellare ci potrebbe anche stare, trovo difficile pensare che ( secondo i documenti Indiani) proiettili sparati alle 18,30 siano arrivati a segno alle 22,30 crescendo da 23 mm ( cal. 5,56 Nato) a 31 mm, ( 7,65 cal. ak 47) , sono cresciuti a contatto con l'acqua?

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 26/04/2016 - 14:41

elalca ---a me interessa la parte dove si ammette che a sparare sono stati loro anche se hanno sparato in acqua---la colposità ed aggiungerei negligenza del gesto ci sta tutta--- causa ed effetto---poi possono anche cavarsela processualmente per la non intenzionalità del fatto ma i due pescatori non sono morti da soli ma con dei proiettili italiani in corpo---elalca --torni a fare il manovale e non si cimenti con concetti difficili --hasta siempre

Ritratto di malatesta

malatesta

Mar, 26/04/2016 - 15:04

Ma possibile che dopo 5 anni di CARCERAZIONE PREVENTIVA non sia ancora iniziato un regolare processo? Possibile che i nostri magistrati rimangano indifferenti e permettano questo scempio giuridico senza avere preso l'iniziativa, quando c'e' stata l'occasione, di incriminare i due maro' sottoponendoli a un regolare processo qui in Italia?..A nessuno importa niente della verita' di come sono andate le cose?

Raoul Pontalti

Mar, 26/04/2016 - 15:38

@pasquale.esposito tante idee e ben confuse...L'autopsia non la fanno gli esperti di balistica ma i medici legali, mentre il peschereccio prima dell'affondamento in porto (dove si trovava sotto sequestro) fu peritato anche da esperti italiani guidati dall'ammiraglio Alessandro Piroli. Cani e porci poi poterono visitarlo e fotografarlo: all'epoca (2012) si rinvenivano sui giornali, i periodici , i siti web, etc. foto e filmati del peschereccio St. Antony con immagini degli interni, degli esterni da tutti i lati, con ingrandimenti dei fori dei proietti, etc. nessun vulnus dunque al diritto internazionale per questi aspetti, tanto è vero che l'Italia contesta la giurisdizione non le risultanze delle indagini. L'Italia (autorità politiche, diplomatiche e militare, non i bananas) sa benissimo che i marò spararono e uccisero e per questo fa di tutto per evitare il processo penale in India.

Raoul Pontalti

Mar, 26/04/2016 - 15:49

@malatesta nomen omen...In quella malatesta che ti ritrovi alberga sempre la notte e brancoli pertanto nel buio: gli anni sono quattro e non cinque, non si tratta di carcerazione preventiva giacché i due sparacchiatori a vanvera non hanno fatto un giorno di galera, sempre alloggiati in resorts, alberghi e infine in ambasciata, uno poi è da tempo ormai immemorabile a casa per cure mediche. Il processo in India fu bloccato dall'ostruzionismo della difesa italiana e poi è stato sospeso per intervento del Tribunale del Mare in attesa che si pronunci la Corte arbitrale dell'Aja per stabilire a chi pertenga la giurisdizione. L'attività giurisdizionale è sospesa su ambo i fronti e quindi nemmeno la magistratura italiana può procedere.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mar, 26/04/2016 - 16:50

IO; STESSO HO VISTO ALLA TV COME IL GOVERNO INDIANO HA FATTO AFFONDARE LA ST ANTONY NON APPENA É ARRIVATA IN PORTO!É ESPERTI DI BALISTICA NON L;HANNO ESAMINATA PER STABILIRE DA DOVE SONO PARTITI I PROIETTILI;PERCHE I MARÓ STAVANO NELLA TORRETTA A 30 METRI SOPRA IL LIVELLO DELL;AQUA; É DA LÍ COLPIRE I 2 PESCATORI CON PROIETTILI CHE NON CORRISPONDONO AL LORO ARMAMENTO É UNA COSA IMPOSSIBILE; OPPURE NOI DOBBIAMO CREDERE ALL;ATTENTATO DI JFK DOVE C;ERANO PROIETTILI CHE ERANO FERMI NELL;ARIA PRIMA DI COLPIRE IL GOVERNATORE DEL TEXAS?! OPPURE CHE POSSONO NUOTARE A PEL D;AQUA! MA FATECI IN PIACERE "PONTALTI É ELKID" É ANDATE A RACCONTARE LE VOSTRE MINKIATE ALTROVE!.

linoalo1

Mar, 26/04/2016 - 16:55

Sempre e solo Aria Fritta!Ed intanto i mesi,anzi gli anni,passano!!!

xgerico

Mar, 26/04/2016 - 17:51

@ pasquale.esposito--- Pasqua, miracolo, la barca dei pescatori "subito affondata" è ritornata a galla!

xgerico

Mar, 26/04/2016 - 18:10

@Pasquale Esposito---http://www.dagospia.com/mediagallery/Dago_fotogallery-145080/709470.htm

xgerico

Mar, 26/04/2016 - 18:14

@Pasquale Esposito-------Pasquà levati la sete con il prosciutto.............http://www.ansa.it/mare/notizie/rubriche/inlavorazione/2014/03/10/Maro-St-Antony-sorvegliato-speciale-ma-marcisce-_10211827.html

xgerico

Mar, 26/04/2016 - 18:15

@@@@Pasquale Esposito-------Pasquà levati la sete con il prosciutto.............http://www.ansa.it/mare/notizie/rubriche/inlavorazione/2014/03/10/Maro-St-Antony-sorvegliato-speciale-ma-marcisce-_10211827.html

Ritratto di malatesta

Anonimo (non verificato)

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 26/04/2016 - 18:42

Ak 47 e Ak103 usano entrambi pallottole 7,62, le cui ogive sono della stessa lunghezza,di quella estratta ,durante l'autopsia fatta dal medico indiano,dal cranio di uno dei pescatori.Le pallottole in dotazione ai due Marò erano di calibro minore (mm 5,56)le cui ogive sono più corte! Ciaparatt!

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Mar, 26/04/2016 - 19:28

@ Raoul Pontalti come sempre spari mickiata a rotamazza. LA GIURISDIZIONE DEL TRIBUNALE INTERNAZIONALE SOSPENDE QUELLE DI INDIA E ITALIA. DUNQUE L'INDIA AVREBBE SEMPLICEMENTE DOVUTO TACERE E ASTENERSI DA ALTRI PROVVEDIMENTI. LA PROROGA NON E' BUON SENSO MA ARROGANZA IN QUANTO L'INDIA (A DIFFERENZA DELL'ITALIA) NON SI ASTIENE DA ULTERIORI PROVVEDIMENTI COME INTIMATO DALL'ORDINE DEL TRIBUNALE DEL MARE.

Ritratto di malatesta

malatesta

Mer, 27/04/2016 - 00:17

@ Raoul..non mi e' piaciuto il tono arrogante con cui ti rivolgi senza rispetto ai due militari e tratti l'argomento.Non permetterti.Sei talmente fuori luogo che manco ci pensi che quei due militari appartengono ad un esercito che domani potrebbe anche chiamato a difendere persone come te nascoste dietro una tastiera a smanettare (.), magari pure rischiando la propria vita.

Ritratto di malatesta

malatesta

Gio, 28/04/2016 - 16:03

Ieri sera 27 Aprile a Porta a Porta c'era la Pinotti, il Direttore della Stampa e Polito.Tutti e tre dicevano quello che sostenevo io nel mio commento...i Maro' andavano incriminati dalla Magistratura Italiana e non restituiti da passera e Monti all'India.Dopo quasi 5 anni di tortura psicologica io non ne potrei piu'..

cgf

Lun, 02/05/2016 - 16:27

Garanzie da Frottolo Buffoni? seeeeee e qualiiii?? @elkid se lei è così sicuro perché non va in india a testimoniare? Finora TUTTI i riscontri dicono che NON sono stati i marò. BOKKALONE!!!!